Chi sono e perchè scrivo questo blog

Giulia chi?

Nomade digitale dal 2011. Un giro del mondo in solitaria zaino spalla durato quasi 3 anni e on the road dal 2011. Racconto il mondo che scopro e condivido consigli ed idee di viaggio in tutto il mondo.

Se sei in questa pagina è perchè probabilmente ti starai chiedendo chi diavolo sia. Mi chiamo Giulia Raciti, classe 1980, sono Siciliana ma nella mia isola non vivo ormai da più di 20 anni. Nel 2011 ho portato a compimento un giro del mondo mondo zaino in spalla e in solitaria durato più di due anni e mezzo.

Le spese di viaggio lo ho pagate lavorando come SEO freelance e copywriter, lavoretto che mi fruttava £500 al mese e mi lasciava molto tempo libero. Nel mentre ho dato vita a questo blog che documentava le mie avventure.

Sono una Nomade digitale degli esordi, sin da prima che venisse coniato il termine che identificasse “quelli come me”. Dal giorno in cui ho cominciato questa avventura, per l’esattezza il 21 Gennaio 2011, non mi sono mai fermata. Mi sono trasformata molto velocemente da impiegata d’ufficio 9-18 in una SEO copywriter e successivamente, proprio grazie a questo blog cominciato per gioco, anche in Travel Designer, di cui mi occupo su Kipepeo Experience specializzandomi in viaggio in Africa, in particolare safari in Tanzania, e Sud America, con focus sulle Isole Galapagos dove ho vissuto per un po' di tempo.

Non ho più messo piede in un ufficio da allora, ho lavorato sodo per poter creare un progetto che desse un senso a tutto il vagabondare e mi rendesse libera di scegliere se viaggiare o se fermarmi.

Prima del giro del mondo

Nella fase di pianificazione viaggio, cominciata 2 anni prima, ho svolto due lavori (in ufficio di giorno e come free lance la sera), ho tagliato tutte le spese non necessarie per circa 24 mesi. Ero pronta a quel punto per fare il giro del mondo. I miei genitori non sono mai stati grandi viaggiatori, la scoperta del viaggio per me è arrivata infatti un pò tardi e per puro caso. La prima esperienza di viaggio zaino in spalla in solitaria l’ho fatta in Marocco.

Avevo 23 anni e solo tanta voglia di evadere da sola per qualche settimana. Per quell’occasione ho acquistato il primo zaino di viaggio, un Ferrino comprato al quartiere Portuense di Roma. L’ho riempito alla meglio (ma avevo comunque troppa roba) e nel giro di 2 settimane ero all’aeroporto di Fiumicino pronta per la mia prima vera avventura. 

Non sapevo che questa prima avventura in solitaria avrebbe cambiato il mio modo di vedere il mondo mettendo in discussione la mia vita e le mie scelte. Pochi anni dopo ho deciso di lasciare l'Italia. Sono andata a vivere a Londra dove sono rimasta per 4 anni. Il mio grande sogno era di andare vivere a Berlino. Ho così deciso di lasciare Londra per trasferirmi in Germania, ma prima di farlo volevo regalarmi 6 mesi sabbatici per fare quello che i miei colleghi in Inghilterra avevano fatto nei loro 20 anni (al tempo ne avevo 30): viaggiare. 

I sei mesi non sono mai realmente arrivati ad un termine. Mi trovo oggi, 12 anni dopo, ancora in viaggio (in maniera diversa, sono anche diventata camperista). A Berlino alla fine sono arrivata nel 2014 e ci sono rimasta per 1 anno e mezzo. 

Dopo il giro del mondo

Mi ritrovo qualche anno, e ruga, dopo a continuare un viaggio cominciato anni fa. In questi ultimi 10 anni ho viaggiato dai deserti del Sud America alle montagne della Nuova Zelanda, ho fatto safari nei parchi più belli d’Africa e road trip spettacolari negli Stati Uniti. Ho scalato le montagne della Patagonia ed ho vissuto alle isole Galapagos dove ho nuotato con animali incredibili. Ho camminato vicino ai gorilla di montagna e dormito al villaggio con le tribù della Omo Valley in Etiopia e quelle della Namibia, ho fatto infiniti safari e camminato a pochi metri dal gorilla di montagna in Uganda.

Il cammino è stato lungo, non sempre semplice ma l’idea che ci fosse un mondo affascinante da scoprire non mi ha mai fermata anzi, mi ha spinta a volerne sempre di più rivedendo me stesse ed anche il mio stile di viaggio. Che negli anni è cambiato con me. In questo blog racconto di quello che vedo e spero di poter ispirare chi mi legge.

La mia promessa

In questi anni ho raccolto quante più informazioni possibile e quanto leggerete è tutto basato sulla mia personale esperienza.

Non viaggio spesata nè con sponsor, ogni viaggio è autofinanziato perchè viaggiare è davvero la mia passione e anche gestire il proprio budget fa parte del gioco. Non sono una travel blogger professionista, nel senso che non ho mai fatto del viaggio il mio lavoro, ma ho sempre lavorato duro per potermi pagare ogni spesa di viaggio.

Garantisco e prometto quindi pareri e giudizi onesti e personali, consiglio SOLO servizi che conosco, di cui mi fido e che consiglierei ai miei amici. Non troverete racconti di viaggio scritti perchè sono stata pagata per farlo.

Mi auguro quindi che i consigli pubblicati possano essere di aiuto a chiunque voglia fare il grande passo ed intraprendere il giro del mondo o semplicemente vivere al meglio una delle destinazioni da me raccontante.

Ah, e se vi state chiedendo come faccia a viaggiare da ormai 10 anni, nessun segreto!Lavoro come Travel Design in Africa e Latino America collaborando con operatori locali e mi occupo di SEO.
In questo post un po’ di lezioni imparate in questi anni di nomadismo!

Gli ultimi post dal blog

champ de mars Parigi torre eiffel

Dove alloggiare a Parigi - La guida completa sui migliori quartieri dove dormire

Leggi il post
Ulaanbatar Mongolia

Cosa fare e cosa vedere a Ulaanbaatar, la capitale della Mongolia

Leggi il post
khiva moschea uzbekistan

Festival in Uzbekistan - Feste ed eventi da non perdere per rendere la tua avventura speciale

Leggi il post
Donna al mercato in Mozambico

Quando andare in Mozambico - Miglior periodo per viaggiare in Mozambico

Leggi il post
Yak - Arkhangai

Quando andare in Mongolia - Guida al clima mese per mese

Leggi il post
Reina Sofia Madrid

Cosa vedere a Madrid in 3 giorni - Un itinerario completo con mappe

Leggi il post

Un pensiero….

Questo blog e TUTTI i miei viaggi li dedico a Franco Paloscia, che sono certa sarebbe stato fiero di me e che sento accompagnarmi dovunque vada.
Franco con i suoi insegnamenti è riuscito a trasmettermi la passione per il viaggiare, ma ha fatto una cosa ancora più grande. Quando ancora studentessa è stato il primo a darmi fiducia e per primo mi ha parlato dell’importanza del seguire le proprie PASSIONI in tutto quello che si fa. 
Non si incontrano molte  persone speciali nella vita. Ho avuto questa fortuna ed è per questo che a lui, che non c’è più, voglio dedicare tutto questo.
Al “Professore” che mi ha iniziata alla vita “on the road“, che mi ha fatto scoprire Kerouac e Chatwin e che mi ha aiutata a credere in me stessa spingendomi a partire per realizzare i miei sogni.

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a [email protected] e verranno immediatamente rimosse.

Copyright © 2011-2023
Viaggiare Low Cost - Di proprietà di Giulia Raciti - P. IVA 03630400830
crosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram