EUROPA

Cosa vedere a Madrid in 3 giorni – Posti da vedere la tua prima volta a Madrid

Se ti stai chiedendo cosa visitare a Madrid se è la prima volta che ci vai ma non sai cosa dovresti includere in itinerario e cosa no, non temere! In questa guida troverai un itinerario dettagliato giorno per giorno, con mappe, su tutte le cose da vedere a Madrid in 3 giorni. Se ami i musei sarai felice di sapere che Madrid ospita alcuni dei migliori del mondo – il Museo del Prado ed il Reina Sofia per esempio. Se vuoi entrare nel vivo della vita locale allora non esitare a perderti tra le vie dei suoi quartieri pieni di vita dalla mattina a notte inoltrata. Ami la storia e la cultura? Madrid offre una varietà di attività culturali seconde a nessuno. Qualsiasi siano le tue intenzioni di viaggio Madrid saprà come soddisfarle e con questo itinerario te lo dimostrerò!
Dicembre 2, 2020
Modificato il Settembre 26, 2021
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Visitare Madrid in tre giorni – Itinerario completo e tutti i posti da non perdere

Una delle mie sorelle vive a Madrid, cosa che mi ha dato la scusa di tornare nella capitale di Spagna tantissime volte.

All’ennesima mi sono decisa a scrivere un post riguardo tutte le cosa vedere a Madrid e tutti i posti da visitare in tre giorni (o anche due se vai di fretta); creando un itinerario pieno di attività che sono sicura ti farà innamorare di questa splendida capitale europea.

Se quindi stai pianificando un viaggio nella capitale Spagnola e non sai da dove cominciare in questo post ti consiglio il meglio della città ed cosa devi assolutamente vedere la tua prima volta.

Anche tu ami la Spagna? Assicurati di leggere i post Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni e Dove dormire a Madrid

Contenuti nascondi

Cosa rende Madrid speciale

Posizionata proprio nel cuore della penisola iberica su un altopiano ondulato di sabbia ed argilla – conosciuto come la Meseta dalla parola spagnola mesa che significa tavola – a circa 646 metri sul livello del mare, Madrid è la capitale più alta d’Europa

Casa di musei eccezionali, quartieri poliedrici, bellissimi parchi in cui poter passeggiare ed una varietà incredibile di tapas bar e ristoranti, le cose da vedere a Madrid, città che sa come intrattenere i suoi abitanti ed anche i suoi visitatori, sono tantissime. 

È una città di stili architettonici contrastanti, che riflettono i diversi periodi storici. Passeggiando per i suoi quartieri si passa velocemente dal labirinto delle piccole strade del centro, che si articolano attorno a poche grandi piazze, agli stupefacenti edifici neoclassici ed i grandi viali.

Famosa per la vita notturna, i panini con i calamari ed alcuni dei musei più belli d’Europa, Madrid è una città vivace e piena di vita. Sicuramente è proprio questo suo spirito a renderla speciale. Rispetto alle città storiche Spagnole i monumenti ed i luoghi di interesse architettonico non rappresentano di certo il motivo per cui si sceglie Madrid come destinazione di viaggio.

L’anima della città si palesa nello stile di vita dei madrileños, caratterizzata da vita all’aperto fino a tardi, tapas bar e cafè, i mercati e la vita notturna, la movida, a cui è difficile dire di no e, senza ombra di dubbio, la migliore di Spagna.

Madrid plaza de Espana

Dove dormire a Madrid

Decidere dove dormire a Madrid vuol anche scegliere il quartiere dove fare base.
E su questo non ho dubbi, i miei preferiti sono Malasana e Chueca, due quartieri adiacenti che insieme rappresentano l’aerea più vivace di Madrid.
Nati come quartieri proletari oggi sono invece quartieri alternativi pieni di bar e ristoranti e bei boutique hotel.
Stupendi l’Only You Boutique hotel, in un edificio dell’ottocento completamente ristrutturato e camere davvero bellissime, l’URSO Hotel, un hotel spa originale e centralissimo ed il Vinci the Mint hotel, colorato, giovanili con bellissime camere ed ottima posizione, nelle scale dell’hotel si viene pervasi da profumo di menta!

Per scoprire i migliori quartieri di Madrid ed gli hotel più belli (per differenti categorie e prezzi) leggi: Dove dormire a Madrid, guida ai quartieri ed i migliori hotel per ogni budget

Quando andare a Madrid

Trovandosi nel cuore della Penisola Iberica e vicino alla Sierra de Guadarrama, Madrid ha inverni molto rigidi e freddi ed estate caldissime e torride, in particolare Luglio ed Agosto, quando le temperature possono anche superare i 38 °. 
La città però è una delle più soleggiate d’Europa, Madrid vanta circa 250 giorni di sole all’anno!

A causa degli inverni freddissimi e le estati caldissime, i mesi migliori per visitare la città sono la Primavera e l’Autunno. 

Come muoversi a Madrid

Il sistema dei trasporti di Madrid è eccezionale ma per la maggior parte del tempo camminerai. Madrid infatti pur essendo un po’ in su e giù è una città in cui si cammina molto.
Per muoverti però puoi considerare le seconde opzioni:

Autobus Turistico – HopOn HopOff

A me piace davvero tantissimo e lo consiglio sempre a tutti, a Madrid ma anche altrove. Con questo bus infatti hai sempre la certezza di vedere tutti i luoghi turistici importanti o anche solo fare un bel giro panoramici.
Il bus offre due differenti percorsi e biglietti per 1 o 2 giorni a partire da €22. Qui trovi tutti i dettagli e puoi prenotare direttamente

La METRO

Il sistema di metropolitana di Madrid è veloce, moderno ed affidabile. Praticamente tutte le principali attrazioni turistiche della città sono facilmente raggiungibili da una stazione della metropolitana.

Autobus urbani

Madrid ha una buona rete di autobus, anche se conoscere le varie linee – e, soprattutto, sapere dove scendere – fa generalmente preferire l’utilizzo della metro.

Bicicletta

Madrid offre un eccellente servizio di bike sharing di biciclette elettriche, BiciMAD, facilmente utilizzabile anche dai turisti.
Le opzioni noleggio sono due: abbonamento annuale ed abbonamento occasionale (quindi ideale per i turisti).  È possibile fare abbonamenti di 1, 3 o 5 giorni. La scheda si paga direttamente con carta di credito ai Totem ai parcheggi delle biciclette. 
Il noleggio bici costa €2 la prima ora, €4 la seconda (limite consentito, puoi poi prenderne un’altra allo scadere delle due ore). 
Per costi di noleggio controlla direttamente sul sito ufficiale

Vedere Madrid in tre giorni – L’itinerario perfetto per la tua prima volta nella capitale spagnola

A Madrid si comincia la mattina e non si sa quando si rientra.  La giornata è lunga e la notte è così viva e divertente che sarebbe un peccato andare a dormire presto.
Le cose da vedere sono tantissime, anche quelle da mangiare se è per questo, quindi non ti preoccupare se tra una visita e l’altra sentirai l’impellente desiderio di fermarti e spizzicare delle tapas! 

Scopriamo cosa vedere a Madrid in tre giorni se è la tua prima volta in città.  

Visitare il centro di Madrid a piedi (itinerario con con mappa)

Madrid è una città che si visita prevelentemente a piedi.  Tutto è molto più vicino di quanto possa sembrare.
Ho quindi pensato un itinerario di un giorno da poter seguire autonomamente, trovi anche la mappa, che tocca i principali luoghi del centro.
Ti consiglio comunque di partecipare ad un free walking tour che in qualche ora ti fa scoprire parte delle destinazioni che copro in questo post con qualche informazione extra. 

Per agevolarti ho inserito tutti i luoghi menzionati in questa mappa! 

Primo giorno a Madrid – Walking tour autogestito

Comincia dalla stazione metro Opera da dove raggiungerai Plaza de Oriente, via di ingresso al Palazzo Reale (se vuoi visitarlo ti consiglio di acquistare il biglietto salta la coda perchè l’attrazione è super popolare), i Giardini Sabatini, allestiti secondo uno schema geometrico con fontane e statue dei passati re spagnoli e la Cattedrale dell’Almudena, la cattedrale è anche il luogo dove l’attuale re e la regina di Spagna hanno celebrato il loro matrimonio

A 10 minuti a piedi dalla Cattedrale raggiungi Plaza Mayor, una storica piazza pedonale nel centro di Madrid che risale alla fine del 1500.
la piazza è stata costruita durante il regno di Filippo III, oggi è circondata da edifici residenziali con oltre 200 balconi, bar e ristoranti. 
A Natale la piazza diventa un bellissimo mercatino di natale.

La particolarità della piazza è data dai 9 archi che svolgono il ruolo di porta d’ingresso ai diversi quartieri della città.
Prosegui per Puerta del Sol, il punto centrale di Madrid dove portano tutte le strade della città. Qui ti imbatterai nel simbolo di Madrid, l’orso ed il corbezzolo – El Orso y el Madroño

Cerca anche il  Chilometro 0,  una piccola targa che indica il punto 0 della rete stradale di Spagna. La targa si trova proprio fuori la Casa de Correos

Curiosità – Perchè il simbolo di Madrid è un orso ed il corbezzolo

È probabile che il simbolo sia stato associato per la prima volta alla città durante il passato della Spagna come colonia romana.
All’epoca la zona era conosciuta come Ursalia: la Terra degli orsi. Si ritiene che questo nome si riferisse al gran numero di orsi che un tempo vagavano nelle foreste e nelle pianure.

Queste creature venivano cacciate e catturate per essere utilizzate nei combattimenti tra bestie che si svolgevano in tutto il regno.
Ovviamente oggi gli orsi bruni non ci sono più a Madrid, ma non sono scomparsi del tutto dal Paese, si possono infatti trovare nelle regioni del nord delle montagne cantabriche delle Asturie.

Orso Madrid

Prosegui per Plaza de Cibeles, dove si trova il bellissimo Palacio de Cibeles, uno degli edifici più belli di Madrid.
L’ingresso è libero e dentro puoi vedere una biblioteca, un ristorante, un auditorium e persino un luogo confortevole per rilassarsi, leggere, lavorare o studiare!
Bellissima la terrazza all’ultimo piano dove fare un aperitivo. Solitamente c’è molta fila per salire al bar, quindi conviene prenotare in anticipo.

In piazza si trova la Fuente de la Cibeles, che rappresenta la dea romana Cibele su un carro trainato da due leoni.
La dea e i leoni sono stati scolpiti nel marmo e il resto della fontana in pietra. La fontana è importante in città non solo per il valore artistico ma anche per la presenza di due condotte di acqua rimaste aperte fino al 1862. 

Prosegui fino alla Puerta de Alcalá vicino al Retiro.  La Puerta de Alcalá è una delle cinque porte che un tempo davano accesso alla città di Madrid.
Questa neoclassica struttura di granito si trova adiacente al Parco del Retiro di Madrid e al centro di un incrocio trafficato.

Qui ti consiglio di fare un salto al rooftop bar del Círculo de Bellas Artes, un bel bar con vista spettacolare su Madrid.  

Concludi la passeggiata al Parque del Buen Retiro.  Il parco pubblico è sede di bellissime gallerie, monumenti e sculture straordinarie, un tranquillo lago artificiale, il palazzo di cristallo, giardini intricati e tante fontane

TOP TIP – Free walking tour e Massoneria a Madrid

Per orientarti in città, soprattutto se è la tua prima volta, ti consiglio vivamente di prendere parte ad un free walking tour con partenza da Puerta del Sol che ti fa scorprire il centro storico della città concludendosi al Palazzo Reale.
Prenota il free walking tour a Madrid (in italiano)

Molto interessante è anche il tour sulla Massoneria a Madrid, città in cui si possono vedere molti simboli massonici. Il tour comincia a Puerta del Sol e termina al museo del Prado. Prenota il tour della Massoneria a Madrid

Plaza Mayor Madrid

Secondo giorno a Madrid – Il Triangolo d’oro dell’Arte

Il secondo giorno a Madrid dedicalo ai suoi musei ed i suoi parchi. 
Madrid è infatti particolarmente famosa per i suoi musei d’arte classica, tra cui il Museo Nacional del Prado che ospita una delle collezioni d’arte europee più importanti del mondo.

Gli amanti dell’arte in città troveranno pane per i loro denti.
Essendo la lista museale madrilena piuttosto vasta in questo post mi limito a menzionare i tre principali musei della città: il Museo del Prado, il Museo Reina Sofia ed il Museo Thyssen-Bornemisza. che insieme danno vita al Triangolo d’oro dell’arte di Madrid, vista la vicinanza tra loro. 

Museo del Prado 

Il museo si trova nel centro storico di Madrid ed ospita più di 20.000 opere d’arte di fama mondiale tra Velázquez, Rubens, Goya, El Bosco, El Greco.
Da non perdsere l’opera Las Meninas di Velázquez la cui particolarità è che i personaggi dipinti guardano al di fuori del quadro, e le loro reazioni sono legate a ciò che vedono davanti a loro, ovvero noi! 
Il Prado è un museo gigantesco ed è facile che richieda una giornata intera.
Se il tempo è poco ma non vuoi neanche perdere il meglio del museo ti consiglio vivamente di acquistare un biglietto salta la coda ed abbinarci una visita guidata

Museo Reina Sofia

Il museo di arte moderna e contemporanea di Madrid ospita il capolavoro di Picasso: Guernica, una delle opere d’arte più influenti del mondo.
Con una collezione di oltre 21.700 opere, non è facile sapere da dove cominciare ad esplorare il museo.
Se hai poco tempo a disposizione dirigiti subito al secondo piano dell’edificio dove sono esposte le opere più famose del Museo Reina Sofia: Dalí, Picasso, Miró, Magritte e altri ancora.
La collezione è organizzata in modo tematico e non per artista.
Se, come me, non sei esperto d’arte e preferisci essere guidato ti consiglio di prenotare una visita guidata di un’ora e mezza e lasciare che una guida autorizzata ti conduca tra le sale di questo splendido museo.

Museo Thyssen-Bornemisza

Il Thyssen è una delle collezioni private di arte prevalentemente europea più straordinaria del mondo. 
In questo museo si trovano opere dei principali artisti del mondo,m da Van Gogh a Matisse, ma anche Picasso, Goya, Kandinsky,  Munch e Roy Lichtenstein. Un museo strepitoso per chi vuole godere della storia dell’arte, che qui concentra il meglio. 
Il biglietto standard costa €9 per adulto e €14 se vuoi anche l’audioguida. Puoi acquistarlo online a questo link.

Biglietti combinati e salta la fila per chi vuole visitare di più e spendere meno

Approfitta del biglietto combinato – Prado + Reina Sofia – con ingresso prioritario e visita guidate ai due musei e risparmia sul costo finale e non fare file all’ingresso. 

Se vuoi visitare i tre musei del Triangolo d’oro dell’arte acquista il pass con accesso prioritario a tutti e tre i musei a €75

Terzo Giorno a Madrid – Parco El Buen Retiro ed i quartieri

Il terzo giorno a Madrid puoi dedicarlo al relax al Parco El Buen Retiro di Madrid, dove passeggiare o fare un giro in barca nel laghetto e, se nei giorni precedenti non hai visto tutti i musei che avresti voluto, visto che non sei così distante, potresti abbinarne uno extra come per esempio il Museo Thyssen-Bornemisza o il Reina Sofia (dando per scontato che avete scelto il Prado come prima opzione ma non deve essere necessariamente così, io infatti preferisco questi due al Prado).

Dedica il pomeriggio ai quartieri di Madrid che non hai visto nei giorni precedenti, se prosegui nella lettura trovi la lista dei quartieri della città da non perdere, e concediti una Cerveza con tapas o un bel piatto di jamon (prosciutto).

Su consiglio di un lettore del blog (grazie Igor!) ti consiglio di raggiungere per il tramonto il tempio di Debod ad un quarto d’ora dai giardini Sabatini che con la luce del tramonto si trasforma in un posto magico. Concludi i tre giorni a Madrid con questa vista e regalati l’ultima notte di movida (se hai ancora le forze!).

Luoghi di interesse a Madrid

Per entrare nello specifico di cosa vedere a Madrid ho deciso di scrivere dei posti principali che non dovresti perdere nei 3 giorni in città. Gli imprescindibili tra cui i mercarti ed i quartieri che, alla fine, sono quello che rendono Madrid una città davvero speciale!

Il Palazzo Reale di Madrid

Il Palazzo Reale di Madrid non è più la residenza ufficiale della famiglia reale spagnola ma è ancora utilizzato per ospitare importanti eventi cerimoniali. Nel palazzo, di ben 2800 stanze,  si possono vedere numerosi pezzi d’arte e mobili antichi.
Dal momento che è il Palazzo è uno dei luoghi più popolari della città, ti consiglio di acquistare un biglietto con ingresso prioritatio e saltare la fila. Prenota il biglietto e al tuo arrivo entra senza fare la fila.
Se vuoi saperne di più prendi in considerazione la possibilità di prenotare una visita guidata che includa l’accesso prioritario al palazzo. Clicca qui se cerchi una visita guidata in italiano + ingresso prioritario.

Palacio Real Madrid

Parco El Buen Ritiro ed il Palazzo di Cristallo

Il Parque del El Buen Retiro, inaugurato alla fine del 1700, serviva come ritiro per la famiglia reale spagnola, oggi è invece il parco pubblico più bello e grande di Madrid con tantissime cose da vedere. 
Stupendo il lago, artificiale, abbracciato dalle massicce colonne con la statue del monumento ad Alfonso XII, che è punto di ritrovo dei locali e dei turisti che vogliono rilassarsi e godere della natura. 
Se vuoi puoi anche noleggiare una barca.

Poco distante dal lago si trova la Casita del Pescador ed il Palazzo di Cristallo, palazzo iconico di Madrid che, come fa intuire il nome, è fatto quasi interamente di vetro.
Da non perdere anche los Jardines de Cecilio Rodriguez, uno dei luoghi più tranquilli e anche più difficile da trovare, ma una volta trovato sicuramente vorrai rimanere più del previsto.
Da visitare anche La Rosaleda, il roseto circolare che vanta ben  4.000 piante di rosa di vari colori, forme e dimensioni.

Palazzo di cristallo Madrid

Mercati di Madrid

Madrid è piena di bellissimi mercati che vendono di tutto e tutti i giorni della settimana. I mercati giocano un ruolo importante nella vita di tutti i giorni, ho quindi selezionato alcuni dei mercati che vale la pena visitare durante la tua permanenza in città.

Mercado San Miguel 

Il Mercado de San Miguel è il mercato più famoso di Madrid. Nato come mercato alimentare del centro città oggi si è evoluto in mercato con tanti stands alimentari.
È diventato piuttosto turistico, e anche abbastanza costoso rispetto altri piccoli tapas bar, nei dintorini ma vale la pena farci un salto perchè la struttura in ferro, vetro e ceramica è realmente bella.  

El Rastro

El Rastro è il mercato più antico  di Madrid.  Si trova nel quartiere alla moda La Latina e si tiene la domenica dalle 9 del mattino. 
Al mercato si trova un po’ di tutto, in particolare oggetti di seconda mano. Il quartiere è poi pieno di bar e ristoranti dove mangiare ottime tapas. 

Mercado del Juguete Antiguo

Il Mercado del Juguete Antiguo è il mercato dedicagto interamente al giocattolo antico.
È stato fondato nel 2007 da un gruppo di amici e si tiene il primo sabato di ogni mese dalle 10:30 alle 14:30, tranne ad agosto.
Il mercato ha avuto un tale successo che è stato istituito un secondo mercato del giocattolo nel Centro Comercial Plaza Aluche il terzo sabato di ogni mese.

Mercado Central de Diseño

Il Mercato Centrale del Design, che si trova nel quartiere Legazpi, ha come obiettivo mostrare i lavori di talentuosi illustratori, artisti e designer emergenti che non hanno altro modo di presentare la propriq arte. Il mercato si tiene il primo fine settimana di ogni mese dalle 11 alle 22.

Stadio Bernabeu ed il Real Madrid

Gli appassionati di calcio non possono perdersi una visita, o magari una partita, allo Stadio Bernabeu, casa del Real Madrid, ma anche sede di quattro finali di Coppa del Mondo, la Champions League del 2010 e la finale di coppa del mondo del 1982.
Lo stadio al suo interno ospita anche il Museo del Real Madrid.

Per visitare lo stadio ed il dietro le quinte consiglio di acquistare il biglietto salta la fila ed goderti questo stadio da 85.000 posti!
Compra il biglietto ingresso prioritario + ingresso al museo (€19) 

Quartieri (barrios) di Madrid

Madrid ha un quartiere per ognuno, dalle strade sofisticate per chi ama lo shopping e quelli hippy che esplodono di colori o quelli multiculturali, i barrios rendono Madrid una città tanto unica ed amata da chi la visita, ma anche da chi ci vive.

Dei tanti quartieri menziono quelli che secondo me dovresti visitare per scoprire lati della città che si possono vivere più che vedere.

Sol

Puerta del Sol è una delle più grandi attrazioni della città, tutta la zona circostante si chiama esattamente come la piazza. 

Chueca

Chueca è lo storico quartiere LGBT è caratterizzato da un’atmosfera accogliente e divertente.
Chueca offre un’ottima scelta di negozi indipendenti per fare shopping, tantissimi piccoli piccoli musei e numerosi bar di tapas, oltre che una vita notturna molto vivace. 

Malasaña

Malasaña, con Chueca, è un altro dei quartieri più vivaci ed divertenti di Madrid.
Malasaña ha ancora una ricca storia che vale la pena esplorare.
La sua piazza principale, Plaza Dos de Mayo, fu il luogo di un’epica battaglia in cui i madrileni sconfissero le forze di Napoleone il 2 maggio 1808. Oggi, la piazza è una delle più visitate di Madrid grazie alla grande presenza. di bar e ristoranti.

Salamanca

Il quartiere Salamanca è vocato allo shopping, qui i più importanti brand di moda internazionali e gli stilisti di alto livello hanno le loro boutique. Questo probabilmente è il quartire più chic della città.

La Latina

La Latina è il quartiere giusto per fare per un giro di tapas visto l’alto numero di tapas bar.
Il quartiere è affascinante perchè allo stesso tempo tradizionale e moderno, combinando una classica atmosfera spagnola con un tocco   bohemien ed hipster.
Le sue piazze pittoresche sono perfette per sedersi e godersi una tazza di caffè o un tinto de verano!

Lavapiés

Parte di ciò che rende così grande Madrid è la sua fiorente comunità di immigrati, gran parte della quale vive nel quartiere di Lavapiés.
Le influenze internazionali si possono vedere ovunque, in particolare nella varietà di ristoranti multiculturali del quartiere. La sua forte resistenza alla gentrificazione lo rende uno degli ultimi quartieri della città dove si può veramente capire come vive la gente del posto.

Huertas/Barrio de las Letras

Conosciuto con entrambi i nomi -questo quartiere ha tutto. È situato in posizione centrale, ma non attira tanti turisti come il vicino Sol, ed è un quartiere ricco di storia e di fascino.
Il quartiere prende il suo nome dalla presenza nel passatp di alcuni degli scrittori e pensatori più illusti di Spagna.
Qui si trova la casa dove morì lo scrittore spagnolo Miguel de Cervantes.

Chamberí

Tra Moncloa e Salamanca, Chamberí è un quartiere residenziale e commerciale che non è cambiato molto nel corso degli anni.
Chamberí offre diverse belle piazze popolate da delizisi bar e ristoranti.
Visita la stazione della metropolitana di Chamberí, che dopo tanti anni in abbandono è stata riportata al suo antico splendore. Farai esperienza del passatp dei trasporti pubblici del passato in città.

madrid strade

Sobrino de Botín – Il ristorante più antico del mondo

Sobrino de Botín è un classico ristorante spagnolo fondato nel 1725 ufficialmente il più vecchio ristorante del mondo ancora in attività.
Se questo non fosse abbastanza un’altra particolarità del ristornante è che il suo forno a legna non si è spento dal primo giorno di apertura. 

Sobrino de Botín è noto per il suo cochinillo asado – maialino da latte arrosto- menzionato anche da Ernest Emingway nel romanzo Fiesta. 

Las Bocatas de calamares – Il panino tipico di Madrid

Uno dei bocadillos da mangiare a Madrid è il panino con i calamari fritti – bocata de calamares, street food tipico della città e particolarità proprio della cucina madrilena. 

Immagino ti stia chiedendo anche tu come sia possibile che a Madrid, nell’entroterra spagnolo il calamaro fritto possa essere un piatto tipico.

Per darti una risposta ti consiglio di leggere il post Perchè il bocadillo di calamares è tipico di Madrid.

Per mangiare un’ottima bocata de calamares vai senza pensarci due volte a La Campana (il mio preferito) oppure a El Brilante, il più famoso di Madrid visto che dal 1952 offre la sua specialità.

Cosa visitare nei dintorni di Madrid

Se sei a Madrid per un solo weekend e hai intenzoon di visitare i principali musei della città dubito che abbia tempo per vedere altro.
Ma nel caso in cui invece non sia la tua prima volta o volgia saltare del tutto i musei, considera delle escursioni nei dintorni della città.

Toledo e Segovia

Il centro storico di Toledo, Toledo, conosciuta da molti come la Seconda Roma e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, include l’acquedotto romano, la Plaza Mayor e l’Alcázar di Segovia, un’imponente fortificazione del XII secolo.
Toledo è anche conosciuta come la città delle tre culture, a testimonianza della presenza nel corso dei secoli di cristiani, ebrei e musulmani

Solitamente a Toledo si abbina la visita a Segovia, che ha una delle meglio preservate cinta murarie di Spagna.
Nella cittadella medievale non devi perdere la Cattedrale di Avila e la Basilica di San Vicente e la necropoli romana.
Per prenotare l’escursione puoi controllare queste proposte:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su telegram

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.