Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni - Tutti i luoghi da visitare ed un itinerario con mappe per visitare Barcellona in poco tempo

Barcellona è una città vibrante e affascinante che offre un'esperienza unica ai suoi visitatori. Se stai pianificando un viaggio a Barcellona per la prima volta e hai solo tre giorni a disposizione, non preoccuparti! In questo post, ti guideremo attraverso i posti da vedere a Barcellona in 3 giorni per assicurarti di non perdere le principali attrazioni della città.
Post pubblicato il: 22 Giugno 2023
Scritto da: Giulia Raciti

Guida definitiva per visitare Barcellona in 3 giorni - Tutti i posti da visitare, come muoversi, esperienze e tour da non perdere e consigli pratici per risparmiare

Barcellona, con Madrid e Siviglia, è una delle città più visitate ed amate in Spagna. Vibrante e affascinante Barcellona è una città dove storia, arte e cultura prendono vita a ogni angolo. Che si tratti di una visita per la prima volta o di un ritorno, questa gemma del Mediterraneo non manca mai di incantare con le sue meraviglie architettoniche, le sue spiagge dorate e la sua cucina appetitosa.

Con soli tre giorni a disposizione, potresti chiederti cosa vedere a Barcellona e a cosa dare priorità nel tuoi itinerario. Per questo motivo ho preparato una guida per aiutarti a sfruttare al meglio la tua visita, evidenziando le attrazioni imperdibili che definiscono l'essenza di questa città cosmopolita, disegnando anche un itinerario intenso di 3 giorni a Barcellona che ti permetterà di vedere il meglio della città.

Dall'iconica Sagrada Familia alle vivaci Ramblas, dall'affascinante Quartiere Gotico, le oniriche case di Gaudì fino alla soleggiata spiaggia della Barceloneta, preparati a vivere un'eccitante avventura che ti lascerà affascinato dall'incantevole spirito di Barcellona, anche conosciuta come la città catalana più europea di tutte.

Metti ai piedi scarpe comode e immergiti nei luoghi più importanti di Barcellona da visitare (che sono tantissimi!).

Se stai organizzando un viaggio in Spagna, assicurarti di leggere anche i post su cosa vedere a Madrid e cosa vedere a Siviglia.

IMPORTANTE - OBBLIGO DI ACQUISTO BIGLIETTI IN ANTICIPO
La maggior parte dei siti turistici di Barcellona obbliga ad acquistare i biglietti in anticipo scegliendo gli orari di visita
. Al momento non è possibile comprare i biglietti in loco (ho visto molti turisti chiedere al botteghino ma sono stati tutti invitati a comprare i biglietti online dovendo quindi rimandare la visita al giorno dopo o ai primi slot disponibili).
Questo richiede attenta pianificazione, ed in questa guida troverai tutte le informazioni utili. Ti consiglio di approfittare di alcuni biglietti combo che permettono di risparmiare sugli ingressi.
In particolare ti consiglio il Pass 3 case di Gaudi (se ti interessano le principali case di Gaudi ed il Modernismo di Barcellona), il Pass il Meglio di Barcellona, un pass che include l'ingresso a La Sagrada Familia, Parc Guell e casa Battló o, se hai intenzione di vedere quanto più possibile, il Barcelona Go city pass, puoi scegliere tra 2, 3, 4, 5, 6 o 7 attrazioni

Tabella dei contenuti nascondi

Prima volta a Barcellona? Cosa sapere per organizzare il tuo viaggio a Barcellona

  • Dove alloggiare a Barcellona: Barcellona è una città relativamente grande con un centro compatto. Il mio consiglio è di dormire nel Barrio Gotico o nel quartiere Exaimple che si trovano al centro di Barcellona e permettono di muoversi prevalentemente a piedi. Cerca un hotel al centro di Barcellona.
  • Biglietti ad ingresso limitato e da prenotare in anticipo - Durante l'ultima visita a Barcellona, Maggio 2023, ho scoperto che tutti i luoghi di visita principali (dalla Sagrada Familia a Parc Guell e le case di Gaudì) obbligano all'acquisto dei biglietti in anticipo. Ricorda che durante la fase di acquisto dovrai anche indicare l'orario di ingresso. Compra i biglietti per le principali attrazioni di Barcellona
  • I Barcelona Pass - I biglietti Combo e Pass per vedere di più e risparmiare sui costi singoli sono una ottima scelta se vuoi vedere quanto più possibile. Il mio consiglio è il Pass 3 case di Gaudì (se vuoi visitare le tre principali case di Gaudì) ed il Barcellona Go City Pass.
  • Arrivare dall'aeroporto di Barcellona al centro - A seconda del dove decidi di alloggiare a Barcellona ci sono differenti opzioni di trasporto dall'aeroporto alla città. Il primo è l'Aerobus che collega l'aeroporto a Plaza de Catalunya facendo 3 fermate in totale (Pl. Catalunya, Sepúlveda-Urgell e Pl. Espanya e scendi a Pl. Espanya, Gran Vía-Urgell o Pl. Universitat), puoi comprarlo in anticipo qui o direttamente all'arrivo. I bus sono molto frequenti ed in genere l'attesa è breve.
  • Cosa mangiare a Barcellona - Barcellona è famosa per la sua cucina, che include molti piatti tipici della cucina catalana come la paella (prova quella con il nero di seppia), il fideuà, il pan con tomate e il coca de recapte. Altri piatti popolari includono la crema catalana, il turron e il cava, un vino spumante locale.

Consiglio - Barcellona in 24 ore
Un modo molto carino per farsi una idea di Barcellona, dei suoi quartieri e dei posti da visitare è prendere il bus Hop on Hop Off. Il bus ha 2 linee (rossa e blu) che coprono la città intera.
Io l'ho fatto e mi è piaciuto molto perchè mi ha permesso di scendere a delle fermate in dei quartieri che altrimenti non avrei mai visitato.
Il bus costa €31 per persona per 24 ore e €42 per 48 ore. Secondo me quello da 24 ore va bene perchè gli altri giorni li passerete prevalentemente camminando e se hai bisogno di coprire lunghe tratte puoi prendere la metro (il sistema trasporti di Barcellona è eccezionale). Compra il biglietto bus Hop on Hop off a Barcellona

Parc Guell Barcellona vista

Come muoversi a Barcellona

Barcellona è una città bella ed attraente con molte attrazioni da esplorare, dalla splendida architettura di Antoni Gaudì alle animate strade di Las Ramblas. Per vivere appieno tutto ciò che la città ha da offrire, è importante sapere come muoversi in modo efficiente e sicuro.

Barcellona ha un sistema di trasporto pubblico ben sviluppato che rende facile spostarsi in città e raggiungere tutte le sue principali attrazioni. In questa sezione, esploreremo le diverse opzioni di trasporto disponibili a Barcellona e forniremo consigli per girare la città come un locale.

Mezzi pubblici di Barcellona - Autobus e metropolitana

Barcellona ha un vasto sistema di trasporto pubblico che comprende autobus, metro, tram e treni e sono gestiti da TMB. Il mezzo di trasporto più comune in città è la metropolitana, composta da 12 linee che coprono la maggior parte delle zone della città. La metropolitana funziona dalle 5:00 a mezzanotte nei giorni feriali e fino alle 2:00 nei fine settimana.

Per utilizzare i mezzi pubblici a Barcellona, ​​puoi acquistare biglietti singoli o biglietti per corse multiple. I biglietti singoli costano € 2,40 e sono validi per un viaggio in metropolitana, autobus, tram o treno. Se prevedi di utilizzare frequentemente i mezzi pubblici, è più conveniente acquistare un biglietto per viaggi multipli, come il biglietto T-10, che costa € 10,50 ed è valido per 10 viaggi su qualsiasi mezzo di trasporto all'interno di Barcellona.

I biglietti possono essere acquistati presso i distributori automatici di biglietti situati nelle stazioni della metropolitana, nelle edicole o online.

Se pensi di usare molto i mezzi pubblici ti consiglio l'acquisto della tessera Hola BCN che include viaggi gratuiti su tutti i mezzi di trasporto (inclusa la tratta dall'aeroporto alla città). A partire da €16 per 2 giorni. Puoi ritirare la tessera nel punto d'informazione turistica dell'aeroporto di Barcellona così hai anche il primo trasporto incluso.  

È importante ricordare che i biglietti devono essere convalidati prima di salire a bordo del trasporto, inserendoli nella macchina di convalida sugli autobus o scansionandoli ai cancelli della stazione della metropolitana. La mancata convalida del biglietto può comportare una multa. Ovviamente il modo più semplice per calcolare i percorsi è usare Google Maps che indica i mezzi da prendere.

Mappa metro di Barcellona

Arrivare dall'aeroporto a Barcellona centro

Ci sono diversi modi per arrivare dall'aeroporto di Barcellona al centro della città.

L'opzione più comune è prendere l'Aerobus, un servizio di bus navetta che parte ogni 5-10 minuti sia dal Terminal 1 che dal Terminal 2 fino a Plaça de Catalunya, nel centro della città. Il viaggio dura circa 35 minuti e il biglietto costa 6,75 € solo andata o 11,65 € andata e ritorno. Puoi comprare il biglietto online (puoi utilizzarlo entro 90 giorni dal giorno di acquisto) o direttamente alla fermata pagando con carta di credito.

Un'altra opzione è prendere il treno RENFE, che va dal Terminal 2 a diverse stazioni del centro città, tra cui Barcelona Sants, Passeig de Gràcia e Estació de França. Il viaggio dura circa 25 minuti e il biglietto costa € 4,60 solo andata.

Per raggiungere Barcellona dall'aeroporto utilizzando la metropolitana, puoi prendere la linea L9 Sud. Questa linea collega entrambi i terminal dell'aeroporto El Prat di Barcellona con il centro città, con fermate in varie località della città, tra cui La Sagrera, Zona Universitària e Collblanc. Il viaggio dura circa 30 minuti. Il biglietto costa circa €5,

Se preferisci prendere un taxi, ci sono posteggi di taxi situati fuori sia dal Terminal 1 che dal Terminal 2. Una corsa in taxi dall'aeroporto al centro città costa in genere tra € 30 e € 40, a seconda del traffico e dell'ora del giorno.

Bicicletta

Noleggiare una bicicletta a Barcellona è un'ottima idea, in quanto ti consente di esplorare la città al tuo ritmo e di ammirare le immagini e i suoni della città in un modo unico. Ci sono molte compagnie di noleggio bici a Barcellona, ​​che offrono una vasta gamma di biciclette, dalle bici da città standard alle bici elettriche ed i monopattini.

I prezzi per il noleggio bici variano a seconda del tipo di bici e del periodo di noleggio, ma generalmente partono da circa 10€ al giorno per una city bike base e possono arrivare fino a 50€ al giorno per una bici da strada di fascia alta. Circa €35 per il monopattino.

Barcellona ha una rete di piste ciclabili e strade a misura di bicicletta, che rendono facile e sicuro girare per la città in bicicletta.

Funicolare di Barcellona

Barcellona ha tre funicolari che forniscono l'accesso ad alcune delle attrazioni più famose della città e viste panoramiche. Le tre funicolari sono la funicolare del Tibidabo, la funicolare del Montjuïc e la funicolare della Vallvidrera.

  • La funicolare del Tibidabo porta i visitatori in cima al monte Tibidabo, dove possono godere di viste panoramiche sulla città e visitare il parco divertimenti del Tibidabo e il Tempio Expiatori del Sagrat Cor. La funicolare va da Plaça del Doctor Andreu alla cima del Tibidabo e costa € 12 per un biglietto di andata e ritorno.
  • La funicolare di Montjuïc va dalla stazione della metropolitana Parallel al Castello di Montjuïc, fornendo l'accesso al Castello di Montjuïc e all'Anello Olimpico di Montjuïc. La funicolare costa € 2,40 per un biglietto di sola andata ed è inclusa nel costo di un biglietto del trasporto pubblico T-10.
  • La funicolare di Vallvidrera va dalla stazione della metropolitana Peu del Funicular alla zona residenziale di Vallvidrera, fornendo accesso al Parco Naturale di Collserola e alla Torre de Collserola. La funicolare costa € 2,60 per un biglietto di sola andata ed è inclusa nel costo di un biglietto del trasporto pubblico T-10.

Muoversi in città con i taxi - Cabify e Bolt

Come in molte città Europee anche a Barcellona ci sono differenti operartori di taxi che permettono di chiamare il taxi tramite applicazione e pagare con carta. A Barcellona non c'è UBER ma funziona molto bene Cabify e un po' meno Bolt (ha meno macchine). Consiglio di scaricare la app di Cabify un paio di ore prima della prima corsa perchè richiederà un po' di tempo per verificare il numero di telefono.

Barceloneta vista

Dove alloggiare a Barcellona

Barcellona è una città vibrante con molti fantastici quartieri tra cui scegliere quando cerchi un posto dove stare. Alcuni dei migliori quartieri da considerare includono:

  • Quartiere Gotico: Il Quartiere Gotico è la parte più antica e storica della città, con strade strette e una bella architettura. È un ottimo posto dove stare se vuoi essere vicino a molte delle principali attrazioni di Barcellona, ​​come la Cattedrale di Barcellona e il Museo Picasso. Cerca un hotel nel Barrio Gotico.
  • El Born: El Born è un quartiere alla moda con un mix di architettura medievale e moderna. È noto per i suoi ottimi ristoranti, bar e boutique. El Born ospita anche la bellissima chiesa di Santa Maria del Mar. Cerca un hotel a El Born.
  • Eixample: Eixample è un quartiere grande e centrale noto per la sua architettura modernista, le ampie strade e lo shopping di lusso. È un ottimo posto dove stare se vuoi essere vicino a molte delle principali attrazioni di Barcellona, ​​come La Sagrada Familia, La Pedrera e Casa Batlló. Cerca un hotel a Eixample.
  • Gracia: Gracia è un quartiere bohémien con un'atmosfera rilassata. È noto per le sue strade strette, gli edifici colorati e le piazze animate. Gracia è un ottimo posto dove stare se vuoi essere lontano dalla folla e vivere un lato più locale di Barcellona. Cerca un hotel a Gracia.

Questi sono solo alcuni dei tanti quartieri da considerare quando si cerca un posto dove stare a Barcellona. In definitiva, il miglior quartiere per te dipenderà dalle tue preferenze personali e dai tuoi piani di viaggio.

bar strade di Barcellona

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni - Itinerario giorno per giorno

Barcellona è una città relativamente piccola con un centro storico piuttosto esteso. Camminerai giornate intere, ma per fortuna il sistema di trasporti è molto buono, quindi assicurarti di avere il carnet con 10 corse (per metro, bus e funicolari) così da poter coprire grandi distanze in poco tempo.

Ho pensato a lungo a come proporre l'itinerario di tre giorni a Barcellona. Dei 30 posti che menziono sotto, se hai solo 3 giorni a Barcellona, non potrai vederli tutti, ma se invece rimani in città circa 5 giorni potrai andare un po' oltre i posti più popolari e turistici (ma anche imperdibili).

Cominciando con i monumenti più importanti e concludendo con una giornata più rilassante (meno se vuoi includere anche i musei) al parco.

Dopo l'itinerario troverai la descrizione di tutti i posti da vedere a Barcellona e consigli pratici per organizzare le visite. Ricorda infatti che molti luoghi sono a pagamento e i biglietti sono da comprare in anticipo.

Giorno 1 a Barcellona - Parc Güell, la Sagrada Familia, la Rambla, Palazzo Guell, il Barrio Gotico, El Born

Mattina
Inizia la tua giornata al Park Guell, una delle opere più famose di Antoni Gaudì. Assicurati di prenotare in anticipo il biglietto d'ingresso per evitare lunghe code. Passeggia tra le colonne inclinate e le colorate piastrelle di ceramica, goditi la vista panoramica sulla città e fai una passeggiata nel giardino. Nel parco rimarrai circa 2 ore. Acquista l'ingresso in anticipo perchè non è possibile comprare il biglietto all'ingresso.
Dopo il Park Guell, prendi la metropolitana (Linea 5, fermata "Sagrada Familia") e dirigi verso la Sagrada Familia, l'opera più famosa di Gaudì. Anche qui, è consigliabile prenotare in anticipo il biglietto d'ingresso per evitare le lunghe code. Ammira l'imponente facciata della chiesa e l'interno decorato con le colorate vetrate. La visita richiede 1 ora circa. Finirai la visita verso ora di pranzo.

Pranzo: Dopo la visita alla Sagrada Familia, dirigiti verso la Rambla, la famosa via pedonale al centro di Barcellona. Lungo la strada troverai molti ristoranti e bar dove poter pranzare. Ti consiglio di provare la cucina catalana, come la paella (sì Barcellona è famosa anche per la Paella, cosa che non è Madrid per esempio) o, fermati in un mercato di quartiere e mangia in un bar di tapas.

Pomeriggio
Dopo pranzo, dirigi verso il Palazzo Guell, un'altra opera di Gaudì situata nel quartiere del Raval. Ammira la facciata del palazzo ed il suo opunlento interno decorato con i mosaici e sculture.
Dopo il Palazzo Guell, attraversa il quartiere gotico di Barcellona, uno dei quartieri più antichi e affascinanti della città. Passeggia tra le strade strette e le piazze, ammira le chiese gotiche e le case medievali. Fermati a visitare Plaça del Rei, la Cattedrale di Barcellona, Pont del Bisbe, Plaza San Felipe Neri e passeggia al quartiere El Call. Cena in uno dei ristoranti di El Born.

CONSIGLIO
Per scoprire al meglio il quartiere gotico di consiglio una visita guidata privata con guida parlante italiano (scegli tra il tour di 2 ore e mezza o 5). Con una guida scoprirai angoli della città che da solo rischi di perdere.

Consigli pratici:

  • Prenota in anticipo il biglietto d'ingresso per il Parc Güell e la Sagrada Familia per evitare le lunghe code.
  • Indossa scarpe comode perchè camminera tantissimo
  • Fai attenzione ai borseggiatori, soprattutto nella zona della Rambla e del quartiere gotico.
  • Usa la metropolitana per spostarti tra le diverse attrazioni per risparmiare tempo e fatica.
Mappa giorno 1 a Barcellona
Terrazza di Parc Guell Barcellona

Giorno 2 a Barcellona - Il modernismo a Barcellona: le case di Gaudì, Paseo de Gracia, El Raval - Spettacolo alla Casa de la Musica Catalana

Mattina
La mattinata di questo secondo giorno si dedicate alle 3 case di Gaudì. Inizia la tua giornata visitando Casa Vicens, il primo progetto del giovane Gaudì, che è una casa molto diversa da quella che visiterai poco dopo. La visita richiede circa 1 ora.

Prosegui con la visita delle due case più popolari dell'architetto: La Pedrera e Casa Battlò.
Come seconda casa visita Casa Milà - La Pedrera - capolavoro di Gaudì su Passeig de Gràcia. Ammira la facciata ondulata e le sculture di ferro battuto e visita l'interno dell'edificio e la sua terrazza stupenda. La visita della casa richiede circa 2 ore.

Prosegui per Casa Batlló, una delle case più famose di Gaudì situata anch'essa su Passeig de Gràcia a circa 10 minuti a piedi da Casa Milà. Ammira la facciata decorata con mosaici e vetrate colorate e visita l'interno della casa, dove potrai ammirare l'arte e l'architettura di Gaudì. La visita della casa richiederà circa 1 ora.

Se vuoi visitare le tre case per come menzionato su ti consiglio di cominciare con casa Vicens e finire con Casa Battlò (sarà un cescendo di meraviglia). Inoltre ricorda che il biglietto di ingresso deve essere acquistato in anticipo. Al momento non si vendono al botteghino. Se ti interessano gli ingressi standard ti consiglio il Pass 3 case di Gaudì.
Se vuoi approfondire il Modernismo catalano prenota il Free walking tour del Modernismo (3 ore con guida parlante italiano disponibile solo il sabato)

Pranzo: Dopo la visita alle case di Gaudì, dirigiti verso la Plaça de Catalunya, una delle piazze più grandi e famose di Barcellona. Qui troverai molti ristoranti e bar dove poter pranzare.

Pomeriggio
Dopo pranzo, dirigi verso il Raval, un quartiere multiculturale e vivace di Barcellona. Passeggia lungo la Rambla del Raval e visita la Biblioteca de Catalunya, una biblioteca pubblica con un'ampia collezione di libri in catalano. Cerca il Gatto di Botero e fai una foto a fianco del micione più famoso di Barcellona.
Dopo il Raval, dirigi verso la Palau de la Música Catalana, un teatro e sala da concerto situato nel quartiere gotico di Barcellona. Ammira la facciata modernista dell'edificio e visita l'interno, dove potrai ammirare l'architettura e l'acustica dell'edificio e, se ti interessa lo spettacolo del momento, prenota uno spettacolo.

Consigli pratici:

  • Prenota in anticipo il biglietto d'ingresso per le case di Gaudì (è obbligatorio)
  • Fai attenzione ai borseggiatori, soprattutto nella zona della Rambla del Raval.
Giorno 2 a Barcellona
Terrazza Casa Battlo

Giorno 3 a Barcellona - Montjuïc, Fondazione Miro, Teleferica del Montjuïc, Barceloneta, Torre Agbar, Poblenou

Mattina
Inizia la tua giornata visitando la Plaça d'Espanya, una grande piazza situata alla fine della Gran Via. Ammira la fontana centrale e le due torri veneziane che la circondano e fai un salto sulla terrazza dell'arena de toros.

Cammina lungo l'Avenida de la Reina Maria Cristina e ammira l'imponente Palazzo Nazionale, che ospita il Museo Nazionale d'Arte della Catalogna (MNAC).

Dopo la Plaza de España e la visita al Museo Nazionale di Arte della Catalogna, dirigi verso Montjuïc, una collina situata a sud-ovest del centro di Barcellona. Salendo la collina, potrai ammirare il panorama sulla città e visitare diversi parchi e giardini. Una tappa imperdibile è il Castello di Montjuïc, una fortezza militare che offre una vista panoramica sulla città.

Pranzo: Dopo la visita a Montjuïc, dirigiti verso la Fondazione Miró, un museo d'arte moderna dedicato all'artista catalano Joan Miró. Qui potrai ammirare le opere dell'artista e visitare il giardino scultoreo all'aperto. Dopo la Fondazione Miró, fai un breve viaggio in Teleferica del Montjuïc, una funivia che ti porterà dalla collina di Montjuïc alla Barceloneta. Lungo il percorso, potrai ammirare la vista panoramica sulla città.

Pomeriggio
Dopo il viaggio in funivia, dirigi verso la Barceloneta, il quartiere sul mare di Barcellona. Goditi la vista sul mare, passeggiando sul lungomare e fermati a mangiare una paella in uno dei ristoranti lungo la spiaggia fino a raggiungere Torre Agbar ed il Mercato Els Encants. Cena a Barceloneta o al quartiere Poblenou.

Consigli pratici:

  • Prendi la metropolitana o l'autobus per raggiungere la Plaza de España e Montjuïc per risparmiare tempo e fatica.
  • Prenota in anticipo il biglietto d'ingresso per la Fondazione Miró per evitare le lunghe code. Prenota il biglietto
  • Usa la funivia per spostarti tra Montjuïc e la Barceloneta per goderti la vista panoramica sulla città e velocizzare il ritorno!
Giorno 3 a Barcellona
spiaggia e mare di barcellona (1)

34 posti da vedere a Barcellona

Barcelona è una città ricca di storia, cultura, arte e architettura, con molti luoghi che meritano di essere visitati. In questa guida trovi i 34 posti più interessanti e suggestivi da visitare a Barcellona, tra cui musei, parchi, chiese, monumenti e molto altro ancora.

Ogni luogo avrà una descrizione dettagliata e informazioni utili sulle ore di apertura, i prezzi dei biglietti, i modi per arrivarci e altro ancora.
Che tu sia un appassionato di arte, di storia o di architettura, o semplicemente in cerca di una vacanza rilassante, questa guida ti aiuterà a scoprire i luoghi più belli e interessanti di Barcellona.

Parc Güell

Il Parc Güell è uno dei parchi più famosi e visitati di Barcellona. Si trova nel quartiere di Gracia, a nord del centro storico della città. Il parco è stato progettato dall'architetto catalano Antoni Gaudì e fu inaugurato nel 1926.

I punti principali di visita del Parc Guell includono la famosa terrazza panoramica, la Sala Hipostila, il giardino del Drac e la casa-museo di Gaudì. La terrazza panoramica offre una vista spettacolare sulla città di Barcellona e sul mare Mediterraneo. La Sala Hipostila è una grande sala con 86 colonne, che sembrano alberi giganti che sostengono il soffitto. Il giardino del Drac è decorato con mosaici colorati e ospita una fontana a forma di drago. Infine, la casa-museo di Gaudì è la casa dove l'architetto visse per molti anni e che ora ospita una collezione di oggetti e disegni di Gaudì (l'ingresso alla casa è da pagare extra).

Come arricare a Parc Guell
Per raggiungere il Parc Guell, puoi prendere la metropolitana (Linea 3, fermata "Lesseps" o "Vallcarca"), poi camminare per circa 15-20 minuti fino all'ingresso del parco. In alternativa, puoi prendere l'autobus 24 o 92, che ti porteranno direttamente all'ingresso del parco.

COMPRA IL BIGLIETTO IN ANTICIPO PER PARC GUELL
L'ingresso Parc Guell non è più gratuito ed è anche obbligatorio acquistare il biglietto in anticipo scegliendo un orario di ingresso. Il biglietto di ingresso standard costa €13,50 per adulto e puoi comprarlo qui. Il biglietto che include anche il museo-casa di Gaudì costa €20,50 e puoi comprarlo qui.

Parc Guell Barcellona

La Sagrada Familia

La Sagrada Familia è una delle attrazioni turistiche più famose di Barcellona. Si tratta di una basilica progettata dall'architetto catalano Antoni Gaudì, che ha lavorato al progetto per più di 40 anni, fino alla sua morte nel 1926 (investito da un tram). La basilica è ancora in costruzione e si prevede che sarà completata nel 2026, in occasione del centenario della morte di Gaudì.

I punti principali di visita della Sagrada Familia includono la facciata della Natività, la facciata della Passione, la navata centrale, il transetto, il coro e il museo.

La facciata della Natività è caratterizzata da sculture dettagliate che rappresentano la nascita di Gesù. La facciata della Passione è invece più austera e rappresenta la crocifissione di Gesù. All'interno della basilica, la navata centrale è alta e spaziosa, con colonne che sembrano alberi giganti che sostengono il soffitto. Il transetto è la parte trasversale della basilica e ospita una grande cupola. Il coro è decorato con sculture e mosaici colorati. Infine, il museo ospita una collezione di disegni e modelli di Gaudì, che ti permetteranno di comprendere meglio la sua visione artistica.

A costi extra, e solo se si prenota con larghissimo anticipo, ti consiglio di salire sulle torri. La visita alle torri della Sagrada Familia è un'esperienza unica e mozzafiato. Ci sono due torri, la Torre di San Barnaba e la Torre di San Giuseppe, entrambe alte circa 75 metri.

Durante la visita, si sale in ascensore fino alla sommità della torre per godere di una vista panoramica spettacolare sulla città di Barcellona. Lungo il percorso, si possono ammirare da vicino i dettagli architettonici delle torri, come le sculture e i mosaici che decorano la facciata della Sagrada Familia. Tieni presente che la visita alle torri richiede una certa preparazione fisica, in quanto ci sono molte scale da salire e discese da affrontare. L'accesso alle torri è limitato e bisogna prenotare in anticipo.

L'ingresso alla Sagrada Familia è a pagamento e il costo varia in base al tipo di biglietto e alla stagione. Il biglietto include anche un'audioguida da scaricare su telefono.

Come raggiungere la Sagrada Familia
La Sagrada Familia si trova nel quartiere dell'Eixample, a nord-est del centro storico di Barcellona. È possibile raggiungerla con la metropolitana (Linea 2 e Linea 5, fermata "Sagrada Familia") o con l'autobus (Linea 19, 33, 34, 43, 44, 50 e 51).

I BIGLIETTI PER LA SAGRADA FAMILIA
È obbligatorio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
Il biglietto standard costa €26 per adulto e €24 per gli under 30 e gli anziani. I bambini con meno di 11 anni entrano gratis. Il biglietto include anche un'audioguida da scaricare su telefono. Compra l'ingresso standard
Il biglietto che include l'accesso alle torri costa €38 e puoi prenotarlo qui.
Siccome la cattedrale è unica e molto speciale ti consiglio di prenotare una visita guidata in italiano per comprendere meglio la storia e l'architettura della Sagrada Familia. Prenota la visita guidata della Sagrada Familia in italiano.

Sagrada Familia esterno

La Pedrera (casa Milà)

Casa Mila, anche conosciuta come La Pedrera, è un edificio modernista situato nel quartiere dell'Eixample di Barcellona ed è una delle case di Gaudì più belle della città. È stato progettato dall'architetto catalano Antoni Gaudì e costruito tra il 1906 e il 1912. Oggi, Casa Mila è una delle attrazioni turistiche più visitate di Barcellona

I punti principali di visita di Casa Mila includono il cortile interno, il tetto, l'appartamento d'epoca e il museo. Il cortile interno è caratterizzato da una grande scala a chiocciola e da un'illuminazione naturale che illumina tutto l'edificio.
L'appartamento d'epoca è stato ricostruito per mostrare come vivevano le famiglie benestanti di Barcellona all'inizio del XX secolo. Infine, il museo ospita una collezione di oggetti e disegni di Gaudì, che ti permetteranno di comprendere meglio la sua visione artistica.

La vera superstar della casa è il tetto che è anche una delle parti più famose di Casa Mila, con le sue forme ondulate e le sue sculture surreali.

Come arrivare a La Pedrera
Casa Mila si trova sulla famosa strada del Passeig de Gracia, al numero 92. È possibile raggiungerla con la metropolitana (Linea 3, fermata "Diagonal") o con l'autobus (Linea 7, 16, 17, 22, 24, 28, 39 e 45).

I BIGLIETTI PER CASA MILÁ
Per visitare casa Milá è obbligatorio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
Ci sono differenti biglietti tra cui scegliere.
Biglietto standard €25 per adulto e €19 i ragazzi tra i 7 ed il 12 anni . Il biglietto include anche un'audioguida da scaricare su telefono. Compra l'ingresso standard
Biglietto di ingresso e virtual tour (anche questo include l'audioguida) €35 per adulto e €22,50 i ragazzi tra i 10 ed i 12 anni . Compra il biglietto con virtual tour.
Le Pedrera Night Experience che permette di entrare nella casa la sera e oltre alla visita standard si gode anche di uno spettacolo di luci sul tetto. Il biglietto costa €38 per adulto e €19 i bambini tra i 7 ed i 12 anni. Compra il biglietto Pedrera Night Experience.

Terrazza de La Pedrera casa di Gaudì
La Pedrera facciata

Casa Batlló

Casa Batlló è un edificio modernista situato nel quartiere dell'Eixample di Barcellona, in Spagna. Si trova sulla famosa strada del Passeig de Gracia, al numero 43.

I punti principali di visita di Casa Batlló includono la facciata, il tetto, il patio interno, l'appartamento d'epoca e la sala Noble. La facciata di Casa Batlló è stata progettata da Antoni Gaudì e rappresenta una delle sue opere più iconiche. Il tetto è caratterizzato da sculture surreali e da una vista panoramica sulla città di Barcellona.

Il patio interno è illuminato da una luce naturale che illumina tutto l'edificio. L'appartamento d'epoca è stato ricostruito per mostrare come vivevano le famiglie benestanti di Barcellona all'inizio del XX secolo. Infine, la sala Noble è caratterizzata da una grande finestra a forma di cuore e da una decorazione lussuosa.

Come raggiungere Casa Battló
È possibile raggiungerla con la metropolitana (Linea 2, fermata "Passeig de Gracia") o con l'autobus (Linee 7, 16, 17, 22, 24 e V17)

I BIGLIETTI PER CASA BATTLÓ (Blu, Argento ed Oro)
Per visitare Casa Battló è obbligatorio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
Ci sono differenti biglietti tra cui scegliere; Blu, Argento ed Oro.

1. Biglietto standard (Blu) €35 per adulto e €19 i ragazzi tra i 7 ed il 12 anni . Il biglietto include anche un'audioguida da scaricare su telefono. Compra l'ingresso standard

2. Biglietto Argento che include: l'accesso alla casa, il Tablet per la realtà virtuale (per vedere le camere oggi non arredare come erano al tempo), accesso al cubo di Gaudi, l'accesso alla portineria. Il biglietto costa €43 per adulto e €37 i ragazi tra i 13 ed i 17 anni. I bambini fino a 12 anni non pagano.. Compra il biglietto argento

3. Biglietto Oro*** che include: l'accesso alla casa Tablet per la realtà virtuale (per vedere le camere oggi non arredare come erano al tempo), accesso al cubo di Gaudi, l'accesso alla cupola, l'accesso al Consiglio del Battló e l'accesso alla residenza privata dei Battló. Il biglietto costa €45 per adulto e €39 i ragazi tra i 13 ed i 17 anni. I bambini fino a 12 anni non pagano. Compra il biglietto Oro

Facciata di Casa Battlò casa di Gaudì a Barcellona

Casa Vicens

Casa Vicens è un edificio modernista situato nel quartiere di Gracia a Barcellona. Questa casa è stato il primo progetto di un giovane Gaudì appena laureato. Meno estrosa rispetto le altre case più famose (Milà e Battló), ma molto interessante e con molti meno turisti. A me è piaciuta moltissimo.

I punti principali di visita di Casa Vicens includono la facciata, il giardino, il patio interno, l'appartamento d'epoca e il museo. La facciata di Casa Vicens è caratterizzata da un mix di stili architettonici, tra cui il mudéjar, lo stile moresco e il modernismo catalano. Il giardino è un'oasi di tranquillità nel cuore della città, con piante esotiche e fontane.

Il patio interno è decorato con ceramiche colorate e offre un'illuminazione naturale all'interno dell'edificio. L'appartamento d'epoca è stato ricostruito per mostrare come vivevano le famiglie benestanti di Barcellona all'inizio del XIX secolo. Il museo ospita una collezione di oggetti e disegni di Gaudì, che ti permetteranno di comprendere meglio la sua visione artistica.

Come raggiungere Casa Vicens
È possibile raggiungerla con la metropolitana (Linea 3, fermata "Fontana") o con l'autobus (Linee 22, 24, 27, 32, H6 e V17).

I BIGLIETTI PER CASA VICENS
Per visitare Casa Vicens è obbligatorio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
Puoi scegliere tra due biglietti Ingresso standard con audioguida (da scaricare su telefono) e Ingresso con visita guidata (in inglese, spagnolo e catalano).
L'ingresso standard costa €18 per adulto e €16 per i ragazzi tra gli 11 ed i 17 anni. I bambini con meno di 11 anni non pagano. Compra il biglietto di ingresso a Casa Vicens
Il biglietto con visita guidata costa €21 per adulto e €18 per i ragazzi tra gli 11 ed i 17 anni. Compra il biglietto con visita guidata.

Casa Vincens di Gaudì

Palazzo Guell

Il Palau Güell è un palazzo modernista situato nel quartiere del Raval a Barcellona, vicinissimo a la Rambla.

I punti principali di visita del Palau Güell includono la facciata, il patio interno, il salone centrale, il tetto e la cappella. La facciata di Palau Güell è stata progettata da Antoni Gaudì e rappresenta una delle sue opere più iconiche. All'austerità della facciata contrasta l'opulenza degli interni. Il patio interno è illuminato da una luce naturale che illumina tutto l'edificio.

Il salone centrale è caratterizzato da una grande cupola e da una decorazione lussuosa. La cappella è decorata con mosaici e vetrate colorate. Assicurati di salire sul tetto che è caratterizzato da camini e da una vista panoramica sulla città di Barcellona. Infine,

I BIGLIETTI PER PALAU GÜELL
Per visitare Palau Güell consiglio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
L'ingresso standard costa €12 per adulto e €5.50 per i ragazzi tra i 10 ed i 17 anni. I bambini con meno di 10 anni non pagano. Compra il biglietto di ingresso a Palau Guell.

Terrazza di Palau Guell

Casa Amatller

Casa Amatller è un edificio modernista situato nel quartiere dell'Eixample a Barcellona. Si trova al numero 41 del Passeig de Gracia proprio a fianco di casa Battlò.

I punti principali di visita di Casa Amatller includono la facciata, il vestibolo, la scala principale, la sala da pranzo e la terrazza. La facciata di Casa Amatller è stata progettata da Josep Puig i Cadafalch e presenta una miscela di stili architettonici, tra cui il gotico e il rinascimentale.

Il vestibolo è decorato con mosaici e offre una vista della scala principale, che è stata progettata in legno e ferro battuto. La sala da pranzo è arredata con mobili d'epoca e presenta una grande finestra che si affaccia sulla strada. La terrazza offre una vista panoramica sulla città di Barcellona.

I BIGLIETTI PER CASA AMATLLER
Per visitare Casa Amattler consiglio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
L'ingresso standard costa €17 per adulto e €8,50 per i ragazzi tra gli 8 ed i 12 anni. I bambini con meno di 8 anni non pagano. Compra il biglietto di ingresso a Casa Amatller.

Facciata di Casa Amatller

La Rambla

La Rambla è una famosa via pedonale situata nel centro di Barcellona ed è probabilmente uno dei luoghi più famosi di Barcellona. La strada si estende per circa 1,2 chilometri e collega Plaça de Catalunya fino al monumento a Colombo, vicino al porto.

La Rambla è stata costruita nel XVIII secolo su un terreno che era stato precedentemente utilizzato come canale d'irrigazione. Il nome "Rambla" deriva dalla parola araba "ramla", che significa "letto di fiume secco". Nel corso degli anni, la Rambla è diventata una delle attrazioni turistiche più popolari di Barcellona, grazie alle sue numerose attività commerciali, ai suoi artisti di strada e ai suoi monumenti.

La Rambla è divisa in diverse sezioni, ognuna delle quali ha il suo nome e la sua personalità.
La sezione più vicina alla Plaça de Catalunya è conosciuta come la Rambla de Canaletes, dove si trova la celebre fontana di Canaletes e dove i tifosi del Barcellona si radunano per festeggiare le vittorie della squadra di calcio.
La sezione successiva è la Rambla dels Estudis, dove si trova la facoltà di Filosofia e Lettere dell'Università di Barcellona.
La Rambla de Sant Josep è famosa per il mercato La Boqueria, dove si possono acquistare frutta, verdura, carne, pesce e altri prodotti alimentari freschi.
La Rambla dels Caputxins è nota per i suoi artisti di strada e per il Gran Teatre del Liceu, un'importante opera di Barcellona.

Alcuni dei posti da visitare nella zona della Rambla o nelle vicinanze includono il Mercato della Boqueria, il Palazzo della Virreina, il Museo d'Arte Contemporanea di Barcellona (MACBA), il quartiere gotico, la Cattedrale di Santa Eulalia, il Palazzo Guell, il Museo Picasso e il Parco della Cittadella.

Curiosità
La Rambla è stata oggetto di molti eventi storici, tra cui l'attentato terroristico del 2017, che ha causato la morte di 13 persone e il ferimento di oltre 100 persone. La Rambla è stata anche il luogo di nascita di molti personaggi famosi, tra cui il poeta Federico García Lorca e il pittore Joan Miró.

Rambla di Barcellona

Mercato de La Boqueria

La Boqueria, ufficialmente conosciuto come Mercat de Sant Josep de la Boqueria, è uno dei mercati più famosi di Barcellona e si trova sulla Rambla, nel quartiere gotico della città. Il mercato è rinomato per la sua vasta scelta di prodotti alimentari freschi, tra cui frutta, verdura, carne, pesce, formaggi, spezie, dolci e altri prodotti locali.

La storia della Boqueria risale al XIII secolo, quando i venditori ambulanti iniziarono a vendere i loro prodotti lungo la Rambla. Nel 1826, il mercato fu ufficialmente inaugurato come mercato coperto, con l'obiettivo di regolarizzare il commercio e migliorare le condizioni igieniche. Nel corso degli anni, la Boqueria è diventato un importante punto di riferimento per i barcellonesi e i turisti, attirando visitatori da tutto il mondo.

La Boqueria è stata rinnovata più volte nel corso degli anni, ma ha mantenuto il suo fascino tradizionale. Il mercato è caratterizzato dalla sua architettura modernista, con un soffitto in vetro e ferro battuto, che fornisce una luce naturale alla struttura.

Curiosità
Il mercato de la Boqueria sia stato il set di molte produzioni cinematografiche, tra cui il film di Woody Allen "Vicky Cristina Barcelona". Inoltre, la Boqueria è stata visitata da molte celebrità, tra cui il celebre chef Anthony Bourdain, che ha definito il mercato come uno dei suoi posti preferiti al mondo.

mercato la boqueria barcellona

Il gatto di Botero

Il Gatto di Botero è una scultura monumentale realizzata dall'artista colombiano Fernando Botero. La scultura rappresenta un gatto seduto, con un aspetto rotondo e voluminoso, che è diventato uno dei simboli della città di Barcellona.

La scultura è stata donata dall'artista alla città di Barcellona nel 1987, in occasione dell'apertura del Museo di Arte Contemporanea di Barcellona (MACBA). Inizialmente, la scultura era stata collocata nella Plaça dels Àngels, di fronte al museo. Tuttavia, nel 2003, la scultura è stata spostata nella Rambla del Raval, nel quartiere del Raval, dove si trova ancora oggi.

Il Gatto di Botero è diventato una delle attrazioni turistiche più famose di Barcellona e un'icona del quartiere del Raval. La scultura è molto amata dai residenti e dai visitatori della città, che spesso si fermano per scattare una foto accanto al gatto gigante.

Gatto di Botero Barcellona

Plaça Reial

Plaça Reial, o Piazza Reale, è una bellissima piazza situata nel cuore del Quartiere Gotico di Barcellona. La piazza fu costruita a metà del XIX secolo ed è nota per la sua splendida architettura, le palme e l'atmosfera vivace e sembra una versione in miniatura di Plaza Major a Madrid.

Una delle storie più interessanti di Plaça Reial è che un tempo ospitava un convento di suore. Il convento fu demolito a metà del XIX secolo per far posto alla piazza, ma alcune delle sue caratteristiche originali, come il chiostro, sono state incorporate nel progetto della piazza.

Plaça Reial è che è stata la sede di un famoso concerto del leggendario musicista Bob Dylan. Nel 1984, Dylan si esibì in un concerto gratuito nella piazza che attirò una folla enorme di fan.

Plaça Reial è nota anche per la sua vivace vita notturna. La piazza ospita numerosi bar e ristoranti molto frequentati da locali e turisti. Uno dei bar più famosi della piazza è il Jamboree Jazz Club, che nel corso degli anni ha ospitato alcuni dei più grandi nomi della musica jazz.

Placa Reial Barcellona vista

La cattedrale di Barcellona (La Cattedrale della Santa Croce e Sant'Eulalia)

La Cattedrale della Santa Croce e di Sant'Eulalia, nota anche come Cattedrale di Barcellona, è una cattedrale gotica situata nel cuore di Barcellona. La cattedrale fu costruita tra il XIII e il XV secolo sul sito di una precedente cattedrale romanica e di una cattedrale paleocristiana. Prende il nome da Sant'Eulalia, compatrona di Barcellona.

La facciata della cattedrale è un impressionante esempio di architettura gotica, con dettagli e sculture intricate. L'interno della cattedrale è caratterizzato da una navata centrale con alti soffitti a volta e numerose vetrate. Uno dei punti salienti della cattedrale è il coro, che si trova al centro della navata e presenta ornati stalli in legno intagliati nel XV secolo.

Un'altra caratteristica notevole della cattedrale è il chiostro, che risale al XIV secolo e presenta un tranquillo giardino con palme e una fontana. Il chiostro ospita anche tredici oche bianche, che rappresentano Sant'Eulalia e sono conservate in onore del suo martirio.

Oltre al suo significato religioso, la Cattedrale di Barcellona è anche un importante punto di riferimento culturale della città. Ospita numerosi concerti ed eventi durante tutto l'anno, tra cui l'annuale Festival Internazionale del Jazz di Barcellona.

Cattedrale di Barcellona

Pont del Bisbe

Il Pont del Bisbe, o Ponte del Vescovo, è un ponte in stile gotico situato nel Quartiere Gotico. Il ponte collega il Palau de la Generalitat, sede del governo catalano, con la Casa dels Canonges, residenza dell'arcivescovo di Barcellona. Il ponte fu costruito nel 1928 da Joan Rubió i Bellver, discepolo del famoso architetto Antoni Gaudí.

Uno degli aspetti più interessanti del Pont del Bisbe è la leggenda che lo circonda. Secondo la leggenda, durante la costruzione del ponte, Joan Rubió i Bellver fece un patto con il diavolo. Il diavolo promise di aiutare Rubió i Bellver a completare il ponte a tempo di record, ma in cambio Rubió i Bellver avrebbe dovuto sacrificare il primo essere vivente che avesse attraversato il ponte.

Quando il ponte fu completato, Rubió i Bellver si trovò di fronte a un dilemma. Non voleva sacrificare nessun essere vivente, ma non voleva nemmeno rompere il patto con il diavolo. Così, escogitò una soluzione ingegnosa. Chiese a un gatto nero di attraversare il ponte per primo, sapendo che i gatti avevano nove vite. Il gatto attraversò il ponte incolume e Rubió i Bellver riuscì a completare il ponte senza sacrificare alcun essere vivente.

Che la leggenda sia vera o meno, il Pont del Bisbe rimane un'architettura bella e affascinante nel cuore del Quartiere Gotico di Barcellona e un luogo popolare per i turisti che lo visitano e lo fotografano.

Pont del Bisbe barcellona

Plaza de San Felipe Neri

La Plaza de San Felipe Neri è una piccola piazza situata nel quartiere gotico di Barcellona, vicino alla Cattedrale di Barcellona. La piazza è stata costruita nel XVIII secolo e prende il nome dalla vicina chiesa di San Felipe Neri.

La piazza è stata al centro di eventi tragici durante la Guerra Civile Spagnola, quando nel 1938 un bombardamento aereo nazionalista uccise 42 persone, tra cui molti bambini che stavano cercando rifugio nella chiesa di San Felipe Neri. Oggi, la piazza è un luogo di memoria e di riflessione sulla guerra e sulle sue conseguenze.

La piazza è caratterizzata da un'atmosfera tranquilla e silenziosa, nonostante la sua posizione centrale nella città, è letteralmente una piccola oasi di pace. Ci sono alcune panchine dove ci si può sedere e godere della vista della chiesa e della fontana al centro della piazza.

piazza san filippo neri barcellona

Palau de la Música Catalana

Il Palau de la Música Catalana, situata nel Quartiere Gotico di Barcellona, è una sala da concerto e uno degli edifici più iconici del Modernismo catalano. Progettata dall'architetto Lluís Domènech i Montaner, fu inaugurata nel 1908 ed è oggi patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

L'interno dell'edificio è caratterizzato da decorazioni ornamentali e colorate, tra cui intricati mosaici, vetrate e sculture. La sala da concerto principale, con oltre 2.000 posti a sedere, è particolarmente impressionante, con il suo grande organo, il bellissimo soffitto e gli intricati dettagli.

Oltre ai concerti, la Casa de la Música Catalana offre visite guidate dell'edificio, che permettono di conoscerne la storia e l'architettura dell'edificio. Le visite durano circa un'ora e comprendono l'accesso alla sala concerti, alla sala Lluís Millet e alla sala prove. Le visite sono disponibili in diverse lingue, tra cui inglese, spagnolo, francese, tedesco, italiano e catalano.

Il calendario degli eventi della Casa de la Música Catalana varia durante l'anno e comprende una vasta gamma di spettacoli musicali, dalla musica classica a quella contemporanea. Il calendario è disponibile sul sito ufficiale della struttura.

I BIGLIETTI PER LA CASA DE LA MUSICA CATALANA
Per visitare il Palau de la Música Catalana si devono acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso. L'ingresso standard costa €18 per adulto. I bambini con meno di 10 anni non pagano. Compra il biglietto di ingresso la Casa de la Musica Catalana.

Recinto Modernista San Pau

Il Recinto Modernista San Pau è un complesso architettonico situato a Barcellona, in Spagna, costruito alla fine del XIX secolo come ospedale. Il complesso è stato progettato dall'architetto Lluís Domènech i Montaner in stile modernista, caratterizzato da forme organiche, decorazioni elaborate e l'uso di materiali come il ferro battuto e la ceramica.

Il complesso ospedaliero è stato utilizzato fino al 2009, quando è stato trasferito in un nuovo edificio. Oggi, il Recinto Modernista San Pau è aperto al pubblico come museo e centro culturale, dove è possibile ammirare l'architettura modernista e scoprire la storia dell'ospedale.

Il complesso si trova nel quartiere di Sant Martí, a nord-est del centro storico di Barcellona. Il modo migliore per arrivarci è con i mezzi pubblici, in particolare la metropolitana (L4, fermata "Guinardó | Sant Pau").

Il costo dei biglietti per il Recinto Modernista San Pau è di 15€ per gli adulti[1]. I bambini fino ai 12 anni entrano gratis, mentre i ragazzi dai 12 ai 29 anni e gli over 65 pagano il biglietto ridotto di 10,50 €

I BIGLIETTI PER IL RECINTO MODERNISTA SAN PAU
Per visitare il Recinto Modernista consiglio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
L'ingresso standard costa €16 per adulto e €11,20 per i giovani dai 12 ai 29 anni. I bambini con meno di 12 anni non pagano. Compra il biglietto di ingresso al Recinto Modernista San Pau.

Recinto Modernista San Pau

Plaça de Catalunya

La Plaça de Catalunya è una grande piazza situata nel centro di Barcellona, in Spagna. La piazza è stata costruita nel XIX secolo come parte del piano di espansione della città e oggi rappresenta uno dei principali punti di incontro e di transito della città.

La piazza è circondata da importanti edifici storici, tra cui la stazione ferroviaria di Barcellona-Catalunya, il grande magazzino El Corte Inglés e diversi edifici modernisti. La piazza è anche il punto di partenza della famosa strada La Rambla, che conduce al porto di Barcellona. Alcune delle attrazioni più famose della città, come il quartiere gotico, il Passeig de Gràcia e il Barrio El Raval, sono facilmente raggiungibili dalla piazza. Inoltre, la piazza ospita spesso eventi culturali e concerti all'aperto.

Uno dei punti di interesse più notevoli della piazza è la Fontana di Canaletes, una fontana in stile modernista che si dice abbia il potere di far tornare a Barcellona chiunque beva dalla sua acqua.

Plaça de Espanya e Arenas de toros

La Plaza de España è una delle piazze più grandi e importanti di Barcellona, situata nel quartiere di Sants-Montjuïc. La piazza è stata costruita per l'Esposizione Universale del 1929 ed è caratterizzata da una grande fontana centrale, due torri di 47 metri di altezza e un semicerchio di edifici che circondano la piazza. La piazza è anche un importante nodo di trasporto pubblico, con una stazione della metropolitana e diverse fermate degli autobus.

Proprio di fronte si trova l'Arenas de Barcelona è un'arena per corrida situata sulla Plaza de España. L'arena è stata costruita nel 1900, l'arena ed è stata utilizzata per le corride fino al 1977. Nel 2011, l'edificio è stato ristrutturato e trasformato in un centro commerciale, mantenendo la sua facciata originale.

Per entrare nell'Arenas de Barcelona, basta andare all'ingresso principale situato sulla piazza. L'accesso all'arena è gratuito, ma ci sono dei costi per salire sulla terrazza panoramica, che offre una vista a 360 gradi spettacolare a sulla città. L'arena ospita anche occasionalmente eventi culturali e concerti. Controlla il calendario eventi all'arena di Barcellona.

Plaza de Espana Barcellona

Museu Nacional d'Art de Catalunya

Il Museu Nacional d'Art de Catalunya (MNAC) si trova a Barcellona, in Spagna, ed è uno dei principali musei d'arte della città. Il museo è ospitato nel Palazzo Nazionale di Montjuïc, un edificio imponente costruito per l'Esposizione Universale del 1929.

La collezione del MNAC comprende opere d'arte catalana dal X al XX secolo. Tra le opere principali si trovano dipinti di artisti rinascimentali come El Greco e Diego Velázquez, opere di artisti modernisti come Ramon Casas e Santiago Rusiñol, e una vasta collezione di arte romanica catalana. Inoltre, il museo ospita anche una vasta collezione di disegni, fotografie e sculture.

I BIGLIETTI PER IL MUSEO NAZIONALE DI ARTE CATALANA
Per visitare il Museu Nacional d'Art de Catalunya consiglio acquistare i biglietti di ingresso in anticipo scegliendo l'orario di ingresso.
L'ingresso standard costa €12 per adulto. I bambini con meno di 16 anni non pagano. Compra il biglietto di ingresso al Museu Nacional d'Art de Catalunya

Parc de la Ciutadella

Il Parc de la Ciutadella è un grande parco situato nel centro di Barcellona. Il parco si estende su una superficie di 280.000 metri quadrati ed è stato creato nel XIX secolo su un'area che un tempo ospitava una fortezza militare. Oggi, il parco è un luogo popolare tra i residenti e i turisti, con molte attrazioni da vedere.

Alcune delle attrazioni principali del Parc de la Ciutadella includono la Cascata Monumentale, una grande fontana progettata dall'architetto Josep Fontserè, il Parlamento della Catalogna, il Museo di Zoologia e l'Umbracle, un giardino botanico con una grande varietà di piante.

Nei dintorni del Parc de la Ciutadella, ci sono molte altre attrazioni da vedere, tra cui il quartiere di El Born, noto per i suoi ristoranti e negozi alla moda, e la spiaggia di Barceloneta, una delle spiagge più famose della città e l'Arco di Trionfo. Inoltre, il parco si trova vicino al quartiere di Eixample, dove si trovano molte delle opere architettoniche più famose di Barcellona, tra cui la Sagrada Familia di Antoni Gaudí, Casa Battló e Casa Milá.

parco de la cittadella barcellona

L'Arco di Trionfo

Proprio di fronte al Parco della Cittadella noterai l'arco di trionfo di Barcellona, un monumento di stile neomudéjar situato all'incrocio tra il Passeig de Lluís Companys e il Passeig de Sant Joan. L'arco è stato costruito dall'architetto Josep Vilaseca i Casanovas in occasione dell'Esposizione Universale di Barcellona del 1888 e costituiva l'entrata principale dell'evento.

L'arco, alto 30 metri, è costruito in mattoni rossi e presenta vari bassorilievi che raffigurano allegorie dell'industria, dell'artigianato e dei commerci, oltre ad altre decorazioni come sculture e mosaici. Il fregio della facciata è opera dello scultore Josep Reynés.

Oggi l'arco di trionfo rappresenta uno dei simboli di Barcellona ed è meta di turisti che vogliono ammirare la sua architettura e la sua storia. La sua posizione, tra il quartiere de La Ribera-El Born e il Parco della Cittadella di Barcellona, lo rende anche una tappa imperdibile.

Arco di Trionfo Barcellona

Santa Maria del Mar

Santa Maria del Mar è una chiesa gotica situata nel quartiere di El Born a Barcellona La chiesa è stata costruita nel XIV secolo e si distingue per la sua architettura imponente e per le sue grandi vetrate.

La chiesa di Santa Maria del Mar è stata descritta come uno dei migliori esempi di architettura gotica catalana. All'interno, ci sono molte opere d'arte, tra cui dipinti e sculture, che risalgono ai secoli XIV e XV. Inoltre, la chiesa è famosa per le sue grandi vetrate, che creano un'atmosfera luminosa e accogliente.

Nei dintorni della chiesa di Santa Maria del Mar, ci sono molte altre attrazioni da vedere. Il quartiere di El Born è noto per le sue strade acciottolate, i suoi negozi alla moda e i suoi ristoranti. Inoltre, il quartiere si trova vicino al Parc de la Ciutadella e alla spiaggia di Barceloneta, due delle attrazioni più famose di Barcellona.

I BIGLIETTI PER SANTA MARIA DEL MAR
Per visitare la chiesa di Santa Maria del Mar, si consiglia di prenotare in anticipo un biglietto online, in quanto la chiesa può essere molto affollata. Inoltre, si consiglia di visitare la chiesa durante la mattina o il pomeriggio, quando ci sono meno visitatori.
L'ingresso alla chieda, le tribune e visita guidata costa standard costa €5
L'ingresso che include anche la cripta, le torri e la terrazza costa €10
Compra il biglietto di ingresso alla Chiesa di Santa Maria del Mar

Santa Maria del Mar Barcellona

Joan Miró Foundation

La Fondazione Joan Miró è un museo d'arte moderna situato sulla montagna di Montjuïc. La fondazione è stata istituita nel 1975 e ospita una vasta collezione di opere dell'artista catalano Joan Miró, tra cui dipinti, sculture, ceramiche e opere grafiche.

Il museo si trova in un edificio progettato dall'architetto Josep Lluís Sert, amico personale di Miró. L'edificio è stato concepito per integrarsi con l'ambiente circostante e offre una vista spettacolare sulla città di Barcellona.

Tra le opere principali della collezione della Fondazione Joan Miró si trovano "Donna e uccello" e "La fanciulla e la morte", entrambe dipinti ad olio su tela.

La fondazione è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, tra cui la funicolare di Montjuïc, il bus turistico hop on hop off e le linee di autobus 55 e 150.

Il costo dell'ingresso alla Fondazione Joan Miró è di 14 euro per gli adulti, ma ci sono riduzioni per studenti, anziani e gruppi. Compra il biglietto per la Fondazione Miro.

Museo di Picasso

Il Museo di Picasso è uno dei musei più importanti di Barcellona, ed è dedicato alla vita e all'opera del celebre pittore spagnolo Pablo Picasso. Il museo si trova nel quartiere del Born, in un edificio medievale stupendo che ospita una vasta collezione di opere d'arte di Picasso, tra cui dipinti, sculture, disegni e ceramiche.

La collezione del museo è composta da più di 4.000 opere di Picasso, che coprono gran parte della sua carriera artistica. Tra le opere più famose ci sono "La Celestina", "La Donna con la sedia" e "La Mandolinista". Inoltre, il museo ospita anche una vasta collezione di opere di altri artisti, tra cui Joan Miró, Salvador Dalí e Henri Matisse.

Rambla del mar

La Rambla del Mar è un ponte pedonale ondulato che attraversa il porto di Barcellona, collegando il centro della città con il mare. Il ponte, progettato dagli architetti Albert Viaplana e Helio Piñón, è stato inaugurato nel 1994 e offre una vista panoramica sulla costa e sul porto di Barcellona.

Nei dintorni della Rambla del Mar, ci sono diverse attrazioni turistiche da visitare. A pochi passi dal ponte si trova il centro commerciale Maremagnum, che offre una vasta selezione di negozi, ristoranti e cinema. Inoltre, il porto turistico di Barcellona, Port Vell, è situato proprio accanto al ponte e offre numerose attività, come tour in barca e visite guidate.

Rambla del mar barcellona

Museo di Arte Contemporanea di Barcellona (MACBA)

Il Museo d'Arte Contemporanea di Barcellona (MACBA) è un museo dedicato all'arte contemporanea situato in Plaça dels Àngels, nel quartiere El Raval di Barcellona. Il museo ha aperto le porte al pubblico il 28 novembre 1995 ed è ospitato in un edificio moderno progettato dall'architetto americano Richard Meier.

La collezione del museo comprende oltre 5.000 opere d'arte contemporanea, con particolare attenzione alla seconda metà del XX secolo. La collezione comprende opere di artisti spagnoli e internazionali, tra cui Antoni Tàpies, Paul Klee, Francesc Torres, Mario Merz e Zush. La collezione permanente del museo è integrata da mostre temporanee che presentano il lavoro di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo.

Le gallerie del museo sono distribuite su cinque piani. All'ultimo piano del museo si trova una terrazza con vista panoramica sulla città. Il museo dispone anche di una libreria, di una caffetteria e di un ristorante.

Il museo è aperto tutti i giorni, tranne il martedì, e le tariffe d'ingresso variano a seconda del tipo di biglietto e dell'età del visitatore. Il biglietto di ingresso generale per gli adulti è di 12 euro, mentre sono disponibili biglietti scontati per studenti, anziani e bambini. Compra l'ingresso al MACBA.

Castello di Montjuïc

Il Castello di Montjuïc, o Castell de Montjuïc, è un'ex fortezza militare situata in cima alla collina di Montjuïc a Barcellona, in Spagna. Il castello fu costruito nel XVII secolo e da allora ha svolto un ruolo importante nella storia della città. Puoi esplorare i bastioni, le caserme e le torri di guardia del castello, oltre a godere di una splendida vista panoramica della città dalla terrazza del castello.

Tra i punti salienti di una visita al Castello di Montjuïc vi sono il museo storico del castello, la torre di guardia restaurata e la vista panoramica della città e del mare dalla terrazza.

Per raggiungere il castello puoi prendere la funivia di Montjuïc dalla stazione della metropolitana Paral-lel o l'autobus 150 da Plaça d'Espanya.
Il castello è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00, con l'ultimo ingresso alle 19.00. L'ingresso generale costa di 9 euro, con tariffe ridotte per bambini, anziani e studenti. Puoi anche acquistare un biglietto d'ingresso combinato che include l'accesso al castello e al Giardino Botanico di Barcellona per 10 euro. La domenica dopo le 15 l'ingresso è gratuito. Compra i biglietti di ingresso al castello di Montjuïc.

La visita del castello può durare da 1 a 2 ore.

Torre Agbar e Els Encants

La Torre Agbar, nota anche come Torre Glòries, è un grattacielo di Barcellona, in Spagna. È stato progettato dall'architetto francese Jean Nouvel in collaborazione con lo studio spagnolo b720 Fermín Vázquez Arquitectos e completato nel 2005. L'esterno dell'edificio è a doppia facciata, con un involucro esterno di tende di vetro e una parete di alluminio colorato con oltre 4.500 aperture. La torre è considerata un simbolo della modernizzazione di Barcellona ed è diventata una popolare attrazione turistica, offrendo viste panoramiche della città dalla sua piattaforma di osservazione.

Grazie alla sua forma particolare, l'edificio ha ricevuto diversi soprannomi divertenti come il cetriolo, il proiettile o il dildo.

L'interno contiene per lo più uffici, anche se l'attico dell'architetto si trova in cima. La Torre Glòries è piuttosto un luogo interessante da visitare a Barcellona di notte, quando le sue 4.500 luci LED creano creative combinazioni di colori e motivi.

Il Mercato Els Encants, noto anche come Mercat Fira de Bellcaire, è uno dei più antichi mercati delle pulci d'Europa, risalente al XIV secolo. Nel 2013 il mercato è stato trasferito in una nuova struttura a tre piani appositamente costruita, situata di fronte alla Torre Agbar. La nuova sede si estende su 15.000 metri quadrati e ospita commercianti di boutique, stand prefabbricati e fino a 100.000 visitatori a settimana. Il mercato è noto per la sua vasta selezione di merci, tra cui oggetti d'antiquariato, abbigliamento vintage e articoli di seconda mano.

Torre Agbar Barcellona

Monastero di Montserrat

Montserrat è una montagna situata a circa 30 chilometri a nord-ovest di Barcellona, ed è una delle attrazioni turistiche più popolari della regione. La montagna è famosa per la sua forma a forma di sega e per il monastero benedettino che si trova sulla sua cima.

Il Monastero di Montserrat è un luogo di pellegrinaggio per i fedeli cattolici da oltre 1000 anni ed è famoso per la sua statua della Vergine Maria nera, conosciuta come "La Moreneta". La statua risale al XII secolo ed è considerata una delle immagini sacre più importanti della Catalogna.

Inoltre, Montserrat offre anche una vista panoramica spettacolare sulla campagna circostante e sulla città di Barcellona. Ci sono diverse escursioni e attività da fare sulla montagna, tra cui escursioni a piedi, visite guidate al monastero e alla basilica, e degustazioni di vini locali.

Per visitare Montserrat, è possibile prendere il treno dalla stazione di Plaça d'Espanya a Barcellona fino alla stazione di Montserrat-Aeri, e poi prendere la funicolare fino alla cima della montagna. In alternativa consiglio prenotare un tour organizzato che includa il trasporto da Barcellona e una guida turistica. Tra i tour migliori per il Monastero Montserrat consiglio il tour con treno e visita guidata ed il tour al Monastero di Montserrat con vino e Tapas, un tour eccezionale per fuggire dal caos della città e provare alcune tapas e vino locale.

monastero-montserrat-barcellona

Spotify Camp Nou

Il Spotify Camp Nou è un'esperienza che consente ai visitatori di scoprire l'iconico stadio del Fútbol Club Barcelona e il museo dedicato alla storia del club. Durante la visita al Camp Nou puoi esplorare il campo da gioco, la tribuna, i tunnel e gli spogliatoi, oltre a scoprire la storia del club attraverso il museo interattivo.

Il tour del museo del FC Barcelona è un'esperienza interattiva che consente ai visitatori di conoscere la storia del club attraverso una vasta collezione di trofei, fotografie, uniformi e altri oggetti esclusivi. Il tour del campo da gioco del Camp Nou consente ai visitatori di camminare sul campo da gioco, visitare la tribuna e i tunnel, e scoprire i segreti degli spogliatoi.

Inoltre, durante la visita al Spotify Camp Nou puoi anche visitare la Botiga Megastore, il negozio ufficiale del FC Barcelona, dove è possibile acquistare souvenir e articoli sportivi.

Per visitare il Spotify Camp Nou consiglio di acquistare un biglietto online (€28 gli adulti e €21 i bambini).

Stadio di Barcellona

Rifugi antiaerei di Barcellona

Durante la guerra civile spagnola, Barcellona costruì oltre mille rifugi antiaerei. Questi rifugi furono costruiti per offrire protezione alla popolazione contro i raid aerei delle forze di Franco. Oggi, molti di questi rifugi antiaerei esistono ancora e sono una parte importante del patrimonio e della memoria collettiva di Barcellona.

Uno dei rifugi antiaerei più grandi e affascinanti di Barcellona è il Refugi 307, situato ai piedi del monte Montjuïc, nel quartiere di Poble Sec. Il rifugio fu scavato dai residenti locali e consigliato dagli architetti, con una capacità di 2.000 persone sedute su panche di legno. Durante la guerra era illuminato da lampade a olio.

Oggi il Refugi 307 è aperto al pubblico per visite guidate, per dare un'idea di come si viveva durante i raid aerei durante la guerra civile spagnola. Il rifugio si visita solo la domenica con visite guidate alle 10.30 (inglese), alle 11.30 (spagnolo) e alle 12.30 (catalano). Posti limitati. Solo su prenotazione su questo sito.

Altri rifugi antiaerei a Barcellona sono il rifugio Poble Sec 4, costruito per proteggere i lavoratori delle vicine fabbriche tessili, e il rifugio Plaça del Diamant, utilizzato come ospedale durante la guerra. Consiglio anche di visitare il Refugio de la Plaza de la Revolución, che ospitava 1.400 residenti e si trova anch'esso nel quartiere di Gràcia. Questo rifugio è meno conosciuto ed è in fase di restauro ma potrebbe essere aperto al pubblico alla prossima fiestas de Gracia (21 Agosto).

Questi rifugi antiaerei testimoniano la resilienza e la determinazione dei barcellonesi in un periodo difficile della loro storia. Servono a ricordare l'importanza di proteggere i civili in tempo di guerra.

MUHBA Turó de la Rovira

MUHBA Turó de la Rovira è un sito storico situato sulla cima del Turó de la Rovira, una collina nella parte alta di Barcellona. Il sito è un'antica fortificazione militare risalente alla Guerra Civile Spagnola, costruita nel 1938 dalle truppe repubblicane per difendere la città dagli attacchi delle forze nazionaliste.

Oggi MUHBA Turó de la Rovira è un museo all'aperto che offre una vista panoramica spettacolare sulla città di Barcellona. Il sito è stato restaurato e trasformato in un museo nel 2010, e ospita una serie di esposizioni e installazioni che raccontano la storia della collina e della Guerra Civile Spagnola.

Tra le attrazioni principali di MUHBA Turó de la Rovira ci sono i resti delle fortificazioni militari, le postazioni di osservazione, le trincee e i cannoni utilizzati durante la guerra. Inoltre, il sito offre una vista panoramica sulla città di Barcellona, conosciuta come "la città dei meravigliosi tramonti", che è particolarmente suggestiva al tramonto.

Per visitare MUHBA Turó de la Rovira, è possibile prendere l'autobus numero 24 da Plaça Catalunya o la metropolitana fino alla stazione di Alfons X, e poi camminare per circa 20 minuti fino alla cima della collina.

Chiesa di Colònia Güell

Se ti è piaciuto Park Güell, allora ti piacerà visitare la Chiesa di Colònia Güell. Conosciuta anche come la Cripta di Gaudí, è un patrimonio dell'umanità dell'UNESCO e una gemma nascosta di Barcellona.

La Chiesa di Colònia Güell è un'opera incompiuta dell'architetto Antoni Gaudí situata a Santa Coloma de Cervelló, a circa 23 km a sud-ovest di Barcellona. La chiesa è famosa per la sua cripta, che presenta molte delle tecniche architettoniche innovative di Gaudí, tra cui l'uso di archi a catenaria e di forme organiche ispirate alla natura.

La chiesa è nascosta in un piccolo bosco e i suoi materiali artificiali si fondono perfettamente con la natura circostante. Se hai visitato La Sagrada Familia, troverete la Cripta di Gaudí come una struttura simile. Gaudí costruì la chiesa con materiali e strutture colorate, che riflettono la sua attenzione per gli elementi naturali. L'architetto iniziò a costruire la struttura nel 1898, ma si prese una pausa di dieci anni per lasciare la cappella incompiuta nel 1914. La parte della cripta è l'unica completa, anche se gli architetti locali hanno fatto alcuni lavori sulla chiesa in modo che i visitatori possano stare sul tetto, che Gaudì intendeva come pavimento.

Rispetto alle altre opere di Gaudì, la Chiesa di Colònia Güell è la meno turistica. Naturalmente, è comunque un luogo bellissimo da visitare a Barcellona, soprattutto per le sue vetrate. È possibile ottenere l'ingresso anticipato alla chiesa e alla cripta qui.

È possibile raggiungere la Chiesa in auto o con i mezzi pubblici, prendendo il treno R5 da Barcellona alla stazione di Colònia Güell, che si trova a pochi minuti a piedi dalla chiesa. Il costo dei biglietti per visitare la chiesa e la cripta è di € 9,50 per gli adulti e di € 8 per gli studenti e gli anziani sopra i 65 anni.

Parco del Labirinto di Horta

Il Parco del Labirinto di Horta (Parc del Laberint d'Horta in catalano) è uno dei parchi più belli e insoliti di Barcellona. Si trova nel quartiere di Horta-Guinardó, a nord della città, ed è il più antico giardino storico della città.

Il parco è famoso per il suo labirinto di siepi, che è il più antico di Barcellona e risale al 1791. Il labirinto è costituito da una serie di siepi alte e fitte che creano un intricato percorso che conduce al centro del labirinto, dove si trova una statua di Eros, il dio greco dell'amore.

Oltre al labirinto, il parco offre anche altri giardini, come il giardino romantico, il giardino neoclassico e il giardino di cactus. Ci sono anche diverse fontane, statue e ponti che attraversano i vari giardini del parco. Il parco è un luogo ideale per una passeggiata tranquilla, per godere della natura e per fare una pausa dalla frenesia della città. È anche un luogo popolare per le foto di matrimonio e per le famiglie che cercano un posto dove i bambini possano giocare e divertirsi.

Il Parco del Labirinto di Horta è aperto tutto l'anno, ma gli orari di apertura variano a seconda della stagione. L'ingresso al parco è a pagamento, ma l'accesso al labirinto è gratuito.

Come arrivare al parco del Labirinto di Horta
Per raggiungere il Parc del Laberint d'Horta, si possono prendere i mezzi pubblici o un taxi. Il parco si trova nel quartiere Horta-Guinardó di Barcellona e la stazione della metropolitana più vicina è Mundet, sulla linea 3. Da lì, l'ingresso del parco dista circa 10-15 minuti a piedi.
In alternativa, puoi prendere l'autobus numero 27 o 60 e scendere alla fermata "Pg. dels Castanyers - Pl. dels Jardins d'Horta", che dista pochi minuti a piedi dall'ingresso del parco. Il parcheggio vicino al parco può essere difficile, quindi si consiglia di prendere i mezzi pubblici se possibile.

I quartieri (Barrios) di Barcellona da visitare

Barcellona è una città dalle mille facce. Basta infatti passeggiare tra i suoi quartieri per renderti conto di quanto diversa possa essere a seconda del barrio in cui ti troverai. Ho pensato quindi che una lista dei barrios (quartieri) principali di Barcellona potrebbe aiutarti anche nell'orientamento in città.

Strade di Barcellona

Barrio Gotico

Il Barrio Gotico è uno dei quartieri più antichi e affascinanti di Barcellona, situato nel cuore della città. Il quartiere è caratterizzato da stradine strette e tortuose, piazze accoglienti e antiche chiese gotiche.

Il Barrio Gotico di Barcellona ha una storia millenaria, risalente all'epoca romana. Il quartiere è stato costruito attorno al tempio di Augusto, che si trova ancora oggi nella zona. Nel corso dei secoli, il Barrio Gotico ha subito molte trasformazioni, con l'aggiunta di nuovi edifici e monumenti. Nel XIX secolo, il quartiere è stato oggetto di un importante restauro, che ha portato alla ricostruzione di molti edifici in stile gotico. Oggi, il Barrio Gotico è una delle principali attrazioni turistiche di Barcellona, grazie alla sua architettura antica e alla sua atmosfera unica.

Tra i principali punti di interesse da visitare nel Barrio Gotico ci sono:

  • Cattedrale di Barcellona: situata nella piazza principale del quartiere, la Cattedrale di Barcellona è un imponente edificio gotico del XIV secolo, con una facciata decorata e un campanile alto 70 metri. Al suo interno si trovano numerose cappelle e opere d'arte, tra cui il coro del XV secolo.
  • Plaça del Rei: una delle piazze più antiche e suggestivi del Barrio Gotico, situata vicino alla Cattedrale. La piazza ospita numerose costruzioni medievali, tra cui il Palau Reial Major, il Saló del Tinell e la Capella Reial de Santa Àgata.
  • Museo di Storia di Barcellona: situato nel Palau de la Generalitat, il Museo di Storia di Barcellona offre una panoramica della storia della città, dall'epoca romana all'età contemporanea. Il museo ospita anche una sezione dedicata alla storia del Barrio Gotico.
  • Plaça Sant Jaume: situata nel cuore del Barrio Gotico, la Plaça Sant Jaume è la sede del governo catalano e del Comune di Barcellona. La piazza ospita anche due importanti edifici storici, il Palau de la Generalitat e il Palau del Lloctinent.
  • Chiesa di Santa Maria del Pi: una delle più antiche chiese del Barrio Gotico, situata nella piazza omonima. La chiesa risale al XIV secolo ed è caratterizzata da una facciata gotica decorata e da un grande rosone.
  • Museo Picasso: situato nel quartiere El Born, il Museo Picasso ospita una vasta collezione di opere dell'artista, tra cui dipinti, disegni, sculture e ceramiche. Il museo è stato aperto nel 1963 e si trova in un edificio gotico del XIII secolo.
Placa Reial barcellona

El Raval

Il Barrio El Raval è uno dei quartieri più multietnici e vivaci di Barcellona, situato tra la famosa Rambla e la lunga via di Paral-lel. Il quartiere è noto per la sua atmosfera alternativa e per le numerose attrazioni culturali che offre. Il Barrio El Raval di Barcellona ha una storia lunga e complessa. Il quartiere ha avuto origine nel XIV secolo, quando la peste nera ridusse la popolazione di Barcellona da 30.000 a 20.000 abitanti. L'imperatore Pietro III ordinò la costruzione di una nuova cinta muraria per proteggere la città e il quartiere del Raval, che all'epoca si trovava al di là del torrente La Rambla.

Il Raval divenne noto come un quartiere povero e malfamato, popolato da immigrati e lavoratori. Nel corso dei secoli, il quartiere ha subito molte trasformazioni, con la costruzione di nuovi edifici e la demolizione di altri. Negli anni '80 e '90, il Raval è stato oggetto di un importante processo di riqualificazione urbana, che ha portato alla creazione di nuovi spazi pubblici e alla ristrutturazione di molti edifici storici.

Oggi, il Raval è un quartiere multiculturale e vivace, noto per la sua vita notturna e per le numerose attrazioni culturali che offreTra i principali punti di interesse da visitare nel Barrio El Raval si trovano:

  • MACBA (Museo de Arte Contemporáneo de Barcelona), un museo dedicato all'arte contemporanea con una vasta collezione di opere di artisti spagnoli e internazionali.
  • CCCB (Centro de Cultura Contemporánea de Barcelona), un centro culturale che ospita mostre d'arte, concerti, spettacoli teatrali e altre attività culturali.
  • Mercato de la Boqueria, uno dei mercati più famosi di Barcellona, noto per la sua vasta selezione di prodotti freschi e locali.
  • Antic Hospital de la Santa Creu, un antico ospedale che oggi ospita la Biblioteca de Catalunya.
  • Chiesa e Monastero di Sant Pau del Camp, un'antica chiesa romanica risalente al X secolo.
  • Palazzo Güell, un edificio modernista progettato da Antoni Gaudí.
  • Museo Marittimo, un museo dedicato alla storia marittima di Barcellona e alla navigazione
Barrio Raval Barcellona

El Call

El Call, o Barrio Gótico Ebraico, è il quartiere ebraico medievale di Barcellona. Il quartiere si trova nel cuore del Barrio Gótico, tra la Cattedrale di Barcellona e il Museo di Storia di Barcellona.

El Call risale al XIII secolo, quando la comunità ebraica di Barcellona era una delle più importanti d'Europa. Il quartiere era noto per le sue strade strette e tortuose, le case con cortili interni e le sinagoghe. Nel 1391, il quartiere fu oggetto di un pogrom antisemita, durante il quale molte case e sinagoghe furono distrutte e molti ebrei furono uccisi o costretti a convertirsi al cristianesimo.

Nel corso dei secoli, il quartiere ha subito molte trasformazioni, con la costruzione di nuovi edifici e la demolizione di altri. Nel XX secolo, il quartiere è stato oggetto di un importante processo di riqualificazione urbana, che ha portato alla creazione di nuovi spazi pubblici e alla ristrutturazione di molti edifici storici.

Oggi, El Call è un quartiere tranquillo e pittoresco, noto per le sue strade acciottolate, le botteghe artigiane e le numerose attrazioni culturali che offre. Tra i principali punti di interesse da visitare nel quartiere si trovano:

  • Sinagoga Maggiore di Barcellona, una delle sinagoghe medievali meglio conservate d'Europa.
  • Centro di Interpretazione del Call, un centro culturale che offre informazioni sulla storia del quartiere e sulla cultura ebraica.
  • Museo di Storia di Barcellona, che ospita reperti archeologici e opere d'arte che raccontano la storia della città, compresa quella del quartiere ebraico.
  • Plaça Sant Felip Neri, una piccola piazza che ospita una chiesa barocca e che fu oggetto di un bombardamento durante la Guerra Civile spagnola.

Barrio de Gràcia

Il barrio de Gracia a Barcellona è un'area storica e caratteristica situata a nord del centro città. Originariamente un villaggio indipendente, Gracia fu incorporata nella città di Barcellona nel 1897. Oggi, il quartiere è noto per la sua atmosfera bohémien, i suoi negozi locali, i bar e i ristoranti alla moda, ma anche per le sue attrazioni turistiche.

Il quartiere di Gracia è noto per i suoi caffè all'aperto, i suoi negozi di artigianato e le sue boutique di moda indipendenti. Le principali vie dello shopping includono Carrer Gran de Gracia e Carrer d'Asturies. Gracia è anche famosa per le sue feste e celebrazioni, tra cui la Festa Major de Gracia, una festa di strada annuale che si tiene ad agosto e che vede le strade del quartiere decorare le loro facciate con temi creativi e originali.

Tra le principali attrazioni del quartiere ci sono i seguenti posti:

  • Parc Güell: un parco pubblico progettato dall'architetto modernista Antoni Gaudí, caratterizzato dalle sue forme organiche, i mosaici colorati e le vedute panoramiche sulla città.
  • Casa Vicens: una delle prime opere di Gaudí, situata in Carrer de les Carolines, 20-26. La casa è stata recentemente restaurata e aperta al pubblico.
  • Plaça del Sol: una delle piazze più famose del quartiere, caratterizzata dalla sua atmosfera bohémien, i bar all'aperto e i negozi.
  • Plaça de la Vila de Gracia: una piazza centrale del quartiere, circondata da edifici storici e caratterizzata dalla sua fontana centrale.
  • Casa Ramos: un edificio modernista situato in Carrer Gran de Gracia, 95, caratterizzato dalle sue decorazioni in ferro battuto e dalle sue forme organiche.
  • Carrer Gran de Gracia: la principale via dello shopping del quartiere, caratterizzata dai suoi negozi di moda indipendenti, caffè e ristoranti.
  • Casa Ramos i Trias: un altro edificio modernista situato in Carrer Gran de Gracia, 102, caratterizzato dalle sue forme organiche e dalle sue decorazioni in ceramica.
Passeig de Gracia

Barrio El Born e La Ribera

Il Barrio del Born, o semplicemente El Born, è un quartiere molto popolare di Barcellona, situato nel centro storico della città, a nord della Cattedrale di Santa Maria del Mar. Il quartiere è noto per la sua architettura medievale, i suoi musei, i suoi negozi alla moda e i suoi bar e ristoranti.

La storia del Born risale al XIII secolo, quando fu costruita la chiesa di Santa Maria del Mar, una delle principali attrazioni del quartiere. Nel corso dei secoli, il quartiere è stato sede di mercati, fiere, tornei e festival, e ha subito diverse trasformazioni architettoniche.

Oggi, il Born è un quartiere alla moda, famoso per i suoi negozi di moda indipendenti, i suoi bar alla moda e i suoi ristoranti gourmet. Il quartiere ospita anche numerosi musei, tra cui il Museo Picasso, il Museo del Mammut, il Museo Europeo d'Art Modern e il Mercato del Born, un sito archeologico che ospita i resti della Barcellona medievale.

Ecco una lista dei posti principali da vedere nel Barrio del Born:

  • Santa Maria del Mar: una chiesa gotica del XIV secolo, considerata uno dei migliori esempi di architettura catalana.
  • Museo Picasso: un museo dedicato al celebre artista spagnolo Pablo Picasso, che ospita una vasta collezione di opere d'arte.
  • Mercato del Born: un sito archeologico che ospita i resti della Barcellona medievale, tra cui una parte della città distrutta durante la Guerra di successione spagnola.
  • Passeig del Born: una delle principali strade del quartiere, caratterizzata da caffè all'aperto, negozi di moda indipendenti e ristoranti.
  • Museo del Disseny: un museo dedicato al design e all'arte applicata, che ospita una vasta collezione di oggetti di design.
  • Museo del Cioccolato: un museo dedicato alla storia e alla produzione del cioccolato, con degustazioni e workshop.
  • Palau de la Música Catalana: un auditorium modernista situato in Carrer Palau de la Música, 4-6, caratterizzato dalle sue decorazioni in mosaico e dalle sue forme organiche.
  • Carrer de Montcada: una delle principali strade del quartiere, caratterizzata dalle sue case nobiliari medievali e rinascimentali.
  • Centro Culturale Born: un mercato modernista trasformato in museo che ospita i resti della città scomparsa sotto le bombe.
  • Els Quatre Gats: un caffè storico frequentato da artisti e intellettuali, tra cui Pablo Picasso.
Barrio El Born Barcellona

Quartiere Poblenou

Poblenou è un quartiere di Barcellona situato nel distretto di Sant Martí, a nord-est del centro storico della città. Il quartiere ha una lunga storia industriale, essendo stato uno dei principali centri manifatturieri della città nel XIX secolo. Oggi, Poblenou è un quartiere vivace e cosmopolita, noto per la sua animata vita notturna, i suoi ristoranti e i suoi negozi di design. Tra i principali punti di interesse da visitare nel quartiere si trovano:

  • Rambla del Poblenou, una lunga strada pedonale che attraversa il quartiere e che è nota per i suoi negozi, bar e ristoranti.
  • Torre Agbar, un grattacielo di vetro e acciaio alto 144 metri, progettato dall'architetto francese Jean Nouvel.
  • Museo del Disseny, un museo dedicato al design e all'arte contemporanea, che ospita una vasta collezione di oggetti di design e di arte moderna.
  • Mercato del Poblenou, un mercato coperto che offre una vasta selezione di prodotti freschi e locali, tra cui frutta, verdura, carne e pesce.

Poblenou è anche sede di molti festival e eventi culturali durante tutto l'anno, come il Festival di Sant Jordi e il Festival di Primavera Sound.

Barrio Poblenou

Montjuïc

Montjuïc è una collina situata nel centro di Barcellona, che offre una vista panoramica spettacolare sulla città e sul mare. La collina è famosa per le sue attrazioni turistiche, tra cui parchi, musei, monumenti e castelli. Consiglio di dedicare l'ultimo giorno alla collina e al parco per riposarti dai giorni precedenti passati nei quartieri affollati del centro.

Tra le attrazioni principali di Montjuïc ci sono:

  • Il Castello di Montjuïc: un antico castello risalente al XVII secolo, che offre una vista panoramica sulla città e sul mare. Il castello è stato utilizzato come prigione durante il regime franchista e oggi ospita un museo militare.
  • Il Parco di Montjuïc: un grande parco pubblico che offre una vista panoramica sulla città e sul mare. Il parco è famoso per i suoi giardini, le fontane e le sculture e la vista stupenda su Barcellona.
  • La Fontana Magica: una grande fontana illuminata che offre uno spettacolo di luci e suoni ogni sera. Lo spettacolo è gratuito. Al momento, Giugno 2023, la fontana è poco magica perchè a causa della siccità gli spettacoli d'acqua sono cancellati. Per conoscere però gli orari (quando tornerà attiva): orario degli show della Fontana Magica
  • Il Palau Nacional: un grande palazzo che ospita il Museo Nazionale d'Arte della Catalogna (MNAC). Il museo è famoso per la sua collezione di arte romanica e gotica.
  • Il Poble Espanyol: un villaggio spagnolo in miniatura che ospita negozi, ristoranti e bar. Il villaggio è stato costruito per l'Esposizione Universale del 1929 e rappresenta le diverse regioni della Spagna. L'ingresso costa €11 ed è un posto molto carino dove portare i bambini. Compra il biglietto per il Poble Espanyol.

Per raggiungere Montjuïc è possibile prendere la funicolare da Paral·lel o l'autobus numero 150 da Plaça d'Espanya. In alternativa, è possibile camminare fino alla cima della collina (circa 5/10 minuti).

Per godere al meglio della visita a Montjuïc consiglio di arrivare presto al mattino per evitare le folle e godere della vista panoramica sulla città. Inoltre pianifica la visita con attenzione in modo da poter vedere tutte le attrazioni principali, e di tenere conto del tempo necessario per spostarsi da un punto all'altro della collina.

Montjuic Barcellona vista

Barceloneta e la città olimpica

Barceloneta è un quartiere di Barcellona situato sulla costa, a sud del centro storico della città. Il quartiere è noto per la sua lunga spiaggia di sabbia, le sue strade strette e pittoresche e la sua animata vita notturna.

La storia di Barceloneta risale al XVIII secolo, quando il quartiere fu creato per ospitare i pescatori della città. Il quartiere fu progettato con un'architettura tipica del periodo, con case basse, strade strette e cortili interni. Nel corso degli anni, il quartiere è stato oggetto di importanti trasformazioni, con la costruzione di nuovi edifici e la creazione di nuovi spazi pubblici.

Uno dei principali punti di interesse da visitare a Barceloneta è la spiaggia, che è molto frequentata da turisti e residenti durante i mesi estivi. La spiaggia offre una vasta gamma di servizi, tra cui bar, ristoranti, noleggio di attrezzature sportive e bagnini.

Un altro luogo da visitare a Barceloneta è la città olimpica, che fu costruita in occasione dei Giochi Olimpici del 1992. La città olimpica si trova a nord di Barceloneta e comprende una serie di strutture sportive e culturali, tra cui lo Stadio Olimpico, il Palazzo dei Congressi, il Museo Nazionale d'Arte della Catalogna e il Villaggio Olimpico.

Oltre alla spiaggia e alla città olimpica, a Barceloneta ci sono molti altri luoghi interessanti da visitare, come il Mercato di Barceloneta, un mercato coperto che offre una vasta selezione di prodotti freschi e locali, e il Museo di Storia della Catalogna, che racconta la storia della Catalogna dalla preistoria ai giorni nostri.

Spiaggia della Barceloneta

Cosa vedere a Barcellona con i bambini

Barcellona è una città vibrante e piena di vita, con molte attrazioni per i turisti di tutte le età. Se si viaggia con i bambini, è importante trovare attività che li tengano impegnati e divertiti.

Fortunatamente, ci sono molte cose da fare a Barcellona con i bambini, dalle visite ai parchi e ai musei, ai luoghi di interesse storico e culturale. In questo paragrafo, esploreremo alcune delle migliori attività da fare con i bambini a Barcellona. Ecco 5 cose divertenti da fare a Barcellona con i bambini:

Parco Guell

Il Parc Guell è un luogo fantastico da visitare con i bambini a Barcellona. Questo parco stravagante è pieno di mosaici colorati, sculture uniche e disegni giocosi che cattureranno l'immaginazione dei bambini di tutte le età. Il parco offre anche molti spazi aperti per far correre e giocare i bambini, oltre a diversi parchi giochi e aree picnic.

Uno dei punti salienti del parco per i bambini è la scultura del drago all'ingresso, che è diventata un simbolo iconico di Barcellona. I bambini ameranno anche esplorare i sentieri tortuosi e gli angoli nascosti del parco, pieni di sorprese e scoperte. Un'altra attività divertente per i bambini è salire in cima al parco e godersi la vista panoramica della città. La salita può essere un po' ripida, ma ne vale la pena per la vista mozzafiato.

Visita l'Aquarium di Barcellona

L'Aquarium di Barcellona è uno dei più grandi d'Europa e offre la possibilità di vedere numerose specie marine. I bambini adoreranno camminare attraverso il tunnel sottomarino e vedere gli squali nuotare sopra di loro.

L'Acquario di Barcellona si trova nella zona del Port Vell, dietro il centro commerciale Maremagnum, ed è composto da 35 vasche che ospitano oltre 11.000 pesci di circa 450 specie diverse.

La durata della visita all'acquario è di circa 1-2 ore.

COMPRA IL BIGLIETTO PER L'ACQUARIO DI BARCELLONA
Il costo del biglietto ordinario per l'Acquario di Barcellona è di €25, mentre i bambini dai 5 ai 10 anni pagano €18 e quelli dai 3 ai 4 anni 10 €.
I bambini al di sotto dei 3 anni entrano gratis. Sono disponibili anche pacchetti famiglia a 88€ per 4 adulti (maggiori di 11 anni) e 75€ per 2 adulti e 2 bambini dai 5 ai 10 anni. Conviene comprare il biglietto salta la coda per entrare subito ad orario prescelto. Compra il biglietto salta la coda per l'Acquario di Barcellona.

Visita il Museo del Cioccolato

Questo museo delizierà i bambini con la possibilità di vedere come viene fatto il cioccolato e di assaggiare diverse varietà.

Il Museo del Cioccolato di Barcellona, noto anche come Museu de la Xocolata, è un museo interattivo dedicato al cioccolato e alla sua storia. Si trova nel quartiere di El Born, in Carrer del Comerç 36, in un edificio storico del XVIII secolo che in passato era il convento di Sant'Agustí.

La storia del cioccolato a Barcellona risale all'arrivo di Cristoforo Colombo all'inizio del XVI secolo. Al ritorno dal Nuovo Mondo, Colombo presentò al re Ferdinando e alla regina Isabella una varietà di tesori esotici, tra cui i semi di cacao. Questi fagioli furono poi usati per creare un nuovo tipo di bevanda che divenne rapidamente popolare tra la nobiltà spagnola.

Nel corso del tempo, il cioccolato è diventato più ampiamente disponibile e la sua popolarità si è diffusa a Barcellona e nel resto d'Europa. Il museo offre una varietà di attività interattive, tra cui la possibilità di osservare la lavorazione del cioccolato, partecipare a laboratori di cioccolato e gustare il cioccolato artigianale prodotto in loco. Inoltre, il museo ospita anche mostre temporanee e permanenti sull'evoluzione storica del cioccolato e sulla sua importanza culturale

Il costo del biglietto per il Museo del Cioccolato di Barcellona è di 6€ per gli adulti e 5€ per gli studenti e i bambini dai 7 ai 12 anni. I bambini al di sotto dei 7 anni entrano gratuitamente. Sono disponibili anche sconti per gruppi e famiglie [1][2].

Tibidabo Amusement Park

Situato sulla cima di una montagna, Tibidabo offre una vista panoramica sulla città e numerose attrazioni per i bambini, tra cui un grande parco giochi e una ruota panoramica. Il Parco divertimenti del Tibidabo è uno dei più antichi parchi divertimenti del mondo ancora in funzione.
Il parco è stato costruito nel 1899 da Salvador Andreu, un farmacista spagnolo, e inaugurato nel 1905. Il parco si estende su una superficie di 7 ettari e offre oltre 30 attrazioni, tra cui il Free Fall Ride e le grandi montagne russe, che offrono una vista panoramica di Barcellona. Il parco dispone anche di una funivia che porta i visitatori sulla montagna, da dove si può godere di una vista mozzafiato sulla città e sul mare. Il parco ha qualcosa per tutti i gusti, dalle giostre emozionanti alle attrazioni per famiglie, che lo rendono una destinazione popolare sia per i turisti che per gli abitanti del luogo.

Per prenotare i biglietti: Parco divertimenti Tibidabo

Come arrivare al parco divertimenti Tibidabo
Per raggiungere il Parco divertimenti del Tibidabo, è possibile utilizzare una combinazione di mezzi pubblici e funicolare.
Prendi la linea L7 (linea marrone) del treno Ferrocarrils de la Generalitat (FGC) dalla stazione di Plaça Catalunya o Provença fino alla stazione di Avinguda Tibidabo. Da lì, prendi la funicolare (Tramvia Blau) fino alla stazione di Plaça del Doctor Andreu. Alla stazione di Plaça del Doctor Andreu, prendi la funicolare del Tibidabo, che ti porterà direttamente all'ingresso del parco divertimenti. La funicolare è attiva solo nei fine settimana e nei giorni festivi da febbraio a dicembre, e tutti i giorni nei mesi di luglio e agosto.

In alternativa, puoi prendere l'autobus T2A da Plaça Catalunya fino alla fermata finale, che si trova vicino alla stazione della funicolare del Tibidabo. Da lì, prendui la funicolare fino all'ingresso del parco divertimenti.
Ricorda che la funicolare e il Tramvia Blau hanno orari limitati e potrebbero non funzionare in alcuni periodi dell'anno, quindi si consiglia di controllare gli orari prima di pianificare il viaggio.

Il Museo del Mammut

Il Museo del Mammut di Barcellona è un piccolo museo dedicato all'era glaciale e ai mammut che vissero in quel periodo. La collezione del museo comprende fossili, ossa e repliche di animali preistorici, oltre a mostre interattive che permettono ai visitatori di conoscere la vita e l'habitat dei mammut. Uno dei punti di forza del museo è la riproduzione a grandezza naturale di un mammut lanoso, che si può toccare ed esplorare da vicino.

Il museo si trova nel Quartiere La Ribera e il prezzo d'ingresso è di 7,50 euro per l'ingresso generale, 3,50 euro per i bambini sotto i 15 anni e gli over 65, e gratuito per i bambini sotto i 5 anni. Il museo è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 20:00, ed è chiuso il lunedì e alcuni giorni festivi.

Poble Espanyol

Montjuïc sarà sicuramente uno dei luoghi di Barcellona che visiterai, quindi se viaggi con dei bambini assicurati di visitare il Poble Espanyol. Tradotto letteralmente in "città spagnola", il Poble Espanyol è un museo a grandezza naturale di villaggi tradizionali spagnoli. È stato costruito per l'Esposizione Internazionale di Barcellona del 1929 e vale la pena visitarlo ancora oggi.

L'intero progetto è stato concepito per promuovere la ricchezza architettonica e culturale del Paese. Potrai passeggiare nel museo all'aperto, che conta 117 edifici che rappresentano diverse regioni della Spagna.
Ciò che rende il Poble Espanyol un'attrazione turistica di Barcellona così popolare è la sua capacità di trasportare in altri territori del Paese permettendo di esplorare l'architettura distinta di ogni luogo. Il villaggio inoltre ospita concerti, festival cinematografici, spettacoli di flamenco e molto altro. vicinissimo troverai anche il Museo Fran Daurel, una collezione privata di opere di Picasso, Dalí, Miró, Chillida, Josep Guinovart e altri importanti artisti.
Il Poble Espanyol è una cosa divertente e conveniente, l'ingresso costa €11, da fare a Barcellona per le famiglie, quindi ti consiglio di prenotare i biglietti per saltare la fila.

Categorie , , ,

Disclaimer: In questo post, alcuni dei link forniti sono link di affiliazione, il che significa che posso guadagnare una commissione se si effettua un acquisto attraverso questi collegamenti. Tuttavia, ciò non comporta nessun costo aggiuntivo per te. Le commissioni che ricevo attraverso questi link di affiliazione aiutano a finanziare e supportare il mio blog, mantenendo così la sua indipendenza e la mancanza di sponsorizzazioni. Mi sforzo sempre di fornirti le migliori informazioni e consigli possibili, basati sulla mia esperienza e ricerca personale. Mi preme sottolineare che il tuo sostegno è fondamentale per mantenere vivo questo blog e continuare a fornirti contenuti di qualità. Grazie per il tuo supporto!

Scritto da Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio dal 2011. Attualmente a bordo di un van. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Scrivo delle destinazioni che visito. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America sul sito dedicato Kipepeo Experience.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a [email protected] e verranno immediatamente rimosse.

Copyright © 2011-2023
Viaggiare Low Cost - Di proprietà di Giulia Raciti - P. IVA 03630400830
crosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram