Cosa vedere a Madrid in 3 giorni - Un itinerario completo con mappe

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Madrid in 3 giorni e non sai cosa dovresti includere in itinerario e cosa no, non temere! In questa guida troverai un itinerario dettagliato giorno per giorno, con mappe, su tutte le cose da non perdere a Madrid in 3 giorni . Se ami i musei sarai felice di sapere che Madrid ospita alcuni dei migliori del mondo. Se vuoi entrare nel vivo della vita locale allora non esitare a perderti tra le vie dei suoi quartieri pieni di vita dalla mattina a notte inoltrata. Ami la storia e la cultura? Madrid offre una varietà di attività culturali seconde a nessuno. Qualsiasi siano le tue intenzioni di viaggio Madrid saprà come soddisfarle e con questo itinerario te lo dimostrerò!
Post pubblicato il: 12 Dicembre 2023
Scritto da: Giulia Raciti

Visitare Madrid in 3 giorni - Cosa vedere e come organizzare il tuo viaggio alla perfezione

Vado a Madrid con frequenza, visto che mia sorella e i suoi figli ci vivono, ed da quasi 10 anni ho l'opportunità di vivere questa città in prima persona più volte all'anno. Dalle numerose visite è scaturito questo itinerario per vedere Madrid in 3 giorni che concentra il meglio della città basato sulla mia esperienza in città accorpando le migliore cose da vedere se avete solo un weekend a disposizione

Se stai pensando a un viaggio a Madrid con questo itinerario di 3 giorni a Madrid otterrai una perfetta introduzione alla vivace capitale del Paese.

Molti viaggiatori spesso snobbano Madrid a favore di Barcellona o Siviglia in Andalusia, ma il centro storico di Madrid, ricco di numerose attrazioni e di un'ottima cucina e facilmente esplorabile a piedi, merita almeno 3 giorni!

Il celebre Triangolo d'Oro dell'Arte della città, con tre musei d'arte eccezionali, vale da solo un soggiorno, ma lo splendido Palazzo Reale di Madrid, i bellissimi giardini, il Parco El Retiro e i vivaci quartieri sono motivi ulteriori per visitare Madrid. C'è anche un'ampia scena di intrattenimento, che spazia da opzioni tradizionali come il flamenco a concerti musicali e festival culturali.

Nei tuoi tre giorni a Madrid troverai una miriade di cose da vedere e da fare. Se stai pianificando un viaggio nella capitale Spagnola, e ti stai chiedendo cosa vedere a Madrid in 3 giorni in questo post troverai un itinerario completo per scoprire il meglio della città.

Per completare la pianificazione del viaggio assicuratti di leggere anche: cosa vedere a Madrid (lista dettagliata dei posti da non perdere) e dove dormire a Madrid (una guida completa per scegliere il quartiere migliore dove soggiornare).

Dove dormire a Madrid

Scegliere dove alloggiare a Madrid significa anche scegliere il quartiere in cui stabilire la tua base. Senza alcun dubbio, le mie zone preferite di Madrid sono Malasaña, La Latina e Chueca. Questi quartieri attigui rappresentano insieme l'area più vibrante della città. Un tempo conosciuti come quartieri operai, oggi si sono trasformati in luoghi alla moda, ricchi di bar, ristoranti e affascinanti boutique hotel.

Ti consiglio di prenotare un alloggio in uno dei seguenti stabilimenti presenti in questi vivaci quartieri: l'Only You Boutique hotel,, situato in un bellissimo edificio del XIX secolo accuratamente rinnovato con camere davvero impressionanti; l'URSO Hotel, un hotel dal design unico e in una posizione centrale; o il Vinci the Mint hotel, un'opzione colorata e giovanile con stanze bellissime e un'ottima posizione. Mentre percorri le scale del Vinci The Mint Hotel, sarai accolto dal rinvigorente profumo di menta! Situato in modo conveniente su Gran vía, questo hotel si trova a pochi passi da Chueca e Malasaña.

Per esplorare i migliori quartieri di Madrid e trovare i più eccellenti hotel in varie categorie e prezzi, leggi la guida: Dove dormire a Madrid, guida ai quartieri ed i migliori hotel per ogni budget.

Cattedrale di Madrid

Cosa vedere a Madrid in tre giorni - L'itinerario perfetto per la tua prima volta nella capitale spagnola

A Madrid si comincia la mattina e non si sa quando si rientra.  Puoi vedere Madrid in 3 giorni a condizione che sia pronto a camminare tanto e passare buona parte delle giornate fuori. La giornata sarà lunga e la notte è così viva e divertente che sarebbe un peccato andare a dormire presto.

Le cose da vedere sono tantissime, anche quelle da mangiare se è per questo, quindi non ti preoccupare se tra una visita e l'altra sentirai l'impellente desiderio di fermarti e spizzicare delle tapas! A Madrid si mangia e si beve dovunque e a qualsiasi ora.

Scopriamo cosa vedere a Madrid in tre giorni se è la tua prima volta in città, con questo itinerario scoprirai il meglio della città!

CONSIGLIO
Madrid è una città molto estesa e siccome la sua bellezza sta anche nei suoi quartieri una delle cose che mi piace fare in tutte le grandi città e capitali, e che ti consiglio di fare se è la prima volta che ci vai, è di usufruire del bus Hop on Hop off (il bus a due piani che segue circuiti con fermate nei luoghi di interesse con commenti in italiano). Puoi scegliere tra il biglietto di 1 o 2 giorni e due differenti circuiti: Madrid storica e la Madrid moderna. Il biglietto parte da €22.50 per 24 ore. Prenota il biglietto bus hop on hop off a Madrid.

Plaza Major Madrid

Visitare il centro di Madrid a piedi (itinerario con con mappa)

Madrid è una città che si visita prevalentemente a piedi.  Tutto è molto più vicino di quanto possa sembrare.
Ho quindi pensato un itinerario di un giorno da poter seguire autonomamente, trovi anche la mappa, che tocca i principali luoghi del centro.

Ti consiglio comunque di partecipare ad un free walking tour che in qualche ora ti fa scoprire parte delle destinazioni che copro in questo post con qualche informazione extra.  Un'altra cosa carina quest'anno ho notato andare molto di moda sono i tour in tuk tuk elettrici. Un modo divertente ed ecologico per scoprire i posti principali della capitale in 1, 2 o 3 ore (a partire da €85 per una ora per un gruppo di massimo 4 persone). Il tour si fa con autista/guida parlante spagnolo o inglese. Per maggiori informazioni, costi e prenotare il tour clicca qui.

Per agevolarti ho inserito tutti i luoghi menzionati in questa mappa! 

Giorno 1 a Madrid - Il centro di Madrid ed un walking tour autogestito

La scoperta di Madrid comincia dalla stazione metro Opera da dove raggiungerai Plaza de Oriente, via di ingresso al Palazzo Reale (se vuoi visitarlo ti consiglio di acquistare il biglietto salta la coda perchè l'attrazione è super popolare), i Giardini Sabatini, allestiti secondo uno schema geometrico con fontane e statue dei passati re spagnoli e la Cattedrale dell'Almudena, la cattedrale è anche il luogo dove l'attuale re e la regina di Spagna hanno celebrato il loro matrimonio

A 10 minuti a piedi dalla Cattedrale raggiungi Plaza Mayor, una storica piazza pedonale nel centro di Madrid che risale alla fine del 1500. La piazza è stata costruita durante il regno di Filippo III, oggi è circondata da edifici residenziali con oltre 200 balconi, bar e ristoranti. A Natale la piazza diventa un bellissimo mercatino di natale. La particolarità della piazza è data dai 9 archi che svolgono il ruolo di porta d'ingresso ai diversi quartieri della città.

Prosegui per Puerta del Sol, il punto centrale di Madrid dove portano tutte le strade della città. Qui ti imbatterai nel simbolo di Madrid, l'orso ed il corbezzolo - El Orso y el Madroño

Cerca anche il Chilometro 0,  una piccola targa che indica il punto 0 della rete stradale di Spagna. La targa si trova proprio fuori la Casa de Correos.

Curiosità - Perchè il simbolo di Madrid è un orso ed il corbezzolo
È probabile che il simbolo sia stato associato per la prima volta alla città durante il passato della Spagna come colonia romana.
All'epoca la zona era conosciuta come Ursalia: la Terra degli orsi. Si ritiene che questo nome si riferisse al gran numero di orsi che un tempo vagavano nelle foreste e nelle pianure. Queste creature venivano cacciate e catturate per essere utilizzate nei combattimenti tra loro che si svolgevano in tutto il regno. Ovviamente oggi gli orsi bruni non ci sono più a Madrid, ma non sono scomparsi del tutto dal Paese, si possono infatti trovare nelle regioni del nord delle montagne cantabriche delle Asturie.

Prosegui per Plaza de Cibeles, dove si trova il bellissimo Palacio de Cibeles, uno degli edifici più belli di Madrid.

L'ingresso è libero e dentro puoi vedere una biblioteca, un ristorante, un auditorium e persino un luogo confortevole per rilassarsi, leggere, lavorare o studiare! Bellissima la terrazza all'ultimo piano dove fare un aperitivo. Solitamente c'è molta fila per salire al bar, quindi conviene prenotare in anticipo.

In piazza si trova la Fuente de la Cibeles, che rappresenta la dea romana Cibele su un carro trainato da due leoni.
La dea e i leoni sono stati scolpiti nel marmo e il resto della fontana in pietra. La fontana è importante in città non solo per il valore artistico ma anche per la presenza di due condotte di acqua rimaste aperte fino al 1862. 

Fuente de la Cibeles

Prosegui fino alla Puerta de Alcalá vicino al Retiro.  La Puerta de Alcalá è una delle cinque porte che un tempo davano accesso alla città di Madrid.
Questa neoclassica struttura di granito si trova adiacente al Parco del Retiro di Madrid e al centro di un incrocio trafficato.

Qui ti consiglio di fare un salto al rooftop bar del Círculo de Bellas Artes, un bel bar con vista spettacolare su Madrid.  Concludi la giornata ad uno spettacolo in uno dei tanti teatri di Madrid, se non lo hai visto ti consiglio il musical del Re Leone, da prenotare con largo anticipo.

TOP TIP - Free walking tour e Massoneria a Madrid
Per orientarti in città, soprattutto se è la tua prima volta, ti consiglio vivamente di prendere parte ad un free walking tour con partenza da Puerta del Sol che ti fa scorprire il centro storico della città concludendosi al Palazzo Reale.
Prenota il free walking tour a Madrid (in italiano) Molto interessante è anche il tour sulla Massoneria a Madrid, città in cui si possono vedere molti simboli massonici. Il tour comincia a Puerta del Sol e termina al museo del Prado. Prenota il tour della Massoneria a Madrid

lavapies madrid

Giorno 2 a Madrid - I musei di Madrid: il Triangolo d'oro dell'Arte, la stazione Atocha ed il Parco El Buen Ritiro

Il secondo giorno a Madrid dedicalo ai suoi musei ed i suoi parchi.  Madrid è infatti particolarmente famosa per i suoi musei d'arte classica, tra cui il Museo Nacional del Prado che ospita una delle collezioni d'arte europee più importanti del mondo.

Gli amanti dell'arte in città troveranno pane per i loro denti. Essendo la lista museale madrilena piuttosto vasta in questo post mi limito a menzionare i tre principali musei dei Madrid che insieme danno vita al Triangolo d'oro dell'arte di Madrid, vista la vicinanza tra loro. :

  • il Museo del Prado
  • il Museo Reina Sofia
  • il Museo Thyssen-Bornemisza

RISPARMIA SUGLI INGRESSI AI MUSEI DI MADRID
Se avete intenzione di visitarli tutti e tre vi consiglio l'acquisto del Paseo del Arte Card che costa €35 ed include gli accessi ai tre musei.

Museo del Prado 

Il Museo del Prado è uno dei musei più importanti e famosi di Madrid e del mondo. Il museo ospita una vasta collezione di opere d'arte europee, con particolare attenzione all'arte spagnola, italiana e fiamminga del XVI al XIX secolo.

La collezione del museo comprende oltre 8.000 dipinti, 700 sculture e 12.000 disegni, tra cui opere di artisti famosi come Francisco de Goya, Diego Velázquez, El Greco, Peter Paul Rubens e Hieronymus Bosch. Da non perdsere l'opera Las Meninas di Velázquez la cui particolarità è che i personaggi dipinti guardano al di fuori del quadro, e le loro reazioni sono legate a ciò che vedono davanti a loro, ovvero noi! 

Il museo si trova in un edificio storico del XVIII secolo, progettato dall'architetto Juan de Villanueva, che è stato ampliato e ristrutturato nel corso degli anni per ospitare la vasta collezione del museo.

Consiglio
Se il tempo è poco ma non vuoi neanche perdere il meglio del museo ti consiglio vivamente di acquistare un biglietto salta la coda ed abbinarci una visita guidata.
In alternativa acquista il biglietto salta la coda per entrare subito e non perdere tempo aspettando. Il Prado è pur sempre il museo più popolare di Madrid!

Museo Reina Sofia

Il Museo Reina Sofia è uno dei principali musei di Madrid, dedicato all'arte moderna e contemporanea spagnola. Il museo è situato nel centro della città, vicino alla stazione ferroviaria di Atocha, e si trova in un edificio storico del XIX secolo che è stato ristrutturato e ampliato per ospitare la collezione del museo.
La collezione permanente del museo comprende opere di artisti spagnoli e internazionali, tra cui Pablo Picasso, Salvador Dalí e Joan Miró.

Il capolavoro del museo è il celebre dipinto di Picasso "Guernica". Il museo ospita anche mostre temporanee e una vasta biblioteca specializzata in arte moderna e contemporanea.Con una collezione di oltre 21.700 opere, non è facile sapere da dove cominciare ad esplorare il museo.
Se avete poco tempo a disposizione dirigetevi subito al secondo piano dell'edificio dove sono esposte le opere più famose del Museo Reina Sofia (opere di Dalí, Picasso, Miró, Magritte e altri). La collezione è organizzata in modo tematico e non per artista.

Usciti dal Reina Sofia prima di procedere per i prossimi musei fate un salto alla stazione di Atocha per vedere la piccola foresta costruita al suo interno.

Consiglio: Se, come me, non sei esperto d'arte e preferisci essere guidato ti consiglio di prenotare una visita guidata di un'ora e mezza e lasciare che una guida autorizzata ti conduca tra le sale di questo splendido museo. Se preferisci fare da te compra il biglietto salta la coda (€12) per entrare subito ed evitare code.

Museo Thyssen-Bornemisza

Il Thyssen è una delle collezioni private di arte prevalentemente europea più straordinaria del mondo.  Il Museo Thyssen-Bornemisza è uno dei principali musei di Madrid, si trova nel centro della città, vicino al Museo del Prado e al Museo Reina Sofia.

La collezione permanente del museo comprende oltre 1.000 opere d'arte, che spaziano dal XIII al XX secolo, con particolare attenzione all'arte europea e americana del Rinascimento, del Barocco e del Rococò.

La collezione del museo è stata creata dalla famiglia Thyssen-Bornemisza, che ha raccolto opere d'arte di alta qualità per oltre un secolo, e comprende opere di artisti come Jan van Eyck, Sandro Botticelli, Rembrandt, Vincent van Gogh, Pablo Picasso, Kandinsky, Munch e Roy Lichtenstein. Il museo ospita anche mostre temporanee e una vasta biblioteca specializzata in arte e storia dell'arte.
Un museo strepitoso per chi vuole godere della storia dell'arte, che qui concentra il meglio.  Il biglietto standard costa €9 per adulto e €14 se vuoi anche l'audioguida. Puoi acquistarlo online a questo link.

Parco del Buen Ritiro

Dopo aver visitato i musei rilassati al Parco El Buen Ritiro che si trova poco distante dal Prado. Il Parco del Buen Retiro, conosciuto anche come El Retiro, è uno dei parchi più grandi e famosi di Madrid, situato nel centro della città.

Il parco è stato originariamente creato come giardino privato del re Filippo IV nel XVII secolo ed è stato aperto al pubblico nel 1868. Il parco si estende su circa 125 ettari ed è caratterizzato da ampi prati, giardini, fontane, laghi e padiglioni storici. Il parco è un luogo popolare per passeggiare, fare jogging, fare picnic e godersi la natura.

Tra le attrazioni del parco ci sono il Palacio de Cristal, un padiglione in vetro e ferro costruito nel 1887, e lo stagno del Retiro, dove è possibile noleggiare barche a remi. Il parco è anche un importante centro culturale e ospita spesso eventi, concerti e mostre d'arte.

Parco El Ritiro di Madrid

Giorno 3 a Madrid - I quartieri di Madrid e tramonto al tempio di Debod

Oggi puoi dedicare la giornata alla scoperta dei quartieri di Madrid che non hai visto nei giorni precedenti, se prosegui nella lettura trovi la lista dei quartieri della città da non perdere, e concediti una Cerveza con tapas o un bel piatto di jamon (prosciutto).

Oggi ti consiglio di prendere il bus hop on hop off di Madrid per un ultimo giro completo della città che vi permetterà di focalizzarvi sui quartieri che preferite e salutare la città "dall'alto".

Su consiglio di un lettore del blog (grazie Igor!) includo come parte finale del terzo giorno il tramonto il tempio di Debod ad un quarto d'ora dai giardini Sabatini che con la luce del tramonto si trasforma in un posto magico. Concludi i tre giorni a Madrid con questa vista e regalati l'ultima notte di movida (se hai ancora le forze!) o una sostanziosa cena in uno dei tanti locali di Calle de la Cava Baja (La Latina).

Tempio di Debod Madrid

I principali quartieri (barrios) di Madrid

L'essenza di Madrid si riassume nei suoi quartieri, gli uni differenti dagli altri. Dalle strade sofisticate per chi ama lo shopping e quelli hippy che esplodono di colori o quelli multiculturali. I barrios rendono Madrid una città tanto unica ed amata da chi la visita, ma anche da chi ci vive.

Dei tanti quartieri menziono quelli che secondo me dovresti visitare per scoprire lati della città che si possono vivere più che vedere.

Mappa quartieri Madrid
Puoi scaricarla su EsMadrid.com

Sol

Puerta del Sol è una delle più grandi attrazioni della città, tutta la zona circostante si chiama esattamente come la piazza. Il Barrio Sol è un quartiere centrale di Madrid appartenente al distretto di Centro. È un'area molto frequentata dai turisti, grazie alla sua posizione strategica vicino alla famosa piazza di Puerta del Sol, che è considerata il centro geografico della Spagna.

Il quartiere è caratterizzato da una grande varietà di negozi, ristoranti, bar e caffè, che attirano un gran numero di visitatori. Inoltre, il Barrio Sol ospita alcuni dei principali punti di interesse della città, tra cui la Plaza Mayor, la Catedral de la Almudena e il Palacio Real. Il quartiere è anche noto per la sua vita notturna, con numerose discoteche e bar che offrono musica dal vivo e intrattenimento.

Chueca

Il Barrio Chueca è un quartiere alla moda e inclusivo di Madrid, noto per la sua vita notturna, i negozi di moda, i ristoranti e la comunità LGBTQ+. Il quartiere prende il nome dallo scrittore spagnolo Federico Chueca, ed è stato al centro della scena gay di Madrid dagli anni '80.

Il quartiere è caratterizzato da strade strette e edifici colorati, con una grande varietà di negozi di moda, bar e ristoranti che offrono cucina internazionale e cibo di strada. Il Barrio Chueca ospita anche numerose attrazioni culturali, tra cui il Museo del Romanticismo, che offre una collezione di opere d'arte e oggetti d'antiquariato del periodo romantico, e il Teatro Infanta Isabel. Il quartiere è noto per la sua atmosfera inclusiva e aperta, che lo rende un luogo unico e affascinante da visitare.
Chueca offre un'ottima scelta di negozi indipendenti per fare shopping, tantissimi piccoli piccoli musei e numerosi bar di tapas, oltre che una vita notturna molto vivace. 

Chueca Madrid

Malasaña

Malasaña, con Chueca, è un altro dei quartieri più vivaci ed divertenti di Madrid. Malasaña ha ancora una ricca storia che vale la pena esplorare.

Il Barrio Malasaña è un quartiere alla moda e bohemien di Madrid, noto per la sua vita notturna, i negozi di moda indipendenti e i ristoranti alternativi. Il quartiere prende il nome dal giovane rivoluzionario spagnolo del XIX secolo, Manuela Malasaña, che ha partecipato all'assedio di Madrid contro le truppe francesi. Qui si trova infatti la sua piazza principale, Plaza Dos de Mayo, che fu il luogo di un'epica battaglia in cui i madrileni sconfissero le forze di Napoleone il 2 maggio 1808.

Il quartiere è caratterizzato da strade strette e tortuose, edifici colorati e murales d'arte urbana. Il Barrio Malasaña ospita anche numerose attrazioni culturali, tra cui il Teatro Lara, che offre spettacoli di teatro alternativo, e il Mercado de San Ildefonso, un mercato coperto che offre una vasta selezione di cibo di strada e bevande.

Salamanca

Il Barrio Salamanca è uno dei quartieri più esclusivi di Madrid, noto per le sue boutique di lusso, i ristoranti gourmet e le ambasciate straniere. Il quartiere prende il nome dallo storico politico spagnolo José de Salamanca y Mayol, che ha commissionato la costruzione del quartiere nel XIX secolo.

Il quartiere è caratterizzato da ampie strade alberate, edifici eleganti e parchi tranquilli come il Parque de El Retiro. Il Barrio Salamanca ospita anche numerose attrazioni culturali, tra cui il Museo Lázaro Galdiano, che ospita una vasta collezione di opere d'arte e oggetti d'antiquariato, e il Palacio de los Deportes, un'arena multifunzione che ospita concerti e eventi sportivi. Il quartiere è anche un luogo popolare per fare shopping, con boutique di alta moda come Chanel, Gucci e Prada che si trovano sulla famosa "Milla de Oro".

La Latina

Il Barrio La Latina è un quartiere storico di Madrid situato nel centro della città, a sud della Gran Via e ad est del Palacio Real. Il quartiere è noto per la sua vita notturna, con numerosi bar e ristoranti che offrono tapas e bevande. Il quartiere è anche famoso per il suo mercato delle pulci, El Rastro, che si tiene ogni domenica mattina e attira molti visitatori. Il quartiere è caratterizzato da strade strette e tortuose, edifici storici e una grande varietà di negozi e boutique.

Il quartiere ospita anche diverse attrazioni turistiche, tra cui la chiesa di San Francisco el Grande, una delle più grandi chiese di Madrid, la Casa de la Villa, l'antico municipio di Madrid ed il museo di San Isidro, dedicato alla storia della città di Madrid, con particolare attenzione ai suoi primi abitanti e alla sua evoluzione nel corso dei secoli.
Il quartiere è affascinante perchè allo stesso tempo tradizionale e moderno, combinando una classica atmosfera spagnola con un tocco bohemien ed hipster. Le sue piazze pittoresche sono perfette per sedersi e godersi una tazza di caffè o un tinto de verano!

la latina madrid

Lavapiés

Parte di ciò che rende così grande Madrid è la sua fiorente comunità di immigrati, gran parte della quale vive nel quartiere di Lavapiés. Le influenze internazionali si possono vedere ovunque, in particolare nella varietà di ristoranti multiculturali del quartiere. 
Lavapiés è stato tradizionalmente un quartiere operaio e il suo patrimonio storico e culturale è ancora evidente nelle sue strade strette e tortuose e nei suoi edifici storici.

Il quartiere è stato oggetto di una riqualificazione urbana negli ultimi anni, con la creazione di nuovi spazi pubblici e la riapertura di vecchi edifici come il Mercato di San Fernando, che ospita un mercato alimentare e una serie di eventi culturali. Lavapiés è anche noto per la sua attiva comunità artistica e culturale, con una serie di gallerie d'arte e spazi espositivi che ospitano mostre e eventi culturali.

quartiere lavapies madrid

Huertas/Barrio de las Letras

Conosciuto con entrambi i nomi -questo quartiere ha tutto. È situato in posizione centrale, ma non attira tanti turisti come il vicino Sol, ed è un quartiere ricco di storia e di fascino. Il Barrio de las Letras è un quartiere storico di Madrid situato nel centro della città, tra la Puerta del Sol e il Paseo del Prado.

Il quartiere deve il suo nome alla grande quantità di scrittori e poeti che vi hanno vissuto durante il XVI e il XVII secolo, tra cui Miguel de Cervantes, Lope de Vega e Francisco de Quevedo. Il quartiere è caratterizzato da strade strette e tortuose, edifici storici e una grande varietà di bar, ristoranti e negozi. Tra le attrazioni del quartiere ci sono il Museo del Prado, il Museo Thyssen-Bornemisza e il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, tre dei musei più importanti di Madrid.

Il Barrio de las Letras è anche noto per la sua vita notturna, con numerosi bar e locali che offrono musica dal vivo e spettacoli. Qui si trova la casa dove morì lo scrittore spagnolo Miguel de Cervantes.

Chamberí (e la sua antica metropolitana)

Tra Moncloa e Salamanca, Chamberí è un quartiere residenziale e commerciale che non è cambiato molto nel corso degli anni.
Chamberí offre diverse belle piazze popolate da delizisi bar e ristoranti.

Visita la stazione della metropolitana di Chamberí, che dopo tanti anni in abbandono è stata riportata al suo antico splendore. La stazione di Chamberí è una stazione della metropolitana di Madrid situata nel quartiere di Chamberí. La stazione è stata inaugurata nel 1919 come parte della prima linea della metropolitana di Madrid ed è stata chiusa nel 1966 a causa dell'incompatibilità con i treni più lunghi. Nel 2008, la stazione è stata riaperta come museo della metropolitana di Madrid, consentendo ai visitatori di vedere l'architettura originale della stazione e di apprendere la storia della metropolitana di Madrid.

La stazione è stata preservata con tutti i suoi elementi originali, compresi i mosaici, le piastrelle e le pubblicità dell'epoca. La stazione di Chamberí è stata progettata dall'architetto Antonio Palacios ed è considerata uno dei migliori esempi di architettura della metropolitana di Madrid. L'ingresso è gratuito.

Categorie , ,

Disclaimer: In questo post, alcuni dei link forniti sono link di affiliazione, il che significa che posso guadagnare una commissione se si effettua un acquisto attraverso questi collegamenti. Tuttavia, ciò non comporta nessun costo aggiuntivo per te. Le commissioni che ricevo attraverso questi link di affiliazione aiutano a finanziare e supportare il mio blog, mantenendo così la sua indipendenza e la mancanza di sponsorizzazioni. Mi sforzo sempre di fornirti le migliori informazioni e consigli possibili, basati sulla mia esperienza e ricerca personale. Mi preme sottolineare che il tuo sostegno è fondamentale per mantenere vivo questo blog e continuare a fornirti contenuti di qualità. Grazie per il tuo supporto!

Scritto da Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio dal 2011. Attualmente a bordo di un van. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Scrivo delle destinazioni che visito. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America sul sito dedicato Kipepeo Experience.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a [email protected] e verranno immediatamente rimosse.

Copyright © 2011-2023
Viaggiare Low Cost - Di proprietà di Giulia Raciti - P. IVA 03630400830
crosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram