Consigli per visitare il Mar Morto in Giordania e cosa vedere nei suoi dintorni
  • Categoria dell'articolo:Giordania / Medio Oriente
  • Tempo di lettura:11 mins read
  • Ultima modifica dell'articolo:14/06/2021

Tutto quello che devi sapere per scoprire il Mar Morto. Dove dormire, come arrivare e cosa vedere nei suoi dintorni

Il Mar Morto è una delle tappe che tutti dovrebbero includere nel proprio viaggio in Giordania.  Con Petra ed il Wadi Rum, l’enorme lago – talmente tanto grade da essere chiamato mare –  a -400 metri sul livello del mare e con ha un tasso di salinità del 30% – è sicuramente uno dei posti che ti farà vivere un’esperienza incredibile: galleggiare senza fare alcuno sforzo. 

Il Mar Morto si trova a circa 1 ora da Amman e a 3,30 ore da Wadi Musa (per visitare Petra), segna il punto di inizio della bellissima strada panoramica la Strada dei Re ed è una piccola regione che offre tante attrazioni interessanti, oltre alle nuotate galleggianti!

Se ti interessa solo nuotare allora una notte è più che sufficiente, ma se vuoi scoprirne anche i dintorni te ne consiglio almeno due.  

Ho viaggiato in Giordania per poco più di un mese, che è tantissimo per un Paese così piccolo, e nel Mar Morto ho passato 5 giorni. Da questa esperienza è scaturito questo post che risponde alle domande più frequenti che ho ricevuto in questi anni. 

NOTA: Non hai bisogno di un mese per viaggiare in Giordania! Il Paese è davvero piccolo ed anche in 8 giorni puoi visitare i luoghi principali. Semplicemente a me è piaciuta così tanto da decidere di rimanere più del previsto!.

Leggi i post – Come organizzare un viaggio in Giordania e Come visitare Petra

Perchè si chiama Mar Morto?

Le condizioni climatiche in questa area, che si divide tra Giordania, Isreale e Cisgiordania,  possono diventare piuttosto estreme.  L’acqua è così ricca di sali e minerali che è impossibile per qualsiasi essere vivente sopravvivere.
Non ci sono microrganismi, nè piante e pesci nell’acqua.
In verità è anche difficile per l’essere umano che deve prestare attenzione anche semplicemente immergendosi nelle sue acque dove è consigliato sostare non più di 15 minuti! 

mar morto giordania

Dove dormire sul Mar Morto

Nel Mar Morto di Giordania gli hotel sono pochissimi, si trovano infatti prevalentemente dei Resort Spa con accesso alle spiagge (sotto capirai perchè menziono questo aspetto), più piscine e servizi SPA per i clienti.

Fuori dai resort non c’è un vero paese, potrai andare ad un piccolo centro commerciale con qualche ristorante e nient’altro.

I resort del Mar Morto non sono economicissimi, si parte da circa €120/150 a notte (ingresso alla spiaggia incluso), ma a conti fatti, dovendo alternativamente pagare gli ingressi alle spiagge, non si pagherebbe necessariamente meno dormendo in qualche città più distante.

Una notte solitamente è sufficiente se sei solo interessato a fare il bagno nel mar morto, ma se vuoi visitare i dintorni, che ti consiglio, allora prenota due notti in uno dei seguenti hotel:

  • Kempinsky Hotel *** SCELTA TOP – Il migliore in assoluto dell’area, con giardini, piscine ed accesso alla spiaggia sul mar morto.
  • Movenpick Resort Spa – Con il Kempinsky è l’hotel migliore sul mar morto, ha numerose piscine, bellissimi giardini, accesso al mar morto.
  • Hilton Dead Sea – La struttura è in una posizione fantastica, ha più piscine, accesso diretto al mar morto e 7 ristoranti
  • Dead Sea Marriot  – Un bell’hotel con tre piscine ed accesso alla spiaggia del Mar Morto.
  • Holiday Inn. Dead Resort ** Ottimo rapporto qualità/prezzo – Bel resort con tre piscine e numerosi ristoranti ed accesso alla spiaggia.

Come arrivare sul Mar Morto

In macchina – Il Mar Morto si trova a 45 minuti di macchina da Amman, ma se viaggi con auto a noleggio o con autista, ti consiglio di fare una deviazione per Madaba prima di arrivare al mare.
Questa deviazione richiede circa 1 ora e mezza, a cui aggiungere qualche ora per la visita della città.
Un taxi da Amman che porta direttamente al Mar Morto invece costa circa JD100.

In autobus – Un autobus del servizio turistico JETT parte dalla stazione degli autobus e porta ad Amman Beach. L’autobus pubblico che parte da Mujaharin fa risparmiare qualche JD ma visto che poi dovrai prendere un taxi il costo si equivale al servizio turistico.

Tour di gruppo – Questa è un’altra soluzione molto interessante. Puoi optare per il tour che include Madaba ed il Mar Morto (partenza e ritorno ad Amman) oppure ti consiglio a chi viaggia da solo. In particolare ti consiglio il tour di tre giorni che include anche Petra, il Wadi Rum ed Aqaba sul Mar Rosso.

Il mio consiglio

La Giordania è piccola e si viaggia davvero bene guidando, le strade sono pochissime e, a parte Amman, il traffico inesistente. Ho noleggiato l’auto su Rentalcars , con pickup ad Amman e consegna ad Aqaba, a costi davvero bassi, circa €16 al giorno (a cui aggiungere la tassa extra di consegna in altra città). 

Ricorda che se hai intenzione di viaggiare anche in Israele NON potrai passare la frontiera con auto Giordania, ma devi necessariamente entrare ad Eilat (se entri da Aqaba) a piedi e poi da lì noleggiare auto israeliana.

mar morto

Quando andare sul Mar Morto

Si può andare al Mar Morto tutto l’anno ma i mesi migliori, che corrispondono all’alta stagione turistica, sono quelli autunnali e la tarda primavera. 
I fine settimana sono piuttosto pieni di persone soprattutto nelle aree pubbliche. 

Come si accede al Mar Morto – Le spiagge del Mar Morto

Una delle cose che noterai andando al mar morto sul lato giordano è che l’accesso alle spiagge non è davvero libero, anche nelle spiagge pubbliche che sono comunque a pagamento.

La zona principale degli hotel del Mar Morto si trova a circa 8km a sud dal villaggio di Sweimeh

Questa zona comprende un gruppo di Resort & SPA a quattro e cinque stelle complete di piscine, spa, docce, servizi igienici e bellissimi giardini. 

Quest’area comprende le uniche spiagge accessibili sulla sponda giordana, il resto delle spiagge sono difficili da raggiungere perchè rocciose ed incrostate di sale, quindi per poter nuotare, farsi una doccia per levarsi il tantissimo sale sul corpo ed il fango che molto probabilmente vorrai provare, devi per forza pagare un ingresso. 

Gli hotel di solito consentono l’accesso alla spiaggia ai non ospiti – circa JD50 a persona che include noleggio asciugamani, docce, accesso alle piscine e ai ristoranti. 

Non tutti gli hotel del Mar Morto ammettono visitatori esterni che vogliono avere solo accesso alla spiaggia, per esempio il Kempinski, se quindi non dormi in nessuno dei resort ma vuoi utilizzare i servizi di questi solo per la giornata puoi farlo acquistando il pass. Ma come vedi dai costi di accesso, credo che valga la pena rimanere a dormire direttamente. 

In alternativa ci sono due spiagge pubbliche ma comunque a pagamento:   

  • Spiaggia di Amman (Ingresso JD25 per persona) –  A circa 2 km a sud della zona dell’hotel si trova il resort Amman Beach. Questa è l’opzione più economica e più facilmente accessibile – il parcheggio funge da capolinea per gli autobus pubblici da Amman e da altre località.
    Essendo la spiaggia pubblica e frequentata da molti locali è buona abitutine che le donne indossino costumi casti o delle magliette coprenti evitando i bikini.
  • O Beach (Ingresso JD25 per persona) – Questa spiaggia si trova a circa 2 km a sud di Amman Beach, l’ingresso include l’uso di belle piscine, sedie a sdraio, fango del Mar Morto, e strutture di spogliatoio eccellenti. Non c’è una spiaggia sabbiosa ma solo un pontile galleggiante da cui si può entrare in acqua o rilassarsi sulle sdraio in riva al mare. 

Cosa fare e cosa non fare nel Mar Morto

 Sembra quasi incredibile che si renda necessario un paragrafo che debba ricordare cosa fare, e cosa non fare per godere del mar morto.
Eppure ci sono cose piuttosto importanti da sapere e non cadere in errore:

  • Proteggi i tuoi piedi – A causa del fitto strato di cristalli che ricopre tutta la riva ed il fondo del mare, camminare dentro e fuori dall’acqua può essere impegnativo se si è a piedi nudi. Potrebbe essere una buona idea portare scarpe per entrare in acqua.
  • Niente spruzzi –  Di certo non vuoi che ti arrivi acqua degli occhi. L’acqua del Mar Morto è quasi 10 volte più salata di quella di un mare tipico, se per errore arriva acqua negli occhi proverai dolore. Tanto dolore.
  • Non nuotare a faccia in giù e non mettere la testa sott’acqua – L’unico modo sicuro per nuotare nel mar morto è a faccia in su. Infatti qui in verità non si nuota, si galleggia!
  • Non lesinare sulla crema protettiva –  Il sale cristallizzato che ricopre il fondo e le rive del mare riflette la luce del sole diventando aggressivo sulla nostra pelle. Metti sempre creme ad alta protezione.
  • Non raderti/depilarti –  L’acqua è così ricca di minerali che possono causare molto dolore se si hanno tagli o ferite aperte. Evita di raderti/depilarti il giorno prima (ma anche due). anche un piccolo tagli può diventare dolorosissimo
  • Rimani in acqua per massimo 15 minuti –  A causa dei sali e dei minerali la pelle diventa morbida ed aumentano le possibilità di tagliarsi con i cristalli. Per questo motivo è consigliato rimanere in acqua 10/15 minuti, poi uscire ed eventualmente tornare dopo. Fai una doccia appena esci dal mare.
  • Fai i fanghi –  Le spiagge dei resort hanno tutte un angolo con specchio e fango da poter applicare sul corpo ed anche i. capelli. Assicurati di indossare un costume  vecchio perchè probabilmente lo macchierai per sempre
Mar morto

Cosa fare nei dintorni del Mar Morto

Il Mar Morto si trova a poca distanza dalla capitale Amman, Madaba, famosa per i bellissimi mosaici bizantini nella chiesa di San Giorgio e la Strada Dei Re (King’s Highway) che poi conduce a Wadi Musa, base per visitare Petra

Se puoi rimanere nella zona del Mar Morto per due giorni, non credere che non ci sia nulla da fare, questa zona infatti offre numerosi siti che vale la pena visitare. 

Questi quelli che che ti consiglio

Wadi Mujib

Il Wadi Mujib è un canyon incantevole che sovrasta il fiume Mujib, che sfocia nel Mar Morto, si estende per 70 chilometri ed è anche conosciuto come il Grand Canyon della Giordania. 

Da qui si possono fare molte escursioni, dal trekking al canoying, alla Riserva della Biosfera di Mujib, che ospita una serie di rare specie di fauna selvatica e le bellisime terme. 

Percorsi di trekking e Canoying

Il Wadi Mujib Gorge Trek è una passeggiata attraverso l’acqua della gola Wadi Mujib.  Per visitarlo si possono seguire differenti percorsi, alcuni autoguidati mentre per altri è obbligatoria la guida.

I percorsi principali sono questi:

  • Siq Trail (autoguidato) dal 1 Aprile al 30 Ottobre –  Il Siq Trail è il percorso più popolare e meno impegnativo tra tutti.  Attraverso la riserva di Wadi Mujib. Si inizia scendendo in un ampio canyon, camminando lungo le strette rive e in acque poco profonde. Proseguendo lungo il sentiero, l’acqua diventa sempre più profonda e veloce e il canyon si restringe. Il sentiero è facile da percorrere e si conclude in 1 massimo 2 ore. Lungo il percorso c’è del personale che può aiutare nelle tratte più difficili
  • Il Sentiero Ibex (guida obbligatoria) Tutto l’anno tranne durante il mese di Ramadan –  Questo sentiero prevede una ripida salita all’inizio per portare sopra il Mar Morto. Lungo il percorso si passa davanti a un castello, a una statua leggendaria e all’area di riproduzione protetta per le mandrie di stambecchi nubiani. L’escursione non prevede nuoto o tuffi e dura circa tre o quattro ore.
  • Sentiero Malaqi (guida obbligatoria) dal 1 Aprile al 30 Ottobre ad esclusione del mese di Ramadan – Questa escursione dalle colline al canyon.  Si cammina fino al fiume Hidan, dove si può nuotare in piscine profonde. Si impiegano circa 7 ore.
  • Il sentiero del Canyon (guida obbligatoria) dal 1 Aprile al 30 Ottobre ad esclusione del mese di Ramadan  – Questa escursione è considerata la più impegnativa di tutte. Oltre a  nuotare e fare canyoning lungo il fiume ci si pul anche tuffare. 

Come visitare il Wadi Mujib

Tutti i sentieri all’interno della Riserva della Biosfera di Mujib devono essere prenotati in anticipo all’ufficio della RSCN Wild Jordan ad Amman

Sorgenti Termali Ma’in

Ma’in è una gloriosa località termale con le cascate di acqua calda situata proprio accanto al Mar Morto.
La località si trova a 264 metri sotto il livello del mare ed è immersa in un paesaggio tranquillo dove godere delle acque terapeutiche.
Il resort Ma’ In Hot Springs è la via d’accesso al complesso termale. 
Il resort si trova in posizione incantevole nel cuore del Canyon. Qui puoi entrare per la giornata, JOD15, oppure puoi pernottare ed usufruire di tutti. iservizi della struttura (che sono eccellenti). 

Museo del Mar Morto

Ti consiglio anche di guidare fino al punto panoramico e visitare il Museo del Mar Morto che affronta la storia della regione concentrandosi sulle civiltà che la hanno occupata.
Da qui puoi anche seguire un percorso di 1,4km, lo Zara Cliff Walk, segue il bordo del wadi dal complesso e permette di vedere flora e fauna locale.

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America viaggio ininterrottamente dal 2011 e lavoro esclusivamente online. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America ma anche di SEO e SEO Copywriting

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.