Cosa vedere in Bulgaria – 10 Posti da non perdere la tua prima volta
  • Post category:Bulgaria / Europa
  • Tempo di lettura:16 mins read
  • Ultima modifica dell'articolo:05/05/2021

Cosa visitare in Bulgaria e consigli pratici per scoprirla in 10 o 14 giorni

Non mi ero mai chiesta cosa vedere in Bulgaria, perchè mai avrei pensato di poter un giorno visitarla in lungo ed in largo.

D’altronde tutto il lungo viaggio nei Balcani è cominciato per puro caso e senza grande entusiasmo, per poi trasformarsi in un cammino epico e pieno di tantissime sorprese.
Di tutti i Paesi della regione balcanica la Bulgaria è uno dei più grandi e probabilmente uno dei più sottovalutati. Avete mai sentito qualcuno dire <<Ho scelto la Bulgaria come destinazione di viaggio!>>? No. Neanche io.
Eppure il Paese mi ha riservato delle giornate piene di sorprese tanto da esser rimasta più, molto di più, del previsto.

Se sei alla ricerca di un post completo su tutti i posti da non perdere e da vedere in Bulgaria in qualche settimana sei nel posto giusto.
Dopo quasi due mesi di viaggio nel Paese, con stop piuttosto lunghi in alcune delle destinazioni più piacevoli dove prolungare la permanenza, ho scritto dei 10 posti da non perdere in Bulgaria e le esperienze che consiglio di fare.

Perchè viaggiare in Bulgaria

I motivi per cui viaggiare in Bulgaria sono numerosi. In primo luogo è un Paese economico, cosa che non guasta mai, il cibo è delizioso, i bulgari sono molto accoglienti e qui ci si trova nel bel mezzo di un crogiolo culturale.

Quando influenze diverse tra loro – come quella greca, slava, ottomana e persiana – si mischiano il risultato è ovviamente stupefacente e si ritrova praticamente dovunque. Nella danza e nella musica, nella cucina, nell’architettura e anche nel modo di vivere.
Quello che molti non sanno è che la Bulgaria ha anche numerosi siti storici particolarmente interessanti, la costa del mar nero è stupenda, le città principali sono piene di vita e di locali alternativi e chi ama la natura potrà scegliere tra tanti percorsi hiking e trekking. Insomma, in Bulgaria c’è qualcosa per tutti. Sorpresi vero?
È stato difficile restringere la lista ma ho selezionato i 10 posti da visitare in Bulgaria e che non dovresti perdere se hai almeno 2 settimane!

Se vai di fretta – Consigli pratici per visitare la Bulgaria

La Bulgaria ha appena 8 milioni di abitanti, il traffico non è un problema quando si guida tra le sue strade un po’ dissestate, ma per il resto muoversi all’interno del Paese è piuttosto semplice.
Se vai di fretta e vuoi qualche dritta pratica per organizzare il tuo viaggio in Bulgaria qui delle informazioni che sono sicura ti torneranno molto utili.

  • Noleggiare un’auto – Il noleggio auto in Bulgaria è economico, consiglio di dare un occhio su RentalCars per cercare la migliore offerta. Il costo di noleggio parte da €12 al giorno (quanti più giorni noleggi quanto meno costa)
  • Viaggiare con i bus ed i treni – Se preferisci muoverti con i mezzi pubblici puoi fare affidamento alle compagnie autobus e puoi anche viaggiare in treno. Siccome non tutte le destinazioni sono collegate con tutti i mezzi in questo caso consiglio di cercare le soluzioni su Omio che compara tempi di percorrenza e costi tra tutte le opzioni possibili (treni, autobus, voli interni ed auto).
  • Tour da Sofia – Se la tua permanenza in Bulgaria è di qualche giorno e la tua base sarà Sofia allora ti consiglio di dedicare qualche giorno ai dintorni della città. Affidandoti a dei tour guidati non perderai tempo e potrai ogni giorno vedere qualcosa di nuovo e di diverso. Come sempre consiglio di dare un occhio ai tour offerti su Getyourguide e Civitatis, portali in cui gli operatori locali pubblicizzano i propri tour a prezzi di costo, affidabili e che mi sento di raccomandare utilizzandoli da molti anni.
  • Terme in Bulgaria – Non puoi lasciare la Bulgaria senza dedicare qualche ora ai bagni termali che sono davvero in tanti posti. In particolare consiglio Sapareva Banya se rimani nei dintorni di Sofia oppure quelli di Varna.
  • Se ti piace la cultura non devi perdere Plovdiv
  • Se sei alla ricerca di una destinazione di mare piacevole e tranquilla allora vai a Balchik

10 posti da visitare in Bulgaria

Fatta la dovuta introduzioni entriamo nel vivo dei 10 posti da vedere in Bulgaria, il meglio del Paese se è la tua prima volta e se vuoi andare oltre le solite destinazioni del weekend. Infatti oltre Sofia e Plovdiv i luoghi da visitare sono molti altri e, tutti insieme, ti regaleranno una visione della Bulgaria che va oltre gli stereotipi e che, ti assicuro, è molto meglio di quanto possa immaginare. In particolare la sua costa che sa essere fenomenale!

Bulgaria posti da vedere

Sofia la capitale della Bulgaria

Il viaggio in Bulgaria molto probabilmente comincerà dalla capitale Sofia, una piccola città dal centro piuttosto compatto ma con una bella vitalità.

Degli 8 milioni di abitanti ben 1,2 milioni vive nella capitale, tranquilla ma vivace città ai piedi della montagna Vitosha, a metà strada tra il Mar Nero e il Mar Adriatico.
Sofia vanta insediamenti imani che risalgono a oltre 30.000 anni fa, il che la rende la seconda più antica d’Europa.
I primi abitanti furono i Traci e i Celti, sono poi arrivati i Romani che fecero di Sofia la città più importante della regione. Dominata successivamente dagli Ottomani è alla fine diventata la capitale della Bulgaria indipendente.

Sofia è una città piuttosto piccola e i suoi luoghi più importanti si possono vedere anche in un solo giorno.
Tra i posti da visitare non deve mancare la cattedrale neo-bizantina Alexander Nevsky, una delle più grandi chiese ortodosse orientali del mondo, i resti sotterranei della fortezza di Serdika, e il sottopassaggio usato per spostarsi dalla Presidenza al Consiglio dei Ministri, il Museo Archeologico Nazionale con collezioni dall’antica Tracia fino al Medioevo e piacevoli passeggiate lungo Vitosha Boulevard.
Se hai poco tempo o vuoi scoprire di più e meglio la città ti consiglio di partecipare a delle visite guidate. In particolare ti consiglio il tour a piedi di Sofia, il tour audio-guidato (in italiano) ed il tour a piedi della Sofia Comunista, una visita guidata che racconta come era la vita in Bulgaria durante il comunismo.

Per approfondire leggi il post: Cosa vedere a Sofia

Chiesa di Sofia

Plovdiv – La capitale culturale della Bulgaria

Plovdiv è la seconda città più grande della Bulgaria ma è anche un importante centro economico e culturale una volta era conosciuto come Philippopolis, nome dovuto a Filippo II di Macedonia che la conquistò nel IV secolo a.C.

Adagiata su sette colline sulle rive del fiume Maritsa, Plovdiv è una città bellissima, forse la più bella della Bulgaria, e con un’offerta di posti da vedere davvero notevole soprattutto nella parte vecchia, nota per le sue strade acciottolate e per l’architettura del Revival Nazionale Bulgaro, un movimento che ha visto i bulgari riprendere la loro identità culturale dagli ottomani.

La visita in genere comincia dalla Plovdiv antica in cui vedere l’antico stadio romano, proprio vicino il Centro Informazioni Turistiche in Piazza Dzhumaya. Lo stadio che si trova sotto il livello della città moderna, fu commissionato dall’imperatore Adriano nel II secolo ed originariamente conteneva circa 30.000 spettatori. Oggi di questo enorme stadio rimangono solo 14 file di marmo. Il pezzo forte della città, e forse posto più famoso tra tutti, è il bellissimo teatro romano ancora in perfette condizioni dove, durante l’estate, si tengono spettacoli serali.
Per concludere la serata non dimenticare di fare un salto nel vivace quartiere Kapana.

Su Plovdiv ho scritto un post dedicato quindi ti consiglio di leggere questo: Cosa vedere a Plovdiv in un giorno

plovdiv moschea

La valle delle rose e la valle dei Re Traci

La rosa è uno dei simboli principali della Bulgaria, non a caso il paese produce il migliore olio di rose del mondo dal 1664, quando i primi cespugli di rose, rosa Kazanlak (dalla famiglia delle rose Damasco), furono importati dalla Siria attraverso la Turchia ottomana.

Uno dei luoghi più affascinanti della Bulgaria è proprio la Valle delle Rose che copre geograficamente anche la Valle dei Re Traci, gruppo di tribù indoeuropee che abitava una vasta area nel sud-est dell’Europa tra il 3°millennio a.C. e il 6°secolo d.C.
La Bulgaria è ricchissima di tombe, templi e santuari traci impressionanti al cui interno sono stati trovati numerosi capolavori artigianali d’oro, d’argento e di bronzo al loro interno.

In questa regione assicurarti di raggiungere Kazanlak. Qui è d’obbligo una visita al Museo delle Rose di Kazanlak, unico museo di questo tipo al mondo che approfondisce quasi tutti gli aspetti della produzione di olio e acqua di rose, ed il museo locale di storia Iskra che conserva più di 50 000 pezzi originali.

Il pezzo forte di questa regione, tanto da essere sito UNESCO è la tomba tracia di Kazanlak con affreschi unici che risalgono al IV secolo a.C. La tomba consiste in uno stretto corridoio e una camera sepolcrale rotonda con affreschi eccezionalmente conservati sulla cupola. C’è da dire che per preservare i preziosi affreschi al suo interno la tomba originale è chiusa ai turisti che vedono però una fedele riproduzione.

Un’altra tomba tracia che vale la pena visitare è la Golyama Kosmatka, uno dei più grandi tumuli mai trovati nella penisola balcanica.
Risale alla fine del V secolo a.C. ed al suo interno sono stati trovati circa 20 oggetti d’oro che sono esposti nel museo storico di Kazanlak. Gli archeologi credono di aver trovato la tomba del più grande re tracio Seuthes III.

Non troppo distante, vicino alla città di Shipka ai piedi della catena dei Balcani, si trova la chiesa commemorativa di Shipka, un tempio russo ortodosso eccezionale costruito tra il 1885 e il 1902. Il complesso Shipka Monument è dedicato ai soldati russi, ucraini e bulgari che morirono per la liberazione della Bulgaria nella guerra russo-turca del 1877-78.

Veliko Tarnovo

L’antica capitale del Secondo Impero Bulgaro, Veliko Tarnovo, con la sua ricca storia di 7.000 anni, le molte chiese ed il grazioso centro antico è un’altra cittadina molto piacevole della Bulgaria. La città è però famosa per ospitare uno dei monumenti medievali più famosi della Bulgaria: la fortezza di Tsaravets, la principale fortezza del Secondo Impero Bulgaro dal 1185 al 1393.
Oltre la fortezza consiglio di passeggiare per il centro della cittadine e fare un salto alla chiesa dei 40 martiri.
La città costruita su tre colline – Tsaravets, Trapezitsa e Sveta Gora – con il fiume che attraversa il centro regalando eccellenti posti dove fare bellissime foto.

Veliko Tarnovo

Sozopol

Sozopol è un’antica città di mare della Bulgaria piuttosto famosa per ospitare ogni inizio di Settembre l’Apollonia Art and Film Festival. La città è anche una delle più antiche della Bulgaria sulla costa del Mar Nero con prove di insediamento risalenti all’età del bronzo.

Conosciuta dai greci come Antheia è diventata Apollonia in seguito alla costruzione del tempio di Apollo. Le mura della città ancora oggi son be visibili intorno alla città, mentre i resti dell’insediamento greco sono stati scavati al largo della costa.

Il centro storico di Sozopol è stato dichiarato Riserva Naturale e comprende più di 180 abitazioni, costruite in pietra e legno e sono conformi alla cosiddetta “Scuola del Mar Nero di architettura”, costruite a partire dalla metà del 18° secolo e l’inizio del 19°.

Da qui se dotati di auto potete guidare fino al confine con la Turchia (e poi decidere se passare la frontiera e proseguire nel viaggio in Bulgaria!).

Lo yacht Davina – Sulle tracce della Crypto Queen

Se avete letto il post su cosa vedere a Sofia avrete allora letto anche della Crypto Queen che in Bulgaria ha lasciato qualche traccia. Se al centro di Sofia infatti si può vedere il palazzo One Coin al porto di Sozopol è ormeggiato il suo gigantesco, e bellissimo, yacht Davina che da quando lei è scomparsa è in stato d’abbandono. Non una tappa turistica quindi, ma se appassionati a questa storia vale la pena fare una passeggiata per ammirare questo bel bestione con due moto d’acqua a bordo e sognare un giorno di poterci fare un giretto.

Sozopol Bulgaria

Nessebar

La città vecchia di Nessebar, che originariamente si chiamava Nessebae, patrimonio mondiale dall’UNESCO, si trova su una piccola penisola rocciosa nel Mar Nero ed è collegata alla terraferma da uno stretto istmo.
Nessebar ha una ricca eredità storica e architettonica e, come molti altri luoghi della Bulgaria, ricorda il crocevia tra vecchi imperi.
La parte vecchia della città è piena di monumenti che risalgono al 19° secolo, tra cui la chiesa di St. Stefan, la Vecchia Chiesa Metropolitana e il Cristo Pantocratico, che si lasciano scoprire passeggiando tra le vie a ciottoli e la romantica passeggiata lungo la costa.
Se la parte moderna della città sono caratterizzate da hotel e strutture turistiche, le parti nord e sud della città invece hanno spiagge e dune naturali stupende tanto da essere considerate tra le più belle del Paese.

Se hai tempo e ti piacciono i musei non perdere il Museo Etnografico di Nesebar, in cui sono esposti oggetti quotidiani del passato, l’artigianato locale ed una esposizione di costumi tradizionali.

Varna e le piscine termali

Varna è la terza città più grande e popolata della Bulgaria ed è conosciuta anche come la Perla del Mar nero.
Sebbene la città non sia nulla di particolare, piacevole ma non da menzionarla davvero come fermata obbligatoria durante un viaggio in Bulgaria, a meno che non abbiate tempo e vogliate passeggiare nel suo centro che potete risolvere in qualche ora – è più il tempo necessario per trovare parcheggio che per camminare al centro. Qui vale la pena visitare le antiche terme romane, il più grande edificio antico scoperto finora in Bulgaria.

La parte scoperta comprende tutti i locali principali delle terme, un rivestiti con lastre di marmo e mosaici multicolori erano stati usati per la decorazione delle pareti di marmo.
A me Varna è piaciuta molto soprattutto per la varietà di bagni termali.
Per un’esperienza molto “local” e semplice potete raggiungere la piccola piscina pubblica sul lungomare vicino Rappongi Beach, è molto rustica ed è piccolina ma la vasca sta direttamente sul mare.
Se invece volete passare un pomeriggio, o anche una giornata intera, allora raggiugnete Saints Constantine and Helena, dove si trova anche il piccolo ma famoso monastero – pare che sia l’unico Monastero al mondo dove sotto l’altare vi sia una sorgente di acqua miracolosa – e senza esitare dirigerti al Aquahouse Termal Beach, dove puoi serenamente passare anche una giornata intera tra bagni in piscine con acqua di diverse temperature.

Balchik

Circa 30 km a nord di Varna si trova la deliziosa Balchik, piccola cittadina poco sopra Varna famosa per il Palazzo Balchik, conosciuto anche come il Palazzo Nido Tranquillo. Si tratta di un palazzo costruito durante l’occupazione della regione da parte dei rumeni e progettato dalla regina Maria di Romania.
Il palazzo è in realtà un complesso di ville residenziali situato vicino alla località di Balchik sulla costa del Mar Nero, con un bellissimo giardino, un monastero, una fonte sacra, una cappella, delle serre di piante grasse e tropicali ed una cantina.

Balchik Bulgaria

I 7 laghi di Rila

I sette laghi di Rila sono uno dei tesori naturali della Bulgaria. Anche se il sentiero intorno ai laghi è estremamente popolare e a volte anche affollato, chi ama il trekking non può perdere questa camminata di circa cinque ore tra i Sette Laghi di Rila: Dolnoto (Il lago inferiore), Ribnoto (il lago dei pesci), Trilistnika (il trifoglio), Bliznaka (il gemello), Babreka (il rene), Okoto (l’occhio) e Salzata (la lacrima). I sette laghi confluiscono l’uno nell’altro dando inizio al fiume Djerman.
Per fare questo trekking è possibile raggiungere il Rila Lakes hut con una funicolare, da Pionerska Hut, che in circa 25 minuti porta all’inizio del percorso (attenzione che se tira vento la funicolare non funziona) oppure in circa 2 ore è possibile raggiungere il punto di inizio circuito direttamente dal botteghino della funicolare.

Puoi fare il trekking anche in giornata da Sofia ma devi organizzarti bene con i tempi. Se non hai una macchina ti consiglio di optare per un tour autoguidato con trasporto andata e ritorno che include anche il monastero (circa €39) oppure il trekking con guida e finale alle piscine termali di Sapareva Banya (ovviamente trasporti inclusi).

7 laghi di rila

Il Monastero di Rila

Se hai pochi giorni e devi scegliere cosa vedere nei dintorni di Sofia ti consiglio di raggiungere il Monastero di Rila che si può anche visitare in giornata dalla capitale e che in tour solitamente si abbina ad altre destinazioni interessanti.
Questo è il più grande e conosciuto monastero ortodosso orientale in Bulgaria, si trova a quasi 1.200 metri sul livello del mare nel Parco Naturale del Monastero di Rila.

Il monastero è stato fondato nel 10°secolo ed è sia un importante sito storico ed architettonico, con interni splendidi e un bellissimo esterno, in cui vivono ancora oggi circa 60 monaci. La sua importanza per il Paese gli ha fatto guadagnare il titolo di patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Puoi visitare il monastero di Rila in giornata da Sofia. Se non hai una macchina ti sconsiglio di provarci con i mezzi pubblici, non avresti molto tempo a disposizione, ma è preferibile prenotare il trasporto, come per esempio questo tour che include anche la visita alla chiesa di Boyana, una chiesa medievale ortodossa nella periferia di Sofia famosa per gli affreschi elaborati.

Per approfondire leggi anche – Consigli per visitare il Monastero di Rila

monastero di rila

BONUS – Bolata beach e la Riserva Naturale di Kaliakra

Avevo promesso di scrivere di 10 posti ma devo fare uno strappo alla regola menzionando Capo Kaliakra, considerato uno dei capi più belli e storici d’Europa, area protetta dal 1941 ed uno dei pochi posti dove si trovano le specie rare di vita marina e di uccelli.
Qui si trova una fortezza, che secondo le leggende, la fortezza custodiva i tesori di Lyzimah, successore di Alessandro il Grande, che è stata usata da Traci, Romani, Bizantini ed infine i Bulgari.

In questo luogo splendido a strapiombo sul mare si trovano resti di tutti gli antichi insediamenti e c’è anche un piccolo ma interessante museo.

Nelle vicinanze non devi perdere il lago Durankulak famoso perchè ospita più di 250 specie rare di pesci, rettili, anfibi, uccelli di palude e piante, ed un parco archeologico chiamato la “Troia bulgara”.

Raggiungibile a piedi con un hiking piuttosto semplice si raggiunge la famosa Bolata Beach, una baia molto bella in cui poter fare il bagno in uno dei tratti di costa più belli di Bulgaria.

La lista non finisce qui, ma dovendo limitarmi a 10 posti (ho sgarrato di uno) allora questi sono i miei preferiti.
Se avete tempo extra a disposizione allora vi consiglio di includere in itinerario anche Bansko, nota destinazione sciistica della Bulgaria, e Burgas, città costiera piuttosto grande ma amata dai kitesurfers. .


Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America viaggio ininterrottamente dal 2011 e lavoro esclusivamente online. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America ma anche di SEO e SEO Copywriting

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.