Cosa fare a San Pedro de Atacama (Cile) – Attrazioni da non perdere e dove soggiornare

Cosa fare a San Pedro de Atacama (Cile) – Attrazioni da non perdere e dove soggiornare

Cosa fare a San Pedro de Atacama – Tutto quello che devi sapere per organizzare il viaggio

Torno dopo tanti anni di assenza in Sud America, l’occasione è stata data dal matrimonio di mio cugino che vive a Mendoza, Argentina.
Il Sud America è un continente enorme le cui distanze e dimensioni sono difficili da percepire a meno che non se ne faccia esperienza, così che, sebbene abbia pensato tante volte di tornare non lo ho mai fatto.

Tornare a viaggiare in Sud America implicava infatti tante cose che erano fonte di stanchezza già prima di partire: dal lunghissimo viaggio in aereo per raggiungerlo, tratte in bus che possono superare le 25 ore,  costi che, se si vogliono fare tante cose, diventano altissimi, la necessità di ricorrere a tanti voli aerei, nonostante la durata di viaggio non esattamente convenzionale (in questo caso due mesi), quando a me non piace volare.
Il Sud America stanca molto, in primo luogo, proprio a causa delle distanze ed, come in questo caso, di un clima che può essere anche piuttosto ostico.

Il matrimonio sotto il periodo natalizio è stato quindi il motivo per cui, volente o nolente, comunque in Argentina sarei dovuta tornare. Prendendo questa occasione con positività ho pensato che era arrivato il momento di raggiungere dei luoghi che non avevo visto anni fa, San Pedro de Atacama, e di visitare in maniera più approfondita zone del Paese che nel 2012 erano troppo costose per il mio budget di viaggio limitato, come per esempio vivere alcune esperienze nella dispendiosissima Patagonia (ma di questo parlerò in un altro post ).

Cosa fare a San Pedro de Atacama - Tabella dei Contenuti

Rewind…Cile/Argentina/Boliva 2012

A fine Aprile 2012 sono arrivata in Chile dalla Nuova Zelanda.
Mi ero compromesso prendendo un appuntamento per il 4 di Luglio a lago Titicaca con una amica che a Marzo aveva prenotato un biglietto aereo per raggiungermi e viaggiare per un pò insieme.

L’idea di incontrarci a Titicaca l’ho avuta io quando, presa in contropiede, mi è stato chiesto dove avremmo potuto incontrarci. 

La verità è che non lo sapevo.
Ero partita a Gennaio 2011 per 6 mesi di viaggio e, più di un anno dopo, non ero ancora rientrata.

Trovavo quindi difficile dire dove sarei stata mesi dopo quando non avevo idea di cosa avrei fatto da lì a 48 ore. 

Dopo varie insistenze, alla terza richiesta di una data precisa, nonostante la reale difficoltà a dare una scadenza ad un percorso che di scadenze non aveva mai avute, prendo una mappa e la osservo pensando che un mese e mezzo sarebbe stato sufficiente per coprire Chile, Argentina e parte di Bolivia.

<<Titicaca!>> le dico.
Non avevo fatto i conti con le dimensioni di questi Paesi che mi hanno rallentata più del previsto e che mi hanno costretta ad accelerare proprio quando meno avrei voluto.

Nel nord dell’Argentina le opzioni sono 2: entrare a San Pedro de Atacama da Salta e poi arrivare ad Uyuni o viceversa entrare in Bolivia ed entrare ad Atacama per 3 o 4 giorni prima di cominciare la risalita verso Titicaca (meno fluida come opzione).

Il tempo però è tiranno, soprattutto in questi Paesi, e quando arrivo alla frontiera con il Cile mi rendo conto che quei 3 o 4 giorni necessari per coprire San Pedro de Atacama non li ho.
Non sarei mai arrivata in tempo all’appuntamento.

A malincuore rinuncio alla deviazione e proseguo per il nord fino a raggiungere il luogo d’incontro il 3 Luglio 2012, puntuale come un orologio svizzero, poggio lo zaino nell’hotel a poca distanza dal molo di Copacabana, mi collego a skype e ricevo la chiamata in cui mi si informa che l’amica aveva cancellato il viaggio. 

1250km mi distanziano da San Pedro, e con questi anche infinite ore di bus scomodi, notti che raggiungono i -20 gradi.
Lo scenario che si prospetta mi dice tutto tranne che prendere la cosa con filosofia e tornare indietro per fare quello che in principio era in piano.

5 giorni dopo l’arrivo a Copacabana (Bolivia), in seguito ad una piacevole permanenza a Isla del Sol, passo la frontiera con il Perù, e San Pedro diventa sempre più distante relegato nel suo complicato angolo.

Da allora, San Pedro de Atacama ha rappresentato non solo un sogno mai realizzato, ma anche difficile da concretizzare una volta tornata in Europa.

L’idea di tornare a viaggiare in Argentina e Cile, che già conoscevo, dovendo affrontare le difficoltà tipiche di viaggio in questo continente, che non necessariamente hanno a che fare con cattive infrastrutture, quanto invece con tempi, distanze, condizioni climatiche estreme e costi elevatissimi, mi attraeva su carta ma non nella pratica. Così ho rimandato per anni.

Cristian, mio cugino, si sposa, e decide di farlo il 16 Dicembre immaginando, a ragione, che farlo sotto Natale avrebbe permesso a buona parte della famiglia in Europa di viaggiare sotto le vacanze.

Senza che lo avessi cercato in maniera ossessiva, il tempo di San Pedro de Atacama è finalmente arrivato.

Il 17 Dicembre alle 19.30 ho preso il primo volo che la mattina dopo mi avrebbe portata in uno degli angoli più belli del Sud America, per chiudere un cerchio che trovo particolarmente interessante, un triangolo piuttosto, che unisce Salta, San Pedro ed Uyuni, tra montagne, deserti e salar ad alta quota, quasi facendoci fare, oltre che un viaggio in terre meravigliose, un viaggio nel tempo.

I tempi in cui dove oggi, a 4500mt, si trovano deserti c’era un oceano.

isla del sol bolivia

Come si visita il deserto e le attrattive di San Pedro Atacama 

La miglior soluzione, per chi viaggia solo, è prendere parte a tours organizzati da agenzie del luogo (per una lista completa di tours ed attività da San Pedro de Atacama clicca qui e riserva a prezzo di vendita in loco) 

Chi viaggia in coppia o può spendere qualcosa in più il self drive è una opzione altrettanto interessante ma con un problema: siamo in altitudine, 2700mt che in alcuni casi possono superare i 4500mt, situazione che potrebbe apportare alcuni problemi che spaziano dalla sonnolenza, fino a dei malesseri veri e propri.

Sicuramente però è una opzione interessante e che permette delle libertà.
Per poter viaggiare ad Atacama si consiglia una 4×4, per un preventivo clicca qui.

Personalmente ho optato per dei tours costruendo le mie giornate abbinandoli ottimizzando al meglio il poco tempo a disposizione, con il desiderio di non perdere un solo momento del viaggio.

Ho preso parte a numerosi tours, e per aiutarvi a disegnare il vostro itinerario, ho deciso di menzionare quelli imprescindibili e più emblematici della zona, per chi ha appena 3 giorni, e invece disegnare “il perfetto itinerario” per chi ha più giorni (almeno 5) selezionando esperienze di viaggio molto differenti le une dalle altre che sicuramente aggiungeranno valore al vostro viaggio nel deserto tra i più aridi del mondo.

Atacama desert

Cosa fare a San Pedro Atacama in 3 giorni 

San Pedro de Atacama è una deliziosa comunità che sembra creata appositamente per il turista nel cuore del deserto più arido del mondo ed a 2400mt sul livello del mare.

Dall’Argentina dista appena 170km e dalla Bolivia 70km, così da offrire, secondo me, una tappa molto interessante per un viaggio in Sud America e che non rappresenta certamente il classico itinerario seguito dai più.

Nonostante le sue fattezze quasi artificiali, il fascino del villaggio è sicuramente fuori da quelle poche strade polverose del centro in cui tutto costa 4 volte di più che altrove nel Paese.

I deserti infiniti, i salar ad alta quota, i vulcani innevati e dalle linee perfette , i geyser che sputano acqua bollente, la quantità enorme di fenicotteri cileni e le lagune che sembrano disegnate da un pittore che osa magistralmente accostando colori.

In genere i backpackers dedicano circa tre giorni alle attrazioni di questa terra, a causa in genere dei costi non proprio popolari, ma chi ha più tempo a disposizione dovrebbe cogliere una occasione che capita raramente e di ottimizzare i tempi visitando quanto più possibile, perchè ogni giorno riserva delle importanti e meravigliose sorprese.

In questa prima parte elenco i tours più indicativi del deserto per chi ha solo 3 giorni, segue poi l’itinerario ideale per chi ha 5 giorni, a cui aggiungere i due giorni di transfer per/da Calama o Uyuni.

Per chi arriva da Santiago
A causa dell’altitudine l’arrivo a San Pedro potrebbe creare degli scompensi, consiglio quindi di prendere il primo giorno di relax per acclimatizzarvi e cominciare le visite dal giorno successivo.
Chi arriva da Uyuni o dal Nord dell’Argentina invece dovrebbe aver già passato la fase altitudine e non dovrebbe incontrar problemi.
Per sapere cosa fare quando si viaggia in altitudine clicca qui.

laguna cejar

Giorno 1 – Laguna altiplanica (giornata intera) 

Dopo aver dormito profondamente visto il lungo viaggio per arrivare a San Pedro, che mi ha accolta con un caldo quasi insopportabile (o forse ero solo molto stanca percependo quindi le temperature più alte di quanto non fossero davvero),  la partenza il mattino successivo è stata presto, alle 6,30 del mattino un minibus ci ha prelevate all’ostello per dirigerci verso Sud, in direzione del villaggio Toconao, minuscolo villaggio andino famoso per l’antica chiesa.

Che cominciamo a salire lo capisco perchè a volte crollo nel sonno per risvegliarmi intorpidita, effetto che l’altitudine ha sempre ha avuto su di me.

Raggiungiamo successivamente il Salar di Atacama, il più grande del Cile ed il terzo più grande nel mondo, per dirigerci alla Laguna Chaca che è casa di tre specie di fenicotteri: andino, cilena e james, una deliziosa introduzione alle Ande e le sue meraviglie in cui si fondono animali e vegetazione lunare. 

Dopo colazione, inclusa, il viaggio prosegue verso le lagune altiplaniche, la laguna Miscanti e la Miñiques, habitat ideali di uccelli acquatici e mammiferi come culpeos (volpi andine) e vigogne, per poi proseguire verso  Talar Salt Flat, noto anche come il Salinas di Aguas Calientes, e la laguna di Tuyajto, che è circondata da pietre rosse, un’area di pietre vulcaniche rossastre stupefacenti che rendono il paesaggio surreale, e che dà il nome al tour che non a caso si chiama “red rocks” (pietre rosse).

Sulla via di ritorno ci siamo fermati al villaggio Socaire, conosciuta per le terrazze agricole pre-ispaniche per infine rientrare a San Pedro de Atacama non dopo aver fatto una foto al cartello che indica il Tropico del Capricorno!

Informazioni generali sul tour e costi
Il tour parte tutti i giorni alle 6,30 del mattino, il rientro è previsto per le 16:00. Costo CLP$ 90.000 per persona. Nei costi non sono inclusi gli ingressi alle lagune Chaxa (CLP$ 2.500) e Altiplanica (CLP$ 3.000).Inclusi: Pick up in hotel, colazione e guide parlanti inglese e spagnolo.
PRENOTA ONLINE A COSTO LOCALE

Red rocks Atacama

Giorno 2A- TATIO Geyser (mattina) 

Il viaggio inizia al mattino presto da San Pedro de Atacama, partiamo infatti alle 5.30 del mattino, il sole sta sorgendo, è estate e le giornate sono particolarmente lunghe.

Pochi minuti dopo essermi seduta sul bus mi addormento, come mi pare facciano tutti gli altri, fino a quando siamo svegliati dalla guida che ci informa che siamo arrivati a El Tatio Geysers, un bellissimo parco geotermico con 80 geyser fumanti a 4.200 metri di altezza.

Prima di cominciare la passeggiata tra i geyser nel campo facciamo colazione e beviamo un caffè caldo (o tea) visto che le temperature sono piuttosto basse, circa -6 gradi, per poi proseguire per una camminata tra colonne di vapore e zampilli di acqua bollente.

Sulla via di ritorno a San Pedro de Atacama, abbiamo fatto una sosta al fiume Putana ed il villaggio Machuca, dove la specialità locale è l’anticucho di lama  (lo spiedino di carne di lama) e le empanadas al formaggio. Torniamo a San Pedro per ora di pranzo in tempo per un riposino nella calura estiva del deserto prima di partire per la seconda parte della giornata.

Informazioni generali sul tour e costi
Il tour parte tutti i giorni alle 5.30  il rientro è previsto per le 12:00. Costo CLP$ 22.000 per persona. Nei costi non sè incluso il biglietto di ingresso al campo geotermico CLP$ 10.000 .Inclusi: Guide parlanti inglese e spagnolo, colazione e trasporti.
PRENOTA ONLINE A COSTO LOCALE

tatio geyser

Giorno 2b – Valle de la Luna (pomeriggio)

Il luogo di incontro è l’agenzia in una delle strade principali di San Pedro de Atacama. Da qui una volta sul bus partiamo verso la  Salt Mountain Range nel Deserto di Atacama, il luogo più arido del mondo, per ammirare uno dei punti più pittoreschi di questa zona: la Valle della Luna.

Il nome la dice lunga su quello che questo posto rappresenta, il paesaggio è infatti  dominato da formazioni rocciose modellate dall’erosione, mantelli di sale sul terreno, dune di sabbia. Scenari che trasportano su un pianeta attraente quanto lontano.

Cominciamo dalla parte finale del parco, seguendo un percorso che ci fa avvicinare all’ingresso del parco passando in rassegna i luoghi più emblematici: il Tres Marías, il Cañón, l’Anfiteatro e la Pietra del Coyote.

Poco prima del tramonto con il bus ci siamo diretti vedo il punto panoramico naturale in cui abbiamo atteso la fine della giornata nel mentre che la Valle de La luna ai nostri piedi cambiasse colore sovrastato dai grandi e silenziosi vulcani sullo sfondo.

Informazioni generali sul tour e costi
Il tour parte tutti i giorni alle 16:00  il rientro è previsto per le 20:30. Costo CLP$ 13.000 per persona. Nei costi non è incluso l’ingress0 alla Valle de la Luna CLP$ 3.000. Inclusi: Guide parlanti inglese e spagnolo e trasporti.
PRENOTA ONLINE A COSTO LOCALE

Alternativa al tour – Valle de La Luna in bicicletta

Una alternativa al tour per la Valle de La Luna che è piuttosto vicina a San Pedro de  Atacama, è visitarla in bicicletta, molti negozi affittano le mountain-bike. Consiglio di partire la mattina molto presto oppure nel pomeriggio, ma attenzione al caldo dei mesi estivi, che possono superare i 30 gradi.

Non dimenticate crema solare, cappello e molta molta acqua. Per poi ammirare il tramonto, consiglio di pedalare sino al belvedere sulla valle, seguendo la strada per Calama.

ALTERNATIVA 2b – Laguna Cejar e Tebinquinche (pomeriggio)

Questa visita la ho abbinata alla valle dell’Arcoiris fatta la mattina, però se in alterativa alla Valle de Luna si abbia voglia di ulteriori salar e lagune spettacolari allora quest tour è quello giusto! 

Dopo una pausa nel villaggio di San Pedro, alle 16 siamo partite per raggiungere delle lagune meravigliose, costume in zaino anche perchè questo pomeriggio galleggeremo nella laguna di Piedra, la cui salinità è particolarmente elevata, non come il Mar Morto ma quasi.  Ci dirigiamo verso l’Atacama Salt Flat, il più grande salar del Cile, sulla strada ci fermiamo a los Ojos del Salar, due profondi pozzi di acqua dolce nel mezzo del deserto, in cui alcuni si sono gettati, per proseguire per l’impressionante e suggestiva laguna di Tebinquinche, le cui foto non rendono giustizia!, in cui il cielo si fonde con il deserto e il bianco brillante del sale.

Il tour prosegue con la famosa Laguna di Cejar e la laguna di Piedra, circondata dall’erba verde e gialla, che evidenzia il colore dell’acqua, in cui spiccano pozze di acqua turchese circondate da vulcani. E’ proprio in questa laguna che ci spoglia per galleggiare nelle acque prima di proseguire per uno snack ammirando il tramonto.

Informazioni generali sul tour e costi
Il tour parte tutti i giorni alle 16:00  il rientro è previsto per le 21. Costo CLP$ 19.00 per persona. Nei costi non sono inclusi gli ingressi alla Laguna Cejar (CLP$ 15.000) e Tebinquinche (CLP$ 2.000).Inclusi: Guide parlanti inglese e spagnolo e trasporti.
PRENOTA ONLINE A COSTO LOCALE

laguna cejar

Giorno 3 – Salar de Tara (giorno intero) 

Probabilmente se dovessi scegliere un solo tour sceglierei questo.
Il problema è che con questa visita si sale di altitudine di molto così che lo ho lasciato al mio ultimo giorno, assicurandomi che il corpo fosse già ben abituato all’altitudine (che per me è una ossessione, visto che il primo giorno il naso ha sanguinato tutto il tempo.

Seguendo la strada internazionale che collega il Cile con l’Argentina, direzione est, abbiamo attraversato il passo Jama raggiungendo il Bofedal, zona umida alta andina, sul fiume Quepiaco, in cui tra i numerosi uccelli non potevano mancare i fenicotteri. Un luogo paesaggisticamente suggestivo grazie al connubio tra vegetazione brillante e catene montuose enormi.

Il viaggio ha poi proseguito per Monjes de Pacana, famosi per grandi pilastri di pietra modellati dall’erosione nel mezzo del deserto, per proseguire verso il Tara salta Flat, che non a caso è uno dei luoghi tra i più belli di San Pedro de Atacama. Un deserto dai colori vivaci e forti che si estende all’infinito il cui silenzio e maestosità era avvalorato dal privilegio di essere solo noi (8 persone).

Informazioni generali sul tour e costi
Il tour parte tutti i giorni alle 8:00  il rientro è previsto per le 216:30. Costo CLP$ 50.000 per persona.  Inclusi: Guide parlanti inglese e spagnolo, colazione, pranzo e trasporti.
PRENOTA ONLINE A COSTO LOCALE

Salar de Tara

Itinerario ideale di 5 giorni a San Pedro de Atacama

Le attività a San Pedro de Atacama sono numerose, dai tours di un giorno o mezza giornata, ai trekking sui volcani che richiedono più giornate, ma anche una preparazione fisica, ma se si hanno 4 giorni pieni in questo suggestivo villaggio andino, quelle che seguono sono le attività che io consiglio:
 
Giorno 1 – Laguna altiplanica 
Giorno 2 – TATIO Geyser (mattina) – Valle de la Luna(pomeriggio)
Giorno 3 – Salar de Tara (intera giornata)
Giorno 4 –  Valle del Acoiris (mattina) –  Laguna Cejar(pomeriggio)
Giorno 5 – Terme Puritana (mattina)  – Lagunas Escondidaa de Baltinache (pomeriggio) –  Tour astronomico notturno(notte) o, solo con luna piena,  Trekking notturno a La Valle de la Muerte
 
San Pedro de Atacama

Estensione Bolivia – Salar de Uyuni e le Lagune Boliviane

 
Siamo talmente tanto vicini alla Bolivia che è consuetudine tra i viaggiatori dedicare qualche giorno anche alla scoperta del lato boliviano, raggiungendo quindi il Salar de Uyuni e le lagune, o viceversa, chi si trova in Bolivia entra a san Pedro de Atacama.
I giorni di tour possono variare tra i 3 ed i 4, a seconda che si voglia cominciare e terminare a San Pedro de Atacama (4 giorni) o se si voglia cominciare a San Pedro e terminare ad Uyuni (3 giorni), e si possono organizzare di gruppo o privati.
 
I costi di questi tours variano tra i 200$ ed i 239$ per persona, se in gruppo, ed i 353$ ed i 447$ in privato (minimo due partecipanti). 

Opzioni tour al Salar de Uyuni e le Lagune boliviane

Il tour può anche essere di 4 giorni se il rientro è a San Pedro de Atacama.
Per maggiori informazioni sui tours e per prenotare a costo locale clicca sui seguenti links:

Come arrivare a San Pedro Atacama

San Pedro Atacama si trova al nord del Cile, al confine con Bolivia, Perù ed Argentina. Dipende da dove si arriva per scegliere la migliore opzione.

Arrivando Mendoza ho optato per un volo, via Santiago, fino a Calama  (costo €200 andata e ritorno su Kiwi). Dall’aeroporto ho riservato un transfer in minibus, 20.000 pesos cileni per persona.
Calama dista circa 95 chilometri da San Pedro. Per chi si affida al transfer si consiglia di telefonare il giorno prima per confermare la partenza. Il pick up avviene circa 3 ore prima del volo.

Per chi arriva da Santiago e non vuole viaggiare via terra, viste le lunghe distante volare è veloce ed economico. Aeroporto di destino: Calama.
Voli a partire da €60 andata e ritorno (con solo bagaglio a mano).

In bus invece il viaggio è lungo ma molto bello, circa 23 ore. La compagnia che offre questo viaggio sono Turbus, Condor e Pullmann. Per l’acquisto biglietti del bus in Chile consiglio di affidarsi a Recorrido  (ricordo che se si viaggia in Cile ed Argentina in Bus è obbligatorio stampare la prenotazione su carta o verrà negato l’imbarco).

Chi entra dalla Bolivia, via Uyuni, dovrà prendere un bus per Calama e da qui un transfer per San Pedro. Alternativamente è possibile acquistare un servizio trasporto privato da Uyuni a San Pedro, costo circa 60$ per persona.
Lo stesso vale per chi vuole andare da San Pedro ad Uyuni, il transfer di circa 8 ore e che non include alcuna fermata turistica o la visita al salar, costa CLP35.000 (€63) per persona.

Clicca qui per maggiori informazioni.

Salar de Tara

Dove dormire a San Pedro Atacama

San Pedro sembra pensata, nata e creata per i turisti, quindi quello che non manca, anche se se lo fanno pagare caro, non so se ho accennato al fatto che è una destinazione particolarmente cara, sono le sistemazioni.
Nato come destinazione per backpackers, gli ostelli sono numerosissimi, anche se alcuni particolarmente decentrati.

Il mio consiglio è quindi di scegliere un ostello o un hotel non troppo lontano dal centro.
Anche se il villaggio non è particolarmente grande, con temperature elevate come quelle estive ero particolarmente felice di non dover camminare troppo sotto il sole di un già tanto arido villaggio.

Selezione di ostelli ed hotels a San Pedro de Atacama 

Hostal el Anexo (leggi recensioni) – Vicino al centro ma in una zona appartata del villaggio. La struttura è piccola ed in adobo, le camere sono piccoline e con bagno condiviso ma pulite giornalmente.

Casa Campestre (leggi recensioni) – Ad appena 600 metri dal centro e vicinissimo alle vie turistiche. Le camere sono piccole ma ben curate è possibile utilizzare la cucina. Ideale per rilassarsi nel giardino.

Hotel Pat’ta Hoiri (leggi recensioni) – Hotel centrale ma tranquillo, camere comode ed accoglienti, c’è anche un patio con piccola piscina. La colazione, dolce e salata è inclusa. Una oasi nel deserto ideale per chi dopo giornate in altitudine vuole un momento di relax.

Hotel Poblado Kimal  (leggi recensioni) – Ideale per chi vuole comfort e relax nel deserto più arido del mondo, c’è anche una piscina che è provvidenziale nelle estati. Le camere sono piccoli cottages indipendenti, camere molto belle e comode a due passi dal centro. La colazione è inclusa.

TOP CHOICE *** Hotel Noi Casa Atacama – (leggi recensioni) – Una vera e propria oasi nel deserto, le camere sono ampie, spaziose ed accoglienti, un hotel di design e classe con una piscina, ideale per quando si viaggia durante l’estate e le temperature sono alte. 

Per una lista completa e per prenotare l’hotel al miglior prezzo cerca su Agoda sito con ottime offerte e grande varietà di hotel ed ostelli

San Pedro de Atacama

Disclaimer 
Alcuni links in questo post sono affiliati, che vuol dire che se prenotate tramite link il fornitore mi riconoscerà una piccola commissione. Questo non implica alcun costo aggiuntivo per voi. Inoltre, ho preso parte a tutti i tours menzionati ed offerti da questo fornitori e lo ho fatto totalmente a mie spese, senza aver ricevuto nessun tour o servizio gratuitamente proprio per testare in prima persona la professionalità e la serietà dell’agenzia con sede a San Pedro de Atacama. Motivo per cui mi sento di consigliarli anche a voi.

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Giulia Raciti

    Ciao Martina, per qualche motivo vedo il tuo commento solo adesso e mi dispiace moltissimo! Sono sicura che San Pedro ti sia piaciuta tanto e spero che sia andata anche al Salar de Tara perchè è stupendo e se dovessi scegliere uno solo tour probabilmente sarebbe proprio questo. Un saluto!

  2. Martina

    Ciao,

    prima volta in Sud-America a dicembre 2019, ho a disposizione 3/4 giorni da dedicare alla zona di San Pedro per poi entrare in Bolivia con un tour nel Salar De Uyuni.

    A San Pedro valutavamo i classici tour nella:

    – Valle della Luna,

    – Laguna Altipianica

    – geyser

    – laguna salata

    e forse aggiungere un giorno per il Salar de Tara??????????????

    a cui seguirà appunto il salar de uyuni in 3 gg.

    Secondo te a livello di paesaggi vale la pena comunque vedere entrambi i salar e le lagune oppure ci sono cose “assimilabili” e che quinidi posso evitare senza pentirmene amaramente?

    So che la domanda può sembrare assurda ma la verità è¨ che pur leggendo blog da mesi e guardando foto non so cosa aspettarmi. Il nostro viaggio sarà lungo ed intenso e vorrei dosare al meglio le tappe.

    Grazie in anticipo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.