Viaggio a Panama – Itinerario di viaggio di 3 settimane

Viaggio a Panama – Itinerario di viaggio di 3 settimane
Bradipo

Cosa fare a Panama – Itinerario e consigli di viaggio

Dal diario di viaggio a Panama (Febbraio/Marzo 2011)

Il caldo di Panama mi stronca. Non appena sono scesa dall’aereo che mi ha portata via dalla selvaggia Giamaica l’afa e l’aria ferma che pietrifica mi hanno letteralmente bloccata. Sono stata fortuna, mi dice Valeria che mi accoglie in ostello, buona parte dell’anno a Panama piove ma a febbraio fa caldo e piove raramente.
E’ la stagione perfetta.
Sono nel lembo di terra che unisce il Nord con il Sud America, in una territorio di mezzo, una stringa sottile e lunga che come una corda tiene ben saldi due enormi blocchi.

Il Passo de Darien sancisce la congiunzione e della sua foresta si sa tramite racconti di chi non vi è mai stato. 266 chilometri separano Panama dalla Colombia, di questi 150 non sono asfaltati, è il mitico Darien Gap, fatto di natura ostile e foresta.
La strada si interrompe a Yaviza, e quei 150 chilometri diventano giungla primordiale disabitata terra di passaggio per contrabbandieri, traffico di droga e gruppi paramilitari, una frontiera naturale che in pochissimi si sono azzardati a passare a proprio rischio e pericolo.

Misteriosa e ricca di sorprese, timido Paese annebbiato dalla ben più nota Costa Rica. Non ci avrei scommesso un soldo bucato prima di arrivarvici. Scommessa persa.

Città di Panama

Viaggio a Panama - Tabella dei Contenuti

Migliore stagione per viaggiare a Panama

Si potrebbe viaggiare a Panama in qualsiasi periodo dell’anno, ma è preferibile nei mesi da Dicembre a Marzo, ovvero nella stagione secca.

Panama ha infatti solo due stagioni: la stagione secca, che va da Dicembre a Marzo e la stagione delle piogge, molto più lunga, che dura da metà marzo a dicembre.
Se il viaggio che stai pianificando è più orientato al mare, lo snorkeling ed il diving i mesi migliori sono quelli della stagione secca durante la quale la visibilità è migliore.

Viaggiare durante la stagione delle piogge, nonostante le probabilità che piova siano alte, non è comunque una cattiva idea.
Le piogge infatti si hanno generalmente per poco tempo e prevalentemente nel pomeriggio, il Paese diventa verdissimo e, grazie all’abbondanza di acqua, lo scenario circostante è bellissimo.

Se ci si focalizza sulla costa caraibica le cose cambiano, infatti può piovere in qualsiasi momento, il che significa che non c’è davvero migliore o peggiore momento.
L’unico mese da evitare è Novembre, non solo per le forti piogge, ma anche per le molteplici festività nazionali che rendono difficile trovare alloggio ed i costi aumentano.

Itinerario di viaggio di 3 settimane a Panama

La varietà di scenari che Panana offre non è seconda a nessuna in Centro America, metti che le isole caraibiche che offre sono tra le più belle, metti che qui si trovano foreste, vulcani, oceano e caraibi, stretto lembo di terra dove tutto è accessibile, anche quello che su carta non lo è.

Chi la liquida troppo velocemente, chi come me, ne rimane incantato e decide di dedicarle più tempo di quanto aveva preventivato.

Panama vale da sola il viaggio, senza necessariamente passare la frontiera a nord, tutto quello che si cerca dal selvaggio Centro America, qui lo si trova all’ennesima potenza.

Itinerario in breve

Giorno 1/2 – Panama City
Giorno 3/4 – Portobelo ed Isla Contadora
Giorno 5/8 – Darien Gap
Giorno 9/11 – Boquete e Canopy tour
Giorno 12/14– Bocas del Toro
Giorno 15 – Panama City
Giorno 16/21 – Arcipelago di San Blas (Kuna Yala)
Giorno 21 – Partenza

Panama City ed il Canale di Panama

Il primo giorno lo si può dedicare a Casco Viejo, il quartiere coloniale restaurato della capitale, per una mattinata di esplorazione del vecchio mondo.
I colori pastello e i cancelli in traliccio fanno di questo centro storico uno dei più belli e meglio mantenuti del centro America, sicuramente la capitale più bella tra tutte.
Consiglio di prendere parte ad un free walking tour per cominciare a scoprire la capitale.

Per cominciare ad entrare nel vivo di Panama vale la pena fare un salto al mercato del pesce e mangiare il Ceviche.
Il giorno dopo dirigersi a Miraflores, appena fuori città, per prendere un posto in prima fila per assistere allo spettacolo di enormi navi che passano attraverso il famoso canale di Panama.

LEGGI IL POST – COSA FARE A PANAMA CITY

Dove dormire a Panama City

Consiglio di dormire al Casco Viejo anche perchè la sera è molto vivace e si può camminare tranquillamente la notte a piedi. 
Tra gli ostelli il Luna Castle è lo storico ostello di Panama in posizione eccezionale e con letti comodissimi, molto bello anche il Selina hostel che ha anche una piscina ed un rooftop stupendo.

Se si preferisce dormire in hotel in questo quartiere se ne trovano di molto belli ed eleganti, in particolare La Concordia Boutique hotel, il cui punto forte oltre la bellezza delle camere è il rooftop, il Magnolia Inn, centralissimo e con camere spaziose e luminose ed il Villa Palma Boutique, nel cuore del Casco Viejo.  

panama city
Vista di Panama City da Casco Viejo

Portobelo & Isla Contadora

Un breve viaggio lungo la costa atlantica ci porta in questo villaggio sonnolento che un tempo era la città più ricca del mondo fatta di oro ed argento, e che i conquistadores hanno utilizzato come magazzino i seguito ai furti agli Inka e da dove caricavano le navi che salpavano per la Spagna.
La baia fu visitata da Cristoforo Colombo, da lui stesso fu definita bellissima ed è qui che nel 1596 il famoso capitano Francis Drake morì e fu sepolto.

Nel 1600 la città fu saccheggiata dal famigerato pirata Henry Morgan, nel 1700 fu conquistata dall’ammiraglio inglese Edward Vernon.
La vittoria fu così importante che il nome Portobello in onore della vittoria è stato utilizzato per nomi di strade, come Portobello Road a Londra, la zona Portobello di Edimburgo e quella di Dublino.

Per chi fa immersioni questo è il posto ideale, splendidi fondali e aria caraibica.
Un B&b semplice e non troppo pretenzioso è lo Casa Congo Restaurante.

Se si ha tempo una idea carina è prendere parte ad un tour da Panama ad Isla Contadora, bella isola a largo di Panama City in cui si trovano undici spiagge e tutte molto belle. La barriera corallina è in ottime condizioni e ci si arriva direttamente nuotando da Playa Galeón e Playa Larga.
Una delle spiagge più belle è Playa Cacique, una distesa isolata e incantevole di sabbia bianca che viene visitata raramente. 

E’ possibile dormire sull’isola, non ci sono molte strutture ma, se si decide di rimanere qualche notte, consiglio l’Hotel Gerald e l’Hotel Perla Real Inn

Come arrivare a Portobelo ed ad Isla Contadora

L’ideale sarebbe raggiungere Portobello con una macchina, se la si vuole noleggiare Rentalcas compara i prezzi e le offerte di numerosi operatori.

Alternativamente si può prendere l‘autobus per Colon, chiedere all’autista di scendere a Sabanita e qui, di fronte al supermercato El Rey prendere il bus per Portobelo (1 ora, l’autobus passa ogni 30 minuti), oppure arrivare direttamente aColon, durata viaggio circa 90 minuti, e dalla stazione dei bus di Colon prendere la coincidenza per Portobelo, circa 1 ora e mezza, prezzo $1,30.

Un’altra alternativa valida è un tour di un giorno da Panama che include anche la Zipline o un tour di kayak e snorkeling

Contadora invece si può raggiungere con un tour organizzato o con un ferry, circa 1 ora e mezza, e le compagnie che coprono la tratta solo la Sea Las Perlas e la Ferry Las Perlas.

portobelo panama

Avventura agli estremi confini del Darien

Splendida ed indimenticabile avventura si svolge lungo il Golfo di San Miguel.
Il Darien è la regione meno popolata ma più estesa e selvaggia di Panama, Darien.
La regione è abitata nella sua maggioranza dai nativi KunasEmbera ed i Wounaan. 
A causa del suo passato e della poca sicurezza nella foresta non è possibile visitare il Darien in maniera autonoma ma è necessario appoggiarsi a qualcuno. 
Consiglio di appoggiarsi a JungleTreks specializzato in avventure nella foresta, pacchetti di minimo 3 notti, ma bisogna essere molto flessibili ed amanti dell’avventura. 

Darien Gap

Immergiti nella natura Boquete e divertiti facendo i Canopy tour

Viaggio notturno per raggiungere Boquete dove si arriva il giorno dopo. 
Il pomeriggio lo si può dedicare alla scoperta della città a piedi o in bici, famosa i suoi giardini pubblici.
Ma quello che piace di Boquete sono le aziende agricole che producono caffè, la foresta pluviale sul Quetzal Trail, dove osservare gli uccelli e dove svolgere attività quali zip line, detto anche canopy, ovvero un volo tra gli alberi imbracati ed attaccati a cavi metallici, o il rafting ed il trekking.
Dalla cima del Volcán Barúa si possono vedere entrambi gli oceani, ovviamente a condizioni di visibilità ottimali.

Dove dormire a Boquete

Rispetto qualche anno fa a Boquete adesso si trovano alloggi per tutte le tasche e alcune molto belle, immerse nella natura e in posizioni con vista eccezionale. 
Molto carino il Bambuda Castle Hostel, fuori dal centro ma con shuttle gratuiti ad orari fissi. 
Villa Alejandro è una bella casa con camere spaziose e molto carine ad un prezzo onesto ed in linea con quello che offre. 

Il Palo Alto Inn hotel è uno dei più belli di Boquete, è un delizioso boutique hotel con vista sulle montagne e piscina esterna. Un altro hotel molto bello il Casa Ejecutiva Boquete, che ha camere molto spaziose ed una vista incredibile. 

Come arrivare a Boquete

Dalla stazione dei Bus Albrook di Panama City prendere un autobus per David. Gli autobus partono quasi ogni ora generalmente non è necessario prenotare in anticipo ma questo diventa obbligatorio durante le festività.

Il primo autobus parte alle 5:30 del mattino e l’ultimo parte alle 00:00

Il biglietto dell’autobus da Panama a David costa $12,50 o $ 15 per passeggero, a seconda se si tratta di un autobus espresso o no.

Gli autobus Express sono i più veloci e partono alle 3:00 pm, 22:45 e a mezzanotte. Da David prendere un autobus per Boquete, costo $ 1,75.

Boquete
Boquete

Snorkeling e spiagge paradisiache a Bocas del Toro

Nonostante l’aumento consistente di turisti l’ecosistema di Bocas del Toro rimane in gran parte intatto, grazie agli sforzi ammirevoli fatti dagli ambientalisti.
La biodiversità della regione di Bocas del Toro è così complessa che è riconosciuta a livello internazionale sia come Riserva della Biosfera che come Patrimonio dell’Umanità.

Ci vorrebbero mesi per esplorare tutte le 9 isole principali di Bocas del Toro, le 50 isolette e gli oltre 200 isolotti, qui c’è di tutto per tutti, che si sia amanti delle spiagge o del surf o della vita notturna.

Le isole principali in cui risiedere sono:

  • Isla Colon che ha molto da offrire, tra cui la migliore selezione della provincia di ristoranti, vita notturna, e alloggi.
    Si tratta di un tipico villaggio caraibico, ristoranti sul lungomare e su palafitte e bellissime spiagge. Playa Bluff è la spiaggia più impressionante della città. Consigliato il noleggio di una bicicletta.
  • Isla Bastimentos è un’altra destinazione magnifica, dove fare ottimo snorkeling ed immersioni. La spiaggia più famosa è la Red Frog Beach, che prende il nome dalla rane piccole e rosse velenose. Le barriere coralline e le spiagge immacolate sono un ricordo ancora vivo di ciò che molte isole dei Caraibi erano nel passato.
  • Isla Solarte sta crescendo come destinazione anche se piuttosto cara e per adulti, non esattamente per backpackers.

Altre isole e isolotti dell’arcipelago che si possono tenere in considerazione sono Isla Popa, Isla Cristobal ed Isla Zapatilla che si raggiunge con un tour da Isla Colon.

Un tour in barca per le isole costa circa $15 ed è arrangiato da hotels ed ostelli (altamente consigliato).
Per approfondire leggi il post: Cosa fare e dove dormire a Bocas del Toro.

Trasporti da Boquete a Bocas del Toro

Dal terminal dei bus di David prendere un autobus per Almirante (3,5-4,5 ore, $ 8). Da qui prendere la barca per Bocas del Toro, l’ultima parte alle 18:00, se si arriva dopo il tramonto bisognerà rimanere la notte ad Almirante e partire la mattina successiva.

Bocas del toro Panana
Bocas del toro
rana bocas del toro

Ritorno a Panama City

Ritorno in Aereo a Panama City, notte in città.

Trasporti
La tratta Bocas del Toro Panama City costa circa $150. AirPanama offre queste connessioni.
Alternativamente viaggio in bus via David, durata del viaggio circa 10 ore in totale.

Il gran finale – Arcipelago di San Blas

Non c’è modo più bello che visitare questo splendido arcipelago caraibico in barca a vela.
Per quanto mi riguarda continuo a credere che sia uno degli angoli più belli ma anche meno conosciuto del mondo.
Le isole non sono ancora state scoperte dal turismo di massa e sono nel pieno controllo dei nativi abitanti indigeni, i Kuna.
l Kuna stessi si impegnano a proteggere le loro terre contro il turismo di massa e mantenerle bellissime, esattamente come immaginiamo possano essere i caraibi in cartolina.
Alle isole si fa snorkeling, kayak, si prende il sole e ci si rilassa. Non c’è altro da fare, ma va benissimo per concludere un viaggio nella sorprendente Panama! 

Barca a Vela a San Blas
Per informazioni sul viaggio a San Blas leggi il post: Isole di San Blas, il Paradiso caraibico di Panama

Tour con notte sulle isole 
In alternativa se la barca a vela non fa per te o va oltre il budget preventivato, le isole non sono particolarmente economiche soprattutto se si fanno in barca, puoi considerare mini pacchetti che includono trasporti (auto + barca) ed alloggio in cabanas sulle isole o un Islands hopping San Blas (3 notti su tre differenti isole)

San blas islands
San Blas islands

Hasta Pronto Panama!

Tempo di lasciare San Blas purtroppo. A seconda dell’orario del proprio volo si può arrangiare un transfer out direttamente delle isole per raggiungere l’aeroporto o passare una ultima notte a Panama city e partire il giorno dopo. 

panama city

Prodotti utili per un viaggio a Panama

Organizza il viaggio a San Blas in barca a vela

Affidati ad operatori locali e Travel Designer dedicati per disegnare e realizzare il viaggio alle isole San Blas in barca a vela

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.