Cosa fare a Panama City, la città più cosmopolita del Centro America

Cosa fare a Panama City, la città più cosmopolita del Centro America

Cosa fare a Panama City – Vale la pena visitare Panama City?

Panama City è senza ombra di dubbio la città più cosmopolita di tutto il Centro America ed è un’ottima città di arrivo per chi vuole scoprire le bellezze naturali di questo Paese non ancora esplorato e meno turistico rispetto gli altri Paesi centro americani.

La parte nuova di Panama può sorprendere grazie ai numerosi grattacieli che la fanno chiamare dagli abitanti del luogo la Miami del Sud.

La città di Panama non è solo grattacieli ma vanta anche una bella area antica chiamata Casco Viejo in cui si può passeggiare circondati da vecchie chiese e piazze suggestive che ricordano in qualche modo La Habana.

Casco Viejo è stata rivalutata moltissimo negli ultimi anni e da area pericolosa adesso è una delle preferite dai viaggiatori e soprattutto dai backpackers grazie ai prezzi abbordaboili soprattutto degli ostelli.

Panama City si estende per 20km sulla costa del pacifico, dal canale di Panama alle rovine di Panama Viejo, è piuttosto grande e per andare da un’area all’altra della città bisogna prendere un autobus o un taxi.

L’aeroporto internazionale Tocumen è a 35km nord dal centro della città, il modo più economico per raggiungere la città è prendere un bus diretto alla città.

panama city

Dove dormire a Panama City

Consiglio di dormire al Casco Viejo anche perchè la sera è molto vivace e si può camminare tranquillamente la notte a piedi. 
Tra gli ostelli il Luna Castle è lo storico ostello di Panama in posizione eccezionale e con letti comodissimi, molto bello anche il Selina hostel che ha anche una piscina ed un rooftop stupendo.

Se si preferisce dormire in hotel in questo quartiere se ne trovano di molto belli ed eleganti, in particolare La Concordia Boutique hotel, il cui punto forte oltre la bellezza delle camere è il rooftop, il Magnolia Inn, centralissimo e con camere spaziose e luminose ed il Villa Palma Boutique, nel cuore del Casco Viejo.  

Città di Panama

Cosa fare a Panama City in due giorni 

Panama non è particolarmente grande ed i punti di interesse turistico non sono molti, in genere uno o due giorni sono sufficienti per visitare questa città che è base per raggiungere l’arcipelago di San Blas o proseguire verso il nord del Paese, i vulcani e le isole di Bocas del Toro

Giorno 1 – Panama Viejo, Mercado de Marisco e Casco Viejo 

Casco Viejo non è solo il quartiere di Panama City in cui la maggior parte dei viaggiatori sceglie di soggiornare ma è anche il centro storico e coloniale della città. Questo quartiere piuttosto piccolo e compatto è pieno di deliziosi caffè e bar ed un simpatico mercato giornaliero. 
Comincia la giornata con una visita alle rovine di Panama Viejo.
Un tempo villaggio di pescatori aborigeni, è stata la prima città fondata dalla Spagna sulla costa del Pacifico in America nel 1521.
Nei successivi 150 anni è cresciuta fino a diventare una città con una popolazione di 10.000 abitanti, conventi, una chiesa, un ospedale ed una cattedrale. Nel 1671, Panama Viejo fu attaccato ed incendiato del tutto.  Oggi, il sito archeologico comprende una varietà di rovine e un museo.

Dopo la visita alle rovine fate un salto al Mercado de Marisco, il mercato del pesce e mangiare un Ceviche in uno dei tanti ristorantini all’interno del mercato. 

panama viejo
ceviche

Dopo aver gustato un delizioso ceviche si prosegue per il Casco Viejo, il quartiere coloniale di Panama e dal quale si ha una eccezionale vista dello skyline della città. 
Dirigiti prima al lungomare Esteban Huertas, per poi scoprire i luoghi principali dell’area tra cui il Monumento al canale di Panama, la piazza Carlo V, la chiesa ed il convento di Santo Domenico, le rovine della Compania de Jesus, la chiesa de Nuestra Senora de la Meced, Piazza dell’Indipendenza e Piazza Simon Bolivar. 

Se preferisci essere guidato tra le strade di Panama consiglio di prenotare un free walking tour del Casco Viejo di Panama.

panama city

Giorno 2 – Il canale di Panama ed il Biomuseo 

Questa seconda giornata la si può dedicare al Canale di Panama ed al Biomuseo.
Il Canale di Panama collega l’oceano Atlantico con il Pacifico attraverso lo stretto Istmo di Panama.
La lunghezza del Canale di Panama da costa a costa è di circa 65 km.
Il canale è stato completato nell’Agosto del 1914 ed è uno dei due canali navigabili artificiali più strategici al mondo, con il canale di Suez.
Il canale ha permesso alle navi che navigavano tra le coste Orientali ed Occidentali di evitare di navigare fino a Cape Horn in Sud America, riducendo il viaggio di circa 15.000 km.
Vedere come funziona il passaggio delle navi attraverso il canale è molto interessante e vale la pena passarci qualche ora. 
Nel pomeriggio invece consiglio di visitare il Biomuseo, un museo incentrato sulla storia naturale di Panama con un occhio particolare sul ruolo degli umani nel XXI secolo.
Nelle otto gallerie all’interno del museo si scorre tra racconti sulla biodiversità immergendo i visitatori nella natura di Panama descrivendone la storia geologica e naturale.
Il museo si trova sull’Amador Causeway il museo è stato progettato dal famoso architetto Frank Gehry.

Canale di Panama

Come muoversi a Panama City 

Ormai muoversi a Panama è semplice e anche piuttosto economico se lo si fa con UBER. Ci sono comunque molti taxi per le strade. 
Quelli senza licenza hanno prezzi molto alti quindi potreste optare per un taxi collettivo, ovvero un taxi da dividere con altre persone, che costa circa $10 sino a 3 passeggeri o $12 per due.

I taxi per muoversi dentro la città sono piuttosto economici e facili da trovare, da zona San Francisco alla stazione degli autobus Albrook costa circa $2 o $3, alternativamente potete prendere i bus locali, chiamati Diablo Rojo, che costano $0,25 ma si affollano facilmente ed in estate si soffoca.

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.