Viaggio nella Patagonia Argentina – Fino alla Fine del Mondo

Viaggio nella Patagonia Argentina – Fino alla Fine del Mondo

Viaggio in Patagonia – Viaggio alla fine del mondo

La Patagonia è una di quei luoghi mitici come ce ne sono pochi nel mondo. Ognuno se la dipinge in un modo particolare e personale ancora prima di visitarla, io, per esempio, la immaginavo come una infinita distesa di terra grulla: la steppa.

Preparando il viaggio e soprattutto una volta lì ho dovuto ammettere che c’è molto di più di steppa, un viaggio in Argentina alla scoperta del suo Sud fa perdere tra coste bellissime, una vasta lista di animali da conoscere, montagne, laghi, boschi e ghiacciai.

Qualcosa che la fantasia difficilmente può riuscire a immaginare.
Argentina, Paese enorme ed eterogeneo la cui Patagonia, terra fredda ed immacolata che porta sino alla “fine del mondo”, l’ha resa una destinazione di richiamo mondiale e di estremo interesse, e di questa regione argentina parleremo, un angolo di Paese in forte contrasto con la cosmopolita Buenos Aires e il rurale nord.
La Patagonia è una regione geografica che ricopre la parte meridionale del Sud America, dividendosi tra Argentina e Cile. Si tratta di oltre 900.000 km² di territorio, in questo post parleremo della Patagonia Argentina, un viaggio cominciato a Buenos Aires e terminata ad Ushuaia.
La Patagonia Argentina è una regione gigante, tanti spazi vuoti e sconfinati i cui principali punti d’interesse che non si devono assolutamente perdere si possono sintetizzare in tre tappe fondamentali:

Lago argentino

Patagonia in autobus o in aereo

Facendo come ho fatto io, si arrivare da Buenos Aires in autobus passando per queste tre tappe.

I tragitti sono lunghi, si parla di 10, 20 o addirittura 27 ore in autobus ma una nota di merito va agli autobus argentini che sono i più comodi e professionali di tutto il Sud America e anche tra i più cari del continente.

Viaggiare in autobus è generalmente più economico, anche se in questi ultimi anni costa poco meno rispetto i voli aerei che permettono spostamenti veloci e pratici, inoltre, considerando le grandi attraversate il fatto che si possa viaggiare di notte permette di dormire durante il viaggio, risparmiare la notte di ostello e soprattutto avere la giornata libera non perduta tra aeroporto vari.
Allo stesso modo se si viaggia di giorno, questo mezzo permette di godere delle mete dove si è diretti prima ancora di arrivarci attraverso la meravigliosa vista dal finestrino, qualcosa che si rischierebbe di perdere se si sorvolasse su questi territori mistici e pacifici.

Chiaramente, facendo in questo modo, bisogna avere molto di tempo a disposizione, nel caso del tragitto di cui sopra, serviranno circa 20 giorni.
Una valida alternativa è arrivare in aereo fino a Ushuaia e poi risalire in autobus o viceversa.
Per prenotare i bus online potete affidarvi a Plataforma10

Perito Moreno

Tappa 1 – Peninsula de Valdes

La parte più settentrionale della Patagonia Argentina, scendendo da Buenos Aires è prevalentemente stepposa. Perciò, se siete in autobus, vedrete queste distese di vegetazione rada e arbustiva che sembrano protrarsi senza fine.
Una ottima prima tappa, dove fermarsi e pernottare è Puerto Madryn, sulla costa pacifica, che come città in sé non è nulla di eccezionale, ma dall’altro lato rappresenta il punto di entrata per la Peninsula Valdes.

La Peninsula Valdes è costituita da 400 km di steppa, perfettamente preservata in quanto patrimonio dell’Unesco.
Oltre ad immergervi in un territorio che a volte può sembrare surreale per l’assenza di dell’opera dell’uomo, vi potete godere la presenza di molti animali come il guaranaco (specie affine ai lama), il nandù (uccelli di taglia grande simili agli struzzi), la martineta (uccelli simili ai fagiani), la mara (animali simili alle lepri); nonché, sulla costa, pinguini, foche, elefanti e leoni marini.
E con un pizzico di fortuna potrete assistere ad uno spettacolo naturale un po’ cruento cioè le orche che emergono dal mare per magiare le foche.

Consiglio però di disporre di binocoli o di un buon obbiettivo sulla macchina fotografica perché alcuni animali come le foche rimangono a svariati metri di distanza dalle passerelle da dove si possono osservare.

Inoltre, se vi andate nei mesi da luglio a dicembre, potete divertirvi ad avvistare le balene!

I grossi animali, infatti, sono presenti di passaggio al largo della Peninsula Valdes da cui partono i tour per l’avvistamento; specificamente da una località chiamata Puerto Piramides.
O se siete fortunati le potete persino avvistare dalla Playa Doradillo, una spiaggia vicino Puerto Madryn, senza bisogno di tour. Ovviamente, a parte tutto ciò, potete sempre godervi la spiaggia.

Dove dormire a Puerto Madryn

Consiglio di prenotare con largo anticipo sopratutto nel periodo di alta stagione per avere maggiore scelta e trovare i dormitori o le camere più economiche.

Hi Patagonia
Situato a soli 100 metri dalla spiaggia di Puerto Madryn, l’Hi Patagonia offre una cucina in comune, un barbecue, un bar e camere con riscaldamento e connessione Wi-Fi gratuita. Disponibili anche camere private a partire da $57. Prenota adesso

AUSTRALIS YENE HUE
Camera doppia a partire da $65

Hotel situato a 2 minuti a piedi dalla spiaggia. L’hotel offre una una vasca idromassaggio, una piscina coperta riscaldata, la connessione WiFi gratuita, trattamenti benessere su prenotazione e camere con vista sul mare e sulla città. Prenota adesso

HOTEL TOLOSA
Situato a 250 metri dalla spiaggia di Puerto Madryn, alle porte del centro città, l’Hotel offre connessione Wi-Fi gratuita, la colazione a buffet e un centro business con computer a disposizione. Un hotel elgante ed accogliente con camere grandi e pulite. Prenota adesso

Tappa 2 – Ushuaia

Proseguendo il nostro giro lungo la Patagonia Argentina, si può arrivare fino alla città più a sud del continente: Ushuaia, detta perciò anche “Fin del Mundo”.

Il viaggio in autobus è particolarmente interessante perché si deve attraversare il canale di Magellano per entrare nella Tierra del Fuego, l’isola mezza argentina e mezza cilena alla fine del continente sud americano giusto in fronte all’Antartide.

L’autobus viene caricato in una barca piattaforma e voi vi potete godere la mezz’ora di attraversata comodamente dal piano superiore e magari sorprendere qualche delfino che incuriosito segue la barca.

Qui il paesaggio cambia drasticamente, vi lascerete alle spalle l’arida steppa per trovarvi attorniati da lussureggianti boschi spalmati su vari altopiani. Inoltre Ushuaia si affaccia al Canale di Beagle che divide l’isola maggiore della Tierra del Fuego dalla altre isole minori nella parte sud e che potete navigare attraverso appositi tour con partenza giornaliera dal porto principale di Ushuaia.

Nella zona, i trekking assolutamente da non perdere sono quelli nel Parco Nazionale della Tierra del Fuego e al Glacial Martial.

Nel Parco Nazionale per una quota d’entrata irrisoria potrete camminare per 16 km tra bosco e sottobosco, sfociando in laghi e altri paesaggi che sembrano dipinti come sulla tela di un quadro.

Potete vedere inoltre vari animali quali per esempio volpi, castori, picchi. Nel trekking al Glacial Martial, camminando in salita per 5 km potrete godere della vista dall’alto di Ushuaia e del Canale di Beagle.

Per approfondire leggi il post – Cosa fare ad Ushuaia, viaggio alla Fine del Mondo
Canale di Beagle leoni marini

Tours ed attività a Ushuaia

Trekking e canoa al Parco Nazionale Tierra de Fuego – Un modo attivo e differente per scoprire il parco alla Fine del Mondo. Prenota ora

Navigazione canale di Beagle – navigazione sul canale di Beagle fino a raggiungere il Faro de La Fine del Mondo, isla Lobos, l’isola dei leoni marini e per osservare i famosi cormorani. 

Laguna Esmeralda ed incontro con i castori – Trekking fino la meravigliosa Laguna Esmeralda. Il rientro sarà la notte così da avere la possibilità di poter osservare i castori che popolano la Tierra del Fuego.

Per altri tours e visite clicca qui e scopri la lista completa di attività da Ushuaia.

Dove dormire a Ushuaia 

Consiglio di prenotare con largo anticipo sopratutto nel periodo di alta stagione per avere maggiore scelta e trovare i dormitori o le camere più economiche.

HOSTEL LOS CORMORANES
Alloggi economici con connessione Wi-Fi gratuita, giardino, cucina in comune e confortevole sala comune. Disponibili anche camere private a partire da $85. Prenota adesso

POSADA FIN DEL MUNDO
Il B&B si trova circondato da un meraviglioso paesaggio tra i monti della Patagonia, l’accogliente tenuta Posada Del Fin Del Mundo offre belle camere, connessione wifi, colazione inclusa nel prezzo. Prenota adesso

MIL810 Ushuaia Hotel
L’hotel si trova a soli 150 metri da Avenida San Martin ed offre confortevoli camere, connessione WiFi gratuita, un bar, un salone in comune. Colazione continentale inclusa. Prenota adesso

Canale di Beagle

Tappa 3 – El Calafate

Infine, potete risalire fino al El Calafate. Questa è una tipica città di montagna che, a mio avviso, sembra più una città europea che Sud Americana per la sua struttura estremamente ordinata e i suoi molti negozi di souvenir e di moda sportiva e non. Se si viaggia d’inverno ci si può divertire con ogni sorta si sport su neve e ghiaccio.

Mentre per tutto l’anno, da qui potete andare a visitare ad appena 80 km di distanza uno dei ghiacciai più famosi al mondo: il Perito Moreno.

L’enorme massa ghiacciata scende dalla cordigliera andina e sfocia maestosamente nel Lago Argentino con un’altezza di 60 metri e un’estensione di 5 km.

La sua fama è dovuta al fenomeno naturale estremamente particolare che lo interessa: questo ghiacciaio, infatti, è in continua crescita ma allo stesso tempo rimane comunque della stessa estensione.

Questo è dovuto al fatto che il ghiaccio ai suoi margini si sgretola lentamente. Mentre la crescita è impercettibile all’occhio umano, le cadute del ghiaccio sono spettacolari e si possono ammirare comodamente da passerelle che sono state costruite ai sui margini.

Altra incredibile bellezza naturale da non perdere a solo 2 ore e mezza di autobus da El Calafate è il Parco Nazionale El Chalten che è la porta d’accesso al Fitz Roy e Cerro Torres, due dei più famosi picchi andini: una mecca del trekking.

Tours ed attività a Calafate

Perito Moreno full day tour – Tour di 8 ore che comincia e finisce a El Calafate. Trasporto per il Parco Nazionale incluso. A partire da $48 per persona.

Mini-trekking Perito Moreno – Un breve trekking sul ghiacciaio più famoso del mondo. Tour di 11 ore, adatto anche a maggiori di 50 anni. A partire da $179 per persona.

Big Ice Perito Moreno – Un trekking esclusivo per addentrarsi nel Perito Moreno scalandone i ghiacci e scoprendone i segreti più nascosti. A partire da $320 per persona. Prenota adesso.

Rios de Hielo – Una navigazione sul lago argentino per ammirare i ghiacciai più famosi del Parco Nazionale Los Glaciares: Spegazzini e Upsala, navigando tra gli enormi iceberg. A partire da $120 per persona.

calafate

Dove dormire a Calafate

Consiglio di prenotare con largo anticipo sopratutto nel periodo di alta stagione per avere maggiore scelta e trovare i dormitori o le camere più economiche.

CALAFATE HOSTEL
Ostello a soli a 300 metri dalla stazione degli autobus, con cucina in comune attrezzata, connessione WiFi gratuita, una colazione continentale e una reception aperta 24 ore su 24. Prenota adesso

POSADA KARUT JOSH
Le camere si affacciano sul lago o sulle montagne, arredi modenti e tinte vivaci, le camere sono spaziose e pulite, colazione fatta in casa tutte le mattine. Prenota adesso

HOTEL KOSTEN AYKE

L’elegante B&B si trova in un imponente edificio in stile alpino con centro benessere e centro fitness, a 200 metri dal centro di Calafate. Camere spaziose e finemente arredate. Colazione inclusa. Prenota adesso

perito moren trekking
Lago argentino

Quanto costano 20 giorni di viaggio in Patagonia (in ostelli camere condivise) 

Economicamente parlando la Patagonia Argentina è molto costosa per quanto riguarda i trasporti e l’alloggio.
Viaggiando in autobus e cercando il giusto ostello, dormendo in camerate con bagni condivisi, le sopracitate città offrono una vasta scelta di ostelli accessibili a tutte le tasche, si può rimanere in budget che deve comunque superare il migliaio di dollari per persona.

Considerando le bellezze naturali viste in questa regione una esperienza di viaggio qui non ha prezzo, quindi vale la pena l’investimento anche se forse più caro di quello che ci si aspetta quando si pensa che si sta viaggiando in Sud America.

Per quanto riguarda gli ostelli abbiamo speso circa $20/25 a testa in media per ostello, in dormitorio da 6 a più letti e bagno condiviso
Per quanto riguarda i bus i prezzi variano abbastanza in relazione alla compagnia con cui viaggi, il tipo di sedile che scegli.
Nel nostro caso per fare il tragitto Buenos Aires, Puerto Madryn, Ushuaia, EL Calafate abbiamo speso circa $500 a testa.

Devo dire che siamo stati super attenti a scegliere la soluzione più conveniente per ovvi motivi e per esempio il “cama” (sedili più comodi e quindi costosi) l’abbiamo presa solo una volta optando per gli autobus piu economici che non saranno i più comodi ma il nostro budget era limitato.

Qualche escursione, entrate ai parchi, letti in camerata da 6 o più e bagno condiviso, cibo, premettendo che il ristorante non l’abbiamo visto in Argentina e abbiamo sempre cucinato in ostello, insomma tutto ridotto al minimo indispensabile, nei venti giorni, che ci siamo fermati in Patagonia Argentina abbiamo speso circa €2600 in due. 

Questo post è stato scritto da Laura, blogger di Storie da backpackers in viaggio in Sud America zaino in spalla e seguili anche sulla loro pagina Facebook.

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. Fabio

    Ciao. Scusami non ho capito una cosa, ma da El Calafate siete tornati a Buenos Aires con un volo o in bus? I 2500 sono comprensivi di cosa in particolare? Viao e grazie

    1. Giulia Raciti

      Ciao Fabio, i costi indicati si riferiscono a qualche anno fa, posso dirti che, visto che sono tornata da 2 settimane, che i costi sono aumentati ulteriormente, quindi la Patagonia oggi è ancora più cara. I costi includono trasporti via terra (ma al tempo i bus erano più economici mentre oggi i voli costano poco di più dei bus ma invece di fare 25 ore in strada arrivi in 1.5h), ostelli in camere condivise, e i tours nei luoghi indicati. Ma ribadisco, i costi non sono aggiornati e ad oggi, febbraio 2018, sono molto più alti rispetto anni fa.
      La Patagonia è sempre stata cara, oggi ancora più del passato.
      Un saluto
      Giulia

  2. Arianna Elena Guinis

    I 2500 (dollari giusto?) senza contare il biglietto aereo immagino…

    1. Giulia Raciti

      E’ carissima, si! Il tutto senza biglietti aerei interni. La Patagonia può sorprendere quanto a costi. Quella Cilena..ancora di più.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.