Come fare amici quando si viaggia da soli

Come fare amici quando si viaggia da soli
viaggiare da soli

Una delle prime domande che ci si fa nel momento in cui si comincia a pensare ad intraprendere un viaggio da soli è: Come faccio a fare amici? Non rischio di rimanere solo spesso?

Molta gente pensa che viaggiare da soli significhi stare da soli quasi tutto il tempo. Beh, questo non potrebbe essere più falso – io non sono quasi mai stata sola se non quando ne avevo voglia!
Una delle cose belle del viaggiare sta proprio nella possibilità di riuscire a parlare e comunicare con degli sconosciuti, anche se si è molto timidi, non fosse che un argomento che ci accomuna tutti c’è: il viaggio!

Ma è vero anche che bisogna sapersi mettere nelle condizioni di incontrare gente, quindi come? Una serie di idee per fare amici quando si viaggia da soli.

viaggiare da soli
viaggiare da soli

Dormi in ostello

Soggiornare in un ostello e in camera dormitorio è il modo più semplice per fare amicizia. E’ impossibile  non conversare o chiacchierare con i tuoi compagni di stanza. Le chiacchierate cominciano in maniera standard: Di dove sei? Dove sei stato? Dove stai andando? (Bada bene che è molto raro che venga chiesto che lavoro fai, cosa studi etc etc. Cosa ch ho trovato sempre molto interessante perchè in viaggio siamo tutti su uno stesso livello. Non ci sono status da rimarcare, siamo tutti uguali).
Molto probabilmente poco dopo la presentazione la conversazione proseguirà di fronte a una birra.
Sebbene gli ostelli offrano anche stanze private e aree comuni, il modo più semplice di tutti per instaurare delle relazioni con altri viaggiatori è dormire nella camera dormitorio.
Paura dell’ostello? Sicuro? leggi un pò qui…Vita da ostello.

Bevi qualche birra al bar di un ostello (anche se non stai dormendo li)

Il Bar è per definizione un luogo d’incontro, soprattutto se i viaggiatori sono anglosassoni dato il loro rapporto quasi morboso con gli alcolici (battuta con fondo di verità).
Ed è proprio nel bars degli ostelli che la socializzazione da il meglio sè. Che si giochi a calcetto, carte, biliardo, che si beva una birra in giardino o si guardi un film tutti insieme, è impossibile non trovare sempre qualcuno nell’area comune più amata dai backpackers.
Consiglio di verificare che ci siano aree comuni nell’ostello che si desidera prenotare, una agorà in cui personaggi provenienti da tutto il mondo si incontrano, chiacchierano e spesso e volentieri organizzano serate di gruppo!

Mezzi di trasporto pubblici

Innumerevoli le persone che ho incontrato durante le mie traversate in bus notturne e diurne. compagni di viaggio con cui condividere dolori e piaceri della vita da bus.
Anche se non si è seduti proprio accanto, ad ogni stop o pausa per un caffe, la sigaretta o il pranzo, capita che i passeggeri fuori dal mezzo si dividono in due gruppi: i viaggiatori da un lato e i locali da un altro (solitamente questo dovuto al fatto che non si parla la lingua del Paese, in particolare in Asia, e che loro viaggiano raramente da soli).
E li, le solite domande di cui su, quelle del dormitorio.
Altra occasione correlata ai mezzi di trasporto è l’arrivo in stazione. Generalmente i backpackers non hanno riservato alcuna guest house o ostello, ed è li che ci si chiede l’un altro se si ha idea sul dove andare o se si vuole condividere la stanza (capita pure questo, dividere stanze con sconoscicuti, l’ho fatto decine di volte).

Partecipa ad escursioni, attività e tours

Che tu prenda parte ad una escursione, una attività sportiva, faccia una scuola o un campo, questi sono momenti in cui incontrerai decine e decine di viaggiatori ed è inevivitabile fare nuove amicizie.
Quindi trova qualcosa di tuo interesse, un corso di yoga, un surf camp, canoa, scalate e trekking, tours di qualche giorno nella giungla, queste sono occasioni che ti avvicinano ad altri viaggiatori che oltre al viaggio in comune con te hanno una passione o un interesse, e soprattutto data la durata vi sarà abbastanza tempo per conoscersi ed andare oltre le classiche domande introduttive.

Fai couchsurfing

Couchsurfing va ben oltre il dormire gratis a casa di persone sconosciute!
Io l’ho fatto decine di volte ed per molto tempo è stata una pratica che facevo più per il piacere di incontrare nuove persone ma anche perchè la tipologia di persone che ospitano sono tra le più disparate: locali, espatriati, altri viaggiatori che sono ospitati nella stessa casa.
Ma su questo non mi dilungo troppo, nel post Perchè fare couchsurfing racconto le motivazioni per cui secondo me vale la pena farlo ogni tanto (essere ospitati ma anche ospitare!)

Utilizza i social networks

Novità delle novità! A forza di # su twitter si può scoprire che qualcuno che seguiamo (o che ancora non seguiamo ma lo faremo presto) è proprio dove sei tu nello stesso momento. Mandagli un messaggio, sono sicura che lui come te sarà felice di poter passare una serata in compagnia alla scoperta della nuova destinazione.
Contatta altri viaggiatori che sai essere nel tuo stesso posto, scrivigli sarai sorpreso dal comune desiderio di incontrarsi ed organizzare qualcosa insieme.

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. liviofattori

    Ciao Giulia complimenti per il tuo viaggio low cost in peru’.Verso la fine di novembre avrei intenzione pure io di andare in peru’ per circa 22-24 giorni,saresti cosi’gentile di inviarmi altre notizie.Grazi e arrivederci livio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.