Cosa fare alle isole Egadi – Guida alle isole più Siciliane tra tutte

Cosa fare alle isole Egadi – Guida alle isole più Siciliane tra tutte

Cosa fare alle isole Egadi 

Mi piace passeggiare per i pochi e stretti vicoli delle minuscole cittadine delle Isole Egadi, il cui centro è sempre rappresentato dalla piazza del paese in cui i vecchi già di prima mattina siedono all’immancabile Bar del Corso leggendo il Giornale di Sicilia ed i turisti fanno colazione, le spiagge con i chioschi o quelle, ancora più belle senza, in cui gli occhi di chi ci abita forse non riesce più a scovarne le meraviglie.

Api e motorini che non vediamo circolare nelle strade delle città ormai da molti anni, qui sembrano essere i mezzi di trasporto mai passati di moda.

La Sicilia forse è un pò demodè.
O forse è proprio questo suo rimanere tradizionale e legata al passato che fuori non esiste quasi più a renderla tanto speciale.
Anche ai miei occhi che qui ci sono cresciuta.

Ascoltare i racconti di pescatori o di ex pescatori mi affascina, oggi più del passato. Di quelli che quando si usciva la notte in barca si pescava davvero e non arrancano oggi per tornare a casa con del pescato decente che possa sfamare la famiglia.

Odore di finocchietto selvatico e piante di capperi per farci il pane cunzato (il pane condito).
Margherite gialle e natura elegantemente selvaggia che si riversa nel mare turchese o in acque cristalline.

La Sicilia con i suoi mercati delle grandi città, le putìe (botteghe) in cui le signore parlano solo in siciliano, dando per scontato che tutti le possano capire, i signori di una certa età che guardano le ragazze in pantaloncini esclamando frasi volgari  guardando come se non si fosse vista donna per 30 anni.
Questa è la terra in cui sono cresciuta, da cui sono scappata e dove sto tornando.
A piccoli passi. Prendendola a dosi facendo sì che, ogni volo di partenza, lasci la malinconia di un affetto per la questa terra complessa e sanguigna, generosa ed orgogliosa, una terra che poi in verità è tante.

[su_quote]Tante Sicilie, perché? Perché la Sicilia ha avuto la sorte ritrovarsi a far da cerniera nei secoli fra la grande cultura occidentale e le tentazioni del deserto e del sole, tra la ragione e la magia, le temperie del sentimento e le canicole della passione. Soffre, la Sicilia, di un eccesso d’identità, né so se sia un bene o sia un male. Certo per chi ci è nato dura poco l’allegria di sentirsi seduto sull’ombelico del mondo, subentra presto la sofferenza di non sapere districare fra mille curve e intrecci di sangue il filo del proprio destino. (Gesualdo Bufalino – Cere perse) [/su_quote]

Non vorrei essere in altro posto che non sia questo. anche quando tira vento e non si può fare il bagno.

Un tempo in Sicilia il bagno si cominciava a fare ad Aprile e lo si faceva fino a Novembre.
Pare che ormai questo non sia più vero. Ma se il clima è cambiato, quello che non è cambiato è lo scenario di ogni mattina quando al bar faccio colazione mi chiedo se, quanto accade attorno a me, sia reale o non sia, invece, un set cinematografico con le comparse già in azione.

Le Egadi mi hanno accolta in questo Maggio un pò inconsueto, troppo freddo per noi siciliani che siamo abituati ma ideale per pedalare e camminare, anche alle due del pomeriggio, sotto il sole che preannuncia l’estate alle porte in spiagge ancora deserte.

Per approfondire leggi i post: Itinerario in Sicilia di due settimane e Le migliori spiagge della Sicilia 

favignana

Cosa fare alle isole Egadi - Tabella dei Contenuti

Cosa fare alle isole Egadi

Le isole Egadi, facilmente raggiungibili da trapani con un aliscafo, sono 3: Favignana, probabilmente la più nota, Levanzo e Marettimo, la più remota e selvaggia.
I tempi che altrove sono ormai andati qui sono rimasti quelli di sempre. Vita che scorre lentamente, pescatori che rammendano le reti per la pesca, la pausa di chiusura del pomeriggio in cui trovare qualcosa di aperto sembra impossibile.

Si cammina, si pedala in bicletta, si fanno giri in barca o lunghe camminate. Le Egadi sono quelle che forse furono un tempo le isole Eolie, oggi molto più alla moda e meno rustiche di quanto non potessero esserlo 20 anni fa.

Animo di Sicilia antica, cordiale e generosa, la cui storia è legata al mare e così la sua gente che, dalle meravigliose acque cristalline e pulite hanno tratto il proprio da vivere passando mesi in mare pescando, strategicamente, il tonno rosso, un tempo abitante dei mari siciliani.

levanzo

Favignana – La Sicilia che ti aspetti

L’isola di Favignana caratterizzata da coste meno frastagliate rispetto le altre due isole, permette l’accesso via terra alla maggior parte delle cale e spiagge dell’isola alternandosi in scenari differenti e suggestivi.

Una destinazione di mare ideale per chi ricerca antichi sapori e vita di mare rilassante senza troppe preoccupazioni.

Le spiagge sabbiose sono poche: cala Azzurra, Lido Burrone e Praia, una bellissima baia vicina al centro adiacente allo stabilimento Ex Florio ai piedi del colle Santa Caterina ed il castello, e marasolo.

Sicuramente la cala più famosa è Cala Rossa, una baia in una zona di tufo caratterizzata dai colori blu dell’acqua, facilmente raggiungibile in bicicletta ad appena 10 minuti dal centro del paese, continuando la pedalata arriviamo a Punta Lunga, caratterizzata da una serie di cale rocciose per arrivare poi a i Calamoni, in cui cale sabbiose e piatti scogli si fondono. La pedalata prosegue poi per Cala Graziosa, roccia e sabbia, per terminare con Cala Rotonda.

favignana

Stabilimento Ex Florio Tonnara di Favignana – Una visita che vale!

Una delle strutture gestite dalla Regione Siciliana di eccellenza.
La Tonnara Ex Florio non è solo un complesso imponente e bellissimo ma è anche luogo di storia di vita, o di morte, dell’isola di Favignana.
E’ qui che si scopre di più sulle tonnare, sulle figure quasi mitologiche un tempo ancora più importanti del sindaco, i Rais (i capi della tonnara) e delle strategie di pesca.

Una visita appassionata ed estremamente educativa che racconta di personaggi ancora in giro per il paese e dell’economia dell’isola al tempo delle grandi pesche.
Altamente consigliata!

Costo di ingresso: €6 per persona.
Per maggiori informazioni: Ex Stabilimento Florio della Tonnara di Favignana

favignana

Cosa fare a Favignana

Favignana vale più di un giorno, le attività da fare sono numerose e, nonostante le dimensioni dell’isola e l’apparente tranquillità, ogni giorno è possibile fare qualcosa di nuovo e di diverso, o fare e rifare le stesse cose per godere appieno dell’odore tipico di isola siciliana.

Attività imperdibili sono le seguenti

  • Pedalare per le strade dell’isola alla scoperta delle cale e delle spiagge
  • Un bagno a Cala Rossa mangiando un pane cunzato (pane condito)
  • Scoprire le grotte a bordo delle barche dei pescatori locali
  • Immergersi a secca del Toro
  • Visitare il museo dell’ex Stabilimento Florio (con guida, scoprirai un mondo incredibile!)
  • Raggiungere la vetta più alta per vedere le Egadi e la Sicilia dall’alto del Castello di Santa Caterina
  • Visitare le cave di tufo
  • Assistere all’”Adduminata” a ferragosto in occasione della festa della Madonna dei campagnoli.
  • Comprare il pesce fresco la mattina al porto quando i pescatori sono di ritorno
  • Godersi le spiagge di Cala Azzurra, Lido Burrone
  • Fare snorkeling a Preveto
  • Attendere il tramonto a Punta Sottile e l’alba a Punta Lunga
  • Mangiare il famoso Cous Cous e le prelibatezze a base di pesce
  • Fare colazione con la granita o il cornetto con crema di pistacchio

Dove dormire a Favignana

Le Egadi sanno essere essere low cost in bassa stagione, ma nei mesi estivi le cose cambiano.
Dato il numero non altissimo di strutture ricettive le camere si esauriscono velocemente, motivo per cui consiglio di riservare con largo anticipo soprattutto se si viaggia a Luglio ed Agosto (in cui i prezzi si raddoppiano!)
Segue una selezione di hotels e appartamenti sull’isola di Favignana.

Favignana Hotel
Leggi le recensioni
A pochi minuti a piedi dal molo questo elegante hotel offre camere ristrutturate, spaziosi ed arredate con gusto in posizione strategica. Ottima colazione!
 
Residence Favignana
Leggi le recensioni
Struttura in posizione strategica subito fuori dal paese in area tranquilla ed appartata, dotata di tutti i comfort per godere appieno dell’isola. Convenzioni con ristoranti e prezzi speciali noleggio bici.

Plaia Resort 
Leggi le recensioni
Plaia Resort offre una piscina all’aperto, una terrazza in comune e parcheggio privato gratuito. Tutte le camere sono dotate di aria condizionata, TV a schermo piatto, una cucina o un angolo cottura con forno ed una zona pranzo. Una soluzione molto carina e comoda per chi ama l’indipendenza degli appartamenti
favignana
favignana

LEVANZO – PICCOLO MONDO ANTICO

Levanzo conosciuta nell’antichità dai geografi arabi col nome di Djazirat ‘al Yâbisah ovvero l’Arida, ma anche Buccina e Forbantia, lascia ancora il mistero riguardo il suo nome.
Poco importa da dove derivi il nome, Levanzo è meravigliosa e minuscola. Un piccolo gioiello bianco ed azzurro incastonato nella roccia che guarda su una baia di acqua cristallina.

L’isola si trova ad appena 10 minuti di aliscafo da Favignana, costo circa 4,98€, è una isola piuttosto solitaria ideale per chi cerca la pace e la tranquillità visto che il centro abitato è piccolissimi, si concentra a Cala Dogana, e preferisce perdersi nella natura selvaggia e profumata.
L’isola è la più antica delle tre, 200 milioni di anni fa, e la presenza dell’uomo la si fa risalire a circa 10.000 anni fa, testimoniata dai graffiti nella grotta del Genovese.

Grotta del Genovese

La Grotta del Genovese,  risalente al paleolitico-neolitico, fa fare un viaggio nel tempo portandoci a circa 10.000 anni fa, mostrandoci splendidi graffiti e pitture murali.
Alcuni graffiti rappresentano animali che l’uomo si augurava di cacciare, altri raffigurano figure in danza rituale.

levanzo

Cosa fare a Levanzo

L’isola è piccolissima tanto da prestarsi benissimo a giornate di mare e relax e giri in barca. In particolare vale la pena non perdere le seguenti attività

  • Visita alla Grotta del Genovese
  • Escursioni in barca in compagnia dei pescatori dell’isola
  • Godere della fresca pineta a ridosso del mare
  • Fare bagni a cala del Faraglione, Cala Tramontana o di Cala Fredda
  • Immergersi tra i relitti delle guerre puniche
  • Mangiare il cabuccio alla Levanzara, una sorta di panino di pane di pizza condito

Dove dormire a Levanzo

Levanzo ha ancora meno alloggi di Favagnina e i prezzi, vista la scarsa offerta, ma è possibile trovare appartamenti o B&B a partire da €60 per notte.

App Sole, mare e relax
Casa un pò lontana dal centro, bene arredata e tranquilla a circa 20 minuti a piedi dal centro di Levanzo e a 5 minuti di auto. Proprietari gentili e disponibili per rendere perfetta la permanenza sull’isola.

Casa a Levanzo Parco delle Egadi
Un appartamento con la vista che ripaga il prezzo, direttamente sulla baia di Levanzo arredato con gusto per vivere in armonia con la natura dell’isola.

La Plaza Residence 
Centrale e vicino al posto, gli appartamenti del residence sono attrezzati in una tipica struttura delle isole Egadi. Semplice e funzionale ad un ottimo costo!

levanzo
levanzo

MARETTIMO – SELVAGGIO WEST

Marettimo tra le tre isole è la più lontana, selvaggia ed incontaminata, probabilmente proprio la distanza ha fatto sì che rimanga un luogo remoto in cui l’impatto dell’uomo è ancora oggi minimo.
E’ qui infatti che sono riuscite a sopravvivere specie rare del mediterraneo uniche nel nostro mare.
Le grotte, di cui l’isola è piena, qui infatti l’unico modo per scoprire le cale dell’isola è la barca, sono circa 400, sommesse ed emerse, essenza dell’isola grazie alla perfezione di queste grotte lungo la costa regalando scenari unici, basi pensare alla Grotta del Tuono e quella del Presepe, famosa per le sue stalattiti e stalagmiti, o la Grotta del Cammello.

L’isola, a differenza della altre due, non ha molte spiagge raggiungibili via terra, fra le poche però va menzionata Cala Bianca alle pendici del promontorio di Punta Troia.

Marettimo è una tipica isola di pescatori in cui la vita ancora oggi si svolge a mare, facile trovare pescatori alle prese con le reti o dediti alla vendita del pesce.

Un luogo lontano, incontaminato e genuino, ideale per chi ama la tranquillità e vuole, per qualche giorno, disconnettersi totalmente.

merettimo

merettimo

Cosa fare a Marettimo

  • Visitare le numerose grotte marine con una delle tante escursioni in barca, facendo delle soste per fare il bagno nelle grotte più suggestive.
  • Fare almeno un’immersione per ammirare lo spettacolare paesaggio sommerso dell’isola.
  • Visitare il sito archeologico di “Case Romane” e la chiesetta bizantina.
  • Visitare il promontorio e il Castello di Punta Troia, recentemente restaurato.
  • Ammirare le Egadi dalla vetta più alta dell’arcipelago.Visitare il tipico museo del mare.
  • Gustare la pasta con l’aragosta delle Egadi.
  • Seguire uno dei tanti percorsi di trekking a contatto con la natura.
  • Fare una passeggiata verso Pizzo Falcone o Pizzo Madunnuzza.
  • Immergersi nelle meravigliose acque di Cala Bianca.

Le Case Romane e la chiesa bizantina

Marettimo non è solo mare e snorkeling ma anche un luogo in cui archeologia e storia svolgono un ruolo importante.
Vale la pena visitare le case romane, un edificio romano di età tardo repubblicana e la chiesa bizantina che risale ai primi secoli del cristianesimo, pare, eretta tra il 1000 e il 1100 da monaci bizantini su un sito precedentemente cristiano.
Il castello di punta Troia è poi un luogo magico, di epoca normanna e ristrutturato da poco, offre la vista panoramica più bella di tutte.

Dove dormire a Marettimo

Isola del Miele
Leggi le recensioni 
Residence sulla parte alta dell’isola in una zona tranquilla e rilassante. Stanze ampie e silenziose con angolo cottura sulla terrazza privata e terrazza con vista sulla costa.

Cala del Porto Residence
Leggi le recensioni 
A poca distanza dal porto di Marettimo e nel cuore del paese l’appartamento è arredato con gusto ed originalità. Un ottimo rapporto qualità prezzo per vivere Marettimo pulsante. 

Il Corallo B&B
Leggi le recensioni 
Camere in zona centrale in stile tipico dell’isola, bianco e blu, spaziose e ad appena 100mt dal mare. Dal terrazzo si può godere di una vista meravigliosa sul mare.

merettimo

Tour giornalieri da Trapani

Se il tempo è poco e non si possono dedicare più giorni alle isole, perchè l’itinerario è fitto e bisogna proseguire, da Trapani tutti i giorni si organizzano tours in barca alla scoperta delle spiagge e delle cale più belle.
Ovviamente si tratta di mini-crociere che accorpando più isole insieme ed essendo di gruppo possono risultare stancanti e sbrigative, ma se si ha poco tempo e si vuole fare quanto più possibile non è una idea da non considerare.

Le minicrociere in genere sono le seguenti con partenza da Trapani:
Favignana/ Levanzo – €40
Marettino – €45
San Vito Lo Capo, Riserva dello Zingaro e Scopello – €45

Le compagnie che offrono questi servizi, che sono comunque più o meno gli stessi, sono:
Blue Lines – Tours standards
Egadi escursioni  – Tours standards
Catamarano Alien Boat  – Un pò più cara delle altre ma ambiente decisamente più intimo (max 10 passeggeri)

favignana

Come arrivare alle isole Egadi

Per chi vola, gli aeroporti sono Trapani o Palermo. Ormai da anni Ryanair offre tariffe convenienti su entrambi gli aeroporti a partire da €20 se prenotati in largo anticipo. Su Skyscanner si possono trovare voli economici per Palermo e Trapani.

Dall’aeroporto Trapani/Birgi vi sono collegamenti con cadenza oraria assicurata dall’Azienda Trasporti Pubblici di Trapani con fermata al molo di partenza degli aliscafi per Favignana.
Dall’aeroporto di Palermo Punta Raisi esistono 3 collegamenti giornalieri operati dalla Segesta Interbus che portano direttamente al molo degli aliscafi.

Collegamenti per le isole da Trapani

Da Trapani si dovrà poi prendere l’aliscafo, più veloce e frequente, o il traghetto.

Aliscafi
Le compagnie che operano i trasporti via mare sono:
USTICA Lines (www.usticalines.it)
SIREMAR (www.siremar.it) con frequenza quasi oraria

Il costo €10,00 circa per persona e per tratta

*** si consiglia di prenotare in anticipo in alta stagione.

Traghetti
La SIREMAR (www.siremar.it) collega Trapani con Favignana 3 volte al giorno. In alta stagione è consigliabile la prenotazione.

Prenota l’aliscafo online e assicurati un posto

Tutte le prenotazioni in anticipo richiedono una commissione di €1.5 per persona, obbligatoria che si faccia online o al botteghino.
In alta stagione è consigliabile prenotare in anticipo, un sito per prenotare aliscafi e traghetti online è Traghettilines.

Come muoversi alle isole Egadi

Sconsiglio VIVAMENTE l’auto, soprattutto in alta stagione. Il mezzo per eccellenza a favignana è la bicicletta ma è anche possibile noleggiare motorini o bici elettriche.
A Levanzo si cammina e si organizzano giri in barca.
A Marattimo invece il noleggio della barca, si può contrattare un pescatore, è d’obbligo. Solo così potrai scoprire il meglio di questa isola remota e più lontana di tutte.

Noleggio biciclette a  Favignana a partire sa €5 al giorno, bici elettrica da €10 e motorino da €20 (per due persone). 

Il dilemma: Favignana, Levanzo o Marettimo?

Questo è il dilemma!
Sono bellissime tutte e tre come sono anche diverse.
Levanzo e Marettimo sono più selvagge e tranquille, Levanzo è in particolare la più piccola, ha due spiagge meravigliose da poter raggiungere a piedi e si trova a 10 minuti di aliscafo da Favignana.

Marettimo è piuttosto grande, il villaggio di pescatori sembra essere rimasto immutato nei tempi, permette un trekking sulla montagna.
Il limite, se così vogliamo chiamarlo, è che le cale si possono raggiungere solo in barca. Problema che si ovvia con il noleggio di una barca e la contrattazione con i pescatori che sono ben felici di accompagnare alla scoperta di questa isola.

Favignana è la più grande, si gira in bicicletta, ha maggiori opportunità per dormire, offre una vita notturna vivace nel periodo estivo.
Personalmente come base ho optato per questa isola muovendomi con gli aliscafi per raggiungere le altre.
Ma a Maggio erano ancora tutte praticamente vuote e non ho subito la folla che immagino inondi Favignana.
Non esiste una risposta giusta, perchè comunque vada non sbagli!

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 6 commenti.

  1. Fabio

    mi hai convinto!! vado a farci un giro la prima settimana di maggio 🙂

    1. Giulia Raciti

      Bravo! Non so se a Marettimo già a Maggio i pescatori portano i turisti per le grotte, ma se trovi bel tempo forse si. Divertiti!

  2. Paolo

    Ci sarebbe anche da inserire la Casa Museo Matteo Sercia di Favignana.

    1. Giulia Raciti

      Questo mi mancava. Grazie per la segnalazione!

  3. marco

    Ottimo articolo su Favignana e le isole Egadi, Davvero tutto spiegato nei minimi particolari!
    Complimenti a chi ha scritto questo post

    1. Giulia Raciti

      Grazie! L’ho scritto io (Giulia).
      Un saluto
      giulia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.