You are currently viewing Paura di volare – Come superarla (o almeno prendere il volo senza avere un coccolone)
  • Categoria dell'articolo:Consigli pratici di viaggio
  • Tempo di lettura:6 mins read
  • Ultima modifica dell'articolo:14/02/2021

Quando dico che ho paura di volare la gente sorride. Ho preso centinaia di aerei eppure se del viaggio c’è un momento che odio è proprio quella del volo.

In questi ultimi anni mi sono accorta che l’ansia pre-partenza è in parte dovuta anche alla paura di volare, una strana ansia che mi avvolge soprattutto al momento del decollo e dell’atterraggio.

Ho capito che la cosa stava diventando seria quando ho realizzato di aver preso un’ambigua abitudine. Prima di andare in aeroporto saluto tutti come se fosse l’ultima volta.

Eppure in termini di sicurezza se guardiamo alle statistiche le possibilità che l’aereo non arrivi a destinazione sono piuttosto basse.
Statisticamente parlando su un milione di voli la possibilità che ci sia un incidente è pari ad 1. Rischio bassissimo soprattutto se confrontato con i rischi sulle strade dove si verifica 1 incidente ogni 5000.

Se da un lato i numeri sono dalla mia parte allora perchè continuo ad aver paura di volare? E cosa faccio per superare quest’ansia che precede ogni singolo volo?

volo aereo

Perchè si ha paura di volare?

Una diagnosi clinica di aviofobia – la paura di volare – è piuttosto rara. La fobia infatti colpisce solo il 2,5% delle persone, quindi la paura vera e propria non è così frequente. Quello che invece colpisce molte persone è l’ansia generale di volare.

I motivi per cui si ha paura di volare sono tantissimi. Alcune persone soffrono di claustrofobia e non sopportano di rimanere chiusi un spazi piccoli, altri invece non amano l’altitudine, altri sono terrorizzati dal fatto che potrebbero accidentalmente aprirsi i portelloni dell’aereo durante il volo ed altri sono semplicemente ansiosi di potersi sentire ansiosi (pensiero che spesse volte porta automaticamente alla crisi di panico).

Per quanto riguarda me, dopo aver indagato a lungo questa paura, improvvisa tra l’altro visto che fino ai 30 anni non avevo mai considerato la possibilità di aver paura di volare, ho scoperto che era dovuta al fatto di non accettare il fatto che in volo sono totalmente nelle mani di qualcuno che non conosco.
Non posso controllare la situazione, e questa impossibilità, visto che sono una persona che tende a voler tenere tutto sotto controllo, mi crea molta ansia. Alla minima turbolenza il non sapere perchè sta accadendo mi ingabbia in una serie di pensieri catastrofici.

I motivi sono i più disparati e dipendono da ognuno di noi. Tuttavia, a meno che questa paura sia davvero invalidante (in questo caso è consigliato risolvere il blocco con uno specialista), la buona notizia è che ci sono alcuni suggerimenti da poter adottare per mitigare la paura e la paura di avere paura!

Come superare la paura di volare

Se la paura di volare di cui soffri è gestibile (ovvero voli comunque ma devi solo capire come gestire l’ansia) spero che i consigli che seguono possano aiutarti. Soffro di ansia di volo da ormai circa 10 anni e quanto segue è quello che ho messo in pratica per me stessa, per volare più serenamente e continuare a prendere voli aerei senza doverne fare una questione di Stato.

  1. Arriva in aeroporto con calma

    La fretta e la corsa di chi è in ritardo per un volo non farebbe altro che aumentare l’ansia di chi teme poi di provare panico in volo. Ho preso l’abitudine di arrivare in aeroporto con larghissimo anticipo. Camminare e passeggiare tra altre migliaia di persone che, come me, prenderanno un volo, e vederli sereni e tranquilli aiuta anche a me a pensare che tutto filerà liscio.

  2. Siediti lato corridoio

    Prima di avere paura di volare prenotavo sempre il posto lato finestrino, anche se avendo le gambe molto lunghe in verità lo trovavo molto scomodo.
    Quando ho cominciato ad avere i primi sentori di paura di volare ho preso l’abitudine di prenotare i sedili lato corridoio, mi sono resa conto che vedere cosa accadeva fuori invece di tranquillizzarmi mi agitava. Ho preso due piccioni con una fava: da un lato posso stendere le gambe e dall’altro non vedo cosa succede fuori, soprattutto a momento atterraggio.

  3. Se ti siedi lato finestrino, evita quello che dà sull’ala

    Hai mai notato che quando l’aero decolla ed atterra l’ala trema e si alza un’altra piccola ala sul lato posteriore? Quel tremolio mi terrorizza. Ho sempre la sensazione che prima o poi si spezzerà. Ho quindi preso l’abitudine di prenotare un sedile lontano dall’ala. Per controllare i sedili e la conformazione dell’aereo controlla sempre su SeatGuru che tra l’altro indica i posti con maggiore spazio per le gambe per buona parte dei velivoli nel mondo.

  4. Respira

    Quando l’ansia aumenta, la respirazione può diventare più difficile. Eppure la respirazione profonda e consapevole è un immediato alleviamento dello stress. Respira lentamente e profondamente, chiudi gli occhi e ripetiti che la paura è tutta nella tua testa.

  5. Trova una distrazione che ti tenga occupato

    Ad alcune persone basta vedere un film o ascoltare un podcast, ma non è così semplice per tutti. Quando inizia una turbolenza e comincio ad agitarmi per esempio mi concentro su un’attività che richiede impegno, leggo o faccio giochi impegnativi, e soprattutto cerco di fare fuori tutti i rumori indossando dei tappi per le orecchie.

  6. Non vergognarti di chiedere aiuto al personale di bordo

    Il personale di bordo è lì sia per accudirci ma anche per assisterci nel caso in cui avessimo bisogno. Se parlare con qualcuno che sa quello che accade, per esempio maggiori informazioni sulla turbolenza, non temere a chiedere e non vergognarti. Negli anni mi sono accorta che nel mezzo della turbolenza cerco con lo sguardo sempre il personale di bordo che se vedo sereno e tranquillo fa tranquillizzare anche me.

  7. Ricordati che questa paura accomuna molte persone

    Da degli studi sembra che il 30% delle persone abbia paura di volare. Non siamo da soli quindi. L’unica cosa che dobbiamo imparare a fare è razionalizzare la cosa e ricordarci che la possibilità che accada qualcosa è di 1 su un milione (contro 1 su 6000 o poco più di un viaggio in auto o via terra). Non ci farà smettere di sudare al decollo, ma sicuramente all’atterraggio ci farà ricredere sulla sicurezza in volo. E magari, volo dopo volo, la paura andrà attutendosi.

  8. Provaci comunque

    Non lasciare che la paura ti blocchi, quanto più rimanderai il volo quanto più questa paura si radicherà. Esporti al volo aereo ti permetterà di confrontarti con la paura e superare l’irrazionalità dei pensieri che non ti permettono di farlo. Se vuoi davvero superare la paura di volare, la cosa migliore da fare è provarci.

  9. Non confondere la paura con il pericolo

    Spesso è difficile distingue l’ansia dal pericolo, il nostro corpo reagisce allo stesso modo in entrambi i casi. Assicurati di riconoscere la tua paura come ansia. Ricorda che l’ansia acuisce i nostri pensieri più spaventosi ma questo non vuol dire che siamo in pericolo.

  10. Chiedi aiuto psicologico

    Le ansie e paure spesse volte nascondo problematiche psicologiche ben più profonde. Se la paura di volare ti blocca al punto da piuttosto rinunciare a viaggiare considera la possibilità di parlare con uno specialista. Capire da dove arriva questa paura e razionalizzarla potrebbe aiutarti a scoprire su quali aspetti di te dovresti lavorare e come superare l’ansia che rischia di limitare la tua vita.

Sharing is caring!

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America viaggio ininterrottamente dal 2011 e lavoro esclusivamente online. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America ma anche di SEO e SEO Copywriting

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.