Migliori carte prepagate per viaggiare

Migliori carte prepagate per viaggiare

Le migliori prepagate per viaggiare (update 2020) 

Non importa dove si viaggi o per quanto tempo, l’utilizzo di una carta prepagata o di credito è frequente e necessaria più o meno dovunque nel mondo. 
I costi di queste transazioni, soprattutto sui prelievi, se si viaggia con le carte sbagliate, possono avere un impatto enorme sulla spesa finale.

Il cambio valuta negli aeroporti e nelle banche non sono particolarmente convenienti. Nel cambiare il denaro solitamente si perde sempre qualcosa e nel prelevare i costi possono essere astronomici.
Esistono però ormai sempre più carte prepagate in grado di abbattere questi costi e fare risparmiare sul lungo periodo.

Le carte prepagate senza commissioni di transazione estera rappresentano oggi le soluzioni più economiche e snelle per prelevare denaro ed effettuare pagamenti all’estero in differenti valute.

Viaggiando con la giusta carta i benefici principali sono i seguenti:

  • Eccellenti tassi di cambio
  • Costi di transazione e prelievo bassi o nulli
  • Assenza di costi di gestione carta
  • Gestione carte tramite applicazioni 
  • Veloci sistemi di trasferimento denaro 

In questo post menziono solo le carte che utilizzo personalmente e che mi sento di consigliare, sono tra l’altro gratuite e non hanno alcun costo di gestione, motivi sufficienti per provarle.   

In tutti e tre i casi per ricevere le carte bisogna semplicemente iscriversi tramite i links, seguire il processo di iscrizione ed attendere i tempi di spedizione.
A quel punto si procederà con il trasferimento denaro dal proprio conto (o paypal nel caso in cui qualcuno abbia dei soldi lì) ed il gioco è fatto! Sono pronte all’uso. 

Scopriamo insieme le tre carte senza le quali non viaggio ormai da 3 anni. 

Revolut 

Revolut è stata la prima carta ricaricabile utilizzata e che, ormai da 3 anni, continua ad essere una delle mie preferite.
Il motivo principale per cui mi piace è che ai primi €200 prelevati in valuta straniera non si applicano commissioni.  Ma vediamo cosa rende Revolut una carta interessante.

Revolut non è una banca ma è una carta prepagata, si gestisce interamente tramite applicazione, permette di spendere all’estero in oltre 150 valute, applicando il tasso di cambio interbancario ufficiale, ed applicando una piccola commissione dello 0,5% per qualsiasi importo superiore a € 6.000 al mese.
Ai primi €200 al mese prelevati non si applicano commissioni, a quelli a seguire si applicherà una commissione del 2%, che è decisamente inferiore ai tassi di prelievo delle banche tradizionali. 

La carta standard si riceve via posta semplicemente iscrivendosi sul sito ufficiale: Chiedi la tua carta Revolut. 

Tipologia di carte – Standard ed Upgrade
Revolut offre tre differenti tipologie di carte: 

  • Standard – Una carta a costo 0, account basato in Uk, Iban europeo gratuito, prelievo senza commissione fino a €200 ed una commissione del 2% per i prelievi successivi
  • Premium – Costa €7.99 al mese ma include prelievi senza commissioni fino a €400 al mese, include l’assicurazione (medica e di viaggio), Customer support prioritario
  • Metal – Costa €13.99 al mese ed oltre i benefici della Premium include un prelievo senza commissioni fino a €600 al mese.

Per maggiori informazioni riguardo cosa è incluso nei differenti account clicca qui. 

Consiglio
Prima di scegliere di effettuare un upgrade consiglio di provare la carta per qualche mese così da capire se effettivamente la spesa extra di un upgrade vale la pena o meno. Per esempio io alternando N26, Revolut e Transferwise non ho fatto alcun upgrade in quanto i costi di gestione sarebbero stati simili.

 

Pro di Revolut

Contro di Revolut

    • Prelievi gratuiti fino a €200 al mese (con pacchetto Standard) 
    • Gira sui circuiti Visa e Mastercard che sono ampiamente accettati in tutto il mondo 
    • Commissioni del 2% su prelievi superiori al limite del proprio pacchetto 
    • Il pacchetto Premium include l’assicurazione medica
    • Permette di creare un salvadanaio elettronico 
    • Ha una licenza per diventare una banca (non lo è ancora ma potrebbe nel futuro)
    • Non è una banca e quindi i fondi non sono garantiti. Essendo un istituto di moneta elettronica autorizzato dalla FCA, Revolut mantiene separati i fondi dei clienti dai propri quindi in caso di insolvenza potrebbe esser possibile richiedere un rimborso completo. Ma se Barclays/Lloyd’s, le banche in cui Revolut deposita i fondi, diventassero insolventi allora il denaro non sarebbe garantito. 
    • Tassi di cambio sfavorevoli durante il fine settimana

N26

N26 è dotato di licenza bancaria europea completa dal 2016, quindi tutti i fondi depositati sono coperti dalla garanzia della Banca tedesca (fino a € 100.000). Questa è già una garanzia importante che fa capire perchè è un ottima carta e fondamentalmente la principale differenza con le altre due carte. 
Ma i benenefici di N26 sono molti altri,  andiamo a scoprirli insieme.

Con N26 si ottiene un numero di conto bancario (IBAN) – lo stesso di qualsiasi banca tradizionale – quindi per esempio si può ricevere il proprio stipendio funzionando esattamente come un conto vero e propri (lo è!). E anche possibile impostare addebiti diretti. 
I prelievi hanno tutti una commissione dell’1.7%, non considera quindi un prelievo gratuito mensile iniziale, 

Tramite applicazione è possibile inviare denaro istantaneamente, tecnicamente si chiama MoneyBeam, ad altri utenti N26 dal proprio smartphone anche senza conoscere i dettagli del loro account e supporta Apple Pay e Google Pay.

Infine, sebbene N26 sia nata inizialmente come applicazione per smartphone, consente oggi di gestire i propri conti anche su browser in modo che la maggior parte delle funzioni bancarie possa essere svolta anche su tablet, laptop e computer. 

Tipologia di carte N26 – Standard ed Upgrade
Anche N26 offre tre differenti tipologie di piani, uno gratuito e gli altri a pagamento.  

  • N26 Standard – Questa carta permette pagamenti internazionali senza commissioni extra, un tasso dell’1,7% sui prelievi in valuta e gratuiti su prelievi in euro, servizio assistenza in Italiano via chat 
  • N26 You – La carta costa €9,90 al mese ed include prelievi gratuiti in valuta, una extra carta (pagamento extra una sola volta), assicurazione di viaggio
  • N26 Metal Questa soluzione costa € 16,90 al mese ed include i benefit della N26You ma include anche sconti su acquisti fatti da numerosi partners, extra carta gratuita ed assicurazione sul noleggio auto 

Per maggiori informazioni riguardo cosa è incluso nei differenti account clicca qui. 

Consiglio
Se decidi di utilizzare questa carta come principale e viaggi molto probabilmente l’upgrade a N26You può fare a caso tuo visto che le commissioni di prelievo sono azzerate del tutto. Sui prelievi durante i viaggi in Paesi in cui buona parte delle transazioni si fa in contanti questa carta permette di risparmiare molto

Pro di N26

Contro di N26

    • E’ una banca e quindi ha le garanzie tipiche delle banche
    • L’IBAN è italiano e quindi permette di accreditare gli stipendi
    • Offre ottimi tassi di cambio di prelievo e senza variazioni
    • Permette di creare un salvadanaio elettronico 
    • Consente il trasferimento di denaro in tempo reale tra possessori di conto N26 
    • Permette di settare addebiti diretti 
    • N25 Metal e You non applicano commissioni sui prelievi in valuta estera 
    • Si applicano commissioni 1,7% su tutti i prelievi (nella versione gratuita) 

Transferwise

TransferWise esattamente come Revolut non è una banca ma è  un istituto di moneta elettronica quindi le protezioni tipiche delle banche vengono a mancare ma in quanto registrato come Electronic Money Institution presso l’FCA, è tenuta a mantenere il denaro al sicuro ed in caso di fallimento rimborsare i propri clienti.
Questa carta permette un prelievo senza commissioni di £200 al mese, i successivi invece sono soggetti a commissioni del 2%.

Il conto Transferwise permette anche di tenere denaro in ben 40 valute e convertirle tra loro in pochi secondi al tasso del giorno con commissioni basse e sempre trasparenti (il sistema infatti indica esattamente quanto si sta pagando).
Questo permette di usare la carta in molti Paesi ed utilizzare la valuta in questione, dove possibile, dove non possibile il tasso di conversione applicato è sempre il più basso.

A differenza delle altre carte Transferwise non offre pacchetti ma solo una carta. E’ la scelta migliore se si fanno molti bonifici bancari tra differenti valute, in questo la carta è la numero 1! 

Ricevi gratuitamente la carta Transferwise

Pro di Transferwise

Contro di TransferWiise

    • Ottimi tassi di conversione 
    • 40 differenti valute 
    • Facilità di trasferimenti bancari 
    • Iban europeo
    • Trasparenza di fee e commissioni
    • Non è una banca vera e propria
    • Non offre assicurazione nel pacchetto
    • Disponibile solo la versione gratuita e non ci sono upgrade

Revolut Vs N26 Vs TransferWise – Quale scegliere? 

Personalmente le utilizzo tutte e tre così da avere più opzioni a disposizione, utilizzare al meglio i prelievi gratuiti, di Revolut e Transferwise, e su prelievi più grossi invece utilizzo N26.

Le tre soluzioni hanno molte cose in comune e credo che se utilizzate insieme possano essere le carte necessarie sia quando in viaggio che nella vita di tutti i giorni. 

Le applicazioni di gestione conto

In termini di applicazioni tutte e tre le carte si gestiscono in maniera semplice ed intuitiva. 
Revolut ed N26 offrono la possibilità di creare account secondari per archiviare denaro per un determinato obiettivo di risparmio.

Utilizzo della carta all’estero

Rispetto all’utilizzo della carta di credito tradizionale, le tre carte faranno risparmiare molto quando all’estero. Il loro punto di forza sta nelle ottime commissioni di transazione della carta. 

N26 non applica commissioni sui cambi, mentre Revolut addebita lo 0,5% per spese superiori ai €6000 oltre a un markup forfettario nei fine settimana e per alcune valute e Transferwise applica il costo di cambio a cui aggiunge una piccola fee variabile. 

Soluzioni che le rendono tutte e tre delle ottime opzioni soprattutto se usate insieme a seconda delle esigenze. 

Revolut, N26 e TransferWise in breve 

Dettagli serviziRevolutN26TransferWise
ServizioCarta prepagataConto TedescoCarta prepagata
IBANBritannicoItalianoItaliano
CircuitoVISAMASTERCARDMASTERCARD
Costi di prelievoGratis fino a €200 poi 2%1,7% per prelievoGratis fino a £200 poi 2%
Tassi conversioneTasso di cambio interbancario fino ai €6000 (poi 0,5%)Tasso di cambio interbancario MastercardCosto di cambio reale + piccola fee variabile

Quale consiglio? 

Come scritto su le utilizzo tutte e tre. Le carte offrono estrema flessibilità, la gestione tramite applicazione, che permette di bloccarle quando non se na ha bisogno (per esempio quando in viaggio questa funzione è interessante perchè nel caso in cui venga rubato il telefono o si perda la carta è comunque già bloccata di suo), permettono di modificare massimali di spesa e prelievo sul momento semplicemente apportando i cambi dal proprio smartphone. 

In linea di massima e per semplificare l’utilizzo che ne faccio.
La mia scelta va su Revolut e Transferwise per approfittare dei prelievi senza commissioni entro il limite mensile e, una volta superato il limite, per i piccoli prelievi. 
Utilizzo N26 per prelievi più grossi (quando per esempio devo pagare un tour costoso) 
Transferwise per fare bonifici tra valute al miglior cambio possibile. 

Sono pratiche, non hanno costi di gestione ed ognuna ha qualcosa di speciale per cui consiglio di utilizzarle tutte e tre e capire, con il tempo, quale faccia a caso vostro!

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Aki

    Non conoscevo la carta TransferWise. La cosa che mi preoccupa con la carta Revolut è che l’account è basato in Uk.

    1. Giulia Raciti

      Ciao Aki,
      attenzione che Revolut NON è una banca, che invece è N26. Non mi preoccuperei del fatto che sia una carta inglese, ma se ti preoccupa allora N26 è eccellente ed è una banca a tutti gli effetti. Inoltre, sono carte ricaricabili, quindi Revolut non devi gestirlo come se fosse un conto ma per esempio sposti i soldi a bisogno. Io almeno faccio così. ciao

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.