Isole Eolie in barca a vela e (valide) soluzioni alternative

Isole Eolie in barca a vela e (valide) soluzioni alternative

Un viaggio alle isole Eolie, un pò come tutti i viaggi in realtà, dovrebbe andare ben oltre la vacanza fatta di mare e pane cunzato.
Un viaggio alle Eolie è un viaggio secolare che riporta a 4000 anni prima di Cristo.
Un tempo passato ma ancora vivo che si racconta nell’ossidiana, oggi venduta come souvenir, nelle pietre pomici e nella sabbia nera eruttata dai vulcani, di cui 2 ancora attivi in particolare Stromboli che regala eruzioni ogni ora, come in alcuni prodotti tipici e caratteristici che fanno di questo arcipelago siciliano una destinazione estremamente interessante in cui vale la pena soffermarsi e guardare un oltre il mare splendido e pulito.

Lipari è l’isola più popolata non solo adesso ma lo era anche nel passato.
E’ stato qui che si è sviluppato il commercio di ossidiana, un vetro nero tagliente e difficile da trovare nel Mediterraneo, che veniva “esportata” sino alla Dalmazia.
Una economia ricca e fiorente millenni prima di Cristo, una storia turbolenta fatta di continue dominazioni e una posizione che se per noi è armonica e poetica nel passato era strategica tanto da essere stata campo di battaglie.

Fu a Lipari ch si stabilirono i primi insediamenti, lentamente quando nel 3000 a.C il commercio di ossidiania raggiunse il culmine anche le isole minori cominciarono ad essere abitate da popolazioni provenienti dalla Sicilia.

Seguì la dominazione degli Eoli, greci. Nell’Odissea nell’episodio di Eolo, Omero menziona un re buono e magnanimo, che non solo accoglie Ulisse ma gli regala l’otre dei venti per aiutarlo a tornare a casa. Luogo quindi noto ed importante tanto da essere menzionato nell’opera di viaggio forse più affascinante della storia.

[su_quote] “Tutto il palagio, finchè il giorno splende,
Spira fragranze, e d’armonie risuona.
Poi, caduta su l’isola la notte,
Chiudono al sonno le bramose ciglia
In traforati, e attappezzati letti
Con le donne pudiche i fidi sposi.”
[/su_quote]
 

Agli Eoli segue una nuova stipe proveniente dalla Sicilia, nasce Capo Milazzere a Panarea, e seguono gli Ausonici. Lipari nel VIII secolo a.C rimane l’ultima colonia greca in Italia meridionale.
Una storia lunga e travagliata fatta di incursioni e conquiste cartaginesi, di cui divenne importante stazione navale, luogo di guerre tra Cartagine e Roma ma anche di acque termali, tanto acclamate dai romani, meta di pellegrinaggio in età cristiana, per via delle reliquie di San Bartolomeo che si dice siano miracolosamente arrivate dall’Armenia, e di incursioni musulmane e normanne.

Decadenze e fioriture, una storia travagliata e lunga che si svela nei vicoli e nelle montagne delle isole che forse molti di noi ricordano per i viaggi in barca e le vacanze in mare fuori porta ma che portano con sé una carica di storia a cui forse se si volgesse il pensiero potrebbero fare apparire le 7 sorelle ancora più attraenti di quello che già non sono.

Fuoco, vento e acqua, colori sublimi e delicati che risaltano sul nero della pietra lavica e delle rocce vulcaniche, montagne colorate dal verde della vegetazione selvaggia che oggi ricopre i suoli di quelli che erano dei vulcani attivi e potenti.
Il tempo si ferma, come ad Alicudi e Filucudi, le tradizioni e la storia si intrecciano per le vie di Lipari e di Marina di Salina, casa di Dei, di miti e di sirene.
Vita attiva fuori e sott’acqua, divertente lo snorkeling a Vulcano tra bollicine subacquee che danno l’impressione di nuotare in acqua effervescente naturale e i getti di acqua calda che fuoriescono dal mezzo del mare sottoforma di bollicione.
Feste e divertimenti da un lato, pace e tranquillità dall’altro, giornate spalmati al sole ad arrostirsi o trekking su per i vulcani tra vapori sulfurei e bagni di fango rigeneranti e puzzolenti, tramonti unici, dal ciglio del cratere a strapiombo sul mare, mentre un giorno finisce e le isole in pace vanno a dormire. Si spengono le luci.

Un luogo dove vale la pena tornare con frequenza o anche a distanza di anni, come ho fatto io 20 anni dopo…un angolo selvaggio e pacifico  a poca distanza dalle coste siciliane in cui lasciarsi incantare e dove non ha senso guardare l’orologio, perché lì il tempo si è fermato.

 

vulcano eolie

Isole Eolie in Barca a Vela

Per me è stata la prima volta in barca a vela, una esperienza singolare che offre una diversa prospettiva rispetto al viaggio a cui io ero abituata, non solo in termini di costi, ma anche e forse soprattutto in termini di esperienza. Soprattutto per chi, come me, non è abituato alla barca le “spanzate di sonno” come si dice dalle mie parti sono esagerate, il dondolio continuo dell’imbarcazione, anche se non si soffre il mal di mare, inevitabilmente invita allo svenimento sotto il sole o sull’amaca legata agli alberi.

In barca si dorme e si mangia, ci si tuffa non appena ci si ferma, si disimbarca per fare una passeggiata nei centri abitati e si vive in comunità dividendo i compiti come dei veri e propri mozzi.
Quando si viaggia a bordo si raggiungono angoli in cui i tours giornalieri  forse non ti portano e si può deciderre se rimanere o andare, si possono cambiare piani all’ultimo minuto ma ciò di cui forse io personalmente ho beneficiato di più in questa esperienza è stato il completo relax. Mi sono letteralmente tagliata fuori dal tempo per qualche giorno.

I costi per una soggiorno in barca a vela con skypper incluso nel prezzo (non sempre la cambusa ma nella mia offerta c’era) può partire da €300 per 4 notti e 5 giorni, in linea di massima ho visto che i prezzi oscillano tra i €500 e i €800 per sette giorni con itinerari molto interessanti che coprono quasi tutte le isole.
Ovviamente i costi sono soggetti a variazioni e alla stagione.

[wc_box color=”inverse” text_align=”left” margin_top=”” margin_bottom=”” class=””]

Barche a vela alle isole Eolie 

Se sei interessato a viaggiare in barca a vela alle isole Eolie scrivimi una email a [email protected] e potrò metterti in contatto con una flottiglia di esperti skipper alle isole eolie per pianificare il tuo viaggio a vela! [/wc_box]

lipari

 

 

Alternativa alla Barca a Vela

La vacanza in barca a vela non fa per te? No problem. Le isole si possono visitare comodamente anche se si pernotta su una isola e ci si muove con tours giornalieri. Le isole ideali per questa tipologia di vacanza probabilmente sono Lipari, Vulcano e Salina, le più grandi e anche le migliori attrezzate.
Da queste isole giornalmente partono tours in barca per le isole vicine così da poter alternare giornate di relax o di trekking ad attività marine (è anche possibile noleggiare piccole barche a motore senza avere la patente nautica, quindi di piccola cilindrata).

Dall’altro lato qui si concentra la maggior parte dei turisti così da risultare piuttosto affollate tra Luglio ed Agosto.
Chi ha 7 o 10 giorni a disposizione, potrebbe pensare ad un Islands Hopping, ovvero muoversi con gli aliscafi tra le isole e dedicare qualche giorno ad alcune di queste o scegliere tre isole e da qui visitare le altre giornalmente. Per esempio Vulcano, Stromboli e magari 2 giorni nella più lontana Alicudi o Filicudi a conclusione della vacanza e senza ombra di dubbio ben lontani dalle masse di turisti che in pochi arrivano fin qui.

Tutte le isole, anche le più piccole e selvagge, quali Alicudi e Filicudi, sono ben attrezzate per ospitare turisti, non è quindi difficile trovare hotels, B&B ed appartamenti in cui soggiornare durante le proprie vacanze.
Consiglio comunque di riservare con largo anticipo, soprattutto su isole quali Lipari, Vulcano, Panarea e Stromboli, vista l’alta richiesta e la difficoltà a trovare a ridosso dell’esodo estivo.

Per cercare hotels e B&B al miglior prezzo trova l’hotel giusto su HotelsCombined e scegli l’opzione più coveniente!

 

Lipari isole eolie

Cosa mangiare alle isole Eolie

Non sono solita suggerire il dove mangiare e il cosa però le isole Eolie hanno delle specialità da provare.
A Salina la trattoria da Alfredo cucina il Pane Cunzato (pane condito) a partire dal più semplice €7 sino ai più complessi €15, i capperi di Salina poi sono un pensierino simpatico da portare in regalo (circa €10 al chilo).

pane conzato

La malvasia purtroppo non è più quella dei vecchi tempi, infatti s trova solo quella industriale, ma è sempre buona e da provare, anche questo prodotto tipico delle isole.
Per chi soggiorna a Lipari un ottimo ristorante dove si cucina con ingredienti freschi e che permette di scegliere il pesce prima di cucinarlo è Nancyna, gradita la prenotazione in quando sempre pieno (soprattutto il weekend) o le attese possono aggirarsi tra i 15 e i 30 minuti.

Il pesce fresco a prezzi bassi poi per chi sceglie l’opzione appartamento non manca, soprattutto la mattina quando i pescatori tornano dalla notte di lavoro in mare.

Pesti e patè a base di capperi, pistacchio, melanzane e poi pomodori secchi sono alcune tra le bontà locali che confezionati in piccole boccette regalo racchiudono alcuni tra i sapori di Sicilia più caratteristici e genuini della isola con le sue isole.

Se prima o di andare alle isole o quando tornate avete la possibilità di scoprire la bella città di Milazzo vale la pena fare uno stop di ristoro al ristorante-pub con Birra artigianale i 5 Malti. Ottima cucina siciliana rivisitata in maniera più sofisticata dove i gusti che predominano sono: ricotta, pistacchi e melanzane…anche tutti assieme!

 

Guide e libri sulle Isole Eolie

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 3 commenti.

  1. lauretta

    Giulia te lo devo dire….Salina mi ha stregata! Mi sono innamorata di quest’isola….bellissima!!

  2. lauretta

    questo post cade a fagiolo! a settembre passerò una settimana alle eolie, base a salina e poi via! alla scoperta dell’arcipelago….non vedo l’ora!!
    già mi ero innamorata di loro nel lontano 2002…..

  3. lauretta

    cade a fagiolo questo post!
    a settembre mi faccio una settimana alle eolie. base a salina (lingua per la precisione) e via di arcipelago!
    non vedo l’ora…..

    già mi innamorai di “loro” nel lontano 2002…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.