Cosa sapere prima di andare in Birmania (Repubblica di Myanmar)

Cosa sapere prima di andare in Birmania (Repubblica di Myanmar)

YangonNel post a proposito del viaggio responsabile in Myanmar ho scritto dei motivi per cui ho deciso di non boicottare la Birmania e cosa potere fare per viaggiare in maniera responsabile senza dare soldi (o troppi soldi forse è il caso di dire) al Governo Birmano.
In questo post voglio invece scrivere di alcune cose a volte un po’ ostiche che si dovrebbero sapere prima di affrontare un viaggio in Birmania, mi riferisco in particolare alla questione dei soldi, infatti e’ vero che non ci sono bancomat e tanto meno si puo’ pagare con carta di credito (a meno che vogliate pagare 10% di commissione ed e’ comunque solo possibile in un albergo a Yangon), visto, abbigliamento e regole generali per potere godere appieno di questo Paese senza farsi cogliere impreparati.

Soldi

La questione soldi è abbastanza complicata in Myanmar. Una delle prima cose da sapere su questo Paese è che non ci sono bancomat quindi prima di arrivare bisogna avere soldi a sufficienza per il periodo che si intende stare.
Inoltre conviene avere dollari americani, sebbene in Yangon cambino anche gli euro il cambio sembra essere svantaggioso quindi è meglio avere dollari americani a sufficienza.
Il cambio attuale è $1 per 770k al mercato nero di Yangon per banconote da $100, mentre 760k per banconote da $10 e $20, un po’ meno a Mandalay (1$ per 750, banconote piccolo taglio). Inoltre le banconote devono essere NUOVE, senza orecchiette o pieghe, praticamente immacolate.
I numeri seriali NON devono contenere i numeri seriali CB, BC o AB. Queste baconoteverranno rifiutate e non e’ uno scherzo.
I dollari americani si possono utilizzare inoltre per pagare le camere nelle guesthouse o i biglietti di ingresso alle pagode o musei. Per il mangiare da strada, taxi, autobus e piccole spese si usano solo ed esclusivamente i kyath.
Oltre Yangon è anche possibile cambiare i soldi a Mandalay o Inle Lake, il cambio forse è un po’ meno favorevole ma almeno si ha la certezza che se non si hanno più kyat ci sono altre città in cui potere cambiare denaro.

Abbigliamento

La Birmania è un Paese conservatore e l’abbigliamento è molto importante e deve essere decente e rispettoso. Vi accorgerete ce il turismo è poco e quindi anche camminare con una canottiera vi farà sentire diversi e fuori luogo. Il mio consiglio è di comprare una longy, la tipica gonna utilizzata da uomini e donne. Non sono solo bellissime ma vi faranno sentire a vostro agio e la gente qui ne sarà felicissima. Indossandone una ho fatto un gran regalo e me e a loro.

Internet

Trovare internet in Birmania non è difficilissimo ma sappiate che le connessioni sono molto lente ed è praticamente impossibile trovare wifi. una nuova compagnia a Yangon ha alcuni wifispots in città la connessione è a pagamento ma per 15 ore pagherete 5000k (ovvero meno di 10$). Acune guesthouse hanno la connessione (1000k per un’ora), altrimenti si possono trovare degli internet point che adesso sono facili da trovare nelle grandi città e non dovrete cercare per molto tempo.
A Mandaly ho trovato un internet point piuttosto veloce a 500k per 1 ora. Sono riuscita a caricare foto, aggiornare il blog, aprire la posta senza problema, in genere però sono molto più lente ma pare che con gli anni le cose stiano cambiando velocemente anche qui quindi non sarei stupita di sentire tra un anno che le guesthouse hanno wifi.
L’unico posto dove non c’è internet è alla Golden Rock.

Cibo

Non posso che condividere l’opinione secondo cui io ho lo stomaco forte, ne e’ prova che non sto mai male e mangio praticamente solo in strada ma oltre a sotttolineare che il cibo in Birmania e’ ottimo credo che sia anche sicuro. Non ho sentito di nessuno che si sia sentito male mangiando dalla strada.
Certo gli standard sono diversi riespetto quelli europei ma dopo 2 giorni (e mi riferisco a tutti i Paesi Asiatici) ci si fa l’abitudine.
Il cibo di Myanmar è ottimo, molto olioso ma vario e ogni giorno potrete provare qualcosa diverso. Scriverò un post dedicato al cibo che mi è piaciuto e credo mi abbia regalato qualche chiletto in più. Ma che piacere ingrassare mangiando cosa ci piace!
Il riso è elemento fondamentale nella dieta birmana e questo va accompagnato con salse (non molto piccanti), pollo, carne, molte verdure. Una cosa che però mi è piaciuta tantissimo e per la praticità e per i costisono gli snacks di strada: dai rotee (pancake) alle bombe fritte di cocco, gelato, sorta di samosa, pannocchie arrostite. Basterà camminare per le strade per lasciarsi ammaliare dagli odori e poi alla vista non saprete dire di no. In genere le portate vengono servite con zuppa di bambù. I costi per mangiare vanno da 200k sino a 1000/1500k (un po’ di più nelle guest house o ristoranti), ovvero tra i 50centesimi sino a massimo $2.
Da provare assolutamente è il loro tè, molto dolce che dopo essere bevuto deve essere seguito da un tè più amaro. In Myanmar è infatti difficile vedere gente bere alcolici ma il drink istituzionale è il tè.

Visto

Per andare in Birmania è necessario avere un visto che si può fare presso l’Ambasciata Myanmar di Roma oppure in quella di Bangok o nelle principali città Birmane. Il costo del visto va dai 30$ ai 60$, a seconda che si richieda la procedura veloce o si possono aspettare un paio di giorni. Nel passato scrittori, giornalisti, fotografi o avvocati non ottenevano alcun visto, pare che questa pratica sia ancora in uso infatti il Governo adesso digita il nome su google e se per caso appartenente ad una di queste categorie ci potrebbe essere il rischio che la vostra richiesta di visto venga rifiutata.
Per informazioni sul visto potete fare riferimento al post che ho scritto a proposito del Visto per la Birmania.

Come arrivare in Birmania

Se si è già in Asia, per quanto possa essere veloce arrivare attraversando la frontiera lato Thailandia sappiate che è necessario volare su Yangon. Dalla Thailandia (Mae Sai) si può passare la frontiera ma questo non vi permetterà di girare per il Paese, in genere la frontiera la passa a piedi solo chi vuole prolungare la propria permanenza in thailandia (via terra si prolunga di 15 giorni, se si vola invece di 30).
La tariffa più economica da Bangkok per volare su Yangonla si trova su Airasia la compagnia aerea low cost asitatica e costa circa €100 andata e ritorno.
Quando si lascia il Paese si devono pagare $10, assicuratevi che siano nuovi e non stropicciati.

Frasi utili da utilizzare in Birmania

Così come la gente è contenta di vederci indossare i loro vestiti tipici (longy) sono altrettanto felici di potere interagire in qualche modo utilizzando il loro linguaggio anche se ammetto che ho trovato più gente parlare inglese qui che in Thailandia. Le frasi o parole base che sarebbe bene ricordare sono

Buongiorno/Ciao: Min-gala-ba
Grazie: Ce-zu-beh
Prego: keiq-sa mashi-ba-bù
Quanto costa…?: …beh-lauq-leh?
Troppo caro: ze-ci-deh

Per il resto in qualche modo ci si farà capire e noi da buoni italiani sappiamo come utilizzare le mani, quindi non ci sarà alcun tipo di problema.

Birmania o Myanmar?

Io per prima non sapevo se chiamare il Paese Burma o Myanmar. I locali dicono che vale lo stesso ma il nome attuale è Repubblica di Myanmar quindi pare che sia il corretto modo di chiamare il paese.
Nel 1988 il Governo ha cambiato il nome della Birmania in Myanmar per staccarsi dal colonialismo inglese che trasformò la parola Bamar (che indicava per l’appunto l’attuale Birmania) in Burma.
I primi giorni chiamavo il Paese Burma ma adesso lo chiamo Myanmar e pare che questa sia la cosa da fare.

Detto questo non posso che continuare a ribadire quanto meraviglioso sia questo Paese e la sua gente.
Venire qui significa davvero viaggiare. Viaggiare nel tempo, nella storia, nella cultura, nell’arte culinaria, nella religione. Un viaggio umano che ci aiutera’ forse a ridimensionare un’altra volta la nostra visione della vita e il nostro modo di relazionarci al prossimo.

Libri e Guide sulla Birmania

Se sei in procinto di partire per la Birmania forse questi libri sono di tuo interesse!

 

[su_panel]

Se vuoi organizzare il tuo viaggio in Guatemala con Giulia e Kay contattaci subito indicando alcune informazioni utili per poter pensare ad un itinerario per te.

La risposta alla tua email arriverà entro 48 ore (festivi esclusi) dalla ricezione, controlla la casella SPAM se non ricevi alcuna mail.
Compila il form in cui devi rispondere ad alcune domande così che avremo abbastanza informazioni per poter creare un itinerario personalizzato!

  • Numero partecipanti
  • Periodo di viaggio
  • Giorni di permanenza
  • Tipologia alloggio -Turistico/Moderato/Lusso
  • Eventuali interessi particolari o attività che non si vogliono perdere
  • Budget per persona ideale esclusi voli intercontinentali
  • Tipologia viaggio: Luna di miele/Viaggio di coppia/Avventura/Gruppo di amici

[su_button url=”mailto:[email protected]” target=”blank” style=”soft” background=”#3c9bfe” size=”4″ center=”yes” icon=”icon: envelope”] Chiedi un preventivo gratuito[/su_button]

[/su_panel]

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 8 commenti.

  1. Fili

    Ciao….non mi hanno fatto andare in Birmania perché nel mio passaporto c,’era il timbro di Machu picchu

  2. Patrizia

    Scusami Francesca. Vorrei andare con un piccolo gruppo ma ho un problema che mi fa dubitare se farlo o meno. Sono allergica a spezie come pepe e suoi derivati (curry, coriandolo, curcuma, ecc….) molto francamente…. Mi sconsigli vivamente?? Grazie se vorrai darmi un cenno…. Pat

    1. Giulia Raciti

      Ciao Patrizia, no non te lo sconsiglio basta che tieni sempre presente di dire a cosa sei allergica e magari scegli ristoranti non di strada, dove magari non badano a queste cose, ma non vedo perchè debba rinunciare a questo viaggio. In Myanmar parlano inglese tutti quindi non dovresti aver problemi ad informarli. Stai attenta sempre a quello che mangi ed informa sempre sulle tue allergie. A seconda poi di come viaggiate, per esempio se vi segue un tour operator, le cose si semplificano ancora di più perchè sarà lui ad assicurarsi che non abbia questi problemi informando le guide e l’autista.
      Un saluto
      Giulia

  3. lara

    Non mi piace il tuo post,non serve a niente.

    1. Giulia Raciti

      Non sei obbligata a leggerlo. E pervtua informazione nel 2011, anno in cui è stato scritto, la Birmania era un Paese estremamente complesso, oggi le cose saranno cambiate ma al tempo probabilmente serviva a qualcosa. Un saluto.

  4. Mary MissUnderstood Gioffrè

    Ciao Giulia,
    segnalo che dal 28 agosto è possibile attraversare la frontiera dalla Thailandia verso la Birmania anche via terra e stare per un max di 28 giorni:

    http://www.irrawaddy.org/archives/43135

    Sicuramente uno dei Paese the visitare prima che il turismo di massa lo rovini!

  5. francesca

    ciao leggevo le tue indicazioni sulla birmania e avevo da chiederti un pò di consigli. noi vorremmo volare su bkk e poi da li a chiang mai, fare il triangolo d’oro e poi entrare in myanmar per 2 settimana dalla città di mae sai (ritornare a bkk da yagon con air asia). è possibile?? dobbiamo avere una guida che ci aspetti a tachilek?? grazie francesca

    1. viaggiarelowcost

      Ciao Francesca,
      grazie per essere passata da qui.
      Per quanto ne so io non è possibile fare quello che dici tu, ci stavo per provare anche io ma a scanso di rischi ed equivoci ho preferito volare.
      Mi hanno tutti detto che non è possibile potere viaggiare in Birmania infatti quella frontiera è adatta per chi vuole prolungare di 15 giorni il visto per la Thaialndia e non per chi vuole muoversi in Myanmar.
      Quindi in realtà è possibile passare la frontiera e stare a Tachilet ma poi da li o voli su Mandalay (ma io non ho trovato niente e nessuno che potesse garantirmi il volo all’interno) o puoi rassegnarti a non girare e puoi ritornare in Thailandia.
      Io ti consiglio di tornare a Bangkok e volare da lì. é un’ammazzata, ho fatto la stessa identica cosa ma almeno hai la garanzia che puoi stare.
      Adesso dopo le utlime elezioni le cose stanno cambiando lentamente ma ci sono ancora zone off limits e via terra al momento è impossibile arrivare a Mandalay dall frontiera.
      Un volo AirAsia se comprato in anticipo costa €100 andata e ritorno.
      Spero di esserti stata di aiuto.
      Un saluto dalla Cambogia!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.