Cosa fare a Sydney in due giorni – 48 ore a Sydney

  • Post author:
  • Post comments:0 Commenti
  • Post last modified:Aprile 17, 2020
Cosa fare a Sydney in due giorni – 48 ore a Sydney

Cosa fare a Sydney in due giorni – 48 ore a Sydney

Sydney è senza dubbio la città australiana con più impatto scenico: l’Opera House e l’Harbour Bridge sono tra i simboli più caratteristici dell’intera nazione.
Per la sua conformazione urbanistica e geografica, Sydney è policentrica: questo porta spesso i visitatori a trascurare le aree della città più belle, ma meno centrali o più complicate da raggiungere. Generalmente gli Europei, dopo aver visitato il centro, o Central Business District, spesso commentano: “ma è tutto qui?”, aspettandosi tutte le meraviglie della città concentrate come a Praga o Venezia. Assolutamente no!
Il meglio è ancora tutto da scoprire, ma per farlo bisogna muoversi un po’.
Il seguente itinerario vuole suggerire una maniera alternativa di visitare la città nel giro di due giorni, evitando le zone troppo turistiche e puntando a conoscere la vita dei Sydneysider.

Sidney
Sydney

Hop on – Hop Off Bus + Pass per le principali attrazioni di Sydney 

Per chi ha tempo limitato e vuole velocizzare gli spostamenti sicuro di non perdere i luoghi più importanti di Sydney il biglietto bus Hop On – Hop Off potrebbe essere una soluzione piacevole.
Si può scegliere tra tre opzioni 1 giorno, 2 giorni oppure 2 giorni + crociera + Sydney tower (rispettivamente €32, €41,7 e €64,9 per persona).

Chi non vuole perdere nessuna attrazione della città, potrebbe considerare l’acquisto del  Sydney Unlimited Attraction Pass, costo €166,9 per adulto valido 3 (a costi extra vendono anche il 7 giorni). Questo pass include il bus HopOn – HopOff, ma anche numerosi ingressi alle principali attrazioni della città, incluso l’ingresso all’Opera House, Taronga Zoo, crociera turistica, Museo Madame Tussauds, Sydney Tower e molti altri. Un biglietto che fa risparmiare chi vuole visitare tutti questi luoghi senza fretta!
Per maggiori informazioni e comprare il pass online clicca qui.

Cosa fare a Sydney in due giorni - Tabella dei Contenuti

Primo giorno a Sydney

9am – La giornata inizia a Circular Quay, con una passeggiata nel vecchio centro storico di The Rocks, il cuore del primo insediamento coloniale inglese nella città.
Le vie di The Rocks sono costellate di caffè, ristoranti e alcuni tra i pub storici più amati di Sydney, come Hero of Waterloo e The Australian Hotel.
Il The Rocks Discovery Museum accoglie un’eccellente esposizione sulla storia dell’antico insediamento di Sydney Town, mentre per gli appassionati d’arte contemporanea non è assolutamente da perdere il Museum of Contemporary Art (entrata libera), che, oltre a mostre permanenti e temporanee di artisti internazionali, conserva anche una piccola ma interessante selezione di arte aborigena.
Il caffè sul terrazzo dell’ultimo piano del museo offre una vista meravigliosa sull’Harbour Bridge, l’Opera House, il quartiere residenziale di Kirribilli e il via vai di traghetti e navi da crociera nel porto di Sydney.

11 am – Si prosegue verso la Sydney Opera House, il monumento-simbolo della città. E’ possibile effettuare tour guidati all’interno della struttura e nel backstage, ma la maniera migliore per apprezzare questo fantastico edificio è assistere ad uno dei concerti e spettacoli in programma.

Proseguendo a piedi si raggiungono i Royal Botanical Gardens, un’oasi naturale nel centro della città e meta prediletta di runners di ogni età. Continuando oltre Mrs Macquarie’s Chair, si arriva a The Domain, un altro meraviglioso parco che divide i Botanical Gardens dal più frequentato Hyde Park.

The Domain è sede dell’Art Gallery of New South Wales, che ospita un’interessante collezione di arte aborigena.

1pm – Da Circular Quay si prende il traghetto diretto a Manly per una spettacolare traversata della baia di Sydney di circa 30 minuti, che offre una vista spettacolare sui quartieri e le spiagge cittadine interne che si affacciano sul porto: Woolloomooloo, Elizabeth Bay, Rose Bay, Vaucluse e Watsons Bay nella parte sud e Kirribilli, Neutral Bay, Bradleys Head e Balmoral Beach nella parte nord.

Manly è un sobborgo cittadino con una delle spiagge più amate e frequentate dai surfisti. L’atmosfera che si respira qui è diametralmente opposta a quella del centro di Sydney: a Manly ci si sente perennemente in vacanza.   

Passeggiata e snorkeling a Manly e Shelly beach (2 ore) –Prenota adesso il tour

La lunga spiaggia principale, costellata dei caratteristici pini dell’isola di Norfolk, è il luogo ideale per trascorrere il pomeriggio: ci si può lanciare in attività più o meno avventurose, come surf, kite-surf, kayak o stand-up paddle, mentre nell’adiacente Cabbage Tree Bay si può fare del buon snorkeling o diving

La passeggiata panoramica verso North Head offre una vista mozzafiato sulle scogliere che delimitano a nord la baia di Sydney. Da qui, nella stagione maggio, è possibile avvistare il passaggio delle balene. 

6pm – Verso il tardo pomeriggio vale la pena spostarsi verso Shelley Beach, una piccola e verdissima spiaggia tranquilla e riparata rivolta ad ovest per godersi il tramonto, per fare poi ritorno sul Corso o sul lungomare, dove trascorrere la serata in uno dei tanti pub e bar, come l’Hemingway

Per gli amanti dei tours adrenalinici, e chi non soffre di vertigini, l’arrampicata sull’Harbour Bridge può essere un modo divertente per concludere la serata! Prenota adesso il tuo posto (arrampicata diurna e fino a metà percorso, 1 ora e mezza, a partire da €104 ed arrampicata notturna , percorso intero, 3 ore e mezza circa, €165 per persona) 

Sidney
Sidney

Secondo giorno a Sydney

9am: Il secondo giorno è completamente dedicato alla scoperta dell’Australian beach culture. E dove farlo se non nella leggendaria Bondi Beach, una lunga spiaggia dorata di circa 2km adorata dai surfisti, raggiungibile da Circular Quay in circa 30 minuti di autobus.

Bondi Beach, e in particolare North Bondi, presentano una varietà di bar e ristoranti eccezionale.
I Sydneysider amano fare colazione, brunch o semplicemente gustare un espresso, cappuccino o flat white (da provare!) in un locale alla moda con vista sull’oceano, come il famoso Bondi Icebergs Club. 

11am: Anche Bondi come Manly offre una molteplicità di attività da svolgere dentro e fuori l’acqua: dal beach volley, alle evoluzioni sullo skateboard, al surf, sotto lo sguardo attento dei muscolosissimi Bondi’s Surf Lifesavers.

1pm: Da Bondi Beach parte la Eastern Beaches Coastal Walkway, un’imperdibile passeggiata lungo le scogliere a picco sull’oceano Pacifico che attraversa le spiagge più belle: Tamarama Beach, piccola ma frequentata dai bagnanti più trendy, tanto da aggiudicarsi il soprannome “Glamarama”; Bronte Beach, più tranquilla e familiare, con una fantastica rock pool, la piscina nell’oceano; Clovelly Bay, dove è possibile fare dell’ottimo snorkeling; l’incantevole e rocciosa Gordon Bay; e infine Coogee, dall’atmosfera più rilassata.
A questo itinerario a piedi si dovrebbe dedicare almeno mezza giornata, per esplorare ognuna delle spiagge e godere appieno della loro bellezza e unicità.
Gli amanti dello yoga saranno felici di sapere che possono fare lezioni in location incredibili ed al mare con Yoga by the Sea

6pm: La sera si può optare per restare a Bondi oppure fare ritorno verso il centro ed esplorare i quartieri più alla moda della città come Darlinghurst e Surry Hills, o i più alternativi Glebe e New Town.

Bondi Beach
Sidney

Itinerari e attività alternative o per chi ha più giorni

Se pensate di rimanere a Sydney ancora per qualche giorno, non perdetevi i seguenti itinerari ed attività alternative per vivere la città al meglio

The Northern Beaches

Le spiagge più belle e meno frequentate si trovano sulla costa a Nord di Sydney.
Una serie di bus collegano il centro città (Wynyard Station) con Freshwater Beach (tranquilla e frequentata soprattuto dai locali), Dee Why e Collaroy Beach (perfette per il surf).
Man mano che si procede verso Nord le spiagge si fanno sempre più pittoresche e affascinanti: Newport, Bilgola Beach, Avalon Beach e Whale Beach, raggiungibili con il bus L90 e immerse in una natura rigogliosa, vi faranno pensare di essere centinaia di chilometri lontano da una grande metropoli come Sydney.

Palm Beach: il paradiso ad un’ora dal centro città

Il bus L90 che passa per le Northern Beaches raggiunge, in circa un’ora dal centro città, la sua destinazione finale: Palm Beach. La penisola di Palm Beach separa l’oceano Pacifico dalle acque tranquille di Pittwater: la spiaggia sulla costa oceanica è meravigliosa e, soprattutto durante la settimana, poco frequentata, mentre le acque interne sono perfette per il kayak. Il promontorio con il faro di Barrenjoy, raggiungibile a piedi dalla spiaggia, domina sulla foce dell’Hawkesbury River e Pittwater e offre una vista panoramica sul Parco Nazionale Ku-Ring-Gai.

Taronga Zoo: canguri, coccodrilli e musica

Taronga Zoo non è il solito zoo: non solo per la grande varietà di fauna australiana, ma anche per la posizione spettacolare sulla collina di Mosman, con una vista mozzafiato sulla baia di Sydney. In estate non perdetevi uno dei concerti serali in occasione di Twilight at Taronga http://twilightattaronga.org.au/, una manifestazione che ha luogo tra gennaio e marzo nella fantastica cornice dell’anfiteatro all’aperto che si affaccia sull’Opera House e Harbour Bridge.
Prenota online il biglietto di ingresso al Taronga Zoo

Skydiving a Wollongong

Un salto da 14.000 piedi direttamente sulla spiaggia di Wollongong, cittadina costiera a circa un’ora a Sud di Sydney: un’esperienza sicuramente adrenalinica e memorabile.

Skydive Sydney-Wollongong offre pacchetti di una giornata, incluso trasporto andata/ritorno Sydney-Wollongong, a prezzi competitivi.

The Blue Mountains

A circa un’ora di auto o di treno da Sydney si estende l’enorme Parco Nazionale delle Blue Mountains. Per gli amanti del trekking vale la pena dedicare almeno due o tre giorni per scoprire questa regione davvero splendida, che prende il nome dal colore della caratteristica, leggera foschia emessa dalle immense foreste di eucalipto. Dalle località principali di Katoomba e Blackheath partono vari percorsi di trekking-bushwalking tra altipiani e cascate più o meno lunghi e impegnativi, da qualche ora ad un paio di giorni di cammino. I più popolari sono i percorsi delle Three Sisters, Wentworth Falls e Gordon Falls. Per un’esperienza alternativa, consigliamo una delle escursioni guidate con una guida aborigena, per approfondire la millenaria e misteriosa cultura delle popolazioni originarie locali e le loro tradizioni. 

Prenota il tour alle Blue Mountain 

Surfing

I surfisti più esperti potranno scegliere tra una vasta serie di spiagge, a Nord e a Sud di Sydney, oltre alle classiche Manly e Bondi, dove cavalcare le onde più belle.
Per chi fosse ancora alle prime armi e volesse dedicare un po’ di tempo a imparare o perfezionare la tecnica, consigliamo di rivolgersi a Ryan Hayfield e al suo staff di Manly Surf Guide: una scuola di surf davvero eccellente e professionale, che offre pacchetti di uno o due giorni di lezione alle Northern Beaches oppure, per i più esperti, degli itinerari di una giornata alla scoperta dei break migliori e meno conosciuti. 
Prenota la lezione o il pacchetto di lezioni direttamente online al sito web:  Manly Surf Guide

Muoversi a Sydney

Il modo più semplice di visitare Sydney è tramite la vasta rete di mezzi di trasporto pubblici. Consigliamo di acquistare presso uno dei tanti chioschi cittadini un’Opal Card, tessera ricaricabile, con tariffe vantaggiose, e valida su tutti i mezzi pubblici (bus, traghetti, treni urbani ed extraurbani fino alle Blue Mountains e Newcastle): https://www.opal.com.au/

Chi ha poco tempo o vuole usare al meglio la propria giornata può considerare l’acquisto del biglietto bus Hop On – Hop Off che tocca i principali luoghi turistici della città e permette di gestire la giornata a modo proprio. 

Sydney

Migliore stagione per viaggiare a Sydney

I mesi migliori per visitare Sydney vanno da Settembre a Novembre e poi da Marzo a Maggio.
Questi mesi fiancheggiano l’alta e la bassa stagione di Sydney, offrendo ai visitatori temperature temperate e piacevoli ed un turismo non ancora alto. 
Grazie alla posizione dell’Australia nell’emisfero Australe, il clima più caldo e la stagione turistica più alta di Sydney cade tra dicembre e febbraio (inverno nell’emisfero settentrionale). Di conseguenza, la bassa stagione della regione inizia a maggio e dura fino ad agosto.

Dove dormire a Sydney

Il nostro consiglio sarebbe di pernottare a Bondi Beach o Manly per poter godere dell’oceano senza essere comunque lontani dal centro della città. 
Alcuni consigli: 

Hotel Bondi – Camere vista oceano sulla splendida Bondi Beach, per chi vuole vivere la natura della città!

Bondi Beach House A soli 3 minuti dalla spiaggia il B&B offre camere con bagno in comune o privato. Piacevole e ben rifinito con patio esterno per fare colazione 

Ovolo 1888 – Piccolo hotel di design contemporaneo. Sicuramente uno degli hotels più particolari della città a poca distanza dall’Opera House. 

Per una lista aggiornata di hotels e B&B e per trovare i prezzi migliori cerca su Hotels Sydney

Per una lista aggiornata di ostelli che offrono camere private ed in dormitorio, a partire da US$20, cerca su HostelWorld 

Cosa non dimenticare per un viaggio a Sydney

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.