Weekend a Londra – Cosa fare, dove andare e consigli per risparmiare

  • Post author:
  • Post comments:1 commento
  • Post last modified:Novembre 17, 2016

Cosa fare e dove andare per un weekend a Londra

Londra è una città particolare, della serie o si ama o si odia, è sufficiente un weekend a Londra per decidersi?
Dipende! Dipende dal tempo, dagli eventi che si svolgono, a Natale è particolarmente suggestiva, e dalle cose che si vogliono vedere e fare in un lasso di tempo così ridotto.

Questa metropoli europea è popolata da più di 8 milioni di abitanti, la City, come viene chiamata amichevolmente, è un piccolo microcosmo in cui convivono etnie diverse come forse solo a New York.

Un viaggio a Londra è un viaggio per il mondo senza andare troppo lontani ma, cosa se si hanno solo 3 giorni?
Con i voli Roma Londra low cost che si possono trovare in rete è facile decidere di andare via dal venerdì alla domenica e, sebbene un weekend non sia mai abbastanza per nessuna città, in pochi giorni si può scoprire questa città dalla mille sfaccettature, carpirne l’essenza e decidere se è la città che si ama o che si odia.

Tre giorni non sono sufficienti ma se si va a Londra per la prima volta questo potrebbe essere un itinerario da potere seguire per scoprire i punti principali della città, per ulteriori informazioni a proposito delle cose gratuite da fare in città clicca qui. Segue un itinerario di 3 giorni a Londra.

 

londra foto

 

[su_icon_panel shadow=”0px 1px 2px #eeeeee” icon=”icon: thumb-tack”]

Come muoversi a Londra

Pensare di poter camminare in lungo ed in largo a Londra è azzardato, i mezzi dovrete prenderli per forza, su quale abbonamento scegliere rimando al posto Oyster Card Vs Travel Card.

 

Per chi ha pochi giorni a disposizione consiglio inoltre una alternativa a cui io, generalmente, ricorro quando il tempo scarseggia ma vorrei avere una visione completa della città che mi ospita: Hop On ed Hop Off Bus, ovvero i bus che toccano i principali punti di interesse della città a dai quali potete salire e scendere quanto volete.  Questo lo faccio sempre il primo giorno per poter orientarmi in città e capire cosa approfondire nei giorni successivi e cosa no.

 

Un’alternativa conveniente è il London Pass che include oyster card per trasporti illimitati e sconti ad attrazioni e musei per1/2/3/6 giorni ed include anche il bus Hop on Hop off . Un prezzo coveniente per scoprire la città in ogni suo angolo.

[/su_icon_panel]

 

Londra in un weekend

 

Giorno 1 – Goodmorning London!

 

Dopo essersi svegliati per riprendersi dal viaggio e per assaggiare qualcosa di tipicamente inglese presso i numerosi pubs si può ordinare il mitico english breakfast, che gli inglesi in realtà mangiano nei casi di hangover (sbornia del giorno dopo) a base di uova, fungo arrosto, bacon, fagioli, patate e salsiccia, dotati della Oyster card ci dirigiamo al centro della citta per cominciare da un grande classico: Piccadilly Circus.
Da questa piazza che ricorda vagamente, ed in piccolo Times Square di New York, ci si può muovere agilmente a piedi per il centro della città.

Da Piccadilly dirigerigiamo verso Chinatown, il quartiere cinese, seguire quindi per Shaftesbury Avenue, via piena di teatri, si arriva al quartiere cinese in cui uno dopo l’altro si susseguono ristoranti che offrono menù a buffet e il colore predominante è il rosso.

Da Chinatown proseguiamo per Leicester Square la via per definizione dei teatri dove visto che siete potete chiedere per qualche biglietto per gli spettacoli a venire.
Proseguire per St. Martin’s Street e raggiungere Trafalgar Square in onore della battaglia di Trafalgar dove l’Impero di Napoleone venne distrutto e sulla quale piazza si erge la National Gallery, museo gratuito dove sono esposte opere di Rembrandt e Leonardo Da Vinci.
Proseguendo per Whitehall Street si raggiunge il Big Ben, simbolo probabilmente della città, Westminister Abbey, ingresso £15, e Buckingam Palace.

london_eye_twilight_april_2006Siamo arrivati lungo il Tamigi, qui si può passeggiare lungo il fiume per le vie pedonali e magari fare un giro sul London Eye, la ruota panoramica più grande d’Europa.
Il biglietto per la ruota panoramica ha diversi prezzi. Consiglio anche il London Eye 4D Experience, una mostra interattiva che riporterà in vita la città di Londra grazie a fantastici effetti multi-sensoriali. Per acquistare questo biglietto a €26 per persona clicca qui.

L’ideale sarebbe salire sulla ruota quando è già buio per vedere la città iluminata. Attraversando il ponte tornare a Westminister e dirigersi verso St. James Park che è il parco più vecchio della città, camminando si passa di fronte Bucking Palace, residenza officiale della Famiglia Reale. La passeggiata si conclude a Hide Park. Se il tempo lo permette abbinare un giro in barca sul Tamigi.
Tempo di cenare, fare un salto in uno dei pubs bere una, due o tre (dipende quanto inglesi vi volete sentire), pinte e prepararsi per la seconda giornata di scoperta della città.

Visualizza Travel Itinerary in una mappa di dimensioni maggiori

London Eye

 

Giorno 2 – Dai mercati alternativi di Camden all’austerità di Bank 

 

Questa giornata è meno tour de force del venerdì, una giornata dedicata a passeggiate per Camden Town, Covent Garden, St. Paul’s Cathedral e se non si è troppo stanchi una visita allo splendido Tate Modern Museum.

Dopo colazione prendere la metropolitana per raggiungere la fermata sulla Nordern Line, Camden Town Market, area rinomata per personaggi particolari e negozi di abbigliamento vintage e dark tra i canali. Riprendere la metropolitana per raggiungere Covent Garden famosa per spettacoli di strada e shopping e magari bere un tè in uno dei numerosi bars sulla piazza.

Da Covent Garden si può camminare o prendere un bus. Raggiungere a piedi Holborn Station e prendere il bus 521 sino a Edward Street. Da lì camminare 5 minuti per arrivare a St Paul la Cattedrale più famosa di Londra e la più grande di Gran Bretagna dopo la Cattedrale di Liverpool.
Da St. Paul proseguire a piedi attraversando il Millenium Bridge e raggungere il Tate Modern. Il museo è gratuito.
Una volta terminate la visita al museo come passeggiata finale notturna raggiungere il London Bridge che la sera illuminato è ancora più bello che di notte.
E’ sabato…un altro giro in uno dei pubs e prepararsi per l’ultimo giorno.

Camden Town market

Giorno 3 – La domenica dei mercati

 

Domenica è giorno di mercati in tutta la città ma la mia preferenza va a Brick Lane Market. E’ l’ultimo giorno, magari il sabato si sono fatti festeggiamenti sino a notte inoltrata quindi nessun problema se non si ha voglia di avventurarsi nuovamente camminando per tutto il giorno vale la pena perdersi per le vie dei mercati e fare un pò di shopping prima di volare a casa.
Brick Lane si trova a London Est, area rinomata tra gli student e gli artisti, proprio qui nascosti tra una bancarella e l’altra si possono scovare dei bellissimi lavori di street art, quindi occhi aperti!

Cosa mangiare oggi? Se ci si trova a Brick Lane si può mangiare indiano ma la domenica la Gran Bretagna ha qualcosa di speciale, il Sunday Roast…come per le pinte e l’english breakfast questo si può ordinare nei pubs, si fa tutto nei pubs pare! Shoreditch offre numerosi pubs particolari in cui concedersi qualche ora mangiando questo piatto tipico che difficilmente vi deluderà.

Tempo di tornare a casa e di Londra non si è visto proprio tutto se non una piccolo parte…ma credo che a questo punto saprete se vorrete tornare o meno. C’è pure chi ci torna per poi non andare più via. Per sapere di più di East London e il mercato della domenica, per un itinerario per la giornata leggi: Domenica a Londra – Go EAST

brick lane london

 

Giorno 4  BONUS*** – Londra non è l’Inghilterra, un tour alternativo a Stonehenge, Bath e nella West Country

 

stonehengeSe hai un giorno in più perchè non andare fuori da Londra e scoprire un pò di Inghilterra?
In città si dice che non si dovrebbe confondere Londra con l’Inghilterra, se infatti la city è da un lato scattante, eccitanre e multiculturale, dall’altro lato è stancante e caotica, trafficata e piena di persone. Eppure basta andare poco fuori dai confini cittadini per scoprire un Paese che non è realmente rappresentato dalla sua capitale.
Una esperienza di viaggio che abbina perfettamente, la città alle campagne e la tranquillità tipica d’Inghilterra e che consiglio vivamente a chi abbia un giorno in più.

Consiglio di prendere parte ad un tour di 10 ore per scoprire 2 dei luoghi più famosi d’Inghilterra attraversando la splendida campagna inglese, per visitare il sito preistorico di Stonehenge, la città termale romana di Bath e ammirare i tipici villaggi di campagna inglese dell’ovest.

I tours partono tutti i giorni da Londra e costano €73 per persona. La partenza, alla stazione metro di Gloucester Road, è alle 7,30 del mattino, il ritorno si stima per le 18:30 circa.

Per prenotare il tour a €73 per persona clicca qui.

 

 

Dove dormire a Londra (più o meno) low cost

Che Londra non sia economicissima non ci piove, che abbia forse tra i costi più alti di tutta Europa anche negli ostelli pure.
Trovare soluzioni a un buon prezzo, in una buona zona (Londra è grandissima) e di media qualità non è facile.
Pertanto se proprio sei in risparmio prova a cercare un post con couchsurfing, altrimenti guarda queste possibilità che ti suggerisco

 

[su_panel][wc_row][wc_column size=”one-third” position=”first”]

hostel
Ostello Palmers Lodge Swiss Cottage
(nei pressi di Camden Town) – Letti a partire da €29,50 per persona.

[/wc_column][wc_column size=”one-third”]

hostel
Safestay – Elephant and Castle
 (Elephant and Castle, vicino Waterloo) – Letti a partire da €29,17 per persona

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]

crown-moran-hotel
Crown Moran Hotel
(Willsden Green) – Camera matrimoniale deluxe €150, spesse volti scontate €110 per abitazione

 

[/wc_column][/wc_row]

Gli hotels non sono centrali ma sono tutti  ben collegato con il centro via bus e metropolitana. 20 minuti di metro a Londra sono “normali” e i trasporti funzionano benissimo (per maggiori informazioni clicca qui)

 

[/su_panel]

Guide e libri su Londra

 

 

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha un commento

  1. giovanni

    molto ben fatto, esauriente e non prolisso. Vi seguirò per altre informazioni.
    Grazie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.