Vietnam in moto – Da Hanoi a Saigon

Vietnam in moto – Da Hanoi a Saigon

 

Nonostante la fornita rete di bus organizzati in Vietnam e la mia propensione a questa tipologia di viaggi, questa volta ho voglia di raccontare di un viaggio diverso o per lo meno su in mezzo diverso, proprio quello che credo in qualche modo caratterizzi il Paese intero: la moto.

Se dal Laos, passando per la splendida Sapa si arriva ad Hanoi, qui è facile rendersi conto che per sentirsi parte di questo Paese un modo alternativo ma anche molto locale sia viaggiare in moto, credo di non esagerare se si possa identificare questa cultura come  una “moto culture”.

Liberatorio e di grande ispirazione, il viaggio in moto lungo il Vietnam può trasformarsi in una cavalcata verso destinazioni eterogenee passando tra città di 7 milioni di abitanti, dune desertiche, mare, foreste di pini e villaggi nel mezzo del niente.

3 settimane in moto alla scoperta del Vietnam che oltre a un passato di guerra e una storia estremamente interessante offre un cammino colorato ed diversificato completamente diverso da quello dei Paesi buddhisti limitrofi.

Il viaggio è comincia ad Hanoi, capitale del Vietnam al nord del Paese, a circa 2 ore di viaggio dalla spettacolare Halong Bay, e termina 3 settimane dopo a Ho Chi Minh (o Saigon che dir si voglia) a poche ore dal confine con la Cambogia.

L’itinerario è semplice e scorrevole, agevolato dalla favorevole conformazione geografica del Paese che si estende in lunghezza. Una corsa lunga 1800 chilometri lungo una delle coste più scenografiche dell’intero Sud Est Asiatico.

Itinerio di viaggio in moto in Vietnam

Dalla caotica Hanoi in sella al proprio torpedo ci si dirige verso Ninh Binh, dove si trova Tam Coc, uno dei luoghi più belli del Paese paragonabile ad Halong Bay ma più economica ed accessibile.
Si prosegue poi per il Parco Nazionale e patrimonio dell’UNESCO Pong Nha Ke.

Una sosta a Thai Hoa, lungo la costa del nord dove lo stop probabilmente si rende necessario più per motivi di stanchezza più che per un vero e proprio interesse per la cittadina e una ulteriore corsa per raggiungere Hue, capitale imperiale della dinastia Nguyen e anch’essa sito UNESCO, dove visitare la splendida Citadela, palazzo proibito in cui solo gli imperatori e le loro concubine avevano accesso, e, ad oggi, praticamente intatto.

Si prosegue per Hoi An, dal mio punto di vista la città più bella ed elegante del Vietnam e paradiso per le donne di tutto il mondo. Questa è infatti la capitale della manifattura di vestiti cuciti su misura, facile perdere la testa e rifarsi il guardaroba. Attenzione!

Seguendo lungo la costa arrivo alla nota Nha Trang, che si dice essere splendida per le spiagge e lo scuba diving ma che io ho trovato prevalentemente essere una colonia russa come poi si è rivelata essere Mui Ne, e dove mi sono fermata appena 2 giorni.

Sulla strada per Mui Ne invece di seguire lungo la costa direzione deviare per Dalat, il cui nome è l’acronimo della frase latina Dat Aliis Laetitiam Aliis Temperiem (Dà piacere ad alcuni e freschezza ad altri), sede della Hang Nga guesthouse (la cui traduzione è Casa Pazza) costruista dall’archiettetto vietnamita Dang Viet Nga che si è evidentemente ispirato a Gaudì.

Stop a Mui Ne per qualche giorno di kitesurf , questo è infatti uno degli spots di kitesurf più rinomati del mondo, e finalmente l’arrivo a Ho Chi Minh, città caotica sì, ma forse speciale anche per questo.
Capitale del Vietnam del Sud in cui apprezzare la fusione tra lo stile tipico vietnamita con residui della colonizzazione francese che ha lasciato un segno indelebile lungo le boulevards e i palazzi storici.

3 settimane di viaggio in moto in uno dei Paesi più attraenti ed emblematici del Sud Est Asiatico, tempo di celebrare. E quale modo migliore se non mangiare presso uno dei ristoranti tipici un gustoso Pho e un Banh Xeo ?

Cosa sapere prima di viaggiare in moto in Vietnam

Prima di pensare a fare un viaggio in moto in Vietnam ci sono alcune cose che credo sia importante sapere, per evitare problemi e potere viaggiare tranquillamente.
Ricordo che le strade non sono sempre agevoli e che le città sono molto pericolose per i motocilisti, quindi è necessario sempre tenere un occhio di riguardo quando si va alla scoperta di questo memorabile Paese su due ruote.

Prima di entrare in Vietnam

Prima di entrare in Vietnam è importante essere dotati della patente di guida internazionale, del visto che da fare in Ambasciata prima di passare la frontiera o di arrivare in aeroporto, cellulare con GPS e google map.

Comprare la moto o affittarla?

Se l’intenzione è quella di viaggiare per più di 3 settimane conviene comprare una moto per poi rivenderla prima di lasciare il Paese. Generalmente ostelli e luoghi frequentati da backpackers espongono in bacheca messaggi di vendita moto. Alternativamente ci si può affidare al sito Craiglist che è molto attivo in Vietnam e si trovano spesso numerose occasioni per moto di seconda mano.
Prima di comprare la moto assicurarsi che tutto sia in regola, revisionarla e prendere abbastanza tempo, 30 minuti almeno, per poterla provare per le strade della citta. Generalmente si paga in Dong ma anche i dollari americani sono accettati.

Che moto comprare

Ovviamente i costi per una moto variano a seconda delle caratteristiche, in particolare età e condizioni.
In linea di massima una Honda Win costa circa $400, Suzuki GN $300, Honda Dream $500.
Queste sono le moto più comuni in Vietnam e abbastanza buone per le città e lungo la costa.

Assistenza ed emergenze

Qualsiasi negozio con segnale Xe May o con un compressore d’aria in bella vista è il luogo perfetto se la moto ha dei problemi. Qui si riesce ad aggiustare di tutto e soprattutto velocemente, rimarrete stupiti della velocità con cui i meccanici risolvono qualsiasi tipo di problema.

Clima

Il Vietnam sebbene di piccole dimensioni è caratterizzato da 3 differenti microclimi. Prima di avventurarsi per un viaggio on the road in moto è importante accertarsi che non sia stagione di monsoni e che si sia ben attrezzati nel caso in cui si viaggi nella stagione fredda.
Per comprare gli accessori, incluso abbigliamento e casco, gli acquisti si possono fare ad Hanoi dove è impossibile non trovare quello che si cerca.

Sicurezza delle strade e pericoli

Il Vietnam è famoso per la “insicurezza” nelle strade, la guida delle moto è causa di morte per molti locali e gli incidenti a danno dei turisti non sono una rarità ma..,no panic!
L’importante è tenersi sempre alla propria destra, andare alla velocità con cui ci si sente a proprio agio e seguire per il proprio spazio di strada conquistato (soprattutto nelle grandi città). A questo punt oil Vietnam sarà tuo!

Libri e Guide sul Vietnam

Se stai organizzando un viaggio in Vietnam forse questi titoli sono di tuo interesse, in particolare ti consiglio il secondo libro (La Bambina nella fotografia), una storia drammatica e vera. La storia della foto che velocemente fece il giro del mondo facendo conoscere internazionalmente  il dramma e l’orrore della guerra in Vietnam.

NB. I links sono di affiliazione che significa che sull’acquisto io guadagno qualcosa ma tu non paghi nulla di più rispetto all’acquisto autonomo sul sito. Quindi clicca pure tranquillamente! Queste sono solo le mie selezioni per una lettura di viaggio ed introduttiva al Paese.

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 2 commenti.

    1. Viaggiare Low Cost

      bello anche perchè tanto diverso da tutti gli altri Paesi del Sud Est Asiatico…a me è piaciuto tanto, peccato il tempo al nord che non è stato gentile con me! tocca tornarci in altra stagione 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.