Viaggiare in moto – Guida per principianti

Viaggiare in moto – Guida per principianti
viaggio moto

La parola viaggio deriva dal provenzale viatge , che a sua volta proviene dal latino viaticum, un derivato di via . Viaticum in latino era la provvista necessaria per mettersi in viaggio, e passò più tardi a significare il viaggio stesso (fonte: http://hot-181076.blogspot.de/2012/03/etimologia-derivati.html)

Oggi viaggio implica il movimento da un posto all’altro, generalmente dal posto dove si vive ad uno che non è il nostro.
Il viaggio assume ovviamente diversi connotati. Se nel passato il termine viaggiatore era attribuito agli esploratori oggi siamo tutti viaggiatori, ci muoviamo e lo facciamo in maniera differente, spinti da motivazioni diverse e dando connotati personali e distinti a questa esperienza che può essere più o meno duratura.

Da “esperta” in viaggi zaino in spalla e con i mezzi pubblici, ho scoperto un nuovo modo di viaggiare che ha profondamente alterato la mia percezione  di un territorio: il viaggio in moto.

La moto e la strada diventano i protagonisti di un percorso che nel nostro caso è stato abbellito ed umanizzato da piccoli borghi medioevali e i miniscoli centri abitati. Il viaggio cambia e così anche il tuo modo di viverlo.

In moto si macinano tanti chilometri, ci si mette la giacca anche se ci sono 30 gradi, non permette di portare con se troppe cose. In fin dei conti un viaggio in moto è un viaggio d’aria, leggero e come tale anche il viaggiatore deve essere a sua volta spogliato del non necessario.

Un viaggio in moto è una passeggiata che nonostante in velocità rallenta il ritmo. Non più autostrade ma strade secondarie, dove l’obiettivo non è arrivare a destinazione ma godere del movimento.

girasoli maremma
girasoli maremma

La mia prima volta in moto e la scoperta di questo mondo su due ruote – Una guida per principianti

La moto

Il rapporto tra il motociclista e la sua moto è a dir poco morboso. Pertanto se il viaggio in moto lo si fa con moto propria, far fare una revisione completa e indicando al meccanico in che condizioni si svolgerà il viaggio, quanti giorni, quanti chilometri, quante persone, che peso su per giù. Queste informazioni lo aiuteranno a mettere a punto le ruote e assicurare un servizio mirato.

Nel caso in cui la si noleggi assicurarsi della serietà dell’agenzia di noleggio, informare sulla tipologia di viaggio che si vuole fare, valgono le stesse regole di cui su.

Abbigliamento

Se meno è meglio in tutte le circostanze di viaggio in questo caso significa letteralmente pochissimo anche se si sta in giro per giorni.
La quantita di cose da trasportare dipende anche dalla capienza del bauletto della moto ed eventuali tasche esterne, ma in linea di massima se sei una/un fan dei bagagli da 15 chili per 2 giorni, la moto ti obbliga a selezionare. Quindi pensiamo intelligente!

  • Pantaloni lunghi per i tragitti (e che userai per buona parte del viaggio)
  • 2 magliette
  • 1 felpa
  • 1 maglia per dormire/pigiama (leggero)
  • Intimo
  • Essenziale da bagno
  • Giacca a vento
  • Occhiali da sole
  • Sciarpa
  • Scarpe comode (1 paio, ovvero quelle che hai ai piedi)
  • Cavi e caricabatterie – Dispositivi elettronici ridotti agli essenziali di cui sotto

    Esempio di motociclista alle prime armi
    Esempio di motociclista alle prime armi, notare il marsupio

Attrezzatura…anche demodè

I must have del motociclista alle prime armi.

  • Tom Tom – Senza questo un percorso di 4 ore diventerà uno di 8 ma soprattutto ti aiuta a costruire il percorso secondo i tuoi gusti.
  • Batterie esterne – Essenziali batterie esterne da collegare a cellulari e Tom Tom nel caso in cui siano scarichi (capitato in qualche occasione). Un economico investimento per esser certi di avere sempre la carica.
  • Marsupio – Ok, quando l’ho visto ho pensato che mi mancava il panino con la frittata e sarei tornata ai miei 14 anni. E intanto il gadget più comodo di tutti che ormai non levavo neanche quando avrei potuta. Comodissimo per avere sempre con se e al sicuro le proprie cose di valore.
  • Microfono – Anche se non si corre a 100 all’ora il vento rende complicata la comunicazione tra passeggero e motociclista, il microfono è comodissimo e se poi non hai più voglia di sentire chiacchiere…stacchi la spina!
  • Zainetto con calamite da mettere sul serbatoio. Ideale per mettere cose di valore per chi guida, con buco centrale per mettere il Tom Tom e averlo sempre davanti, facile da mettere e da togliere quando si scende dalla moto.

Itinerari

E qui arriva il bello. Ovviamente la regione la decidi tu così gli itinerari specifici, online si trovano numerosi siti per motociclisti con numerose idee di viaggio in moto. Reperisci le informazioni, fai un pò di ricerca sui social networks (chiedendo direttamente agli enti turistici o ai motociclisti), su blog specializzati, su diari di viaggio e butta giù le destinazioni che vorresti attraversare.
Ricorda che una media di 200Km al giorno è già abbastanza, quindi adesso coordina il tuo itinerario in base ai chilometri.

Utilizza Google Maps. Crea i tuoi itinerari e parti. Il primo giorno già ti dirà se quanto pianificato va bene o deve essere modificato.

Conclusione – Consigli pratici di una beginner ai beginners

Un viaggio in moto è sicuramente piu stancante rispetto uno fatto in macchina o con mezzi piu “comodi”. Se il passeggero soffre dopo tante ore sulle due ruote, ancora piu stanco sarà chi guida. Pertanto le indicazioni che mi sento di dare perchè provate sulle mia pelle e nella totale incoscienza di quello che stavo per affrontare:

  • Non esagerare con i chilometri. 200 al massimo al giorno, magari alterna quando 200 quando un pò di meno
  • Studia bene il percorso perchè se se sbagli direzione o ti perdi le ore di viaggio aumentano.
  • Non potrai fare tantissime fermate quando si va da una destinazione all’altra in quanto tutto (ma proprio tutto) sarà con te, quindi pensa agli zaini in maniera tale da avere le cose di valore sempre con te e lasciare (vestiti e cose che non servono nè di valore) sulla moto quando la lasci per la passeggiata
  • Macchina fotografica a tracolla (una reflex che è bella spaziosa, così è sempre a portata di mano e non occupa spazio nel bauletto) e marsupio con portafogli e gopro. Le poche cose di valore che avevo sono sempre state con me e facili da usare anche se in cammino.

Siti di riferimento per viaggi in moto (itinerari, raduni, viaggi organizzati)

www.mototurismodoc.com
www.motoitinerari.com
www.motociclismo.it

Se sei un motociclista o un appassionato e hai altri siti di riferimento lascia un commento e sarò felice di poterlo vedere ed eventualmente aggiungere alla lista.

Gone with the wind!

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha un commento

  1. Giorgia

    Interessante ed utile. Grazie!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.