Una domenica a Londra – GO EAST!

Una domenica a Londra – GO EAST!
brick lane

Cosa fare a Londra la domenica

Siamo seduti a una bar/chiosco di fronte a Old Spitalfields Market
Oggi è una giornata particolare. So che a Londra non tornerò più tanto presto, la sto lasciando per sempre, for good, e anche se ho desiderato tanto questo momento, mi sento piuttosto triste. 
Per questa mia ultima visita voglio andare a salutarla là dove mi piace di più.

Là dove mi piaceva andare per entrare in contatto con non solo una parte autentica della città ma quella più affine a me.

Torno a East London, la fermata della metropolitana è sempre la stessa: Old Street.
Il percorso ci è ben chiaro. E’ domenica, giornata di mercato e di folla a fiumi per le strade di Brick Lane. Una guerra al Flower Market.

Un caffè a sorpresa in un angolo, letteralmente, sulla Kingsland Road.

Si aprono le porte di uno dei locali più stravaganti della città: By the Bridge Caffe
Ricco il proprietario non lo è solo di nome, ma anche di idee. 
Su due piani si trova un bar assai particolare, drappeggi e tavoli in stile antico barocco, poltrone e quadri alle pareti, mura tappezzate, tappeti. 
Un insieme colorato di pezzi come poche metropoli nel mondo posso dare. Una sala poi per concerti, oggetti ed arredamento retrò.

Il caffè si trova a 15 Kingsland Rd, London E2 8AE, tra Dalston e Schoreditch

Oh Londra, permetti di osare!

Caffè e foto ricordo per dirigerci a Columbia Road e il suo famoso mercato dei fiori. Sebbene sia meglio andare la mattina per non trovare la calca è anche vero che se si vogliono comprare i fiori verso le 13 i prezzi scendono un pò.

Questo piccolo mercato rende la strada un grande e stravagante giardino, dove ammirare piante e fiori bellissimi e coloratissimi, approfittare delle tante offerte e magari comprare qualche seme o qualche bulbo da piantare a casa.

Alla fine del breve pezzo di strada che ospita il mercato dei fiori, buttandosi sulla sinistra, cantanti di strada intrattengono decine e decine di persone suonando ed esibendosi per delle monete. Splendidi, delicati e dal tono fiabesco piccoli caffe e bars che si alternano a mercatini delle pulci.

Caffè e foto ricordo per dirigerci a Columbia Road e il suo famoso mercato dei fiori. Sebbene sia meglio andare la mattina per non trovare la calca è anche vero che se si vogliono comprare i fiori verso le 13 i prezzi scendono un pò.

Questo piccolo mercato rende la strada un grande e stravagante giardino, dove ammirare piante e fiori bellissimi e coloratissimi, approfittare delle tante offerte e magari comprare qualche seme o qualche bulbo da piantare a casa.

Alla fine del breve pezzo di strada che ospita il mercato dei fiori, buttandosi sulla sinistra, cantanti di strada intrattengono decine e decine di persone suonando ed esibendosi per delle monete. Splendidi, delicati e dal tono fiabesco piccoli caffe e bars che si alternano a mercatini delle pulci.

Flower Market London

Ma non c’è East senza graffiti e street art. E in questo East London dà il meglio di se, campione assoluto in arte di strada, al punto che in direzione Brick Lane si incrocia un Bansky originale, ormai in cattive condizione ma una sua opera. Siamo a Pollard Street.

Vitalità e simboli dispersi per i vicoli,  frutto di artisti che esprimono la loro arte nelle maniera più disparate, molte delle quali eccellenti.
Una Londra diversa da quella tutta in giacca e cravatta o della bene del centro. Completamente diversa, un’area charming e con un forte carattere di innovazione dove vige lo stile del trasandato dal gusto ricercato.

Siamo a est dove il mondo sembra voler convergere e le etnie come le lingue si mischiano.

Qui ogni domenica di incontra il mondo, anche a tavola. Cinese, birmano, messicano, etiope, spagnolo, lituano, giapponese e potrei continuare all’infinito, tutti insieme suddivisi su due grandi superfici cucinano per le migliaia di persone che ogni domenica passeggia per le strade del quartiere più contemporaneo del momento.

Tour della Street Art di Londra 

Molte compagnie offrono eccellenti tour guidati per scoprire la street art di East London. Tra i tanti mi sento di consigliare i seguenti: 

Tour della Street Art di Brick Lane (in italiano) – Visita guidata in italiano della street art e dei pezzi altrimenti difficili da trovare in compagnia di guide informative seguendo percorsi alternativi. Costo per persona €41

Tour di street art e sessione di pittura spray (in inglese) – Una visita di 3 ore in cui oltre ad ammiare i pezzi di street art principali ci si può dilettare con lo spray. Una visita giocosa, divertente e molto informativa. Costo per persona €38. 

Tour in bici della Street Art (in inglese) – Due ore di tour in bici alla scoperta della street art dei quartieri Brick Lane, Shoreditch, Hoxton e Hackney. Costo per persona €27

Tour a piedi della Street Art di East London (in inglese) – Un walking tour di due ore alla scoperta dei graffiti di oltre 40 acclamati artisti di strada ed approfondimenti sull’arte urbana di Banksy, ROA, Invader, Shepherd Fairy ed Eine. Costo per persona €19,64

È il quartiere dove bazzicano gli “hipster”, questo significa che è qui che a volte si creano delle grandi idee o delle grandi stronzate, però l’ispirazione è facile trovarla da queste parti.

Bars intimi e personalizzati. Poche catene, forse nessuna?
C’è tocco personale e un pò casereccio nei piccoli locali della zona. Niente è realmente sofisticato, tutto ha sapore di casa, ed è bella la sensazione.

Da questo tavolino sulla finestra aperta che dà sulla strada, mentre sul piatto ho una specialità siriana il mondo scorre al mio fianco. Un fiume in piena.

Mi rendo conto che un giro del mondo lo si può fare in una sola domenica.v

 

Un itinerario a piedi

Dove dormire a Londra

Che Londra non sia economicissima non ci piove, che abbia forse tra i costi più alti di tutta Europa anche negli ostelli pure.
Trovare soluzioni a un buon prezzo, in una buona zona (Londra è grandissima) e di media qualità non è facile.
Pertanto se proprio sei in risparmio prova a cercare un post con couchsurfing, altrimenti guarda queste possibilità che ti suggerisco:

  • Wombats City Hostel – A pochi minuti dai principali luoghi turistici di Londra un bell’ostello con cucina in comune che offre sia letti in camerata che camere private
  • Generator London – Una catena piuttosto famosa di ostelli dal design moderno e colorato.
  • The Z Hotel Shoreditch – Piccolo ma funzionale hotel a Shoreditch, vibrante quartiere londinese
  • Megaro Hotel – Hotel eclettico e colorato a Cross St. Pancras, London. Facilmente accessibile con la metro

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.