Tour in Tanzania da includere durante un safari tra i parchi del circuito nord

La Tanzania è famosa per i meravigliosi parchi nazionali in cui fare safari, ma molte persone non sanno che durante i safari si possono svolgere differenti attività a contatto con le comunità locali o trekking eccezionali (non solo il Kilimanjaro!). In questo post elenco i tour in Tanzania da abbinare ai safari per rendere il vostro viaggio ancora più speciale!
Post pubblicato il: 14 Ottobre 2023
Scritto da: Giulia Raciti

I migliori tour in Tanzania da abbinare ai safari nel nord del Paese

La Tanzania è famosa per i parchi nazionali in cui fare meravigliosi safari, le coste paradisiache di Zanzibar e di Pemba, diving eccezionale a isola Mafia e la grande concentrazione di villaggi Maasai ed altri gruppi tribali.

Se un viaggio classico in Tanzania abbina safari e mare, chi ha più tempo o vuole vivere delle esperienze alternative, che possono abbinarsi molto bene al safari, ha solo l’imbarazzo della scelta. 

In particolare le regioni nord della Tanzania, Manyara, Karatu e Natron, negli anni hanno cominciato a sviluppare un turismo comunitario, ovvero dei tour e delle esperienze di viaggio cercando di creare una relazione, ed una possibilità di contatto, tra i turisti e la popolazione locale che, grazie a questi programmi, possono diventare parte integrante del viaggio.

Quando pianifichiamo dei safari in Tanzania, mi piace proporre alcune di queste attività perchè rientrano a pieno nell’idea di turismo responsabile che mi piace promuovere, i guadagni del tour vengono distribuiti tra la comunità che ha deciso di aprire le porte delle proprie case.

Ho selezionato quindi alcune delle attività e dei tour, che in genere richiedono un paio di ore, che si possono aggiungere ai safari per rendere questa avventura un viaggio che non sia solo naturalistico ma anche culturale e non si limiti unicamente ai game drive nei parchi nazionali.

Se state pianificando un viaggio in Tanzania leggete anche: Cosa vedere a Zanzibar ed il post dove alloggiare a Zanzibar

Non dimenticate l'assicurazione di viaggio - Approfittate del 10% di sconto
Prima di partire non dimenticate di stipulare una assicurazione di viaggio. Da Maggio 2023 è obbligatorio averne una per entrare nel Paese.
Chiedete un preventivo ad HeyMondo e viaggiate coperti e sereni. Se acquistate la polizza da questo link riceverete il 10% di sconto.

Tour da Mto Wa Mbu, Karatu e Ngorongoro

Karatu è l'ultimo villaggio che incontrerete sulla via per l'area di Conservazione Ngorongoro ed il Parco Nazionale del Serengeti.

Sicuramente durante un safari in Tanzania farete uno stop qui, dove tra l'altro si trovano lodge stupendi. Sulla via per e dal Serengeti e Ngorongoro, una notte in questo villaggio è assicurato.

Se il volo per Zanzibar è nel tardo pomeriggio o lo sera una attività tra quelle che seguono cadrebbe benissimo con i tempi e vi permetterebbe di aggiungere un tocco differente ai game drive fatti fino a quel momento.

Inoltre, i tour sono gestiti dalla comunità, quindi l'altra nota positiva è che i proventi guadagnati servono proprio per fare lavorare la popolazione locale.

Tour di Mto Wa Mbu in bici e pranzo cucinato da una Mama 

Spesse molte mi piace concludere i safari con questo tour in bici che non è particolarmente lungo, richiede circa 3 ore, e vi farà mangiare qualche piatto locale cucinato direttamente da una mama locale.
Durante i safari i pasti sono solitamente pensati per un pubblico internazionale. In questo tour potrete invece scoprire cosa si mangia in Tanzania.

Con una mountainbike pedalerete tra le piantagioni di banano della zone, conoscerete delle famiglie del posto e concluderete con un pranzo cucinato da una mama del villaggio. Se non si vuole fare in bici si può fare in tuk tuk o una passeggiata a piedi.

Durata del tour: 3/4 ore

Mto Wa Mbu

Visita a piedi di Karatu

Vicino al parco nazionale del Lago Manyara si trova il villaggio di Karatu in cui avete l'opportunità di assaporare la cultura della Tanzania oltre che fare game drive tra i parchi safari del Paese.

Durante questo tour visiterete il mercato locale, dove potrete acquistare souvenir speciali da bellissime bancarelle e piccoli negozi, comprare verdure e spezie coltivate localmente, o perdervi tra i numerosi oggetti fatti a mano come dipinti, sculture in legno e gioielli. Grazie alla guida locale potreste entrare nel vivo della comunità e sentirvene parte.

Durata del tour: 3 ore

Visita guidata ad una piantagione di caffè

La Tanzania ha molte piantagioni di caffè e proprio in questa zona viene coltivato e lavorato gran parte del caffè locale. Durante la visita guidata a una piantagione di caffè vedrete (a seconda della stagione) come crescono e vengono raccolti i chicchi di caffè e come vengono infine trasformati in vero caffè. Dopo avere scoperto qualcosa in più sulla coltura e produzione del famoso caffè naturalmente potrete gustare una deliziosa tazza di caffè caldo.

Durata del tour: mezza giornata

campi mto wa Mbu

Canoa a Lago Manyara 

Il lago Manyara ospita un'incredibile varietà di uccelli, tra cui migliaia di fenicotteri rosa. Un'attività molto carina da abbinare al game drive in auto è il tour in canoa che permetterà di avvicinarsi a giraffe, elefanti, bufali e altri animali che pascolano sulla riva. Ricordate che per poter fare la canoa a Lago Manyara è obbligatorio pagare la tassa di ingresso al parco nazionale oltre il costo dell'attività.

Durata del giro in canoa: 2.5 ore

Villaggio Maasai in Area di Conservazione Ngorongoro

L'area di Conservazione Ngorongoro non è un Parco Nazionale perchè è permesso ai Maasai di poterci vivere. Ed è proprio qui che se volete potete entrare in un autentico villaggio Maasai dove potrete vedere come iMaasai vivono circondati dalla natura selvaggia della Tanzania.

Durante questa escursione imparerete dai Maasai come gestiscono la vita nella natura e come si svolge la loro vita quotidiana. Potrete anche conoscere le tradizioni Maasai e dare un'occhiata alle loro capanne.

Durata della visita: 1 o 2 ore solitamente si abbina alla giornata di game drive nel cratere Ngorongoro.

villaggio maasai a ngorongoro

Gola di Olduvai (Area di Conservazione Ngorongoro )

La Gola di Olduvai, profonda 100 metri e larga 50 km, è una ripida gola situata tra il Cratere di Ngorongoro e il Parco Nazionale del Serengeti. Si tratta di uno dei luoghi archeologici più famosi dell'Africa orientale, dove sono stati ritrovati i resti dei primi esseri umani.

Le centinaia di fossili (ossa) scoperti qui risalgono a milioni di anni fa. La Gola di Olduvai rende la Ngorongoro Conservation Area un luogo importante al mondo per lo studio delle origini e dell'evoluzione umana. Qui è possibile visitare anche un piccolo museo.

Durata della visita: 1 ora circa (si può visitare lungo la strada per il Serengeti)

Tour ed esperienze di viaggio a Lago Natron

Conosciuto per la riproduzione di milioni di fenicotteri, il lago salato Natron è un luogo unico in Tanzania. Qui si trova infatti la famosa Oldonyo Lengai (che in lingua Maasai significa "la montagna di Dio"), il Gregory Rift, il ramo orientale dell'East African Rift, delle cascate, autentici villaggi Maasai ed il bellissimo lago che è il sito di riproduzione di migliaia di fenicotteri in Africa che ospita il 75% della popolazione mondiale..

Lago Natron si trova nel nord della Tanzania, al confine con il Serengeti, il Ngorongoro e il Kenya e si estende su una superficie di 1.040 chilometri quadrati.

In questa regione si possono fare tante attività differenti dal game drive. La base per le visite che seguono è il villaggio Engaserero.

macchina a lago natron

Cascate di Natron Lake 

Il tour alle cascate parte dal villaggio di Engaresero e vi poterà verso la scarpata della Rift Valley, dove si lascerete le auto per cominciare la camminata. Il percorso è di 3 km e segue lungo le gole del fiume Engaresero verso le cascate. Il tour a piedi da e per le cascate dura due ore (ma dipende dal tempo trascorso a godersi le cascate e l'acqua a destinazione)

Durata del tour: 2 ore

Hot Springs a Lago Natron 

Il tour inizia dal villaggio di Engaresero, prima di arrivare al lago visiterete le grotte dei babbuini, per poi arrivare alla riva del lago per osservare gli uccelli.
Si prosegue in discesa attraverso boschi di acacie e sul lato della scarpata della rift valley fino all'ultimo punto di una sorgente calda principale, passando per altre numerose piccole sorgenti calde.

Durata del tour: 3 ore

Fenicotteri lago Natron in Tanzania
Clem23, CC BY-SA 3.0 http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/, via Wikimedia Commons

Trekking a Natron Ol'Doinyo Lengai

Ol'Doinyo Lengai - la "Montagna di Dio" come la chiamano i Maasai - è alta 3.000 metri. Si tratta dell'unico vulcano carbonatico attivo al mondo. Il trekking dell'Ol'Doinyo Lengai si fa solo la notte ed è una camminata faticosa a causa dei numerosi grani sciolti presenti sulla montagna ed è indicata a trekkers esperti. È importante sapere che le condizioni giornaliere della montagna cambiano quindi non è sempre confermato e potrebbe essere cancellato anche last minute.

Durata: 12 ore.

Trekking in Tanzania - Kilimanjaro ma non solo

La Tanzania è famosa per i safari, le isole nell'oceano indiano ed il trekking. Il trekking sul Kilimanjaro è sicuramente il più famoso, e anche costoso, ma molti non sanno che in Tanzania si possono fare altri trekking, di difficoltà diversa. Ho elencato i più famosi, Kilimanjaro incluso!

monte kilimanjaro

Trekking a Ngorongoro - Cratere Empaakai

Nascoste nella regione degli altopiani della Ngorongoro Crater Conservation Area, ci sono alcune gemme nascoste che la maggior parte dei visitatori della Tanzania trascura. Uno di questi posti speciali, il cratere di Empakaai, si trova a 40 chilometri a nord del famoso cratere di Ngorongoro.

Il modo migliore per esplorarlo è fare un trekking fino al lago, dove si possono incontrare animali selvatici come babbuini, bufali, elefanti e fenicotteri.

Durata dell'escursione: L'escursione può essere completata in circa due ore, a seconda di quanto ci si goda il panorama a bordo lago sul bordo del cratere.

Difficoltà dell'escursione: Questo percorso è piuttosto semplice visto che si estende per soli 5 chilometri. Tenete in mente che il sentiero è piuttosto ripido lungo il bordo del cratere, con 300 metri di dislivello in salita.

In genere per fare questo trekking è consigliato dormire nell'area di conservazione Ngorongoro, magari il giorno dopo il game drive nel cratere, per poi andare a dormire nel parco nazionale Serengeti e continuare il safari.

Trekking a Monte Meru (alternativa economica al Kilimanjaro) 

Il Monte Meru è spesso trascurato per la sua vicinanza al Kilimanjaro, ma ha molto da offrire a chi cerca una scalata impegnativa e vuole spendere un po' meno rispetto il Kilimanjaro.

Monte Meru è un vulcano dormiente che ha eruttato l'ultima volta nel 1910, è la seconda montagna più alta della Tanzania con i suoi 4566 metri.

La sua scalata, che richiede 3 o 4 giorni, è perfetta per chi vuole provare il trekking ad alta quota senza andare troppo in alto prima o dopo un safari, o per favorire l'acclimatamento se intrapreso prima di scalare il Kilimanjaro.

È ideale per chi cerca un'esperienza di trekking più tranquilla e non va assolutamente sottovalutata, poiché gli scalatori devono comunque acclimatarsi adeguatamente per riuscire a raggiungere la vetta.

Durante il trekking potreste avvistare babbuini, giraffe, zebre, scimmie colombus e una varietà di uccelli. La salita attraversa diverse zone di vegetazione del Meru, dalla foresta montana alla brughiera, dal semideserto al deserto alpino, fino a raggiungere il magnifico cratere. Attraversando il bordo del cratere si raggiunge la sua cima, il Socialist Peak a 4566 m, da dove si può esplorare il cono di cenere che si è formato nel cratere durante l'eruzione del 1910.

Trekking sul Kilimanjaro

Il trekking sul Kilimangiaro (anche conosciuto come il Tetto d'Africa) è probabilmente il trekking d'alta quota più popolare al mondo che si può semplicemente scalare a piedi e non richiede corde, attrezzature speciali per l'arrampicata, né esperienze precedenti. Questo non significa che sia semplice. Il trekking sul Kilimanjaro è pur sempre una scalata impegnativa anche se non richiede particolari abilità alpinistiche.

Quali sono i percorsi per scalare il Kilimanjaro?

Esistono 7 percorsi principali del Monte Kilimanjaro che portano alla vetta, l'Uhuru Peak, uno parte dal lato nord della montagna, gli altri dal lato sud.

La prima cosa da fare è scegliere il percorso:

  1. Percorso Marangu: "Il percorso della Coca-Cola" è il più antico e il più popolare. Ci vogliono 5-6 giorni, il percorso è semplice e lungo il percorso si trovano capanne dove dormire. Tuttavia, ha un tasso di successo relativamente più basso a causa del un breve periodo di acclimatazione.
  2. Machame Route: conosciuta come "The Whiskey Route", è più impegnativa di Marangu ma vanta una migliore acclimatazione e varietà paesaggistica. L'escursionismo di 6-7 giorni e la possibilità di dormire in campeggio lo rende una scelta popolare per gli alpinisti esperti.
  3. Percorso Lemosho: questo è un percorso meno affollato che offre un'ottima acclimatazione e viste panoramiche spettacolari. Lemosho dura 7-8 giorni e inizia a un'altitudine inferiore, attraversando lussureggianti foreste pluviali e brughiere prima di raggiungere la vetta.
  4. Percorso Shira: partendo da ovest, questo percorso è simile a Lemosho ma con un punto di partenza più alto, il che può comportare rischi di acclimatazione. Shira richiede 6-8 giorni per il viaggio con l'immensa bellezza naturale.
  5. Percorso Rongai: l'unico percorso che si avvicina al Kilimangiaro da nord, Rongai, è meno affollato, ha una pendenza dolce perfetta per i principianti. Servono 6-7 giorni. È il percorso più secco, il che lo rende una scelta sicura durante la stagione delle piogge.
  6. Percorso Umbwe: questo è il percorso meno battuto e più impegnativo del Kilimangiaro, adatto solo a scalatori esperti. Umbwe è un percorso ripido e diretto che offre un'intensa salita di 5-7 giorni.
  7. Circuito Nord: il percorso più nuovo e più lungo, il Circuito Nord, offre la migliore acclimatazione, impiegando 8-9 giorni. Questo percorso offre paesaggi remoti e incontaminati e alti tassi di successo di arrivo in vetta.
Kilimanjaro da Amboseli

Quanti giorni servono per scalare il Kilimanjaro?

In genere sono necessari da cinque a nove giorni per raggiungere la vetta del Monte Kilimanjaro. Ricordate che più giorni trascorrerete sul Kilimanjaro, più sicure e confortevoli saranno le vostre esperienze escursionistiche. I tour di arrampicata con tempi di percorrenza del Monte Kilimanjaro più brevi (avventure di 5/6 giorni) non sono consigliati agli escursionisti inesperti.

I circuiti trekking di 7/8/9 giorni attraverso le vie Lemosho, Machame e Rongai sono la scelta migliore per tutti i trekkers di tutti i livelli per molti motivi. In particolare per il fatto che un trekking più lungo significa più tempo per il corpo per abituarsi alle altitudini anomale del Kilimanjaro.

I circuiti più lunghi offrono condizioni migliori per campeggiare. I campeggi sono situati ad altitudini leggermente inferiori rispetto a quelli dei percorsi di trekking giornalieri e più veloci.

Tenendo conto di queste elementi, a meno che non si sia esperti di trekking ad alta quota, consiglio di pianificare la scalata del Kilimanjaro più lunga.

Qual è il percorso ha la più alta percentuale di successo per arrivare sulla vetta del Kilimangiaro

Se volete avere le maggiori possibilità di raggiungere la vetta, il percorso migliore per scalare il Kilimanjaro è la via Lemosho e la via Machame che si concludono in 7 o 8 giorni. Migliore acclimatazione ed una notte in vetta rendono questi percorsi più semplici. Poiché raggiungere la vetta è la cosa più importante per la maggior parte dei trekkers questi sono i percorsi più popolari e consigliati per aumentare le chance di arrivo.

Quel è la via più panoramica per scalare il Kilimangiaro

Sicuramente la via più panoramica è la via Lemosho, che si avvicina da ovest.

Qual è il percorso più tranquillo e con meno folla per scalare il Kilimangiaro

Se la vostra priorità è stare lontani dalla folla, il percorso Rongai è la scelta migliore. Ma attenzione, la percentuale di successo è più bassa.

Qual è il percorso più impegnativo per scalare il Kilimanjaro

Se siete alla ricerca di un'avventura e di un'esperienza selvaggia davvero unica, l'opzione del campo del cratere è il percorso migliore per scalare il Kilimanjaro. Ricordate che il successo dell'impresa è piuttosto basso se non si è esperti scalatori.

Vetta del monte Kilimanjaro

Vivere nel villaggio Maasai nella regione di Tanga 

Nel cuore della Tanzania, nella regione di Tanga, potete raggiungere Kiberashi dove per qualche giorno potete vivere a contatto con alcuni gruppi tribali che vivono la loro vita senza alcun artificio.

Non vi aspettate balli e danze o maasai vestiti a festa per accogliervi, balleranno e canteranno se vogliono farlo e hanno un motivo per farlo.

Willy e Cristina vivono lì, Willy è un Maasai ed è proprio la sua famiglia che ha deciso di aprire le porte di casa. In loco avrete assistenza in italiano e una accoglienza eccezionale per vivere in maniera genuina la tipica vita di villaggio. Nei giorni al villaggio visiterete tanti mercati, farete delle passeggiate nella natura o potreste rilassarvi nella savana lontani da tutto.

Ho scritto di questo luogo nel post: Vivere con i Maasai in Tanzania

Pro: assistenza in loco in italiano. Villaggio Maasai genuino e reale. La guesthouse costruita è comoda ed è stata pensata per turisti che hanno capacità di adattamento ma non si vive in modo estremamente spartano. Economico 

Contro: il villaggio è nel cuore della Tanzania e richiede circa 8 ore per essere raggiunto da Arusha o Dar Es Salaam. Per questo motivo si consigliano almeno 6 giorni. Difficilmente si riesce ad inserire questa esperienza se si hanno due settimane e non si vuole rinunciare al safari e al mare.

Per maggiori informazioni sull'esperienza al villaggio Maasai di Kiberashi contattate direttamente Cristina e Willy su Maasai Travel.

Categorie ,

Disclaimer: In questo post, alcuni dei link forniti sono link di affiliazione, il che significa che posso guadagnare una commissione se si effettua un acquisto attraverso questi collegamenti. Tuttavia, ciò non comporta nessun costo aggiuntivo per te. Le commissioni che ricevo attraverso questi link di affiliazione aiutano a finanziare e supportare il mio blog, mantenendo così la sua indipendenza e la mancanza di sponsorizzazioni. Mi sforzo sempre di fornirti le migliori informazioni e consigli possibili, basati sulla mia esperienza e ricerca personale. Mi preme sottolineare che il tuo sostegno è fondamentale per mantenere vivo questo blog e continuare a fornirti contenuti di qualità. Grazie per il tuo supporto!

Scritto da Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio dal 2011. Attualmente a bordo di un van. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Scrivo delle destinazioni che visito. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America sul sito dedicato Kipepeo Experience.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a [email protected] e verranno immediatamente rimosse.

Copyright © 2011-2023
Viaggiare Low Cost - Di proprietà di Giulia Raciti - P. IVA 03630400830
crosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram