Tour e visite da non perdere a Mumbai – La City of Dreams

Tour e visite da non perdere a Mumbai – La City of Dreams

Tour e visite da non perdere a Mumbai - CITY OF DREAMS

La città di Mumbai originariamente formata congiungendo sette isole nel Mar Arabico, ovvero Colaba, Fort, Byculla, Matunga, Worli, Parel e Mahim, è la capitale dello Stato Indian del Maharashtra e rappresenta il centro economico più importante del Paese intero.

Adagiata sulla costa occidentale dell’India, nel corso del tempo, la città si è espansa fino ai confini della Grande Mumbai.

Mumbai è stata per più di un millennio centro di affari e di commercio, tutt’oggi è la destinazione prediletta dagli Indiani alla ricerca di lavoro aspirando ad una vita migliore.

Nel suo passato la città ha avuto molti nomi: la Capitale finanziaria, la Città degli Slum, la Città delle sette isole, la città di Bollywood.
Ognuno di questi nomi è stato dato a ragione, Mumbai è tutte queste cose insieme.

Tra tutti però c’è un titolo che rimane prominente ed a cui ci si riferisce ancora oggi: City of Dreams – La città dei sogni.

Mumbai infatti non è solo la città più ricca del Paese, ma è tra le più ricche del mondo.
Spaccata tra gli slum più grandi d’Asia e la casa più costosa del mondo, nel suo oscillare tra gli estremi si continua a credere che la megalopoli ricompenserà chiunque sia disposto a lavorare sodo.

Mumbai è casa di Bollywood, la più grande industria cinematografica indiana e una delle più grandi del mondo, un pò come Los Angeles attrae aspiranti attori ed attrici che desiderano rientrare nell’Olimpo delle Stars, che in India sono amati e venerati come se fossero dei),

L’architettura della città, dallo splendido collegamento Bandra-Worli Sea alla bianca e incontaminata Haji Ali Dargah, è complessa, ricca ed eccezionale.
Marine Drive le cui luci formano un arco che ricorda una serie di perle chiamate Queen’s Necklace, e il Chhatrapati Shivaji Terminus, dalla superba architettura vittoriana che ha resistito per oltre un secolo di eventi che hanno investito la città, sono simboli del suo fascino.

Ma ciò che attrae di Mumbai non ha solo a che fare con il suo ricco passato quanto con il suo futuro promettente.

Arte, economia, cinema, architettura e promesse di un futuro migliore.
Questi alcuni dei motivi per cui Mumbai è anche chiamata Mayanagri, Città dei Sogni, un’anima difficile da catturare con una foto quando la sua bellezza si respira e non necessariamente si vede.

rajiv gandhi bridge mumbai
Mumbai street

Full day tour di Mumbai 

Orientarsi a Mumbai non è semplice, in primo luogo perchè è una città gigantesca e molto trafficata, durante il giorno è facile infatti rimanere bloccati nel traffico per ore. 

La prima visita da considerare deve necessariamente una che mostri le destinazioni principali della città per poterne conoscere la storia, quindi la complessità, i quartieri ed i luoghi emblematici della megalopoli.

Il quartiere di maggiore interesse turistico è Colaba, nella punta meridionale della città, dove si trova il simbolo della città: Gateway of India e l’elegante Taj Mahal Palace. 
Il quartiere, come Kala Ghoda, quartiere artistico ed hipster di Mumbai, si può scoprire a piedi, noterete infatti come qui non vi siano tuk-tuk (che sono infatti banditi), e concentra il meglio della città.

Scoprire questi quartieri con una guida, se il tempo è di appena 24 ore, può essere la soluzione migliore, questa aiuta ad orientarsi al meglio e a non perder tempo prezioso. 

Per chi vuole fare da sè però consiglio di partire la mattina presto e pianificare il proprio itinerario tenendo in mente i seguenti luoghi che ritengo siano i più importanti.

I luoghi da non perdere durante la visita a Mumbai sono:

  • Il Gateway of India ed il quartiere di Colaba, fate un salto al Leopold Cafè
  • La Regal Circle con i suoi edifici storici, come il Prince of Wales Museum, la National Gallery of Modern Art e la Questura
  • Distretto delle Arti di Kala Ghoda
  • L’Università di Mumbai e l’Oval Maidan
  • La Flora Fountain
  • La Stazione di Mumbai Chhatrapati Shivaji e il Palazzo del Municipio
  • Mercato di Crawford
  • Marine Drive e la spiaggia di Chowpatty Beach
  • Museo Mani Bhavan
  • Collina di Malabar
  • Dhobi Ghat
  • Moschea di Minara Masjid
  • Dharavi Slum (walking che potete rimandare al giorno successivo abbinandolo a Bandra
  • Il quartiere Badra famoso per la Street Art, Chapel Road, e considerato uno dei quartieri più cool del mondo (per maggiori informazioni clicca qui)

Tour di un giorno a Mumbai 

Per facilitare la visita ed ottimizzare i tempi consiglio di organizzare una visita privata della città che vi permetta di scoprire buona parte dei luoghi icona della città e poter poi, da soli, completare la giornata come preferite.
Seguono alcune idee di tour:

  • Tour di mezza giornata o intera con guida parlante Italiano – Il tour è privato e la guida parla italiano, copre i principali luoghi di interesse di Mumbai e si può scegliere tra opzione mezza giornata o giornata intera. 
  • Full Day Tour privato di Mumbai – Non sono inclusi Dharavi e Bandra che si possono fare il giorno dopo
  • Highlights of Mumbai (giornata intera) – Tour privato in inglese tra i luoghi principali di Mumbai. I costi variano a seconda del pacchetto che si sceglie ed il numero di persone. 
  • Unplugged Mumbai (mezza giornata) – Un tour di mezza giornata utilizzando i mezzi pubblici per scoprire la città come la vivono i locali.
  • Free walking tour di Mumbai – Questo walking tour di 2 ore non ha prezzo fisso ma si lascia una mancia alla fine e copre i luoghi principali di Colaba.
Gateway of India
Bandra–Worli Sea Link
Mumbai Bandra

Mumbai all’alba – Prima che la città si svegli

Se dovessi consigliare un tour tra tutti credo che sceglierei questo.
La visita permette infatti di vedere e sentirsi parte, della Mumbai della notte, quella che mentre tutti dormono lavora e prepara il necessario per chi, dopo qualche ora, comincia la giornata. 
La partenza è alle 4:30 del mattino del nostro hotel, la caotica e rumorosa Mumbai quasi non si riconosce, si guida fluidi in strade, che nel giro di qualche ora, diventano dei gironi danteschi, file interminabili e clacson che non intendono fermarsi.

Da dove arriva la frutta e la verdura che i ristoranti di Colaba utilizzano per i propri piatti?
Da dove i giornali che ogni mattina ci attendono nella hall dell’hotel? Da dove i fiori freschi che addobbano i templi della città? 

Con questa visita siamo andati a vedere cosa succede prima dell’alba nei mercati più grandi e spettacolari della città, concentrandoli in circa 4 ore, rientrando in tempo per evitare il caos del giorno e poter assaporare un lato di Mumbai quasi impossibile da immaginare durante il giorno, quando si passa più tempo intrappolati nel traffico che per le strade della città.  Prenota online il tour

Questo stesso tour è anche organizzato in sella ad una moto (con driver chiaramente), per maggiori informazioni clicca qui

Slum Tour Etico 

Conosciuto da molti come il più grande slum d’Asia, Dharavi è il cuore pulsante di Mumbai.
Nello slum, che è stato filmato anche nel film Slumdog Millionaire, vive circa un milione di persone, un mondo a parte nella gigantesca città.

Le sue industrie fatturano annualmente circa $665 milioni, molti stereotipi di questa città nella città sono da sfatare. Durante questa visita si farà proprio questo, facendo scoprire la faccia dello slum di cui pochi parlano ma che invece funziona ed attori principali sono le grandi comunità che lo abitano. 
Durante la visita guidata a piedi si vedrà come si lavora nel settore del riciclaggio, nella lavorazione della ceramica, il ricamo, la panificazione, la fabbricazione del sapone e via dicendo.
Si passeggia tra i vicoli labirintici avendo la possibilità di interagire con i residenti che raccontano la diversità dello Slum, rendendolo un microcosmo nella megalopoli. 

****I profitti derivanti da questo tour sono reinvestiti in iniziative comunitarie come l’istruzione, lo sviluppo delle competenze e progetti sanitari.

Reality Tours offre differenti opzioni di visita etica tra cui scegliere, in particolare consiglio il Walking Tour , il Walking Tour + Cooking experience se si vuole anche imparare a cucinare un piatto tipico indiano o il Dharavi Street Art walking tour, per scoprire 

Slum Mumbai
Slum Mumbai
Dharavi
India food
Slum Mumbai

Elephanta Island 

Isola Elephanta, o isola Gharapuri che significa “la città delle grotte”, si trova ad 11 chilometri nord-ovest dal Gateway of India. 
Il nome Elephanta, in pricipio Elefante, fiu dato dai Portoghesi quando qui trovarono due state di Elefante.

Elephanta Island è una isola lunga appena 2 chilometri e mezzo e con 7km di costa in cui sono custodite le splendide Elephanta Caves, patrimonio mondiale dell’UNESCO, una collezione di templi rupestri dedicati principalmente al dio indù Shiva.
L’isola custodisce ben 5 composta da cinque grotte indù, un paio di stupa buddiste, risalenti al II secolo a.C, ed un gruppo di grotte buddiste con delle cisterne. 

Le grotte di Elephanta contengono sculture in pietra tagliate nella roccia basaltica che mostrano il sincretismo delle idee e dell’iconografia indù e buddisti. L’orientamento del tempio principale e di quelli secondari fa pensare che siano disposti secondo uno schema di mandala.

Non è necessario prendere parte ad un tour guidato, l’isola si raggiunge facilmente in maniera autonoma da Mumbai, ma chi vuole saperne un pò di più può fare affidamento alle guide che si trovano in loco o prenotare un tour con guida e trasporto da Mumbai


Come arrivare ad Isola Elephanta

Le barche partono dall’Apollo Bunder e non è necessario prenotare il proprio spazio in anticipo.
Le barche partono ogni 30 minuti e basta raggiungere il molo, quindi passare i controlli per il Gateway che proprio alle sue spalle sono ormeggiati i ferry.
Pagando qualche rupia in più si ha accesso al parte superiore della barca. 

Elephanta Island Mumbai
Elephanta Island Mumbai 2 (1 of 1)

Street Food Tour 

Ci si chiederà se ci sia bisogno di un tour per mangiare locale.
In India gli snacks di strada ed il cibo non manca mai, ma è difficile orientarsi negli infiniti menù in cui non è mai veramente chiaro cosa scegliere. 
Con questo tour potrete fare un pò di chiarezza nella miriade di piatti indiani ed assaggiare le principali partendo dagli snack finendo con il dessert. 

La visita è un mix tra cibo, tradizioni locali e visita culturale, che vale la pena fare perchè Mumbai, e l’India in generale, si scopre anche a tavola. Dopo questo tour ordinare al ristorante non sarà più un terno al lotto! 

I tour che consiglio di valutare sono i seguenti: 

Mumbai street food
India food

Dove dormire a Mumbai 

Colaba è il quartiere in cui si concentra la maggior parte dei siti di interesse turistico, conviene quindi scegliere questo quartiere visto che anche se le distanze non sono esagerate i tempi nel traffico possono dilatarsi.
Durante le settimane a Mumbai ho provato differenti hotel e mi sento di consigliare l’Abode Bombay, dallo stile underground e molto accogliente.
Le camere più economiche non hanno finestre, o comunque non entra molta luce, ed hanno il bagno in comune (ma doccia e lavabo sono in camera) cosa che per me non è stata un problema. 
L’unico neo di questo hotel è che è piuttosto buio ma è super accogliente ed in una posizione eccezionale.
Sullo stesso prezzo un’altra opzione carina è l’Harbour View Colaba hotel che vince per la posizione e la vista sul mare o l’HiGuest Vacation Home per chi oltre ad una camera desidera anche un angolo cottura.
Chi vuole osare può invece dormire nell’hotel più bello di Mumbai, il Taj Mahal, palazzo storico e con vista sul Gateway of India o presso il Presidente IHCL. 

Cosa leggere prima del viaggio in India 

Sull’India ci si può sbizzarrire, le letture da fare sono tantissime, in particolare consiglio i seguenti libri.

Shataram – Questo romanzo lunghissimo ma che si lascia leggere con estrema semplicità, racconta Mumbai come nessun altro libro riesce a fare. L’autore ne è innamorato e pur riuscendo a far percepire le difficoltà dell’India non ne fa mai prevalere i lati negativi.
A prescindere quindi dalla storia, che è appassionante, questo libro mi è piaciuto perchè è uno dei pochi che mentre lo si legge si desidera volare a Mumbai quanto prima.

La tigre bianca – L’imprenditore indiano Balram Halway, detto la Tigre Bianca, scrive delle lettere al primo ministro cinese che è in procinto di visitare l’India. Gli racconta di come ha compiuto la sua scalata sociale, partendo dal suo povero villaggio sulle rive del Gange, appartenendo a una delle caste più basse del paese, fino ad arrivare a Nuova Delhi, dove ha lavorato come autista di un ricco uomo d’affari. Qui assiste alla progressiva e inarrestabile corruzione del suo padrone, ne assimila la mentalità e intuisce che il modo per liberarsi dalla gabbia della miseria è commettere un omicidio, rubare e mettersi in proprio.

I figli della Mezzanotte – Libro emozionante che racconta le disavventure di Saleem Sinai e dei diversi figli della mezzanotte, tutti i bambini nati il 15 Agosto 1947 giorno in cui è stata dichiarata l’Indipendenza.
Tutti questi bambini possiedono tutti doti straordinarie: forza erculea, capacità di diventare invisibili e di viaggiare nel tempo, bellezza soprannaturale. Nessuno però è capace di penetrare nel cuore e nella mente degli uomini come ci riesce Saleem Sinai, il protagonista. Le storie si accompagnano alle vicende politiche registrate dall’India di quel periodo. Un mix di fatti storici e storie incredibili.

Giochi Sacri – Questo libro racconta Mumbai, centro della vita dell’India moderna. L’ispettore di polizia Sartaj Singh vive ed esercita la sua professione in una città che, oltre ad essere molto bella, gli ricorda giornalmente il crimine organizzato e la violenza che è l’alta faccia della medaglia della città.  L’assassinio dell’erede di un boss della mafia locale, il pedinamento di pericolosi criminali e lo smascheramento di mille trame delittuose che coinvolgono gli strati più insospettabili della società indiana servono così da pretesto a Vikram Chandra per tessere una storia che unisce i ritmi dei romanzi appassionanti alla poesia. 

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.