You are currently viewing Quanto costa un safari in Tanzania? Guida ai prezzi dei safari in Tanzania e consigli per organizzare il safari al miglior costo
  • Categoria dell'articolo:Africa / Safari / Tanzania
  • Tempo di lettura:13 mins read
  • Ultima modifica dell'articolo:04/08/2021

Un safari in Tanzania è una delle esperienze africane più belle che ci si possa regalare se si ama la natura e si vogliono vedere i parchi più belli d’Africa. Una delle prime domande, e dure realtà con cui ci si scontrerà quando si cercano informazioni sui costi dei safari, è: Quanto costa un safari in Tanzania? La risposta veloce è: Costa molto! In questo post voglio analizzare i differenti costi ed alcune soluzioni che possono aiutarvi a pianificare e realizzare un safari in Tanzania indimenticabile con un occhio anche sul budget di ognuno.

Per dare una prima idea molto generale, un safari in Tanzania, senza fronzoli ed in campeggio, che include il Cratere Ngorongoro, Lago Manyara ed il parco Tarangire, prezzi aggiornati a Gennaio 2021, costa circa $340 al giorno per persona tutto incluso – se si è due persone – o circa US$230/250 se si è in 4, meno se si è in 6. I costi aumentano sensibilmente se si vuole anche fare game drive nel Serengeti.

Questo è il costo base che si riferisce ad un safari nelle sistemazioni basiche (campeggio) ma che include praticamente tutto quello di cui c’è bisogno durante un safari: una 4×4 con benzina, chilometraggio illimitato, guida, cuoco, pasti pensione completa ed ingresso giornaliero ai parchi.

Considerando quindi che un safari in Tanzania non è particolarmente economico, il Kenya ed i suoi parchi è più budget e backpacker-friendly, ci sono però alcuni modi per poter risparmiare senza rinunciare a questa esperienza che vale ogni singolo centesimo.

In questo post voglio analizzare i fattori che contribuiscono a fare il costo del safari in Tanzania. Vi renderete conto che infatti il margine di guadagno dei tour operator è piccolo, e concluderò con alcuni consigli per risparmiare, a condizione che siate pronti ad adattarvi e rinunciare ad alcune comodità!

safari tanzania

Costi giornalieri di un safari in Tanzania per tipologia di alloggio e Parchi (campeggio/Lodge/Campo tendato)

Prima di entrare nel dettaglio dei fattori che contribuiscono a fare un costo di safari in Tanzania vorrei darvi una panoramica, generale e soggetta a variazioni visto che in Tanzania ogni anno si aggiungono nuove tasse, dei costi per tipologia di safari.

  • Safari in campeggio 2 persone con il Serengeti – A partire da US$350 al giorno
  • Safari in campeggio 4 persone  con il Serengeti – A partire da US$260
  • Safari privato (2 persone) in lodge categoria moderata giorni senza il Serengeti – A partire da US$300 al giorno
  • Safari privato (4 persone) in lodge categoria moderata senza il Serengeti – A partire da US$230 al giorno
  • Safari privato 2 persone in lodge categoria moderata giorni con il Serengeti – A partire da US$440 al giorno
  • Safari con 4 persone in lodge categoria moderata giorni con il Serengeti – A partire da US$350 al giorno
  • Safari di lusso privati – A partire dai $600 fino ai $1500 al giorno

Come potete vedere il tipo di alloggio che si scegliere, campeggio o lodge, fa la differenza come l’inclusione, o esclusione, del Parco Nazionale del Serengeti, che oltre a costare più di altri parchi obbliga anche a pagare delle extra tasse giornaliere (concession fees di US$70 se si dorme in campi tendati o lodge ma escluse per chi dorme in campeggio) da aggiungere ai US$70 di ingresso giornaliero. Per conosce i costi aggiornati delle tasse dei Parchi Nazionali clicca qui.

Organizza un safari in Tanzania con operatori locali

Se vuoi disegnare un safari su misura in Tanzania organizzato da operatori locali contattami.
Anni di esperienza,  prezzi competitivi, sicurezza in viaggio e turismo responsabile è quanto promettiamo! 

Fattori di costo per i safari in Tanzania – Cosa influisce sul costo finale

I fattori principali che determinano il prezzo dei safari in Tanzania sono:

  • Tipo di safari scelto – Privato o di gruppo
  • Tipologia di alloggio – Campeggio, lodge categoria moderata, campi tendati e lodge lusso
  • Durata del safari
  • Parchi inclusi nel safari – Un safari con il Serengeti fa aumentare sensibilmente i costi
  • La stagione in cui si viaggia

A questi costi bisogna aggiungere le tasse, che in Tanzania sono in costante aumento, e l’Iva del 18% che solitamente è inclusa nei costi finali del pacchetto safari.

Di seguito fornisco una panoramica di quanto costa un safari in Tanzania in base al tipo di pacchetto safari scelto e ai principali fattori di costo appena menzionati.

safari tanzania elefanti

Tipo di safari – Safari di gruppo o safari privato?

Nei casi in cui viaggerete in gruppo o vi unirete ad un gruppo dividerete una serie di spese, come ad esempio il costo del veicolo e della benzina, della guida e, se fate campeggio, del cuoco, risparmiare qualcosa sul costo finale.

Leggi anche – Safari di gruppo Vs Safari privati. Guida alla scelta

I safari di gruppo sono leggermente più economici dei safari personalizzati, ma non sono altrettanto flessibili quanto un safari privato. Per esempio non potrete decidere le date, nè la durata, l’itinerario o il tipo di alloggio.

Un safari privato a conti fatti non costa poi tanto di più di un safari condiviso, giocando le tasse che sono per persona e al giorno un ruolo importante sul prezzo finale.
Oltre questo se si fa un safari privato si ha la certezza di poter personalizzare l’itinerario, scegliere la durata e fare anche richieste speciali (dalla lingua parlata dalle guide a lodge specifici etc).

I safari privati diventano convenienti e a costi equivalenti (anzi inferiori) ad un safari di gruppo se si viaggia in 4 o 6 persone (massimo consigliato in auto per avere ognuno un posto lato finestrino).
Infatti quando si stabiliscono i costi di un safari di gruppo si devono tenere in considerazione variabili che avrebbero un impatto sul costo finale. Per esempio non si può dare per scontato che si riempia la macchina. Per evitare di vendere un safari ad un costo non sostenibile in questo caso il costo deve essere necessariamente più alto.
Se invece viaggiate già in gruppo, di amici o famiglia, il costo in questo caso sarà molto probabilmente minore di un safari di gruppo.

Durata del safari

Il costo complessivo di un Safari in Tanzania sarà influenzato dal numero di giorni che trascorrerete tra i parchi. Minore è il numero di giorni di Safari, più economico sarà e viceversa.
Per questo motivo che ai viaggiatori che vogliono fare un safari in Tanzania senza spendere cifre astronomiche consiglio di optare per safari brevi, di 4 o 4 giorni, che escludano per il Serengeti, pur garantendo la visita ad alcuni dei parchi più affascinanti del Paese. Nel fare un safari breve la prima rinuncia da fare è il Parco del Serengeti, i cui costi sono molto alti e fanno lievitare sensibilmente il costo.
Se però non volete rinunciare al Serengeti e desiderate fare un safari di 5 o più giorni, il mio consiglio è di rinunciare alle comodità dei lodge e dei campi tendati e scegliere il campeggio. Su un safari più lungo di 4 giorni la differenza di costo diventa importante.

Dai un occhio a questo safari breve di 4 giorni che include il Parco Tarangire, Lago Manyara ed il Cratere Ngorongoro

La stagione in cui si viaggia in Tanzania

Un altro aspetto importante che influirà notevolmente sul costo di un safari in Tanzania è il periodo dell’anno in cui si sceglie di fare il safari.

I prezzi dei safari sono più alti nell’alta stagione turistica – da Dicembre a Marzo e da Giugno ad Ottobre –  quando il numero di turisti nel paese è alto, la domanda nei lodges aumenta e le tariffe aumentano.

Un altro periodo costoso da visitare in Tanzania è durante le vacanze di Natale – dal 24 dicembre al 1° gennaio – quando i costi aumentano ulteriormente anche di $50 per persona al giorno in più.

La bassa stagione, che si riduce a un paio di mesi l’anno e corrisponde alla stagione delle piogge, è consigliata a chi è interessato a visitare la Tanzania ma che vuole risparmiare qualcosa.

Leggi anche – Quando andare in Tanzania. Migliore stagione per fare un safari in Tanzania

safari tanzania

Parchi Nazionali della Tanzania in cui si farà il Safari

A differenza della maggior parte dei paesi africani, in Tanzania non tutti i parchi nazionali hanno lo stesso costo d’ingresso.
Il Parco Nazionale del Serengeti e l’Area di Conservazione Ngorongoro per esempio costano di più degli altri parchi.
Inoltre se vuoi fare un safari che esclude il Cratere Ngorongoro ma con il Serengeti, il giorno di ingresso al Serengeti dovrete pagare una doppia tassa perchè si deve obbligatoriamente transitare da Ngorongoro (a prescindere che si scenda al cratere che comunque costa ulteriori US$300 per la discesa auto).
Scegliere quindi i parchi più costosi influirà sul costo finale del safari. Su questo aspetto lasciatevi aiutare e guidare dal consulente safari, scoprirete che anche senza Serengeti il safari sarà comunque eccezionale.

Costi di ingresso ai parchi nazionali (validi 24 ore) Aggiornati 2021

Qui una panoramica dei costi di ingresso nei parchi nazionali della Tanzania aggiornato per la stagione 2021/22 .
I costi indicati si indicato nei periodi di alta stagione e sono da pagare al giorno (un ingresso è valido per 24 ore).

  • Parco Nazionale Arusha – US$ 59 per adulto e US$17.70 per bambino
  • Parco Nazionale Kilimanjaro – US$82.60 per adulto e US$23.60 per bambino
  • Parco Nazionale Tarangire – US$ 59 per adulto e US$ 17,70 per bambino
  • Parco Nazionale Lake Manyara – US$ 59 per adulto e US$ 17,70 per bambino
  • Parco Nazionale Serengeti – US$ 82.60 per adulto e US$23.60 per bambino.
    Concession fee (tasse extra per chi dorme nei lodge all’interno del parco) per notte US$70.80 per adulto e US$11.80 per bambino.
  • Area di conservazione Ngorongoro – US$ 82.60 per adulto e US$23.60 per bambino.
    Concession fee (tasse extra per chi dorme nei lodge all’interno dell’area di conservazione) per notte US$70.80 per adulto e US$11.80 per bambino.

Ogni anno i costi delle tasse dei parchi variano (aumentano generalmente) quindi per tenere sott’occhio i costi aggiornati il link ufficiale è: TANAPA tariffe aggiornate

Dove dormire durante un safari in Tanzania – Campeggio VS Lodge e campo tendato

È chiaro che dormire in campeggio costi meno del dormire in lodge, tuttavia molti non sanno che sui safari brevi e che escludono notti dentro i parchi, quindi per esempio un safari di 3/4 giorni che include Tarangire, Manyara e Ngorongoro, dormire in lodge costa tanto quanto, anche meno in alcuni casi, del dormire in campeggio.

Le cose cambiano quando si entra nel Serengeti in cui oltre ai costi dei campi tendati, che partono da circa $300 a notte, si devono aggiungere le concession fess (US$70 per notte a persona) e le tasse di ingresso al Parco Nazionale (US$70 al giorno), oltre tutti gli altri costi di auto, benzina, guida etc etc.

Quando disegno safari per i miei clienti propongo spesso l’opzione MIX dove alterno notti in lodge, quando si sta fuori dai parchi, al campeggio, nel momento in cui si dorme nel Serengeti.
Si risparmia qualche centinaio di dollari e soprattutto l’esperienza della tenda nel cuore del parco piace sempre a tutti, anche le persone più restie.
Una maniera avventurosa per avere “botte piena e moglie ubriaca”!

Per avere qualche idea di safari e consiglio su come organizzarlo appoggiandoti ad un operare locale contattami qui, sarò felice di poter mettere a tua disposizione la mia esperienza ed aiutarti a realizzare il safari perfetto!

safari africa

Attenzione ai safari troppo economici per sembrare veri

Come avrete capito se da un lato possiamo limare i costi dovendo necessariamente considerare i fattori di cui su, non si può davvero parlare di safari economico in Tanzania.
Possiamo sicuramente cercare di creare il miglior safari al miglior costo dovendo però trovare dei compromessi che possono riguardare la durata o l’alloggio o i parchi da visitare.

Se pensate che solo di tasse ogni giorno si pagano quasi $100, è piuttosto improbabile riuscire a coprire tutto il resto (4×4, benzina, alloggio, guida e tutti gli altri costi necessari) con appena $200.

Questo vale soprattutto se si vuole, giustamente, garanzia di avere una macchina in buone condizioni e comoda, guide esperte e magari multilingua e servizi degni di questi nome.

In alcuni casi alcune agenzie che vendono safari troppo economici per sembrar veri risparmiano proprio su questi fattori che poi, una volta in viaggio, fanno la differenza.

Un guasto ad una macchina può sempre capitare, è chiaro, ma viaggiare in auto che ancora prima di salirci a bordo sembrano vecchie e poco sicure, che si rompono ogni 4 chilometri o che vengono riempite di persone non è piacevole.

Aggiungo che nella maggior parte dei casi di safari molto (troppo) economici le guide sono pagate poco, o sono pagate niente, ed il loro salario si basa quindi sulle mance che, secondo una tacita regola, si aggirano attorno ai $40/50 al giorno per auto. Molte compagnie non includono questi costi che pur essendo “opzionali” sono in verità obbligatori.

Personalmente non ho mai trovato questa regola piacevole, così d’accordo con l’operatore con cui collaboro si è deciso di includere i costi per la guida a momento di pianificazione safari per rendere i pacchetti davvero ALL INCLUSIVE e pagare il giusto tutte le guide che lavorano per lui.

Chiaramente le mance sono sempre ben accette, ma non si vuole negoziare sul lavoro delle guide nè dare linee guide.
Le mance mi piace che rimangano tali. Si lasciano se il lavoro è stato ben fatto e ci si è trovati bene. Un gesto che per chi lavora ad intermittenza, come le guide safari, è sempre ben accetto.

safari in Tanzania

Consigli per risparmiare su un safari in Tanzania

Abbiamo capito più o meno quanto costa un safari in Tanzania e cosa influisce su questi costi, scopriamo come ridurre il costo del safari in Tanzania, soprattutto se viaggiate con un budget limitato per il safari

Evitate l’alta stagione e quello delle feste Natalizie

Nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio il Paese si trova nella stagione delle piogge, considerata la bassa stagione con meno folle di turisti e molti alloggi che offrono tariffe scontate. È il periodo migliore per visitare la Tanzania se si vuole risparmiare qualcosa, ma con il rischio che possa piovere.

Evitate l’alta stagione – da Giugno a Settembre –  e la stagione delle vacanze  – dal 24 dicembre al 1° gennaio –  mesi in cui arrivano tanti turisti ed i costi aumentano.

Scegliete un alloggio economico o il campeggio

Quando si viaggia con budget limitati il primo taglio che si fa sempre è proprio l’alloggio. Invece di un hotel per esempio si va in ostello, in questo caso invece di un lodge optate per il campeggio o combinate alcune notti in lodge con il campeggio (dove dormire in lodge farebbe aumentare i costi di molto).

Scegliete un Safari di Gruppo o chiedete se ci sono safari “aperti”

Quanti più si è quanto meno si paga, chiedete se ci sono safari di gruppo o safari con posti disponibili. Negli ultimi anni ai miei clienti offro la possibilità di lasciare il proprio safari aperto, ovvero se qualcuno mi scrive cercando un safari a cui potersi aggregare propongo quelli già confermati a cui potersi unire.

Scegliere un safari breve ed evitate i parchi più costosi

Quanti più giorni safari farete quanto più pagherete. Molti credono che un safari senza Serengeti sia un safari “zoppo”. In verità si può pianificare un itinerario di safari meraviglioso anche solo in due parchi e poter vedere buona parte degli animali, la Tanzania ne è ricchissima, e non vi deluderà.
Si deve fare di necessità virtù, quindi invece di focalizzarci su troppi parchi focalizziamoci su quelli che possono garantire un’esperienza unica ma che rispetti anche il vostro budget.
Che anche questo è importante!

Sharing is caring!

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America viaggio ininterrottamente dal 2011 e lavoro esclusivamente online. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America ma anche di SEO e SEO Copywriting

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.