RISORSE

Quando le assicurazioni di viaggio non coprono le spese

Luglio 8, 2011
Modificato il Dicembre 9, 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Quando si viaggia soprattutto per lunghi periodi e in Paesi extra Europei è importante se non addirittura necessario avere una assicurazione di viaggio che potrebbe essere l’unica ancora di salvezza nel caso di perdita bagagli, ritardi aerei o cancellazioni o malattie improvvise. Il vostro viaggio potrebbe diventare un incubo ecco perchè è necessario avere sempre un’assicurazione di viaggio che salvi da eventuali imprevisti.
L’offerta è vaste, la più frequente e quella a cui non si può rinunciare è quella sulle malattie e spese mediche. Queste polizze assicurative possono coprire spese mediche, ricoveri, operazioni, rimborsi per il rimpatrio o…il rientro in bara (si faccio le corna e tocco ferro).
Oltre motivi di salute si possono scegliere assicurazioni che includono perdita, furto o danneggiamento bagagli, cancellazioni voli o cambi..insomma ce ne sono per tutte le esigenze.

Ma attenzione nello scegliere l’assicurazione per il vostro in viaggio in quanto potrebbe capitare che nel contratto siano include delle clausole scritte talmente tanto in piccolo che alla fine nel caso in cui si sia dovuto pagare anticipatamente (per esempio un dottore perchè si è stati male) alla richiesta di rimborso ti verrà detto che non possono coprire la spesa.
Di seguito una lista delle motivazioni per cui questo potrebbe accadere, quindi attenzione quando stipulate una polizza, leggete bene tutte le clausule del contratto e non lasciatevi sfuggire nulla!

  • Mancanza prove: Qualsiasi cosa succeda mentre siete in vacanza deve essere documentato con ricevute e descrizione del fatto fatte dalle autorità (polizia, medici etc). Per esempio se state male e andate dal dottore vi serve non solo la ricevuta dello studio medico ma anche un report in cui il dottore scrive quale era il problema.
  • Attività NON incluse: Ci sono attività sportive che non sempre sono include nel caso di incidenti come per esempio trekking, bunjee jumping, escursioni in bici, paracadutismo o anche innocenti gite in gommone!
  • Vacanze Annullate: Non aspettatevi di essere rimborsati se decidete di annullare le vacanze all’ultimo minuto per motivi di sicurezza. Le Assicurazioni rimborsano solo nel caso di incidenti gravi o lutti familiari.
  • Tempistiche o vizi di forma: i rimborsi vanno richiesti il prima possibile o potrebbero esservi negati i rimborsi e lo stesso vale per eventuali vizi di forma. Quindi attenzione a come e a quali moduli compilate.
  • Alcool in corpo: Se avete un incidente e la compagnia assicurativa può dimostrare che c’era alcool nel vostro corpo in quantità superiore alla norma allora scordatevi il rimborso.
  • Buone condizioni di salute: Questo riguarda soprattutto gli anziani di cui le condizione di salute non sono state accertate prima della partenza. Dopo i 60 anni le coperture in caso di malore diminuiscono.
  • Località sconsigliate: Ci sono 36 Paesi nella Lista Nera del Foreign and Commonwealth Office. Se siete diretti proprio lì…ci possono essere possibilità di non essere rimborsati
  • Disattenzioni: Se vi rubano il bagaglio perchè alla stazione dell’autobus avevate voglia di un caffè e siete andati al bar lasciandolo incustodito…è colpa vostra! Stessa cosa vale per le cassette di sicurezza. Se non le usate non sarete rimborsati.
  • Disastri Naturali, terrorismo e scioperi: Queste tre categorie non sono mai coperte dalle assicurazioni di viaggio.

Con questo articolo non voglio dire che non si debba partire tanto meno che non si debba stipulare alcuna polizza assicurativa ma dico piuttosto che è sempre meglio leggere i contratti e le clausule prima di firmare e poi trovarsi con in mano un pugno di mosche!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su telegram

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.