Tanzania quando andare – Mesi migliori per viaggiare e fare un safari in Tanzania

Quando andare in Tanzania - Mesi migliori per organizzare il safari

Una delle domande più frequenti che mi viene fatta da chi vuole organizzare un viaggio ed un safari in Tanzania riguarda la stagione ideale da scegliere. 

La risposta è un po’ complessa perchè il miglior momento per andare in Tanzania dipende da tanti fattori, uno dei più importanti è la fauna selvatica che ti piacerebbe avvistare, la bassa stagione nel Paese infatti si concentra in appena due mesi e mezzo. 

Gli eventi animali ma anche i loro avvistamenti dipendono unicamente dalle piogge. L’esperienza che si può fare della Tanzania nella stagione delle piogge o quella secca è completamente diversa. 

Non solo. Altri fattori potrebbero influire sulla scelta.
Per esempio se al safari vuoi abbinare qualche giorno al villaggio Maasai, allora vorrai considerare un mese che possa aumentare le possibilità di assistere a qualche rituale di passaggio (generalmente Giugno e Luglio). Se invece vuoi nuotare con lo squalo balena vorrai considerare i mesi da Novembre ad Aprile. 

La Tanzania nell’immaginario comune richiama un grandissimo evento naturale, tra i più incredibili della terra: la Grande Migrazione, che in verità si verifica tutto l’anno in zone differenti del Serengeti, ma sono due i momenti più importanti, l’attraversamento del Maasai River e la nascita dei cuccioli degli gnu. 

In questo caso se vuoi vedere l’attraversamento del Maasai River allora vorrai viaggiare tra Luglio a Settembre. 

Se vuoi vedere l’arrivo dei nuovi cuccioli deciderai di andare tra Gennaio e Febbraio e rimanere nella zona di Ndutu. 

La stagione verde – ovvero quella delle piccole piogge da Novembre a Marzo – è indicata a chi fa birdwatching dato che le specie migratorie in questi mesi abbondano.

Non c’è quindi una risposta precisa quando si tratta di scegliere il giusto mese. Per questo motivo ho creato questa guida che spero possa aiutarti a fare chiarezza. 

Se hai bisogno di un aiuto per pianificare il tuo safari in Tanzania contattami, da molti anni collaboro con un piccolissimo operatore locale di Arusha che potrà aiutarti a realizzare un safari da sogno! 

Per approfondire leggi il post COME ORGANIZZARE UN SAFARI IN TANZANIA

Tanzania mese per mese

Devo sottolineare che quando segue si basa su osservazioni dei comportamenti animali negli ultimi anni. Il clima in tutto il continente Africano sta diventando sempre più imprevedibile, piove quando non dovrebbe e non piove quando dovrebbe, rendendo difficile poter predire cosa si vedrà, quando e dove.
Siccome il comportamento degli animali dipende esclusivamente dalle piogge non si sa cosa aspettarsi. 
Questa guida è indicativa e potrebbe non esser precisa, ma farò del mio meglio per aggiornarla quanto più spesso possibile.
Alla fine, come dice il mio amico Wiliam “lo gnu non ci telefona per informarci quando decide di attraversare il fiume e giocarsi il tutto per tutto per arrivare in Kenya”. 

Questione di fortuna con gli animali, ma è proprio l’effetto sorpresa che rende il safari un’esperienza incredibile.

GENNAIO

Gennaio rientra nella stagione delle “brevi piogge” potrebbe quindi essere un po’ bagnato. Solitamente però piove nel pomeriggio non compromettendo in alcuna maniera il safari.
La temperatura si alza ed aumenta anche l’umidità.
Le mandrie migratorie si trovano nel sud-est del Serengeti per la stagione dei parto. Nell’area di Ndutu si vedono tantissimi animali e tanti grandi felini che in questi mesi hanno cibo a volontà. 
Gennaio è anche un mese ottimo per scalare il Kilimanjaro ed andare ad Isola Mafia per nuotare con lo squalo balena. 

FEBBRAIO

Febbraio è un mese eccellente per vedere la migrazione di Ndutu. Corrisponde alla stagione del parto, arrivano i cuccioli di gnu, e con loro la zona si riempie anche in grandi felini.
Ogni giorno oltre 8000 gnu, purtroppo circa il 40% di questi morirà prima di aver compiuto quattro mesi.
Il clima continua a essere caldo, ma in alcune parti del Paese cominciano le piogge alleviando dalle alte temperature e trasformando il paesaggio in verde con fiori e tanti uccelli.

Questo mese è eccellente per fare immersioni al largo della costa nord di Zanzibar.

MARZO

Intorno a fine Marzo cominciano le grandi piogge,  anche se raramente piove tutto il giorno o tutti i giorni. È ancora un mese interessante per viaggiare.
Alcuni hotel chiudono, mentre quelli che rimangono aperti applicano i costi di bassa stagione.
Le mandrie della migrazione cominciano a lasciare Ndutu per muoversi in direzione ovest verso Grumeti.
Comincia ufficialmente la bassa stagione ed i safari in particolare costano un po’ meno.

APRILE & MAGGIO

In questi due mesi è sconsigliato viaggiare, le piogge possono essere forti e durare tutto il giorno. Il paesaggio però si trasforma, diventa verde e si possono vedere molti uccelli migratori. Questi sono i due mesi della bassa stagione, ideale per chi vuole spendere un po’ meno per il safari. 

Gli gnu – finora ampiamente sparsi nel Serengeti meridionale e nella parte occidentale dell’Area di Conservazione di Ngorongoro – cominciano a formare migliaia di branchi ed iniziano a migrare verso nord e verso ovest in cerca di cibo. 

GIUGNO

Con la fine delle piogge, l’aria è limpida e le temperature sono notevolmente più fresche.
Questa è la stagione verde, che porta erbe rigogliose e cespugli che possono rendere più difficile gli avvistamenti.  È però un periodo meraviglioso per viaggiare in Tanzania – soprattutto per gli appassionati di bird-watching, visti i tantissimi uccelli migratori – soprattutto nel sud.  
Se vuoi vedere la migrazione devi dirigerti nella zona di Grumeti, nel Serengeti in direzione nord.
I tempi della traversata – che dura circa una settimana – variano di anno in anno ed accadono da Maggio a Luglio, dipende da quanta pioggia è caduta nei mesi precedenti. Questo è il mese giusto per visitare il Villaggio Maasai nella regione di Tanga

LUGLIO

Il fresco e secco Luglio segna l’inizio dell’alta stagione dei viaggi in Tanzania, ma anche l’arrivo di tantissimi turisti. 
È un mese eccellente per l’osservazione della fauna selvatica, che comincia a correre verso il nord del Serengeti per raggiungere il Kenya. Ka vegetazione è rada e vista l’assenza di pioggia gli animali si riuniscono attorno alle pozze d’acqua. 
Gli avvistamenti in questo mese sono eccezionali in tutti i parchi, soprattutto nel Parco Nazionale Tarangire  dove si vedranno tantissimi elefanti (più del solito). 
A Zanzibar il clima è eccellente e si possono fare ottime immersioni.

AGOSTO

La siccità continua ed anche la migrazione degli gnu nel Serengeti che in questo mese dovrebbe accadere nel Nord del Parco Nazionale. 
L’osservazione della fauna selvatica è quasi ovunque al suo massimo splendore.
Man mano che la terra diventa più arida, il comportamento degli animali diventa più prevedibile. Il bush nel Parco Nazionale Ruaha si sta seccando e gli avvistamenti diventano ancora più semplici. 
In questo mese con fortuna si può assistere al famoso attraversamento del Maasai River – da Luglio a Settembre a seconda delle piogge dei mesi precedenti – sulla via per il Kenya. 

SETTEMBRE

Settembre continua ad essere un mese eccellente per fare un safari nel Nord del Serengeti, potresti ancora vedere le mandrie attraversare il Maasai River, ma sicuramente ci sarà meno gente rispetto Agosto.

Le mandrie della migrazione sono su entrambi i lati dei confini tra Kenya e Tanzania (quindi è un ottimo momento anche per fare un safari nel Masai Mara in Kenya).

Se si preferisce evitare la folla, sono eccellenti anche i safari nei parchi meridionali.

OTTOBRE

Ad Ottobre il clima è per lo più secco in tutto il Paese.
È un bel periodo per l’osservazione della fauna selvatica, senza le folle di Luglio ed Agosto.
La migrazione è ora in Kenya, ma l’osservazione degli animali nel Serengeti Centrale è molto buona. I parchi del Sud sono molto interessanti in questo periodo dell’anno.

NOVEMBRE

A Novembre aumentano le temperature e cominciano le brevi piogge che però generalmente sono pomeridiane o notturne. 
È un bel mese per visitare il Paese prima dell’arrivo dell’alta stagione.
A Novembre solitamente i lodge abbassano i costi, quindi un safari potrebbe costare un po’ meno.
Le mandrie migratorie cominciano a rientrare in Tanzania dal Kenya.
Se vuoi nuotare con lo squalo balena, abbina l’Isola di Mafia, in questo mese cominciano ad arrivare gli squali nelle acque dell’isola. 

DICEMBRE

Dicembre è un mese piuttosto affollato a causa delle vacanze di Natale, ma è eccezionale per gli avvistamenti. 
È il periodo ideale per scalare il Kilimangiaro e per vedere le mandrie della Migrazione nel Serengeti meridionale che si spostano verso Ndutu.
Le temperature e l’umidità iniziano a crescere. Essendo altissima stagione è consigliato prenotare con largo anticipo. 
Nelle acque di Mafia continua ad esserci lo squalo balena.

In che mese è consigliato (e sconsigliato) andare in Tanzania

Da come avrai capito la Tanzania è un Paese che si può viaggiare per buona parte dell’anno. 
L’unico periodo che tendo a sconsigliare sono i mesi di Aprile e Maggio, in cui potrebbe piovere molto e potrebbe avere un impatto negativo sullo svolgimento del safari. A parte questi due mesi, gli altri 10 hanno sempre qualcosa di speciale in serbo. 

LE STAGIONI IN TANZANIA IN BREVE

  • La lunga stagione secca da Giungo ad Ottobre è ideale in tutto il Paese, isole incluse. Le temperature variano enormemente con l’altitudine e la posizione, ma di solito il cielo è limpido e soleggiato
  • Nei mesi di Novembre e Dicembre potrebbe piovere nel pomeriggio e le piogge sono brevi. La vegetazione comincia a colorarsi di verde.
  • Se ha piovuto durante le brevi piogge, generalmente Gennaio e Febbraio sono mesi meno piovosi, tanto da rientrare nella così detta “breve stagione secca”. Questi sono i mesi ideali per vedere i cuccioli di gnu nascere a Ndutu
  • Da Marzo a Maggio si entra nella bassa stagione, tutto costa meno, alcuni lodge sono chiusi e potrebbe piovere. Ma se il fango non è un problema, puoi considerare questi mesi, di certo oltre te ci saranno pochissime altre persone nei parchi.

Disegna il tuo safari in Tanzania su misura con Operatori Locali

Affidati ad operatori locali e Travel Designer dedicati per disegnare e realizzare il viaggio in Tanzania

Disegna il tuo safari in Tanzania su misura con Operatori Locali

Affidati ad operatori locali e Travel Designer dedicati per disegnare e realizzare il viaggio in Tanzania

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America viaggio ininterrottamente dal 2011 e lavoro esclusivamente online. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America ma anche di SEO e SEO Copywriting

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.