Itinerario di viaggio di 3 settimane in Cambogia

Itinerario di viaggio di 3 settimane in Cambogia

Itinerario di viaggio in Cambogia – Destinazioni da non perdere

La Cambogia è un Paese piccolo rispetto la Thailandia o il Myanmar ma ammetto che nonostante i mezzi funzionino piuttosto bene e le distanze non siano infinitamente lunghe, il tempo è volato e alla fine non sono neanche riuscita a fare tutto quello che volevo.

Credo che se avessi avuto a mia disposizione un mese intero, che per questione di accavallamenti di visti non avevo, lo avrei trascorso qui senza perdere nessuno dei luoghi in cui sarei voluta andare ma che non ho potuto visitare.
La Cambogia ha un passato drammatico fatto di guerre civili, invasioni, bombardamenti, genocidi.

E’ un Paese che ha saputo dimostrare di cadere negli inferi e di sapersi rialzare.
Basta venire qui per capire che nonostante sia ancora rurale e la gente viva di agricoltura, piantagioni di riso e pesca le cose stanno cambiando.

Phnom Penh la capitale è un centro culturale e di divertimenti vivo, le località turistiche come Angkor Wat o Sihounuk Ville non fanno mancare nulla dai centri benessere agli alberghi a 5 stelle e ristoranti di classe.
Eppure poi basta muoversi un po’ per scoprire la Cambogia urle, quella fatta di villaggi e strade non asfaltate, di villaggi galleggianti, carretti e biciclette, dove la gente parla con te e vuole conoscerti, dove i bambini rimangono a bocca aperta quando vedono una macchina fotografica e fanno il possibile per essere notati e fotografati.

La Cambogia è un Paese che offre di tutto e per tutti, poco battuta rispetto la vicina Tailandia e, troppo spesso, limitata alla sola Angkor Wat. 
Vale per esempio la pena proseguire verso l’est che dal mio punto di vista è l’area migliore, più vera e genuina.
Con questo non voglio dire che si possa saltare Ankor Wat o di evitare le isole, anzi secondo me sono entrambi bellissimi, ma dico che sarebbe il caso di conservare qualche giorno per arrivare sino al nord est ed immergersi nella cultura dove la gente è ancora socievole e nessuno ti ferma per chiederti dei soldi.

Ho cominciato il mio viaggio in Cambogia da Angkor Wat in quanto venivo dalla Thailandia e ho passato la frontiera a piedi (per sapere come arrivare in Cambogia dalla frontiere Thailandese puoi leggere Arrivare in Cambogia dalla Thailandia) ma in questo itinerario proposto comincerò da Phnom Penh così che possa essere utile anche per chi vola direttamente.

Scopri cosa mangiare in Cambogia e leggi il post: Cosa mangiare in Cambogia – La cucina Khmer

Angkor Wat

Viaggio in Cambogia - Tabella dei Contenuti

Quando viaggiare in Cambogia – Migliore stagione

Il mese migliore per visitare la Cambogia dipende dalla temperatura che preferisci e da cosa prevedi di fare durante la tua visita. La stagione secca va da Novembre ad Aprile.

Novembre è popolare tra molti turisti poiché le temperature sono più fredde a circa 25° C.
È un mese eccellente in quanto ancora non c’è la folla che arriverà nei mesi successivi. Durante questo mese si tiene anche il Bon Om Tuk (Festival dell’Acqua). 

Dicembre e Gennaio sono mesi eccellenti per visitare le isole e le temperature diventano più alte, intorno ai 30 gradi.
A Marzo ed Aprile si comincia a sentire l’umidità, ma Aprile è il mese in cui si celebra il Capodanno Khmer. 

Durante la stagione dei monsoni, da Maggio ad Ottobre, il turismo diminuisce e la natura è lussureggiante. 

Come muoversi in Cambogia 

A meno che non si viaggi con un’auto o con un viaggio di gruppo, pianificare il proprio viaggio in Cambogia con i mezzi pubblici fa sicuramente parte dell’avventura.
Le strade sono decisamente migliorate negli ultimi anni, e gli autobus collegano le principali destinazioni del Paese, quindi anche muoversi con i mezzi pubblici non è particolarmente complicato.

I minibus e i taxi condivisi sono delle opzioni altrettanto comode, ricorda però che i taxi condivisi vengono riempiti molto quindi se vuoi stare più comodo consiglio di pagare un post extra per avere più spazio.

Per gli spostamenti più brevi invece ci si muove agilmente con i tuk-tuk e le moto.

Prenotare hotels in Cambogia

Il miglior sito per prenotazioni hotels nel Sud Est Asiatico è Agoda, non è infrequente che si trovino offerte di hotel che generalmente vendono camere sopra i 150€ a prezzi scontati e che si possano acquistare a €50.
Per questo Paese come per tutti quelli del Sud Est Asiatico la scelta generalmente è sempre questo sito.

Cambogia

Itinerario di due settimane di viaggio in Cambogia
Una idea e consigli per vivere la Cambogia al meglio

Questo itinerario copre l’essenziale della Cambogia e si riesce a coprire in due settimane. 
Ho cercato di lasciare Siam Reap alla fine, prima di terminare al mare, perchè questo sito archeologico rappresenterà molto probabilmente il momento più emozionante del viaggio (nonostante le migliaia di turisti all’alba!). 

Il turismo in Cambogia è in costante aumento, nel 2018 oltre 6 milioni di turisti hanno viaggiato in Cambogia nel 2018, ma buona parte di questi si limita ai siti più famosi del Paese, in particolare Angkor Wat. 
La Cambogia ha invece molto altro da offrire e nonostante il turismo sia in costante crescita continua a posizionarsi come una delle avventure più belle ed eccitanti che si possa fare nel Sud Est Asiatico. 

Prima di partire leggi il libro Per primo hanno ucciso mio padre, di Loung Ung, è importante che ti approcci a questo Paese conoscendone la storia, via di accesso alla comprensione di questa splendida terra tanto martoriata nel passato e di quella che è diventata oggi che, sono certa, ti saprà stupire!

Cambogia

La capitale – Phnom Penh 

Phnom Penh è una città che sa mostrare come il Paese dopo la disfatta ha saputo rialzarsi e ricostruirsi.
Vale la pena fare una passeggiata per il centro della città, passare dal mercato russo famoso, per gli zaini di viaggio ma anche l’oro e apparecchiature elettroniche, la negoziazione è d’obbligo e si può comparare a metà prezzo di quanto richiesto inizialmente.

Da non perdere il Palazzo Reale e la Silver Pagoda (la Pagoda d’argento), l’ingresso costa $3 e si paga un  ulteriore tariffa per fare fotografie o riprese video.

Anche se non siete amanti dei musei in generale consiglio vivamente la visita al Tuol Sieng Museum dove camminerete tra le sale di tortura create dal Khmer Rouge.
A 13 chilometri da Pnhom Penh ci sono i campi di sterminio di cui parlo più specificatamente nel post dedicato: Campi di sterminio in Cambogia.
L’ingresso costa $5 e nel prezzo  inclusa un’audio-guida. 
Nel pomeriggi non perdete un tour guidato di street food per provare alcune delle prelibatezze Khmer!

Dove dormire a Phonm Phen

La Cambogia offre numerose soluzioni di alloggio a prezzi ottimi, Agoda in particolare permette di trovare ottimi hotels a prezzi di guesthouse.
La mia selezione è la seguente

Aura Thematic Hostel – Ostello con camere condivise sicuramente sopra la media di altri ostelli, collocato in zona centrale così da rendere facile il movimento. Il bonus di questo ostello è il roof top. Letti in camerate a partire da €8.

Hotel Zing Phom Penh – Camere di qualità a prezzi assolutamente accessibili, l’hotel si trova a meno di un chilometro dal centro di Phom Phen. Un hotel senza troppi fronzoli ad un costo adeguato, in offerta a partire da €18 per camera.

Eman Sim Boutique Hotel – Questo bell’hotel gode di una vista sulla città stupenda e proprio ai piani alti si trova la piscina. Un eccellente hotel a costi pazzeschi, consiglio di prenotare con largo anticipo. 

Residence 105 Hotel and Apartment – Un palazzo nuovo e moderno, con piscina che guarda sulla città, che ha camere ma anche mini-appartamenti. Le camere sono molto grandi e luminose.

Phnom Penh
Phnom Penh

Giorni 4-5 – Kratie

Per conoscere e scoprire la vera Cambogia raccomando vivamente qualche giorno nel nord est del Paese, zona ancora non turistica dove anche i locali sono molto più socievoli ma soprattutto dove non avrete autisti di tuk tuk o motorini che vi assilleranno chiedendovi se volete essere accompagnati da qualche parte.
Una delle maggiori attrazioni di Kratie è il tour in barca per vedere i delfini Mekong Irrawaddy, delfini di acqua dolce che sono in estinzione, il costo del tour viene utilizzato per la salvaguardia dei delfini e va anche alla comunità.
Chiaramente non è detto che si vedano i delfini ma vale la pena provarci!
A parte questo tour che vale la pena fare nei dintorni ci sono altre cose molto interessanti da fare, per esempio visitare il Mekong Turtle Conservation Center, un progetto di conservazione nel cuore di Kratie che si dedica al salvataggio della tartaruga gigante in via di estinzione. Una volta cresciute le tartarughe vengono rilasciate nel fiume Mekong.

Consiglio anche la visita dell’isola Koh Trong, che si trova di fronte al lungomare di Kratie, e che si raggiunge con un traghetto dove noleggiare una bici ed esplorarne i villaggi.

Dove dormire a Kratie 

A Kratie non ci sono tantissimi hotels e guesthouse ma ne ho selezionate due, carine, in buona posizione e pulite. 

Mekong Dolphin Hotel – L’hotel si affaccia sil fiume, senza troppi fronzoli offre numerose camere pulite e spaziose. Cosi a partire da €25 per camera.

River Dolphin Kratie – Un semplice ma grazioso hotel dotato di tutti i comfort, piscina inclusa. Camere a partire da €14,80 a cui aggiungere l’iva e i costi di servizio.

delfino di Kratie

Giorni 6-7 – Sen Monoorom

Per un’immersione vera e propria in Cambogia Sen Monoorom è il posto dove andare.
Qui si può organizzare una Homestay, ovvero starete a casa con i cambogiani che per voi cucineranno e con cui potrete passare qualche giorno e se desiderate prendere anche una lezione di cucina Khmer.

La città si trova a 733 metri sul livello del mare ed ha il clima più fresco di tutta la Cambogia, è quindi il luogo ideale per sfuggire al caldo del sud-est asiatico.

Sen Monorom è casa del popolo Bunong, un gruppo etnico che pratica l’animismo e ha tradizionalmente vissuto una vita di sussistenza con piccole fattorie  nella foresta. 

Sempre qui si trova uno dei migliori caffè del Paese e della frutta che non si trova altrove, come il tiab-barang e gli avocado.

C’è un altro motivo per cui negli ultimi anni molti turisti arrivano a Sen Monorom, ed è il Progetto Mondulkiri, santuario degli elefanti fondato da Mr Tree nel 2013. 
Si dice che sia il primo santuario di elefanti della Cambogia ad essere gestito e gestito da cambogiani, però la questione sulla sua eticità è piuttosto incerta e non mi è chiara, personalmente non lo ho fatto (anche perchè ero in Cambogia anni prima della nascita del santuario), quindi consiglio di informarvi bene prima e magari chiedere in giro e poi decidere se visitarlo o meno. 
Ma Sen Monoorom è ben altro che il santuario, quindi una volta qui raggiungete la cascata Bou Sra, a 45 km a nord-est di Sen Monorom, e qui fate la zipline, visitate alla foresta, o fate dei trekking ai villaggi nei dintorni con una guida bunong e visitate le piantagioni di caffè.
Esperienze sicuramente meno controverse del santuario degli elefanti! 

Dove dormire a Sen Monoorom

Mayura Hill Hotel – La struttura si trova fuori città immersa nel verde. Personale cordiale e camere molto carine, nella struttura c’è anche una piscina. Prezzi a partire da €88 per camera.

Nature Lodge – Bungalows immers nella natura semplici ma con bagno privato ed acqua calda. A partire da €12 per abitazione.

mercato di sen monorom

Siam Reap ed Angkor Wat

Angkor Wat ha un qualcosa di mistico e di imponente. Un Impero caduto in disgrazia di cui adesso rimangono le gloriose rovine.
Per potere andare ad Angkor Wat si soggiorna a Siem Reap un paesino molto turistico dove non mancherà assolutamente nulla, bar, ristoranti, musica, pub e tanti divertimenti.
Angkor Wat è grandissima tant’è che si può visitare in 1-2 o 3 giorni a seconda di quanto vi interessino queste cose e di quanti soldi vogliate spendere.

Il parco è grande quindi non consiglio di optare per la bicicletta, tornereste a casa stremati, ma potete assoldare un tuk tuk che vi porterà da Siem Reap al parco e ve lo farà girare dall’alba al tramonto.

Sebbene non proprio intima l’alba ad Angkow Wat (potreste essere con altre 500 persone se non più) vale la pena essere lì in tempo per quando il sole sorge.

Angkor Wat si svelerà ai vostri occhi lentamente e con tutta la sua imponenza.

Se si decide di fare un tuor di un solo giorno le alternative per gli altri giorno ci sono e sono tutte valide.
Io ho deciso di fare un giro in barca tra i villaggi galleggianti, alternativamente potete andare al Museo storico.
Se poi la sera volete divertirvi Siem Reap offre numerose alternative, basta andare in “Pub street” e troverete divertimenti e locali affollati.

A questo link trovi una serie di idee di itinerario di visita , una guida pratica a come organizzare la propria giornata, o giornate, all’interno del Parco archeologico. 

Dove dormire a Siem Reap

Palm Garden Lodge – Camere singole a partire da €5 in promozione con bagno privato. La distanza dal centro è di circa 500m.

Funky Flashpacker Hostel – Camere in dormitorio a partire da €5 private a partire da €17 per camera. Dotato di piscina e centrale.

Gloria Angkor Hotel – Camere in dormitorio a partire da €5 private a partire da €17 per camera. Dotato di piscina e centrale.

Moderato
Khmer Mansion Boutique Hotel – Un bellissimo boutique hotel con 22 camere in posizione molto centrale. Le camere non sono enorme ma tutte curate ed arredate con gusto.
Le camere partono da €105 per notte ma sul sito Agoda è possibile trovarle a partire da €65 più tasse e costi di servizio.

Central Boutique Angkor Hotel Hotel pulito e dotato di piscina ed ogni comfort, servizio di tuktuk gratuito la sera. Le camere a partire da €40 ma è possibile trovare con sconto “lampo” anche a €13 per camera doppia.

Prima Categoria
Sarai Resort and Spa – Sontuoso ed elegante un hotel di classe nella città. Con piscina e camere dotate di ogni comfort le camere a partire da €197 ma con offerte sul sito che abbassano il prezzo a €98 per notte.

La Riviere d’Angkor Resort – Immerso in dei giardini curati e tropicali è un hotel a 5 stelle che non lascia indifferenti. Le tariffe generalmente superano i €395 per notte ma sul sito Agoda si possono trovare offerte per camere a partire da €165 per notte. Semplicemente meraviglioso.

angkor wat
angkor wat
angkor wat

Battambang, architettura coloniale ed il mitico Bamboo Train

Completamente diversa da Siem Reap, sebbene questa sia la seconda città più popolata della Cambogia a prima vista, e forse neanche a seconda, difficile quasi crederlo.
Battambang è una città che di per sé non ha molto da offrire, se non qualche palazzo coloniale francese, però le aree circostanti invece sono ricche di natura e le attività da fare se si decide di stare qualche giorno non mancano.
Da non perdersi un giro sul Bamboo Train e se si vuole una lezione di cucina Khmer,  dei bei giri in bicicletta e la Crocodile farm, a pochi chilometri a nord di Battambang, lungo la riva occidentale del fiume, dove si possono vedere centinaia di coccodrilli. 

Dove dormire a Battambang

Battambang offre una vasta gamma di hotel in cui stare e per tutte le tasche. I luoghi di maggiore interesse, quale il mercato, i ristoranti ed i bar, si trovano sulla sponda occidentale del fiume che è dove anche gli hotel si concentrano. 
Segue una selezione di hotel ed ostelli che consiglio.

Lucky Hostel – Un ostello molto carino, con camere condivise e private, a partire da $3 per notte. L’ostello ha anche una piccola e gradevole piscina.

The Place Hostel – Un bell’ostello al centro di Battambang con camere private e condivise e belle zone comuni. 

The Sanctuary Villa – Immerso in un giardino con camere spaziose e pulite questo hotel in teoria costa €198 per notte ma è possibile trovare degli sconti che lo fanno pagare fino a €45 per camera doppia.

Sinhoukville e le isole della Cambogia

Stanchi delle montagne verdeggianti e di villaggi? Allora è il tempo di andare al mare e dirigersi direttamente da Battambang via Phnom Penh a Sihnouk Ville.
Non c’è autobus diretto quindi bisogno tornare nella capitala e lì cambiare.  Il viaggio durerà circa 10 ore.
Ma arrivati al mare tutta la stanchezza scomparirà soprattutto se se parte in barca per passare qualche giorno in una delle splendide isole semi deserte vicine.

Io sono stata a Bamboo Islands ma ce ne sono molte altre tra cui scegliere in particolare  Koh Ta Kiew e Koh Rong, dove si fa il famoso tour di snorkeling notturno tra il plancton bioluminiscente

Dove dormire a SihnoukVille e alle isole 

Hibiscus Garden – Camere basiche a partire da €10 e bungalows vista giardino a partire da €13. Ricordo negli ostelli molto battuti, come questo, la musica può andare avanti tutta la notte. Se si cerca un luogo silenzioso e tranquillo probabilmente questo non è il posto giusto. Ma è economico ed…ok.

The Led Zephyr – Nella zona di Serendipity beach l’ostello è a poca distanza dal centro della città e gli ospiti possono godere di una terrazza ed un giardino. Camere doppie vista giardino a partire da €15 tasse incluse.

Ren Resort – Situato sulla spiaggia di Otres 2, a 8 km dal centro della città di Sihanoukville questo moderno hotel fronte spiaggia dotato di una piscina all’aperto, le executive room hanno accesso diretto alla piscina!

Per chi invece preferisce dirigersi direttamente sulle isole consiglio Kactus sull’isola Koh Ta Kiew, bei bungalows immersi nella natura oppure la più organizzata, ma quindi Koh Rong, dove si trovano più opzioni di alloggio tra le quali il Tree House Bungalows ed il Secret Garden Koh Rong, bungalow essenziali e minimali ma in armonia con la bellissima spiaggia di fronte. 

isole cambogia

Kampot

A poca distanza da Sinhoukville si trova Kep, altra localtà marina importante e famosa per il cibo, in particolare per i frutti di mare, che sono in abbondanza e costano pochissimo. 
Kep è il luogo ideale per esplorare il Parco Nazionale Bokor.
In alternativa Kampot può essere un posto ideale per rilassarsi e passare gli ultimi giorni di viaggio in spiaggia o fare sup o kayak, visitare le farm di pepe e di sale e raggiungere Kep e Rabbit Island.

Dove dormire a Kampot

Anche a Kampot non mancano i bungalows in posizioni eccezionali, semplici ma immerse nella natura. Questa la mia selezione

Natural Bungalows Restaurant and Bar – Bungalows curati nei minimi dettagli e dotati di ogni comfort ad un solo chilometro di distanza dal centro di Kampot. 

Sabay Beach – Immerso nella natura e sulla spiaggia le camere sono semplici ma molto confortevoli. Sono anche disponibili le case sull’albero.

Retro Kampot Guesthouse – Una bellissima guesthouse con granzi spazi comuni per rilassarsi. La Guesthouse si trova sulla riva del fiume poco fuori Kampot. 

Two Moons Hotel – Camere semplici e curate, hotel con piscina e free wifi a poca distanza dal centro.

Champa Lodge – Bei bungalow di legno in tradizionale stile Khmer immersi in rigogliosi giardini e sul fiume. Posizione eccezionale per fare attività quali kayak e Sup. 

Rientro a Phon Penh e partenza

E’ arrivata l’ora di tornare a casa, quindi tornare a Phnom Penh per l’ultima notte e partire per la prossima avventura…o rientrare a casa!

phnom penh

Viaggi di gruppo in Cambogia

Chi ha poco tempo, viaggia solo e non gli va ed è alla ricerca di compagnia e, anche se ha poco tempo vuole usarlo al meglio, può prendere parte a dei viaggi per piccoli gruppi.
Tra le tante opzioni consiglio i seguenti:

  • Ultimate Cambodian Adventure – Un viaggio di 14 giorni per gruppi di massimo 15 persone e che include anche qualche giorno al mare –  A partire da €850 per persona (voli esclusi)
  • Best of Cambodia – Un viaggio di 14 giorni che tocca i luoghi principali del Paese per gruppi di massimo 12 persone – A partire da €1260 per persona
  • Cambodia Explorer – Un viaggio di 12 giorni che tocca i principali luoghi della Cambogia ma include anche esperienze quali la scuola di cucina, la crociera a Kampot e due giorni a Koh Rong – A partire da €870 per persona

Per una lista completa di viaggi di gruppo in Cambogia  clicca qui.

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 9 commenti.

  1. SILVIA

    Ciao Giulia; grazie del tuo prezioso articolo!
    noi partiremo con 5 bambini iniziando da Siam Reap, abbiamo ipotizzato vari percorsi, ma ci piacerebbe sapere la tua opinione a riguardo…abbiamo a 3 settimane, di cui gli ultimi 8 giorni dedicati al mare su un paio di isole…
    ci consigli di spingerci passando per Kratie fino a Sen Monorom, per poi riaffrontare il lungo percorso fino alla costa? oppure vedere e Battamgan e scendere verso Chi Pat e da lì arrivare alla costa?

    1. Mario

      Ciao Silvia, per un viaggio con bambini io passerei da Battambang.

  2. Roberto

    Ciao Giulia,

    Per ottimizzare i tempi, calcolando che il viaggio da Siem Reap a Sihnoukville dura 1o ora, non sarebbe meglio per chi vola direttamente arrivare a Siem Reap e finire a Phnom Penh?

    Grazie mille,

    Roberto

    1. Giulia Raciti

      Ciao Roberto,
      in teoria si ma mi chiedo quanto costi una deviazione del genere quanto a voli.
      Comunque la Cambogia è piccolina Siam Reap/Phom Phen non è una tratta pazzesca. ciao!

  3. Ilaria

    Aggiornamento: il costo del ticket di entrata alla zona dei templi di Angkor è di 20$ per 1 giorno o 40$ per 3 giorni (quindi in pratica il terzo giorno è regalato!).

    1. Giulia Raciti

      ah bene! Grazie, appena ho una connessione decente modifico! ciao!

  4. serena

    Ciao Giulia,
    quali sono le tappe che non sei riuscita a vedere che avresti voluto fare?
    Noi abbiamo 25 giorni quindi spero riusciremo a vedere tutto!
    Volevamo fare anche i monti cardamomi, tu li avevi valutato?
    Grazie!
    ciao
    Serena

  5. anna

    ciao Giulia,

    mi piacerebbe avere qualche informazione in più sui villaggi galleggianti vicino a Siem Reap, leggo varie opinioni sui blog e vorrei evitare i tour troppo costruiti.

    Grazie
    A.

  6. manlio

    Ciao Giulia,
    mi piace l’idea del zaino in spalla.
    Grazie e saluti
    manlio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.