Isola Korcula (Croazia), la piccola Dubrovnik

Isola Korcula (Croazia), la piccola Dubrovnik

Cosa fare a Isola Korkula – La Piccola Dubrovnik

Alle 8 del mattino gia il caldo di Spalato comincia a farsi sentire. Immagino sia una cittadina graziosa fuori stagione, ma la folla che mi investe e non lascia un solo spazio vuoto, silenzioso, non era quello che cercavo.

Non trovo ragione per rimanere.
Non ci siamo parlate, non c’e stata intimità, nessuna attrazione fatale. 
Quell unica baia sabbiosa dove l’acqua sembra non voler diventare mai profonda è gia piena di persone così presto.  So che tra una ora e mezza diventera un tappeto umano e musica da bars.

Trascino lungo le strade ancora vuote il trolley preparato per star via 10 giorni e con gli abiti sbagliati (come sempre) ed il sole già picchia.

Picchia quando faccio la fila per il biglietto dell’aliscafo.
E picchia ancora piu forte quando alle 9 attendo in fila per entrare nel paradiso marino con aria condizionata che ci porterà a destinazione. Ad Hvar scendono quasi tutti.  Io invece proseguo la navigazione per un altra ora per sbarcare a Korcula di cui non so nulla.

In genere credo che la sintonia tra noi ed un luogo si percepisca velocemente. Una specie di colpo di fulmine, una attrazione non motivata. Tra me e Korcula è scattato il famoso click.

Quello per cui, grondante si sudore, con ancora lo zainetto in spalla al check in ostello chiedo “posso rimanere due notti in più?”
Ho trovato il mio posticino in Croazia. Quello che mi ha invitata a rallentare e, giusto un po più del previsto, a rimanere. A rimandare.
Non c’e fretta. Sarejevo può attendere.

korcula town

Isola di Korcula è una delle isole più verdi nel mare Adriatico, ed è anche una delle destinazioni di viaggio più popolari in questa parte della Croazia.

Il suo come deriva dal greco Korkyra Melaina o Corfu Nera a causa della vegetazione di boschi e scura.

Di questa isola per giorni mi sono lasciata affascinare dalle baie solitarie ed appartate e i panorami marini limpidi ma anche da Korcula Town, una tipica città medievale fortificata della Dalmazia, con le sue torri difensive rotonde e un agglomerato di case dai tetti rossi. Una perla nel mare Adriatico, a metà strada tra Spalato e Dubrovnik in cui vale la pena soggiornare per qualche giorno.

Cosa fare a Korcula

Sebbene sia una isola relativamente piccola le attività offerte da questo isolotto sono numerose. 

Dei due giorni canonici che avevo deciso di rimanere ho allungato la sosta godendomi in lungo ed in largo l’isola e le attività che si possono svolgere che, in fin dei conti, sono abbastanza per regalare momenti di mare incredibile, coste facilmente raggiungibili e spesso e volentieri vuote, ottimo vino e un tramonto fenomenale.

Korcula è stato sicuramente il mio posto preferito in Croazia, con Rovinj in Istria, motivo per cui credo che tornerò presto. Ma la prossima volta, in barca a vela! Queste coste sono troppo belle per non essere scoperte.

korcula town

Noleggiare uno scooter e raggiungere gli angoli più belli dell’isola

Un investimento per la prima giornata di scoperta dell’isola, metà a dire il vero ma, a quanto mi è stato riferito, la zona più bella.

Data la bassa concentrazione di gente le strade sono praticamente sempre vuote ed è possibile raggiungere alcune tra le baie e le coste più belle dell’isola.
In particolare consiglio di  cominciare da da Curzola e raggiungere una delle baie più belle tra tutte, Pupnarska Luka.

Da qui risalire verso Pupnat e raggiungere Racisce, google map non da come possibile la tratta ma in  verità è possibile arrivare direttamente senza tornare a Korcula Town.

Proseguire la guida lungo la costa, probailmente la tratta più belle e deviare per raggiungere Lumbarda, in cui si trovano degli angoli bellissimi dove fare il bagno ma, per gli amanti del vino, anche le vinerie dove fare wine tasting.

I villaggi che si visitano nei tours per wine tasting sono Lumbarda, Cara, Smokvica dove assaggiare i vini bianchi  Grk and Posip, a  Peljesac invece si producono i vini rossi Plavac and Dingac.

Ritorno per il tramonto a Korcula e bicchiere di vino locale guardando il sole che tramonta e cena in uno dei numerosi ristoranti del centro, rigorosamente a base di pesce! Il costo del noleggio di uno scooter varia a seconda delle ore. Io ho optato per 12 ore, costo:195 kuna (circa €24). Da tornare con il pieno.

 

Pupnatska Luka
Pupnatska Luka

Noleggiare una barca

Per chi è in coppia o gruppo è la soluzione più bella e divertente per scoprire i mari di Korcula e fare bagni completamente indisturbati. Nei pressi del porto molte agenzie noleggiano barche e gommoni.
A partire da €29 per 1 ora fino a €79 per 4 ore.

Korcula

 

Parco Nazionale Mljetu *** Altamente consigliato

 Mljet è un’isola della Dalmazia Meridionale, situata vicino alla penisola di Sabbioncello, l’isola è quasi interamente ricoperta di boschi e la parte nord-ovest è protetta in quanto parco naturale nazionale, creato il 12 novembre 1960.

All’interno dell’area del parco, si trovano due laghi di acqua salata, collegati tra loro da uno stretto canale dove il flusso e riflusso delle maree crea dei singolari giochi di corrente.
Sul fondale del Lago Piccolo (Malo jezero) si trova una delle maggiori concentrazioni conosciute di Pinna, mentre al centro del Lago Grande (Veliko jezero) si trova un’isola interamente occupata dal monastero di Santa Maria di Meleda.

E’ possibile visitare l’isola con mountainbike oppure a piedi.
Una barca, inclusa nel costo del biglietto del parco nazionale, porta in 10 minuti all’isola del monastero, circa 10 minuti di navigazione.
La barca parte ogni ora mentre il ritorno è a le :45 di ogni ora. Da Korcula ogni giorno partono barche, per un massimo di 12 persone per l’isola.
Partenza alle 9 del mattino e ritorno alle 15.

Info pratiche

Costo barca per raggiungere il parco: 250/270 kuna
Ingresso parco Nazionale: 100 kuna
Sito Ufficiale (per percorsi ed ulteriori informazioni): Mljet Parco Nazionale 

Mljetu

Visita ad Hvar o Bol (Isola Brac)

Hvar è una delle isole più gettonate dell’arcipelago, in particolare l’isola oggi frequentata da giovani backpackers che amano fare festa.

Grazie al clima mite, inverni caldi ed estati piacevoli, l’isola attira l’attenzione di numerosi ospiti, scienziati e viaggiatori attratti dalla lussa natura Mediterranea, la tradizione e ricca vita notturna.

L’isola di Hvar è oggi considerata per una dei dieci isole più belle del mondo con una particolarità: se durante il soggiorno piove, gli hotel rimborsano la notte. Le possibilità di pioggia sono particolarmente improbabili che vale la pena accettare la scommessa.

L’ideale per muoversi a Hvar e Brac è noleggiare un motorino. Alternativamente a Brac se si vuole raggiungere solo la spiaggia di Bol sul traghetto verranno distribuiti gli orari dei bus per raggiungere l’altro lato della costa.

L’Aliscafo lascia comunque a Bol e visto il lungo viaggio probabilmente vorrete rimanere sulla lingua di sabbia di Bol piuttosto che andare in giro (4 ore tra l’arrivo e poi la partenza).

Info pratiche Havar

Aliscafo per raggiungere Hvar da Korcula: 70 kuna (solo andata)
Orario partenze: 6am (arrivo alle 7:45) e 2:15om (arrivo alle 3:30)
Prenotare online: Jadronilija  (Consiglio di prenotare il giorno prima, online è obbligatorio almeno 2 giorni prima, per trovare posto in alta stagione)

Costo noleggio scooter: 200 kuna per una giornata.

Info pratiche Bol  (Isola Brac)

Aliscafo per raggiungere Bol da Korcula: 100 kuna (solo andata)
Orario partenze: 9:45am (arrivo alle 12:30) e 16:15om (arrivo alle 19:00)
Prenotare online: Jadronilija  (Consiglio di prenotare il giorno prima, online è obbligatorio almeno 2 giorni prima, per trovare posto in alta stagione)

Costo noleggio scooter: 200 kuna per una giornata.

Come arrivare a Korkula

Korkula si può raggiungere da Split o Dubrovnik, o da Havar se si è già nell’arcipelago.

  • Aliscafo da Spalato – 140 Kuna (in alta stagione)
  • Aliscafo per Dubrovnik – 120 kuna
  • Alternativamente bus per Dubrovnik – 95 Kuna

Prenotare online traghetti ed aliscafi

  • Per prenotare aliscafi e traghetti da Spalato ed Havar il sito ufficiale è: Jadrolinea
  • Per prenotare aliscafi e traghetti da e per Dubroknik il sito ufficiale è: Krilo
  • Per prenotare il bus (che poi si imbarca sul traghetto) da e per Dubrovnik il sito ufficiale è: Autotrans 

*** E’ altamente consigliato prenotare bus e traghetti con qualche giorno in anticipo soprattutto in alta stagione

korcula town

Quanti giorni rimanere a Korkula

Sarei rimasta anche una settimana se avessi potuto. Korcula Town è una cittadina piccola e su un mare meraviglioso a 1 minuti di distanza.
Le atttività da svolgere sono numerose.
In linea di massima 3 giorni per poter svolgere le attività che ho raccomandato sono sufficienti.

Dove dormire a Korcula

Korcula offre numerose soluzioni di alloggio anche per i backpackers che preferiscono stare in ostello per risparmiare qualcosa.

Dato il numero non altissimo di strutture ricettive le camere si esauriscono velocemente, motivo per cui consiglio di riservare con largo anticipo soprattutto se si viaggia a Luglio ed Agosto (in cui i prezzi si raddoppiano!)
Segue una selezione di hotels e letti in ostello a Korcula.

Caneazzo Hostel
Ostello centralissimo, proprio sulla piazza principale di Korcula Town. Pulito ed essenziale ma comodo ed in posizione eccezionale. Al ristorante in piazza gli ospiti hanno il 10% di sconto. Wi-fi gratuita, camere con letti in condivisione per un massimo di 6 persone.

Castello rezidence Korcula 2
Appartamenti molto carini e ben arredati, con cucina, a 100 m dalla spiaggia di Banje e a 400 m da quella di Luka Korculanska. La struttura è fronte spiaggia ed ha anche una terrazza. 

White House Apartment
Monolocali al centro di Korcula Town, a poca distanza da delle spiagge molto belle. Le camere si trovano vicino alla cattedrale e alla casa natale di Marco Polo e a pochi passi dalla spiaggia di ciottoli più vicina. 

L’ho adorata e l’ho eletta a mia isola preferita in Croazia. Spero che questo post ti sia piaciuto e attendo di sapere da te che impressione ti ha fatto questo tranquillo angolo nell’Adriatico! 

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Questo articolo ha 8 commenti.

  1. paola

    Ciao Giulia, seguo con molto entusiasmo i tuoi itinerari in Croazia.
    Sto organizzando il prossimo viaggio in estate 2018.
    Ti ricordi il nome di qualche campeggio bello con rete da pallanuoto in acqua?
    I miei figli sono appassionati…e so che in croazia ce ne sono molti!

    1. Giulia Raciti

      Ciao Paola,
      mi dispiace ma no anche perchè non sono stata in campeggio. Ma sicuramente se cerchi online troverai le risposte alle tue richieste. Un saluto

  2. Nadia

    Anche per me è stata amore a prima vista, mi sono sentita a casa . Ti assicuro che sebbene sia stata una settimana sull’isola, ho ancora dei posti da esplorare, ma questa è buona scusa per farvi un ritorno. Grazie, comunque, per le bellissime informazioni che hai fornito, da tenere presente l’escursione per Mljetu.
    Per Giovanni c’è un grazioso campeggio nei pressi di Korcula città, si chiama Autocam Kalac. Quando due anni fa sono stata, ad Agosto, non c’era moltissima gente.

    1. Giulia Raciti

      Allora prossima volta devi andarci perchè davvero un bel parco nazionale.
      Bello sapere che pure ad Agosto Korcula è l’isola vuota che ho conosciuto a Giugno 🙂
      Ciao!

  3. Giovanni

    A fine giugno già affollato… A me era venuta la pazza idea di fare un giro in moto a luglio senza organizzare niente cercando di sfruttare qualche campeggio.

    1. Giulia Raciti

      Ero a korcula fino a ieri e onestamente non l’ho trovata particolarmente affollata, come invece è Hvar.
      Ottima scelta per il campeggio! Secondo me la Croazia è da vivere o in campeggio (ce ne sono alcuni spaziali su dei mari bellissimi) o in barca a vela!
      ciao!

      1. Giovanni

        Da quello che ho visto e che mi piace, penso proprio che il modo migliore sia la barca a vela, ma in solitaria e senza nessuna competenza da skipper…

        1. Giulia Raciti

          Beh per farlo in solitaria e senza skipper…devi essere uno skipper. Io personalmente solitaria si ma senza troppo esagerare, la barca mi piace in compagnia. soprattutto la vela dove ognuno si adopera e invita ad apprendere in maniera, a volte anche troppo ravvicinata, la vita comunitaria. Bei momenti! Tant’è che ho deciso che tra un mese mi imabrco in grecia!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.