InterRail – Istruzioni per l’uso

InterRail – Istruzioni per l’uso

Tutto quello che devi sapere per organizzare il tuo viaggio in InterRail

 

Questo articolo non sarà come tutti gli altri, voglio che sia un qualcosa che leggendo possa  aiutarvi ad organizzare un viaggio simile, ma al contempo deve farvi rivivere la mia stessa esperienza di un mese, in giro per il nord Europa.

Per cominciare vorrei iniziare a descrivervi che cosa è l’Interail/Eurail ( per i non residenti in UE) in poche e brevissime parole.

 

L’INTERAIL/EURAIL è un pass che da libero accesso a tutte le reti ferroviarie dell’UE o meglio ti fa viaggiare, senza limiti e senza nessun costo aggiuntivo, sul 95% dei treni che userai per spostarti da un paese all’altro.

 

Alcune volte vi verrà chiesto di pagare un costo di prenotazione per i treni un po’ più importanti come ad esempio è accaduto a me per il frecciargento o l’eurocity Monaco di Baviera -Bologna ( dai 4 € ai 10 € ).

 

aurora boreale

Quanto costa un biglietto InterRail

 

Esistono molteplici tipologie di questi biglietti interail, i costi cambiano anche a seconda dell’età e le fasce si distinguono in: Sotto i 25 anni, Adulti, Senior (+ di 60), Famiglie.
Per maggiori informazioni sui costi e le opzioni clicca qui.

 

In linea di massima i principali pass e relativi prezzi sono i seguenti, i prezzi indicati sono per chi ha meno di 26 anni.

 

  • 5 giorni su 15 giorni 200 € Pass flexi
  • 7 giorni in 1 mese 246 € Pass flexi
  • 10 giorni in 1 mese 292 € Pass flexi
  • 15 giorni in 1 mese 361 € Pass flexi  ***LA MIA SCELTA
  • 15 giorni consecutivi 338 €
  • 22 giorni consecutivi 374 €
  • 1 mese consecutivo 479 €

 

In uno stesso giorno potrai prendere anche più treni rientrando comunque in giornata, quindi non si paga per tratte.  Il giorno comincia alle 00.01 e termina alle 23:59. Quindi potrei salire in treno alle 00:01 e potrei viaggiare in treno gratuitamente fino alle 23:59 dello stesso giorno, sfruttando così un giorno di viaggio.

 

Se ovviamente viaggiate di notte e non volete perdere 2 giorni di viaggio, con il pass flexi tutto questo è possibile, basta salire su un treno notturno diretto che parte dopo le 19:00 e arriva a destinazione dopo le 04:00 del giorno seguente:

 

Durante il viaggio, potrete controllare tutti i vostri treni con l’app gratuita di Interail.
Il sito ufficiale per comprare il biglietto interail è: Interrail.Eu
interrail map

Interrail biglietto

Pianificare prima di partire o no?

 

Potete vivere il vostro interail in due modi a mio avviso:

  • Vagando senza meta dove la vostra fantasia decide di indirizzarvi ( metodo non usato mai da me nei mie viaggi, ma credo che sia molto affascinate
  • Pianificando già da casa tappa dopo tappa i vostri spostamenti controllando i treni ,gli orari e magari eventuali costi di prenotazione.

 

Io viaggio sempre così, forma mentis dettata anche un pò dal mio lavoro.

 

[su_icon_panel shadow=”0px 1px 2px #eeeeee” icon=”icon: bullseye”]Gli hostelli li ho prenotati tutti tramite il sito HostelWorld,vi consiglio di anticipare di molto la prenotazione negli hostelli Scandinavi, visto la scarsa presenza di letti a basso costo in queste città.

Questo sito compara i prezzi dei principali brokers online così da poter scegliere poi dal sito che offre il miglior costo.[/su_icon_panel]

 

Ho cercato di viaggiare sempre di prima mattinata, per un max di 6-7 ore, anche perchè nella stragrande maggioranza delle città i musei aprono dopo le 10:00 e il check in nella maggior parte degli hostelli è possibile solo dalle 14:00 in poi, anche se nulla vi vieta di arrivare già in mattinata e di lasciare il vostro bagaglio presso l’ostello per lanciarvi immediatamente alla scoperta della città.

 

Per i materiali, ho utilizzato la mia solita check list materiali, già pubblicata nei vecchi articoli anche se con qualche rivisitazione, ho dormito in ostelli è molto più comodo di una tenda o un amaca e richiede molto materiale in meno.

 

Alla fine del mio viaggio tirando le conclusioni ho realizzato che avrei fatto a meno di qualche maglia a maniche corte ( ne avevo tipo 6, troppe a mio avviso ) e al loro posto avrei inserito un pantalone corto visto che quasi sempre il tempo è stato bello anche se le temperature mano a mano che si saliva tendevano ad abbassarsi !! Toccando addirittura i 10 °C (TAMPERE – FINLANDIA)

 

 

IL MIO INTERAIL
Una idea di itinerario di viaggio 

 

Voglio raccontarvi quello che almeno è stato l’itinerario seguito da me e anche se con la foto del biglietto, leggendo potreste farvi già un idea, posso solo dirvi che la scelta di queste città è dovuta al fatto che tutte le città da me toccate risultano essere grandi e sapevo che avrei trovato sicuramente quello che stavo cercando.

 

Avendo nella maggior parte di casi quasi 2 giorni a disposizione, ho cercato sempre di investire l’intero pomeriggio del primo giorno cercando di orientarmi, di capire un po’ come poter veder l’intera città e le sue attrazioni nel più breve tempo possibile, per poi dedicarmi ad un attività a me cara , la fotografia.

 

Girando in lungo e in largo per le città esplorando i posti più remoti, non tralasciando ovviamente quelle che potevano essere le miglior attrazioni.
Stare qua a descrivervi però, ciascuna attrazione città per città sarebbe stupido e renderebbe questo post ancora più lungo di quanto già non sia, ma di certo posso raccomandarvi la miglior cosa da fare quando sarete in una delle città che ho visitato io.

 

interrail map

 

Monaco di Baviera

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Il mio Interail è iniziato a Monaco di Baviera, credo tutti conoscano Monaco come la capitale Europea se non Mondiale della birra è beh cari mie non si sbagliano per niente.

 

Nonostante culturalmente parlando, ci sia molto da vedere la cosa che più mi ha attratto sono stati i tanti beergarden presi quotidianamente d’assalto dai locali e l’atmosfera di festa che regna all’interno di queste grandi birrerie all’aperto.

 

A Monaco merita assolutamente una visita il Residenzmuseum,il Viktualienmarkt e L’Englischer Garten, quest’ultimo adatto proprio per fare pic-nic, insomma una sorta di Hyde Park a London.

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]
[su_panel]

Dove dormire a Monaco

Wombats City Hostel Munich
Ostello economico e di design, letti in camerata a partire da €17

3

[/su_panel][/wc_column][/wc_row]

Da Monaco poi ho fatto tappa a Praga. Se volete un consiglio in stazione a Monaco arrivate qualche 20 minuti prima,se non volete passare il vostro viaggio in piedi, visto che non è possibile prenotare il treno in anticipo (ovviamente sto parlando di treni totalmente gratuiti con il pass interail che sono diretti per Praga senza dover cambiare ).

 

LEGGI – COSA FARE A MONACO IN 2 GIORNI

 

Praga

 

Praga, città dai mille volti, e che, per strane coincidenze, offre una pizza di una bontà fuori dal comune.
Due luoghi che a Praga assolutamente non dovete perdere sono i Vysehrad Garden, dal quale potrete ammirare uno dei più bei panorami che Praga possa offrirvi ( anche se un luogo simile a questo è il Letna beer garden dove potrete sorseggiarvi una birra godendovi il tramonto in compagnia di centinaia di persone) e il castello di Praga , il più antico simbolo dello stato ceco e il suo più importante monumento storico nazionale.

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Se poi siete degli amanti dei tramonti, del relax e delle belle compagnie, lungo il fiume Moldava (il fiume di Praga) nel periodo estivo aprono svariati bar all’altezza della stazione metro Karlovo Namesti, essendo italiano il più interessante è stato il Boat Bar marchiato Aperol spritz!!

 

Da non perdere assolutamente.

Se volete scoprire qualcosa in più sulla storia di Praga dalla Old town square partono numerosi tours gratuiti, (sopratutto tra le 11:00 e le 14:00 normalmente durano 2/3h ) organizzati come in molte altre città in collaborazione con l’ufficio del turismo.

Praga free walking tour sito ufficiale (i tours gratuiti si tengono solo in lingua inglese, in genere i tours in lingua italiana sono privati e a pagamento).

[/wc_column]

[wc_column size=”one-third” position=”last”]

[su_panel]

Dove dormire a Praga

Equity Point Hostel
Ostello economico e di design, letti in camerata a partire da €10

[/su_panel][/wc_column][/wc_row]

 

prague

Berlino

 

[wc_row][wc_column size=”one-third” position=”first”][su_panel]

Dove dormire a Berlino

The Cat’s Pajamas 
Ostello economico e di design nel vibrante quartiere di Kreuzberg, letti in camerata a partire da €16.

4

 

[/su_panel][/wc_column][wc_column size=”two-third” position=”last”]

Ovviamente alla fine del tour una piccola mancia è sempre ben gradita!! Da Praga poi mi sono diretto a Berlino , il treno come al solito non necessita di prenotazione anticipata, sopratutto se viaggiate di mattina presto.

 

Berlino, risulta per certi aspetti una città troppo moderna, che per colpa dei massicci bombardamenti, subiti durante la seconda guerra mondiale non conserva quasi la ben che minima traccia di storia. Da anni però è meta di riferimento di molti
giovani alla ricerca delle mode più bizzarre e di certo è la capitale europea se non mondiale della techno music.

[/wc_column][/wc_row]

Qua, essendo un amante della musica techno avrei speso più che volentieri 3 giorni, di certo a cavallo del fine settimana per assaporare al meglio il clima di festa che regna nei suoi Club ….primo tra tutti il Berghain, ma non dimentichiamoci anche del Club der visionare.

 

Ma questa città non è solo club, musei come il Pergamonmuseum e l’Altes museum sono assolutamente da non perde per non dimenticare poi l’East side gallery; una delle poche parti ancora in piedi del muro di Berlino, che nel 1989 è stata dipinta con murales, da più di 100 artisti in segno di libertà. (Restaurata poi nel 2009). Il mio consiglio per Girare Berlino è di certo quello di affittare una bici per l’intera giornata al costo di 12 €.

 

LEGGI – COSA FARE GRATIS A BERLINO & DOVE DORMIRE 
LEGGI – TRASPORTI PUBBLICI DI BERLINO 
LEGGI – BERLINO SOTTERRANEA, IL DARK SIDE DI BERLINO. UNA VISITA AI BUNKER 

 

berlin

Amburgo

 

[wc_row][wc_column size=”one-third” position=”first”][su_panel]

Dove dormire ad Amburgo 

Generator Hostel 
A soli dieci minuti dal centro della città, questo ostello si trova nel quartiere di Friedrichshain. Letti in camerata a partire da €18.

generator hostel

[/su_panel][/wc_column][wc_column size=”two-third” position=”last”]

Da Berlino ho fatto poi tappa ad Amburgo, che assolutamente merita una visita . Città portuale e finanziaria, caratterizzata dall’affascinante stile architettonico dei suoi palazzi.

 

Avventurarsi a piedi, per tutta la città viste le dimensioni ridotte, non sarà un problema ma per i più pigri ce sempre la possibilità di affittarsi una bici, alla modica cifra di 12€. Il palazzo più affascinate di Amburgo è di certo il Rathaus di Amburgo che svolge ormai la funzione di municipio (visite guidata al suo interno 3€, durata 40′). L’area di Speicherstadt, merita assolutamente un paio d’ore, vista l’interessante architettura dei suoi edifici.

 

Sei poi sentite anche un leggero languorino, a pochi metri dal museo della polizia sempre in questo quartiere troverete delle graziose bancarelle, aperte durante l’ora di pranzo che credo sia il principale punto di ristoro, per buona parte della gente che lavora nei dintorni ( pranzo 3/7 € ).

[/wc_column][/wc_row]

 

Se siete amanti dell’attività sportiva o semplicemente di un bel pic nic, Amburgo offre degli spot eccezionali lungo le acque del lago Aussenalster. Ma in assoluto offre il meglio di se dall’happy hour in poi, se vi spostate verso Sternschanze troverete una miriade di locali, dove poter mangiare di tutto o di più o soltanto degustare un ottima birra alla spina in compagnia di altre centinaia di giovani come voi, per poi spostarvi in tarda serata verso la zona di St.Pauli, che al suo interno nasconde il distretto a luci rosse più grande d’Europa.

 

 

Copenaghen

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Da Amburgo ho fatto poi tappa a Copenaghen. Il viaggio in treno è tra i più pittoreschi che abbia affrontato, visto che offre scorci di panorama mozzafiato. Il viaggio in treno, mi aveva dato modo di cercare nella guida che cosa poter vedere e non appena toccato il suolo Danese sono corso in hostello e mi sono diretto subito al Thorvaldsens museum che proprio in quel giorno era free.

 

Quindi cercate bene cosa vedere, perchè molto spesso avrete l’opportunità di risparmiare qualche soldino entrando gratuitamente. Altri interessantissimi musei sono lo Statens Museum for Kunst , il National Museum e il Ny Carlsberg Glyptotek che conserva al suo interno lavori di Cèzanne, Van Gogh ,Monet , Renoir e tanti altri.

 

Se poi la sera, volete farvi un drink le migliori zone sono quella di Norrebro e Vesterbro,anche se mi sento di consigliarvi il pub Mckluud che rimane sulla
Istedgate , per intenderci è il lungo viale che rimane fronte alla porta d’uscita della stazione ferroviaria sul lato ovest; li troverete di certo la tipica atmosfera Danish.

 

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]

[su_panel]

Dove dormire ad Copenhagen

Urban House Copenhagen
Ostello moderno e rilassante, situato nel centro di Copenaghen da cui raggiungere facilmente a piedi o in biciletta i principali punti di interesse. Letti in camerata a partire da €22.

5017

[/su_panel]

[/wc_column][/wc_row]

Nel complesso Copenaghen è una città stupenda, ricca di cultura e storia e se vi interessano le cose particolari, Christiania è il posto che fa per voi. Nota anche come Città Libera di Christiania, è un quartiere parzialmente autogovernato della città di Copenaghen,Danimarca, che ha conseguito uno status semi-legale come comunità indipendente.

copenhagen

 

Per gli appassionati dello street food, a pochi passi da Christiania sorge il Papireon Market che al suo interno nasconde oltre 30 bancarelle, che offrono
cibo proveniente da tutte le parti del mondo!!

 

Questa, forse è stata la prima tappa, dove mi sono sentito ben inserito all’interno di un gruppo , ovviamente per quanto riguarda questo viaggio. Scrollarsi di dosso la normale routine italiana è abbastanza complicato per me e avvolte richiede del tempo.

 

Infatti voglio ringraziare Ignasi, Monica ,Guillaume, Albert ma sopratutto Mohamed ,quest’ultimo a mio avviso un grandissimo artista di strada che lavora in lungo e in largo in giro per l’Europa.

 

copenhagen

 

Se viaggiate con un budget limitato come stavo facendo io (50€ al giorno) l’unico consiglio che posso darvi è quello di cucinarvi sempre e sopratutto cercate sempre un Lidl, avrà sicuramente la soluzione a qualsiasi vostro problema, quando si parla di spesa a basso costo, nei paesi Scandinavi.

 

LEGGI – COSA FARE A COPENHAGEN
LEGGI – COME MUOVERSI A COPENHAGEN

 

 

Gotemborg

 

Ho lasciato Copenaghen a malincuore perché stupenda per dirigermi a Gotemborg. Piccola cittadina Svedese sulla strada per Oslo. Non aspettatevi chissà cosa da questa quieta cittadina svedese , ma il Konstmuseum ( Galleria d’Arte) al suo interno espone anche quadri di Picasso e Van Gogh.

Certamente, quello che mi ha colpito di più è stato, l’ingresso libero a tutti i musei della città agli under 25 e il fatto di aver trovato un animatore Italiano, oltretutto Abruzzese all’interno del mio ostello a Gotemborg.

Prima volta che in un ostello mi capita di vedere un animatore, ma forse è dovuto al fatto che la città per i giovani turisti ha ben poco da offrire quindi una persona che possa creare feeling tra gli ospiti dell’hostello, credo sia più che necessaria.

 

 

Oslo

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Lasciata Gotemborg mi sono lanciato alla scoperta di Oslo. Partiamo dal presupposto che Oslo credo sia una delle più care se non la più cara città Scandinava.

Detto questo mi sento di consigliarvi se avete 2/3 giorni a disposizione e volete veramente vedere tutto di Oslo potete acquistare l’Oslo Pass al costo di 620 NOK ( valido x 72 ore , all’incirca 70 € ) .

Con questi avrete libero accesso hai trasporti pubblici e libero accesso a più di 30 musei, ma le agevolazioni non finiscono qui.

 

Ne esistono altre due tipologie di questi pass, quello citato da me ha validità 3 giorni, ma ce anche quello per 2 o 1 giorno, che sconsiglio di fare visto tutte le attrazioni che Oslo ha da offrire.

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]

[su_panel]

Dove dormire ad Oslo

Saga Postel Oslo
Ostello moderno e rilassante, situato nel centro di Oslo a poca distanza da Stortinget e dal Municipio Oslo. Sorge a due passi da Nationaltheateret. Letti in camerata a partire da €35

Saga-Hotel-Oslo-Central-lobby

[/su_panel]

[/wc_column][/wc_row]

 

Le attrazioni che assolutamente non dovete perdere sono, l’Astrep Fearnley Museum che al suo interno ospita un esibizione temporanea ed una permanente di arte moderna, l’Oslo opera house, Akershus Fortress e il National Museum che al suo interno custodisce il famoso quadro di Munch “l’Urlo”, ma la stupenda collezione di questo bellissimo museo non finisce qui.
Altri bellissimi musei li potrete trovare sulla penisola di Bygdoy, raggiungibile con il battello che parte davanti la piazza del City Hall.

 

oslo

oslo

Stoccolma

 

[wc_row][wc_column size=”one-third” position=”first”]

[su_panel]

Dove dormire Stoccolma

City Backpackers hostel
Questa struttura di design è idealmente situata nel cuore del quartiere di Central Stockholm. Letti in camerata a partire da €22

filename-img-2280-jpg

[/su_panel]

[/wc_column][wc_column size=”two-third” position=”last”]

Ho lasciato Oslo  alla volta di Stoccolma. Per arrivarci avete due opzioni, quella di passare per Gotemborg nuovamente e senza sovrapprezzi, oppure andare diretti verso Stoccolma pagando un piccolo costo di prenotazione, ma di certo risparmiando svariate ore di viaggio.
Opzione per cui ho optato io.

 

Stoccolma altra città stupenda ai livelli di Oslo, in cui consiglio di stare almeno 2 o 3 giorni se volete viverla veramente con tranquillità. Come ad Oslo anche qui avrete occasione di poter acquistare lo Stockholm pass, che vi darà libero accesso ha tutti i trasporti della città e hai più importanti musei.

[/wc_column][/wc_row]

 

Il National Museum e Museo di arte moderna sono gratuiti ma oltre a questi vi consiglio di visitare il Vasa museum, il Nordisk Museum , il Photo Museum e il Palazzo Reale, che a mio avviso si trova nella zona più bella della città chiamata Gamla Stan.

 

 

stoccolma

Tampere

 

Dopo Stoccolma ho deciso di abbandonare il territorio Svedese, per andare alla scoperta di quello Finlandese. La prima tappa in territorio Finlandese è stata Tampere che all’incirca si trova a 3 / 4 h a nord di Helsinki .

 

[wc_box color=”primary” text_align=”left”]

Come arrivare a Tampere
Da Stoccolma ci sono moltissime compagnie di traghetti che servono la Finlandia e l’Estonia io ho deciso di scegliere la Silja Line  che ha dei particolari sconti per chi fa l’interail (10 € per un Deck Place, ovviamente prenotato in anticipo online).
Non sarà un viaggio breve tutt’altro (12 h ), anche perché il porto di arrivo in Finlandia è quello di Turku , da li poi dovrete prendere il treno che vi porterà a Tampere.

[/wc_box]

 

Ma veniamo a noi e a Tampere. Come Gotemborg, questa città non offre gran che, ma il Vapriikki Museum, che ospita più esposizioni di vario genere, con al suo interno anche un piccolo caffè e una piccola mensa e l’Amurin museum, che vi farà rivivere a pieno come era la vita in un quartiere operaio a metà dell’ottocento, meritano di certo la vostra attenzione.

 

Altre attrazioni interessanti a Tampere sono la Cattedrale, il Finlayson Centre (o anche quartiere artistico dove con frequenza vengono organizzate mostre di arte contemporanea e non solo di artisti finlandesi) e le sue due saune, prima tra tutte la Rajaportin ( la più antica sauna pubblica della zona).

Lapponia

 

Qua ho anche deciso di cambiare il mio itinerario, curioso di esplorare o almeno poter mettere piede nella remota regione della Lapponia, a nord della Finlandia , da Tampere ho deciso di far tappa per un giorno a Rovaniemi .

 

Questa città è famosa in tutto il modo per due fenomeni il famoso sole di mezzanotte (visibile per l’intero mese di giugno ) e l’aurora boreale ( visibile frequentemente con cielo sereno sopratutto d’inverno , quindi partendo da settembre).

Rovanime è anche famosa per lo splendido museo e centro scientifico Arkitikum e perche a pochi km dalla città ospita il famosissimo villaggio di Babbo Natale, meta ambitissima dai bambini di mezzo mondo e non solo.

 

Certo è che Agosto, non è il miglior periodo per visitare Rovaniemi.

aurora boreale

Helsinki

 

Da Rovaniemi, se avete in mente di scendere ad Helsinki, la soluzione migliore è prendere il treno notturno che lascia la città alle 21:10 per arrivare alle 09:00 del giorno seguente ad Helsinki. Per un semplice posto a sedere non serve prenotare nulla, ma se volete rilassarvi dormendo comodi in una cuccetta l’intera nottata, dovrete pagare un piccolo sovrapprezzo.

 

Ad Helsinki la maggior parte delle attrazioni si concentra nel raggio di 2 km dalla stazione centrale.

Qui avrete modo di vedere il Museo nazionale di storia Finlandese , la incredibile Galleria d’Arte Finlandese , la stupenda Cattedrale Luterana e infine ma non ultimo, visto che ci sono un infinita di siti che non ho nominato, viene il mio favorito il Kiasma Museum, museo d’arte contemporanea Finlandese che ospita opere e istallazioni fuori dal comune.

 

interrail trip

 

[wc_row][wc_column size=”one-third” position=”first”]

[su_panel]

Dove dormire Helsinki

Sweet Dream GuestHouse
10 minuti a piedi da Stazione Centrale Stoccolma e da Cityterminalen Central Bus Station. Questa struttura di design è idealmente situata nel cuore del quartiere di Central Stockholm. Letti in camerata a partire da €22

47007161

[/su_panel]

[/wc_column][wc_column size=”two-third” position=”last”]

Altra meta interessante da visitare è il forte di Suomenlinna , molto adatto per un pic-nic fuori città o per godersi dei tramonti spettacolari. I traghetti per l’isola su cui si trova il forte partono con regolarità e fino a tarda notte da Kauppatori Market Square ( 300 mt a sud della cattedrale luterana).

Il prezzo del traghetto è incluso nel day pass per i trasporti che costa 8 € al giorno. Per maggiori informazioni sui trasporti clicca qui.

 

Helsinki è stata una di quelle tappe che ha smosso qualcosa dentro di me , qua ho avuto il piacere di condividere idee e pensieri con Laura e Trami, due stupende ragazze che hanno ampliato i mie orizzonti di vedute regalandomi un grande lezione di vita.

 

Ovviamente mi sono sdebitato da buon Italiano, cucinando una deliziosa cenetta per queste due stupende fanciulle.

[/wc_column][/wc_row]

 

Da Helsinki altra meta che merita un escursione in giornata è il piccolo paese di Savonlinna (4 ore in treno ). Questo piccolo paesino è famosissimo per il suo stupendo castello, il castello di Olavinlinna e per il fatto che questi ogni anno ospita il famosissimo Opera Festival, che attira gente da ogni parte del mondo.

 

Tallin

 

Ci siamo poi lasciati alle spalle Helsinki alla volta di Tallin . Come per Stoccolma, arrivare al porto d’imbarco è davvero semplice.

Helsinki- Tallin è una rotta molto frequentata, quindi troverete moltissime navi in partenza dal molo ovest, dove ferma il tram 9 o 6T che attraversano il centro città ( Ticket prenotato con 1 mese di anticipo pagato 19 € con lo sconto interail ma se lo acquistate il giorno stesso quasi sicuramente pagherete minimo 10 € in più).

 

Tallin, una città meravigliosa, con il suo borgo medievale credo sia la più bella delle città baltiche. Per scoprire cosa avesse da offrire Tallin, mi sono affidato sia all’hostello, dove la ragazza della reception, mi ha spiegato per filo e per segno cosa ci fosse di interessante da vedere qui e sia alla mia cara Lonely Planet che raccomandava un walking tour davvero azzeccatissimo.

 

 

[wc_box color=”inverse” text_align=”left”]

La guida in Italiano non è ancora stata aggiornata e l’ultimo aggiornamento è del 2016, controlla online Estonia, Lettonia e Lituania
La versione in inglese è invece aggiornata al 2016, ed è possibile acquistarla da questo link: Lonely Planet Estonia, Latvia & Lithuania

[/wc_box]

 

mappa

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Anche se alle 13:00, dal martedì al sabato, partono di walking tour gratuiti che credo all’incirca seguano lo stesso itinerario . Di certo questo è un buon modo per capire qualcosa in più della città che state visitando e per conoscere gente nuova

 

Assolutamente, non dovete dimenticarvi di vedere il famosissimo quartiere artistico di Tallin (Telliskivi Creative City) dove i pomeriggi scorrono lentamente, sorseggiando una birra, mangiando qualche snack e ammirando le varie istallazioni e murales presenti nel quartiere.

 

Pochi km fuori dalla città vecchia,precisamente nella zona di Kadriorg potrete trovare 2 interessantissimi musei come il Kumu e il Kadriorg art museum. Per non dimenticarci poi dell’Estonian open-air museum che rimane nella zona di Haabersti.

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]

[su_panel]

Dove dormire Tallin

Knight Hostel
10 minuti a piedi da Stazione Centrale Stoccolma e da Cityterminalen Central Bus Station. Questa struttura di design è idealmente situata nel cuore del quartiere di Central Stockholm. Letti in camerata a partire da €22

[/su_panel]

[/wc_column][/wc_row]

 

Non ho citato comunque tantissimi altri musei di importanza ovviamente non minore, soltanto perché non sono stati di mio interesse, ma di certo ragazzi Tallin è una città che merita minimo 3 giorni visto e considerato che
offre anche una discreta night life, sopratutto negli hostelli, dove i ragazzi sono pronti a far festa ogni ora.

 

[su_icon_panel shadow=”0px 1px 2px #eeeeee” icon=”icon: bullseye”]Vorrei poi mettere al corrente tutti coloro che hanno in mente di visitare le repubbliche Baltiche, che l’interail pass non è valido in queste nazioni, ma state tranquilli la Lux express offre corse in bus super efficienti e super economiche, per tutte le maggiori località delle repubbliche Baltiche e non solo. [/su_icon_panel]

 

Riga

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Da Tallin poi ho fatto rotta verso Riga. Di certo non possiamo paragonarla con Tallin e con il suo stupendo borgo medievale, ma anche Riga a qualche attrazione, che merita di certo la vostra attenzione come la Blackheads House, St.Peter Church, l’Arsenal exhibition hall, la Cattedrale di Riga e per concludere l’Art Museum Riga, a mio avviso stupendo.

 

Vi sono molte altre attrazioni in giro per la città, io vi ho solo nominato le più famose. Una cosa di cui sono rimasto davvero soddisfatto invece è stato il free tour organizzato dal mio hostello, il Seagulls Garret Hostel.

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]

[su_panel]

Dove dormire a Riga

Seagulls Garret Hostel.
Ostello moderno e rilassante, situato nel centro di  Riga da cui raggiungere facilmente a piedi il Monumento alla Libertà e  Vecriga. Letti in camerata a partire da €7.

5017

[/su_panel]

[/wc_column][/wc_row]

La Guida era un affascinante ragazza Lettone, che si proponeva come tale solo per hobby visto che già aveva un buon lavoro. Lei è stata esaustiva in tutto e mi ha permesso di capire qualcosa in più sulla storia di Riga.

 

DSCN1615

Vilnius

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Come ultima città delle repubbliche baltiche la mia scelta è ricaduta su Vilnius, capitale della più grande delle tre repubbliche baltiche, quindi la Lituania. Descritta in poche parole il centro storico risulta carino e ricco di storia, ma appena ci si affaccia un po’ in periferia si vede molto l’influenza Sovietica su qualsiasi cosa. Come Riga questa città è tranquillamente visitabile in 1 giorno.

 

Quindi il mio consiglio, se avete in mente di fare Riga – Vilnius come me , è quello di prendere il primo bus disponibile in mattina per arrivare intorno alle 10:00 ( normale orario di apertura dei musei ) in città ed da avere l’intera giornata per girare in lungo e in largo.
Una idea carina è quella di unirsi al free tour organizzato dall’ufficio informazioni di Vilnius che parte proprio dalla piazza centrale di Vilnius.
Per maggiori informazioni clicca qui.

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]

[su_panel]

Dove dormire a Vilnius

Jamaika Hostel
ostello nel centro di Vilnius si trova a soli quattro passi da Vilnius University Institute of International Relations and Political Science e da Vilna Ghetto.  Letti in camerata a partire da €8.

43890628

[/su_panel]

[/wc_column][/wc_row]

 

L’unica cosa che non vedrete con il free tour sarà la zona tutta intorno alla cattedrale che potrete tranquillamente visitare da soli. Sopratutto vi consiglio di godervi il tramonto salendo al Gediminas Castle.

 

L’attrazione più particolare di Vilnius è la Repubblica di Uzupis, una sorta di Christiania a Copenaghen , anche se però in questa risiede una comunità di artisti, quindi è anche vista come il quartiere artistico di Vilnius. Vi lascio solo immaginare che hanno una propria costituzione e addirittura un proprio esercito.

 

Varsavia 

 

[wc_row][wc_column size=”two-third” position=”first”]

Penultima tappa del mio viaggio è stata Varsavia. Come tappa ammetto che è stata un po’ un flop, visto che sono arrivato di Lunedì, quando la stragrande maggioranza dei musei è chiusa e il giorno dopo risultava anche festa nazionale.

 

Quindi potete immaginarvi che ho trovato tutto perennemente chiuso. Ma l’indomani del mio arrivo, anche se la stragrande maggioranza degli esercizi e delle attrazioni era chiusa, non mi sono perso d’animo e armato di fotocamere mi sono lanciato all’avventura.

 

Posto che assolutamente dovete visitare è di certo la parte della città vecchia, la sua architettura mi ha fatto impazzire, anche se però il Lazienki Park non è da meno, se volete rilassarvi all’ombra di un albero e sfuggire alla frenetica vita della metropoli, questo è il posto che fa per voi. Anche se non ho avuto il piacere di visitare i musei di Varsavia mi sento di consigliarvi il Chopin Museum, il National Museum e il Royal Castel.

[/wc_column][wc_column size=”one-third” position=”last”]

[su_panel]

Dove dormire a Varsavia

Hostel Lwowska 11
ostello nel centro di Vilnius si trova a soli quattro passi da Vilnius University Institute of International Relations and Political Science e da Vilna Ghetto.  Letti in camerata a partire da €8.

[/su_panel]

[/wc_column][/wc_row]

 

Nella zona del Lazienki Park comunque troverete altri musei insieme ad uno splendido giardino botanico. Ovviamente Varsavia offre molto di più , ma state tranquilli, in qualsiasi hostello vi combinerete sapranno consigliarvi di certo le migliori attrazioni del luogo senza problemi.

Ultima tappa del mio viaggio è stata Colonia in Germania.

 

varsavia

 

Colonia

 

[wc_row][wc_column size=”one-third” position=”first”]

 

[su_panel]

Dove dormire a Colonia

Hostel Die Wohngemeinschaft

L’ostello si trova nel quartiere della città, famoso per le attrazioni turistiche e lo shopping. Questa struttura è idealmente posizionata nel cuore del quartiere di Innenstadt. Letti a partire da €25.

[/su_panel]

[/wc_column][wc_column size=”two-third” position=”last”]

Questa non era una tappa che avevo messo in conto, ma è una tappa che ho voluto fare per una persona speciale che ho conosciuto durante il mio viaggio, con lei credo di aver passato i giorni più belli di questa avventura in Europa e andare a trovarla a casa sua credo fosse il minimo .Colonia è una città stupenda che però ha risentito moltissimo dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. L’attrazione principale è di certo la sua maestosa cattedrale, che è rimasta in piedi nonostante i massicci bombardamenti.

 

Proprio nei dintorni della cattedrale, potete trovare l’eccellente museo d’arte Ludwig. La città vecchia è davvero carina , anche se quello che mi ha colpito di più è il ponte ferroviario al quale praticamente sono appesi milioni di lucchetti di innamorati . Una sorta di ponte Milvio Italiano.

 

 

[/wc_column][/wc_row]

Il mio viaggio cari lettori si conclude qui, spero sia stato di vostro gradimento quello che ho scritto e mi auguro che in futuro possa servirvi, per organizzare un viaggio simile al mio.

 

colonia

NEVER STOP EXPLORING

 

Conclusioni

Questo viaggio è stata un esperienza illuminante , mentre scrivevo questo breve riassunto della mia esperienza avevo persino le lacrime agli occhi . Di voi amici conservo un splendido ricordo con alcuni di voi ho scambiato solo poche parole, con altri ho passato intere giornate ma alla fine di tutto non conta quanto tempo si passa insieme a una persona, conta ciò che si dice mentre si stà insieme.

 

Di certo ho scoperto l’importanza di essere umili con se stessi e con gli altri , l’importanza di dover condividere sempre quello che hai , l’importanza che i problemi della vita sono ben altri ….molti di noi hanno delle splendide famiglie, un auto, un lavoro, una ragazza e pensano di avere un sacco di problemi …. cari mie vi sbagliate alla grande i problemi sono le guerre, i malati, le carestie; cose che in televisione passano filtrate e rifiltrate, mostrandovi solo ciò che vogliono che voi vediate.

 

Non mi dilungo troppo perché sarebbe noioso, ma voglio concludere ringraziando di nuovo tutti quei ragazzi e quelle ragazze che ho incrociato sul mio cammino e che con me hanno cercato di condividere le proprie idee ed i propri pensieri. Un grazie di cuore va ad una ragazza davvero speciale ed unica che ha reso questo viaggio indimenticabile.

 

 

 

Luca Matteucci

Ho 27 anni e da quando ne ho 18 viaggio zaino in spalla affrontando situazioni estreme. Amo il trekking, al punto tale che ne ho fatto quasi un lavoro. Da ormai 5 anni viaggio nel continente Asiatico, un continente che racchiude qualcosa di mistico e unico. Sul ciglio dei 27 però mi sono affacciato al Sud America e con molta probabilità inizierà una lunga e passionale frequentazione. Durante i miei molteplici viaggi, viaggio da solo perché credo che questo modo di viaggiare possa darmi una maggiore opportunità di conoscere persone nuove (locali o backpackers come me), aiutandomi a comprendere meglio le differenze culturali che ci separano dagli altri popoli. Cosa che in coppia o in gruppo può venire leggermente meno. Tutti i mie viaggi ovviamente sono dedicati alla mia famiglia, che ha sempre appoggiato il mio stile di vita. NEVER STOP EXPLORING

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.