RISORSE

Cucina ecuadoriana – Encocado di pesce o gamberi

Giugno 6, 2013
Modificato il Marzo 8, 2021
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Come cucinare l’Encocado di pesce o di gamberi – La ricetta

Ammetto che credevo che la cucina ecuadoriana fosse triste e noiosa, solito riso e fagioli e pollo alla piastra o pesce e patacones.
In effetti se si vuole rimanere sui $3/$5 per pranzo e cena questo è quello che si può mangiare e via.
Si fa di necessità virtù come dice sempre mia madre.

Però grazie al tempo passato qui ho scoperto che la cucina ecuadoriana offre molto di più che sempre la solita “minestra”, e intendo proprio questa parola visto che qui quando si ordina “arroz con minestra” significa per l’appunto riso con un lago di fagioli a lato.

A partire dal ceviche, pesce crudo con cipolla e limone, ok meglio quello peruviano però io non disdegno neanche questo, passando per l’Encebollado, pesce cucinato con yuca, l’aragosta fresca cucinata in tutte le salse, in verità uno dei miei piatti preferiti è l’encocado di gamberi ovvero riso con gamberi in latte di cocco che a differenza di quello thailandese non è piccante e non aggiunge curry ed è piuttosto dolce.

Questo piatto è tipico di Esmeralda destinazione sulla costa nord del Paese ma facile da trovare in quasi tutti i ristoranti delle destinazioni di mare vista l’alta produzione di frutti di mare e la ricca pesca.

Per il mio compleanno quindi mi sono dedicata alla cucina di un piatto diverso, visto che ovviamente qui sono ben famosa per la mia cucina italiana.
E siccome è venuto piuttosto bene e ho trovato la preparazione piuttosto semplice voglio pubblicare la ricetta che riproporrò non appena tornerò a casa.

Premetto che la preparazione non è solo semplice ma anche piuttosto veloce, non bisogna essere Master Chef per prepararlo e credo che il successo per questo piatto dal tocco esotico è assicurato.

Leggi anche – Cosa mangiare in Ecuador. Ricette dei piatti tipici

Ps. Lo so le mie foto sono penose…ma non sapevo fosse così difficile fotografare il cibo. Eppure non si muove!

Ingredienti per 4 persone

1 chilo di gamberi
1 cipolla tagliata finemente
1 pomodoro
1/2 peperone verde
1 cucchiani di sazanador (una polvere fatta di cipolla, pepe nero,
2 cucchiaini di olio di oliva
1 cucchiaino di zucchero
3 tazze di latte di cocco
Sale e pepe qb

Preparazione dell’Encocado

Tagliare finemente la cipolla, il pomodoro e mezzo peperone verde.
Soffriggere aggiungendo sale, pepe e sazanador.
Quando il colorito del nostro soffritto ci soddisfa, insomma la cipolla non si è bruciata, aggiungere i gamberi che si sono fatti riposare per circa 20 minuti con il sazanador e si sono insaporiti e cucinarli per circa 4 minuti.

soffritto

gamberi
Una volta che anche i gamberi si sono rosolati aggiungere due tazze di latte di cocco e cucinare per circa 2 minuti.
Et voila…l’encocado è pronto!

Al posto dei gamberi si può cucinare pesce ma il procedimento da seguire è lo stesso.
Nel caso in cui invece del latte di cocco in lattina si preferisce utilizzare la polpa di cocco ed il latte allora aggiungere 1 cucchiano di zucchero, ma anche la dolcezza è a vostro piacimento, l’importante è che non si copra il gusto del cocco.

La salsa non deve essere né troppo liquida né troppo compatta. Si può servire o con riso bianco (per abbellire il piatto mettere il riso in una tazza e capovolgerlo sul piatto, e poi versare l’encocado accanto) o con patacones.

Cosa sono i patacones?
Detto fatto! Pare che faccia i patacones migliori d’Ecuador, magari un giorno mi spiegheranno dove sta il mio segreto visto che non sono altro che rondelle di banana verde tagliata e fritte.
Una volta messe le rondelle dalla spessore di circa 1 cm e mezzo a friggere quando un lato è già dorato metterle su un piatto e schiacciarle con un bicchiere o una tazza per poi rimetterle sul fuoco e  lasciare cuocere l’altro lato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su telegram

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. j’adore questo nuovo spazio per i golosoni!! Anche noi scriviamo post di ricette etniche.. perchè si sa che l’appetito vien viaggiando 🙂 eheh
    bacino!!!
    (che bono l’enocadoooo)

    1. Viaggiare Low Cost

      Egggia! e ieri che avevo altro latte di cocco ho fatto la variante pollo con curry…dall’Ecuador all’Asia con praticamente quasi gli stessi ingredienti, meno dolce e più speciato 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.