Cosa vedere in Croazia – 20 posti da visitare e che dovreste includere nell’itinerario di viaggio

La Croazia è un Paese bellissimo, facile da raggiungere che regala ai viaggiatori il perfetto mix tra natura, città storiche e costa meravigliosa. In questo post scoprirete i 20 posti da vedere in Croazia e da non perdere se l’avete scelta come destinazione per la vostra prossima vacanza.
Modificato il Gennaio 24, 2022

Quando mi si chiede cosa vedere in Croazia invito gentilmente a sedersi, avere molta pazienza e prendere nota perchè la Croazia è enorme, offre tantissimi luoghi da visitare ed è piena di città e piccoli paesini con dei centri storici preziosi.

La Croazia è un paese relativamente piccolo che si affaccia sul Mare Adriatico, la sua costa è meravigliosa, ospita bellissimi parchi nazionali, come esempio quello dei Laghi di Plitvice (giusto per menzionare il più famoso), spiagge incredibili, centri storici deliziosi e non manca mai dell’ottimo cibo, che non guasta mai.

Se aggiungiamo il fatto che la Croazia sia facilmente raggiungibile dall’Italia, è facile capire perchè sia davvero una destinazione per tutti.
Sono stata in Croazia molte volte. Ad ogni ritorno mi stupisco della quantità di cose da vedere e da fare, a prescindere dalla stagione in cui si decida di scoprirla. Che infatti ci andiate in estate o anche in inverno, non vi annoierete mai.

Ho così selezionato i 20 posti da vedere e le migliori cose da fare in Croazia. A partire da Dubrovnik terminando a Pola, troverete questo Paese nei Balcani una destinazione meravigliosa piena di sorprese.

Se volete vedere la Croazia per intero considerate almeno 3 settimane, alternativamente decidete su che zona concentrarvi, vi consiglio di dividere il nord ed il sud, e con questo post in cui troverete i posti da visitare potete costruire l’itinerario che preferite combinando i seguenti 20 posti da vedere in Croazia da Sud a Nord.

Spiaggia in crozia

Viaggiare in Croazia – Cosa sapere

Prima di entrare nel dettaglio delle cose da vedere in Croazia ci sono alcune cose che vorrei sottolineare. Dal come muovervi al cambio valutHo viaggiato nel Paese in auto, con i mezzi pubblici ed una terza volta in van. Le ho provate tutte insomma.

Muoversi in Croazia

Se viaggiate in autobus il miglior sito per prenotare i bus, fatelo in anticipo se viaggiate in alta stagione, è getbybus. La rete di trasporti collega tutti i principali luoghi turistici e non avrete difficoltà a muovervi.

Se viaggiate in auto non avrete ovviamente alcun tipo di problema a trovare parcheggi.
Se viaggiate in van o camper riuscirete a fare anche wild camping, anche se ammetto che rispetto all’Albania o la Bulgaria, sarà più difficile trovare posti dove parcheggiare con vista (che non siano degli squallidi parcheggi). In Croazia sono meno tolleranti rispetto altri Paesi nei Balcani.

Sappiate comunque che troverete tantissimi campeggi, anche piuttosto economici, alcuni in posizioni eccezionali direttamente sul mare o in bellissime pinete.

Cambiare valuta in Croazia

Personalmente quando viaggio ormai da anni utilizzo le carte Revolut ed N26, hanno ottimi tassi di cambio e non pago commissioni di prelievo all’estero.

Tranne in Croazia in cui comunque i bancomat mi ricaricavano di tantissimo e ho realizzato che sia più conveniente cambiare euro agli uffici di cambio. Se quindi avete degli Euro voi coi probabilmente risparmierete nell’ottenere Kuna.

Cosa vedere in Croazia: 20 posti da non perdere da Sud a Nord

La fama della Croazia è cresciuta negli ultimi anni diventando una meta di vacanze popolare in Europa.

I motivi infatti ci sono tutti: isole bellissime, città antiche stupefacenti, tratti costieri meravigliosi ed bei Parchi Nazionali. Molti riducono la propria visita alle solite città e le solite isole. eppure la Croazia ha molto di più da offire.

Dei tantissimi posti da visitare ecco la lista dei 20 migliori da vedere in Croazia e che vi consiglio di considerare come mete nel vostro itinerario.

Cosa vedere in Croazia mappa

Dubrovnik

Dubrovnik è probabilmente la città più famosa della Croazia e la più bella (anche la più turistica e costosa).

La città vecchia è talmente tanto surreale che è stata scelta come set per la serie il Trono di Spade e non ha richiesto neanche troppi effetti speciali per rendere il luogo quello che si vede su schermo.

I suoi stretti vicoli, le salite e le discese, le mura che la stringono, e sulle quali si può camminare ammirando il centro storico dall’alto, ed il suo labirinto di strade sono solo alcuni dei fattori che rendono la città tanto speciale.

Non perdete la camminata sulle mura della città, è un po’ costosa e potenzialmente affollata in alta stagione, ma vale la pena, tanto che se dovessi consigliarvi una sola attività in città allora vi segnalerei solo questa (ma per conoscerle tutte leggete il post dedicato a cosa vedere a Dubrovnik). Lungo il percorso di 2 km potete vedere Dubrovnik dall’alto.

Dopo aver visitato il centro storico dirigetevi a Fort Lovrijenac, appena fuori dalla Città Vecchia – l’ingresso è incluso nel biglietto delle mura – e Monte Srd, che potete raggiungere con la funicolare, da cui godrete della visita migliore su tutta Dubrovnik e la costa.

Consigli pratici per visitare Dubrovnik

  • Se volete visitare quanto più possibile comprate la Dubrovnik Card, scontata se acquistata online, che include anche la camminata sulle mura della città
  • Se avete poco tempo e dovete scegliere cosa vedere assicurati di passeggiare lungo le mura e di partecipate ad un tour guidato per piccoli gruppi (in inglese, €18 per persona)
  • Se siete fan del Trono di Spade assicuratevi di prenotare questa visita guidata (In inglese €20 per persona)
  • Per un pomeriggio rilassante e lontano dalle folle prenotate il tour in kayak
Dibrovnik in Croazia vista

Isole Elaphiti

L’arcipelago delle isole Elafiti in Croazia sono composte da 6 isole principali e tanti piccoli isolotti. Di queste isole solo tre di esse sono abitate.

Una giornata qui rappresenta una bella pausa dal caos estivo di Dubrovnik, che si triplica quando arrivano le crociere, immersi nello splendido paesaggio in cui potete fare degustazione di vino, mangiare ottimi frutti di mare e, ovviamente, fare lunghe nuotate.

L’arcipelago si può visitare sia noleggiando una barca privata, opzione più costosa, che partecipando a dei tour di gruppo oppure prendendo un traghetto che è la soluzione più economica ma considerate i tempi e il fatto che non potrete vederne molte.

Tra tutte le isole quelle abitate sono Lopud e Sipan. L’isola di Lopud ha una bella spiaggia di sabbia (cosa rara in Croazia) ed acqua poco profonda. Sull’isola non circolano auto ma potete noleggiare biciclette e golf carts oppure ovviamente camminando.
L’isola Sipan è invece la più grande e ha un servizio bus e circolano auto. Le spiagge sono molte belle ed i fondali eccellenti per fare snorkeling.

Per visitare le isole più belle vi consiglio di prenotare un tour di 8 ore che copre 3 isole dell’arcipelago, come questo, lasciandovi il tempo di poterle visitare in autonomia, oppure un divertente tour in kayak che parte da Dubrovnik.
Questo vi permetterà di vedere le isole da una prospettiva completamente diversa. Avrete la possibilità di fare cliff jumping e di esplorare baie e grotte nascoste.

Cavtat

Cavtat è un piccolo villaggio sul mare che dista appena 30 minuti da Dubrovnik, motivo per cui molti la preferiscono come base per visitare questa regione della Croazia (costa meno di Dubrovnik ed è meno affollata), ed offre tantissime spiagge accessibili e meno affollate rispetto quelle più vicine a Dubrovnik.

Il villaggio è piccolo ma offre tantissimo, oltre il dolce far nulla in spiaggia. Se quindi vi trovate da queste parti assicuratevi di vedere le seguenti cose:

  • Assicuratevi di visitare la casa museo di Vlaho Bukovac, uno dei pu+ famosi pittori croati. Potete scaricare una applicazione che vi guiderà tra le stanze dell’edificio a 3 piani.
  • Visitate il Mausoleo Racic di Cavtat, all’interno del cimitero di Cavtat. Il mausoleo dalla forma ottagonale e meravigliosi bassorilievi è considerato il capolavoro dello scultore croato Ivan Mestrovic.
  • Passeggiate sul Lungomare di Cavtat, Il percorso parte dal porto e segue in maniera circolare intorno alla collina rimanendo sempre vicino al mare. Da qui vedrete tante piccole spiagge dove potete fare qualche bagno (mi raccomando di avere con voi scarpe da bagno perchè questo tratto di costa è scoglioso).
  • Visitate il Palazzo del Rettore e la Chiesa di San Nicola
  • Fate del kayak lungo la costa che qui è altrettanto bella, ma con molti meno turisti, di quella di Dubrovnik
Passeggiata di Cavtat

Penisola Peljesac

Questa penisola è probabilmente il mio posto preferito in Croazia. Sono arrivata per puro caso e non mi è bastato molto per apprezzarla e decidere di rimanere più a lungo del previsto.

Il motivo per cui sono arrivata nella penisola è piuttosto curioso. In un parcheggio in Montenegro ho trovato un gattino di circa un mese con un problema fisico: le mancavano le zampe posteriori. Sicura che lasciata per strada non sarebbe sopravvissuta a lungo l’ho presa con me, l’ho portata dal veterinario e le ho fatto fare il passaporto (dopo una serie di vaccini). Per passare però da Dubrovnik a Zara via terra si deve passare la frontiera, anche se breve, con la Bosnia.

Essendo un po’ nervosa per la presenza di questo piccolo due-zampe con me, preferivo evitare troppi passaggi di frontiera e controlli (in alcune frontiere hanno controllato anche nel motore) e ho pensato di trovare una via alternativa saltando la Bosnia, che non era in piano in questo road trip, passando per la penisola Peljesac e prendendo poi il traghetto per Port Ploče.

In questa maniera ho viaggiato serena con la piccola Lenticchia, che adesso cresce felice e con il pelo lucido, e io ho scoperto un angolo di Croazia meraviglioso.

Dedicate qualche giorno alla pensiola ed assicuratevi di visitare questi posti:

  • Žuljana, un piccolo villaggio portuale stretto tra acqua azzurrissima e foreste di pini
  • Orebić, la cittadina più grande della penisola con un bel lungomare e la famosa spiaggia di Tristenica, oltre che porto di imbarco per raggiungere isola Korkula
  • Ston, un villaggio medievale con enormi fortificazioni conosciute anche come la grande muraglia d’Europa e conosciuto anche per avere le saline più antiche del mondo (Solana Ston) che pare risalgano ai tempi dei Romani
  • Visitate una delle cantine e vigne della penisola, in particolare vi consiglio di assaggiare i vini locali Dingač e Postup, che sono fatti dal vitigno Plavac mali e sono considerati i migliori vini rossi in Croazia. Un vino molto particolare è quello Navis Mysterium, un vino creato sott’acqua. La vineria dove potete comprare anche le bottiglie (o le anfore) è l’Edivo Wine Bar.
  • Fate un bagno a Plaza Divna che secondo me è la spiaggia più bella della Penisola e, se posso azzardare, di Croazia.
Spiaggia Plaza Divna nella Penisola Peljesac

Parco Nazionale Cascate Krka

Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice è il parco più popolare del Paese, e anche il più bello, se avete poco tempo e state viaggiando tra Zara e Spalato: il Parco Nazionale di Krka.

Qui potete visitare la famosa cascata Skradinski Buk e seguire dei percorsi di hiking non particolarmente faticosi immersi nella natura.

Se siete in auto o raggiungete il parco con un tour potreste visitare anche la cascata Roški Slap e l’isola di Visovac dove si trova un monastero del XV secolo.

Arrivare al Parco Nazionale di Krka potrebbe essere un po’ impegnativo se non avete una macchina. In questo caso partite da Sebenico e prendete il bus per Skradin. Da qui la barca per la cascata Skradinski Buk. Attenzione agli orari di ritorno.
In alternativa vi consiglio di appoggiarvi ad un tour organizzato che vi garantisce il tempo giusto all’interno del parco e non correte il rischio di perdere il bus di rientro. I tour sono numerosi, a questo link ne trovate vari con partenza da Spalato, Zara e Sebenico.

vista dall'altro delle cascate Krka

Sibenik

Šibenik è una deliziosa cittadina tra Zara e Spalato perfetta sia per visitare le cascate Krka ma anche per godersi l’atmosfera della piccola città lontani dal trambusto delle due più grandi.

Šibenik è stata fondata nell’XI secolo ed è caratterizzata dal fatto che è una città sulla roccia costruita con la pietra, una combinazione unica che la rende diversa dalle altre città in Croazia.

Il monumento più importante è la Cattedrale di San Giacomo – patrimonio mondiale dell’UNESCO – costruita nel XV e XVI secolo in stile gotico e rinascimentale. Il centro storico è davvero bello e tenuto benissimo. Vale la pena dedicarle un pomeriggio e considerarla come base per visitare il parco nazionale di Krka o le isole Kornati.

Omiš (Almissa) la capitale dell’avventura in Croazia

Annidata tra Spalato e Dubrovnik, Omiš è spesso trascurata, anche se è una delle destinazioni più piacevoli della Croazia. Non solo è la capitale dell’avventura del paese, ma si trova anche in una posizione eccezionale, ovvero dove il fiume Cetina raggiunge l’Adriatico.

Omiš, che sorge ai piedi della fortezza di Mirabella, una torre del XIII secolo usata dai pirati per sorvegliare il Canale di Brazza per i mercanti di passaggio, è circondata dal canyon del fiume, la città vecchia è un tipico insediamento dalmazio con i tipici tetti di terracotta in cui risaltano le influenze veneziane.

Gli amanti del brivido possono riempire le loro giornate con rafting, ziplining, escursioni, via ferrata, snorkeling, canyoning, windsurf e arrampicata. Per scoprire i tour in partenza da Omis cliccate qui.

Split (Spalato)

Spalato (Split) è una delle città più famose della Croazia anche perchè porto principale per raggiungere alcune delle isole più famose del Paese.

La città è conosciuta per il Palazzo di Diocleziano – patrimonio mondiale dell’UNESCO – che risale alla fine del 3° secolo ed è stato voluto dall’imperatore romano Diocleziano che scelse quello che è oggi l’attuale centro storico di Spalato come area in cui costruire il suo palazzo. I resti di questo palazzo li troverete dovunque.

Per visitarlo vi consiglio di farlo con una guida con un tour come questo che dura 1 ora e mezza e vi spiega molto bene la storia di Spalato.

A fine tour vi consiglio inoltre di visitare le cantine del Palazzo di Diocleziano (l’ingresso costa €4 e potete prenotarlo in anticipo qui) e di salire sulla torre (biglietto da comprare a parte all’ufficio nella piazzetta del Palazzo) per poi di adentrarvi nella città Vecchia in cui perdervi senza meta tra le piccole vie che la attraversano.

Assicuratevi di visitare la Cattedrale di San Domnius che è la più antica cattedrale cattolica del mondo che utilizza ancora la sua struttura originale e concludete con una passeggiata lungo Riva, il lungomare di Spalato pieno di bar e ristoranti che costeggia le mura della città antica. Al tramonto dirigetevi verso la collina Marjan, poco distante dalla Città Vecchia, per ottenere la vista migliore della città. La visita della collina è inclusa in questo tour.

Piazza centrale di Spalato in Croazia

Trogir

Trogir è senza ombra di dubbio uno dei posti più belli da vedere in Croazia. Per quelli che trovano Spalato troppo grande e caotica, Trogir è la valida alternativa come base visto che è decisamente più piccola e meno affollata.

Trogir, anche questa città sito dell’UNESCO, è una piccola isola fortificata collegata alla terraferma da un ponto che conserva esempi di architettura romanica e gotica tra i migliori in Europa. Il centro storico è chiuso dentro delle mura quattrocentesche. Passeggiandovi vi imbatterete in 10 chiese storiche tra cui la cattedrale del 13° secolo.
La città è stata originariamente costruita dagli antichi greci ed è stata abitata dai veneziani per gran parte della sua storia.

Nel centro della città si può vedere la Loggia cittadina, poi salire sulla Torre dell’orologio della città alla Cattedrale di San Lorenzo, il lungomare e sperimentate una nuova prospettiva dalla torre del Castello di Kamerlengo, l’antica fortezza della città.

L’isola è abbastanza piccola e si visita tranquillamente in un paio di ore.
Se la scegliete come base per visitare i dintorni, visto che le cose da fare sono tantissimi, vi consiglio di valutare il tour in barca delle cinque isole (€110 per persona per il tour di 10 ore) oppure il tour in barca alla Laguna Blu (€58 per persona, tour di 5 ore)

Centro antico di Trogir

Laghi di Plitvice

Una delle attrazioni più famose della Croazia è senza ombra di dubbio il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice, sito UNESCO e incredibile luogo in cui laghi di smeraldo e cascate scorrono nella vegetazione lussureggiante.

Potete visitare il parco seguendo differenti percorsi lungo le passerelle di legno. Il parco è anche un luogo esemplare per la bio-diversità. Qui infatti vivono lupi, orsi bruni e oltre 160 specie di uccelli.

Potete dedicare un giorno intero o due se dormite nei dintorni. Il mio consiglio è di fare il possibile per includerla in itinerario perchè è davvero uno dei parchi più belli d’Europa e sarebbe un peccato perderselo, soprattuto se avete deciso di visitare la parte sud e centrale della Croazia.

Per sapere come raggiungere il parco e come visitarlo vi consiglio la lettura del post: Come visitare i laghi di Plitviche.

laghi di plitvice

Primošten

Quando si viaggia tra Spalato e Zara non molti si fermano alla piccola Primošten. Ma se avete tempo, anche solo un pomeriggio, vi consiglio di visitarla.

La parte vecchia di Primošten si trova su una piccola penisola che un tempo era un’isola. La città è stata collegata alla terra ferma alla fine del XIX secolo in seguito alla distruzione delle mura antiche.
Il primo insediamento è stato stabilito nel XVI secolo per proteggere gli abitanti locali dall’invasione ottomana. Il paesino è piccolissimo e si visita in meno di due ore.

Qui assicuratevi di visitare la chiesa di San Giorgio e di raggiungere il punto più alto, il cimitero, da dove la vista è meravigliosa, concludete la visita passeggiando lungo il percorso pedonale a bordo mare.

Primosten stradina lungomare

Zadar (Zara)

Zara si trova nella parte centrale della costa croata e con Spalato e Dubrovnik rappresenta una delle città più popolari del Paese. Il centro storico è delizioso ed è totalmente pedonale.

Potete visitare Zara in un giorno, il centro storico è infatti piuttosto concentrato. Assicuratevi di visitare la Chiesa di San Donato, che risale al IX secolo, la torre della cattedrale dove potete salite ed avere una vista della città dall’alto ed il foro romano, costruito tra il primo secolo a.C. e il terzo secolo d.C. dall’imperatore Augusto che è lungo 90 metri e largo 45 (non potete perdervelo perchè lo vedrete all’ingresso della città vecchia).

Fuori dal centro storico raggiungere uno dei simboli di Zadar è l’Organo Marino, un progetto artistico unico e interessante.

I gradini di marmo che si buttano nel mare, all’infrangersi delle onde creano dei suoni simili a quello dell’organo. Al fianco dell’organo vedrete il Monumento al Sole, un cerchio con circa trecento lastre di vetro che la sera si illumina.

Strade di Zara in Croazia

Isola Korkula

La Croazia è famosa per le sue numerose isole che da sole possono rappresentare la meta unica della vacanza nel Paese. La mia preferità è sicuramente Isola Korkula, meno turistica ed affollate delle isole vicine, che ha un delizioso centro storico e si puoi visitare in sella ad un motorino alternando piccole montagne con tratti di costa, prevalentemente rocciosa, e mare stupendo.

Per sapere cosa vedere sull’isola vi consiglio la lettura del post: Cosa vedere ad Isola Korkula.

isola Korcula

Parco Nazionale Miljet

Il Parco Nazionale di Mljet è una grande area che confina con due laghi di acqua salata – Veliko e Malo Jezero (Lago Grande e Piccolo) che estendono per circa 4 chilometri.

Nel mezzo del Lago Grande c’è la piccola isola Melita (Sveta Marija) dove sorge un ex monastero benedettino, oggi bar/ristorante, che risale al XII secolo.
La piccola isola è collegata da barche che vi navigano da entrambi i lati del lago. Qui potete camminare e passeggiare e godervi le meraviglie naturali di questo piccolo paradiso poco visitato.

Il Parco Nazionale si raggiunge con il traghetto da Dubrovnik o con un tour come questo, con tour in barca da Korkula, Hvar e Spalato. Potete anche prendere il traghetto che attracca a Sobra, porto principale dell’isola, ma avrete bisogno di una macchina per raggiungere il parco Nazionale perchè è piuttosto lontano.

Isola Brač

L’isola di Brač è la più grande isola croata, la terza isola più grande del mare Adriatico ed è facilmente raggiungibile da Spalato.

L’isola è prevalentemente conosciuta per la spiaggia di Zlatni Rat, conosciuto anche come il Corno d’Oro, bellissima ma anche sempre affollatissima, quindi potenzialmente deludente.
A parte però la famosa spiaggia, le cose da vedere sull’isola sono tante altre. Tra i posti da visitare a Brač assicuratevi di vedere questi:

  • Vidova Gora la montagna più alta dell’isola dalla quale si possono vedere dall’alto Zlatni Rat, Hvar e Vis. Se viaggiate in estate partite prestissimo la mattina, con tanta acqua, e cercate di tornare entro tarda mattinata.
  • L’eremo di Blaca del XVI secolo. L’eremo è stato costruito nelle scogliere di Vidova Gora dai sacerdoti glagolitici, arrivati sull’isola in fuga dagli attacchi dei turchi nella Croazia continentale. Nel passato l’eremo è stato uno dei più grandi centri religiosi dell’isola.
  • Il Museo dell’isola di Brac nel villaggio di Skrip. Il museo espone attrezzi, mobili antichi, dipinti e sculture raccolti dai primi coloni dell’isola.
  • Bol la piccola città dove si trova la famosa spiaggia di Zlatni Rat. La città è piccola, con strade strette, bei palazzi in pietra e un bel lungomare.
  • Pucisca la piccola città nel nord dell’isola di Brac e probabilmente la più bella dell’isola. La Casa Bianca negli Stati Uniti è stata costruita con la pietra di questa città, pietra ovviamente utilizzata anche per la costruzione delle case della cittadina.
  • La spiaggia di Lovrecina a Postira caratterizzata da acque basse circondata dalla foresta.

Stiniva Beach

La spiaggia di Stiniva si trova nella parte meridionale dell‘isola di Vis – l’isola abitata più lontana della Croazia. La baia di Stiniva è nota per la sua bellezza naturale unica caratterizzata da alte scogliere che si stringono nel mare limpido e turchese.

Per raggiungerla dovrete camminare per circa 25 minuti. Considerate che negli ultima anni è diventa molto famosa e quella che era una baia tranquilla oggi non lo è più ma se viaggiate in bassa stagione vi garantisco che questo sarà uno dei posti che più amerete in Croazia.

Hvar

Hvar è una delle destinazioni più popolari della Croazia ed a buon motivo. Oltre ad essere una isola bellissima offre anche tantissime cose da fare e da vedere.

Ad Hvar troverete spiagge meravigliose come per esempio Dubovica, che si raggiunge con una piccola camminata, Malo Zarace, Pokonji Dol, Lucisca e Milna.

La stessa città riserva numerosi luoghi da visitare come la Cattedrale di Santo Stefano, una struttura rinascimentale al cui interno conserva bellissimi affreschi, la fortezza di Hvar, che offre una vista meravigliosa dall’alto sulla città e sulle isole Pakleni.

Vista di Hvar

Pula (Pola)

Pola è una piccola città situata nella penisola a forma in Istria ed è famosa per la sua Arena, un enorme anfiteatro romano del I secolo incredibilmente ben conservato. Durante i mesi estivi potreste assistere allo “Spectacvla Antiqva“, un evento che rievoca combattimenti di gladiatori e giochi dell’antichità romana.

Tra le altre cose da vedere a Pula assicuratevi di vedere il Foro Romano che ospita il Tempio di Augusto, il Mosaico Romano, l’Arco dei Sergii, la Cattedrale di Pola, la Fortezza Kastel e i tunnel sotterranei costruiti durante la prima guerra mondiale per proteggere gli abitanti in caso di incursioni aeree.

Da qui, se avete un giorno in più, vi consiglio di partecipare ad un tour in barca al Parco Nazionale di Brioni, un gruppo di 14 piccole isole nel sul Mare Adriatico.

Rovinj (Rovigno)

Rovigno è una delle città più belle della Croazia ed è una buona base per esplorare la penisola istriana. Rovigno era in realtà un’isola prima di un progetto di bonifica nel 1763 da parte dei veneziani.

La città che visiterete oggi è un piccolo centro caratterizzato da un labirinto di piccole strade e vie medievali arricchito da un bellissimo lungomare in cui passeggiare.

Nonostante le piccole dimensioni Rovinji offre moltissimo, in particolare assicuratevi di visitare le seguenti cose:

  • La Cattedrale di Sant’Eufemia, una chiesa barocca costruita dai veneziani, il cui campanile pare infatti che assomigli a quello di San Marco a Venezia
  • Il porto di Rovigno da cui avrete la vista migliore della città antica
  • Il Museo del patrimonio di Rovigno che espone 1500 pezzi di arte contemporanea e manufatti che raccontano la storia delle civilità che hanno vissuto a Rovigno.
  • Le spiagge lungo il litorale, ben 13, in particolare Monte beach, che si raggiunge con una scala da Sant’Eufemia, Lone Bay e Punta Corrente.
Vista di Rovigno in Istria

Zagabria

Zagabria è la capitale della Croazia e si trova sul fiume Sava ai piedi della montagna Medvednica.
Zagabria è una città piuttosto concentrata ed è caratterizzata da architettura austro-ungarica e molti spazi verdi.

Pur essendo una vera e propria capitale contemporanea, Zagabria gode del fascino tipico delle piccole città ed antico, dovuto sicuramente in buona parte al vecchio quartiere in cima alla collina con strade di ciottoli e piazze illuminate ancora oggi da lampade a gas.

Potete visitare Zagabria in un solo giorno ma la città è deliziosa e potete anche dedicarne due, se avete poco tempo vi consiglio di prenotare questo tour guidato di 2 ore (in inglese) come questo che concentra il meglio di Zagabria.

Che abbiate 1 o 2 giorni questi sono i posti da non perdere:

  • Kaptol – La città vecchia di Zagabria si è sviluppata come due insediamenti separati, Kaptol e Gradec, uno accanto all’altro che nel passato non hanno sempre avuto rapporti amichevoli. Kaptol è la sede della diocesi di Zagabria fondata nel 1094. La cosa principale da vedere a Kaptol sono le fortificazioni della cattedrale di Zagabria, la più antica della città che però è stata distrutta dai mongoli nel 1200 e poi è stata danneggiata da un terremoto nel XIX secolo.
  • Gradec – Questo quartiere è il nucleo medievale di Zagabria ed il più pittoresco della città dove passeggiare. Il punto di riferimento di Gradec è Piazza San Marco e la Chiesa di San Marco. In questa piazza troverete il palazzo del Parlamento croato e la Corte Costituzionale. Passeggiando se arrivate in cima a via Radićeva troverete l’ultima porta cittadina rimasta a Gradec diventata un santuario alla Vergine Maria.
  • La città bassa di Zagabria – La Città Bassa di Zagabria è stata progettata nel 1800 e, a differenza dei vicoli tortuosi del centro medievale, è fatta di ampi viali e grandi edifici neoclassici. Qui si trovano gli alberghi più prestigiosi della città, la maggior parte degli spazi verdi ed alcuni musei.
  • Tkalčićeva – Se vi piace la musica dal viva e volete godervi un po’ di vita notturna di Zagabria il quartiere giusto è Tkalčićeva. Di giorno Tkalčićeva è un’affascinante strada di case basse e colorate, la sera si anima ed è il quartiere della vita notturna di Zagabria.
    Prestate attenzione alla statua di Marija Zagorka, la prima giornalista politca donna del Paese e un’autrice molto popolare. All’apice della sua carriera fondò anche Hrvatica, una pionieristica rivista femminista.
  • Mercato Dolac – Il mercato di Dolac è aperto tutte le mattina. Qui troverete prodotti in arrivo dalle fattorie dei dintorni, dai formaggi alla frutta e la verdura.. La scalinata che porta fuori dal mercato vi porterà a Optovina, il principale mercato dei fiori della città.
  • Il ferro di cavallo di Lenuci – Il progetto prende il nome dal suo progettista del 19° secolo Milan Lenuci e si trova nella Città Bassa di Zagabria. Si tratta di un gruppo di spazi verdi pubblici a forma di ferro di cavallo circondato da bar e chioschi, in cui troverete fontane, il Giardino Botanico, che raccoglie più di 10.000 piante provenienti da tutto il mondo, il Teatro Nazionale Croato, il Museo Archeologico, che espone manufatti preistorici e mummie egizie, e il Museo dell’Arte e dell’Artigianato.
  • Il Museo delle relazioni rotte (Museum of broken relationships) – Questo museo sociologico è dedicato alle rotture delle storie d’amore. Gli oggetti sono stati donati da persone innamorate di tutto il mondo. Ogni oggetto è accompagnato da un pannello che spiga il significato ed il ruolo nella relazione che non ha funzionato. Se volete donare il vostro oggetto della rottura potete farlo nella sezione virtuale del museo.
Piazza a Zagabria in Croazia

Opatija (Abbazia)

Concludo la lista delle cose da vedere in Crozia con Opatija (Abbazia) nel Golfo del Quarnero. Durante una visita potrete godere di una meravigliosa atmosfera nostalgica con bellissimi edifici e ville, la cui storia risale al periodo asburgico.

Il posto più suggestivo di Opatija è il Lungomare dove numerose belle spiagge invitano a prendere il sole, nuotare e rilassarsi. Oltre il lungomare assicuratevi di visitare i seguenti posti:

  • Parco e Villa Angiolina – Villa Angiolina è stata costruita nel 1844. Un vecchio edificio di proprietà del barone Haller von Hallerxtein è stato convertito in una casa estiva quando Iginio Scarpa, un patrizio di Fiume, arrivò ad Abbazia. Il nome Angiolina si deve alla sua defunta moglie. Alcune delle personalità notevoli che hanno soggiornato in questa villa tra cui l’imperatrice d’Austria Mary Ann, il conte Josip Jelacic. Il parco di Villa Angiolina non è grandissimo ma è molto ben curato. Qui troverete una ricca vegetazione, tantissime piante esotiche ed il Museo del Turismo Croato.
  • Chiesa di San Giacomo – La chiesa di San Giacomo è l’edificio più antico di Abbazia. È stata costruita nel 1420 come colonia di rifugiati benedettini dal monastero di San Pietro a Rožac. Oggi vi si tengono concerti da camera.
  • Lungomare – Opatija è famosa per il lungomare di 12 km. nota per essere la patria della più lunga passeggiata sul mare chiamata Lungomare. Questo percorso a piedi è lungo 12 chilometri ufficialmente chiamato Passeggiata di Francesco Giuseppe.
  • Parco naturale dell’Učka – Nei dintorni di Opatija non perdetevi il Parco Naturale di Učka dove troverete numerosi percorsi di trekking, anche per principianti, ed installazioni artistiche nel bel mezzo al parco.

Viaggio in Croazia – Domande Frequenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.