Cosa vedere a Corfù in Grecia – Mini guida per organizzare la vacanza

Corfù in Grecia è una delle isole più semplici da raggiungere dall’Italia ed è adatta a tutti i tipi di viaggiatori: chi cerca bel mare e relax, avventura e circuiti sportivi, storia e cultura. In questo post scoprirete cosa vedere a Corfù, come muovervi e cosa non dovreste perdere la prima volta che ci andate.
Modificato il Luglio 18, 2022

Viaggio a Corfù (Grecia) – Tutto quello che devi sapere per organizzare il viaggio

Corfù, situata nel gruppo delle isole Ionie nella Grecia occidentale, è una delle isole più semplici da raggiungere dall’Italia o dall’Albania, sopratutto se vi trovate al sud nella zona di Ksamil, ma è anche ideale per chi cerca spiagge meravigliose, piccoli villaggi locali, natura e pace (se si viaggia in bassa stagione).

Se le prossime vacanze le state pianificando qui e vi state chiedendo cosa vedere a Corfù, quali sono le spiagge di Corfù che non dovreste perdere ma anche in che zona dormire e come muovervi, ho raccolto in questo post tutte le informazioni utili che ho raccolto nelle mie due settimane di viaggio itineranti sull’isola.

Corfù è una isola molto grande che si può visitare in appena 3 giorni ma che ne merita di più se volete scoprire tutte le sue spiagge più belle e regalarvi un po’ di relax. Se avete 7 giorni a disposizione a Corfù sono sicura che potrete goderla al massimo!

Curiosità – La leggenda di Kerkyra (Corfù)
Kerkyra è il nome greco di Corfù e l’ultimo dato all’isola. Kerkyra era una ninfa nata dal fiume Asopo e amata dal dio Poseidone che la rapì e la portò sull’isola più settentrionale del Mar Ionio e ancora senza nome. Le diede il nome di Korkyra, che gradualmente si trasformò in Kerkyra.

Poseidone e Kerkyra ebbero un figlio, Phaiax, da cui gli isolani presero il nome di Phaiakes, in latino Phaeaciani, nome per cui gli abitati dell’isola erano chiamati Feaci. Mito a parte, gli studiosi ritengono che il nome derivi dalla parola bizantina Koryfò, da qui la traduzione in latino Corfou.

Come arrivare a Corfù

Corfù è una isola greca che si trova relativamente vicina all’Italia e all’Albania. Se viaggiate con una macchina il modo migliore per andare a Corfù è con il traghetto. Il viaggio impiega circa 16 ore.

I traghetti diretti per Corfù partono solo da metà Giugno fino a Settembre.

Nel caso in cui viaggiate prima dell’inizio dell’alta stagione allora potete prendere un traghetto da Ancona per Igumeniza, in Grecia vicinissimo alla frontiera con l’Albania e poi prendere il traghetto per Corfù.

Ci sono due compagnie che vendono i biglietti dei traghetti, mi raccomando di prenotare con largo anticipo se viaggiate tra Luglio ed Agosto. Se comprate andata e ritorno il biglietto costa leggermente meno che solo andata.

Qui potete cercare la tratta migliore e calcolare i relativi costi e prenotare direttamente.

Servizio traghetti a cura di Traghettilines

Se non volete prendere il traghetto e viaggiate senza macchina, potete raggiungere Corfù anche in aereo. Da Roma e Milano la tratta con voli diretti è servita da Ryanair ed Easyjet. Per controllare i prezzi, le tratte e le compagnie vi consigilio di cercare su Skyscanner.

Vista di Corfù arrivando con il traghetto

Come muoversi a Corfù

Corfù è un’isola relativamente grande, se viaggiate con una macchina non avrete problemi a muovervi ma se non l’avete non disperate perchè i trasporti pubblici funzionano piuttosto bene.

  • Muoversi a Corfù con gli autobus – Gli autobus sono un modo pratico per muoversi a Corfù, le tariffe del biglietto variano a seconda delle distanze che si percorrono e variano tra €1,20 e €4.40 per tratta.
    A Corfù ci sono due tipi di autobus: gli autobus blu che coprono brevi distanze vicino alla città di Corfù e gli autobus verdi che vanno più lontano. Gli autobus blu partono solitamente da Piazza San Rocco nella città di Corfù e raggiungono il porto, Kanoni, Mandouki, Benitses, Achillion, Gouvia e Kontokali. La stazione centrale degli autobus verdi si trova vicino al porto di Corfù. Questi autobus effettuano percorsi con direzione Paleokastritsa, Lefkimi, Acharavi, Roda, Messongi, Pelekas e in generale verso quasi tutti i villaggi e le spiagge dell’isola.
    Per maggiori informazioni sugli orari e i percorsi degli autobus blu, consultare il sito www.astikoktelkerkyras.gr.
    Per quanto riguarda gli autobus verdi, è possibile ottenere tutte le informazioni utili su www.greenbuses.gr. Il servizio è ridotto nei fine settimana e, per alcune località più lontane, praticamente inesistente durante la bassa stagione. Se avete intenzione di spostarvi sull’isola, pianificate di conseguenza perché gli orari degli autobus, anche in alta stagione, sono poco frequenti. È un po’ una rottura di scatole.
  • Noleggio scooter/ATV – Se pianificate piccoli spostamenti perchè, come scritto su, l’isola è molto grande, Il noleggio di uno scooter è un modo eccellente per spostarsi a Corfù ma solo. Se dormite in differenti cittadine, cosa che vi consiglio di fare, potete noleggiarli di volta in volta. Il noleggio di scooter parte da 15 EUR al giorno, mentre quello di ATV da 35 EUR al giorno.
  • Bicicletta – Si possono trovare noleggi giornalieri a partire da 10 EUR al giorno. Sebbene l’isola sia adatta alle biciclette con molti percorsi, tenete presente che ci sono molte colline e pedalare potrebbe essere piuttosto faticoso.
  • Taxi – I taxi sono numerosi e se decidete di muovervi con questi considerate che la tariffa di partenza è di €3,60 e poi poco più di 1 euro al chilometro. È sicuramente più conveniente noleggiare un’auto o uno scooter.
  • Noleggio auto – Se prenotate in anticipo, potete trovare auto a noleggio a partire da 15 euro al giorno per un noleggio di più giorni. Per alcune idee di costi di noleggio date un occhio su Rentalcars e noleggiate con largo anticipo se viaggiate in alta stagione.

Dove alloggiare a Corfù

Corfù è una isola molto grande in cui per muoversi agilmente vi consiglio di usare una macchina. Anche se le distanze non sono enormi le piccole strade tortuose e le, in molti casi, cattive condizioni, rendono alcune tratte piuttosto complicate.

Scegliere dove alloggiare a Corfù è quindi importantissimo perchè ne andrà della vostra vacanza. La regione più popolata e meglio attrezzata per i turisti è il nord, dove si concentrano le cose da vedere a Corfù e dove vi consiglio di dormire se avete pochi giorni a disposizione e volete delle grandi baie con mare cristallino.

Ho scritto un post dedicato su dove alloggiare a Corfù ma qui mi limito ai posti principali. Il mio consiglio è di dedicare un paio di notti a Corfù town, che è molto carina e ha un centro storico vivace pieno di bar e ristoranti e poi magari muovervi vicino al mare.

Corfù town

Vi consiglio di dedicare le prime notti, o le ultime, a Corfù town che ha un centro storico piccoli ma molto piacevole e pieno di vita fino a sera inoltrata. Se volete dormire in centro vi consiglio il Dousmani Corfu Old Town Studio Suite, un appartamento recentemente ristrutturato dotato di tutti i comfort e vicinissimo al centro e a 3 minuti dalla spiaggia, oppure l’Arcadion Hotel, che affaccia su Piazza Spianada e sui portici del Liston ed è a 10 minuti dalla spiaggia.

In città trovate tantissimi appartamenti, se quelli menzionati non sono disponibili cercate della alternative qui.

Booking.com

Paleokastritsa

Paleokastritsa è una delle cittadine più popolari di Corfù grazie alla posizione spettacolare sulla baia e le splendide baie circostanti, alcune raggiungibili solo via mare.

Booking.com

Sidari

Sidari si trova nel nord dell’isola a due passi dal Canale dell’Amore. Il villaggio è piuttosto anonimo, è ad evidentemente uso turistico, ma la sua centralità tra i posti da visitare a Corfù, lo rende una base eccellente per qualche giorno.

Booking.com

Kavos

Nell’estremo sud dell’isola è una base interessante per visitare Arkoudilas e ha spiagge enormi ed accessibili. Essendo il villaggio prevalentemente turistico si anima a partire da Giugno, se andate prima troverete molti hotel e servizi ancora chiusi.

Booking.com

Cosa vedere a Corfù – 8 posti da non perdere a Corfù

Corfù è un’isola piuttosto grande e merita 5 o 7 giorni, anche di più se volete dedicare delle giornate esclusivamente al mare. La maggior parte delle cose da visitare a Corfù si concentra al nord dell’isola, ma se avete tempo vi consiglio di guidare anche fino ad Arkoudila Beach, alla punta estrama sud dell’isola.

Corfu Town

Corfù town è il punto di accesso all’isola, per questo motivo si presta benissimo come base per i primi o gli ultimi giorni di vacanza. La città è piuttosto piccola e si può visitare a piedi. Corfù town è sicuramente la città più carina dell’isola grazie al piccolo centro pedonale.

Tra le cose da vedere a Corfù town assicuratevi di visitare questi:

  • Il Campiello – Il centro storico pedonale di Corfù in cui potete passeggiare in cui troverete tantissimi bar, ristoranti e negozi.
  • La Fortezza Vecchia di Corfù – Facilmente raggiungibile dal centro assicuratevi di visitare la fortezza da cui potete avere una vista eccezionale sulla città. La Fortezza Vecchia di Corfù è una delle fortificazioni più imponenti d’Europa. Il biglietto d’ingresso costa €8 per adulto.
  • Piazza Spianada – Spianada è la piazza più imponente della città di Corfù e si trova tra la Fortezza Vecchia e la Città Vecchia. Pare che sia la piazza più grande dei Balcani. Prima del XIX secolo era semplicemente un terreno vuoto usato a scopo difensivo. Oggi è un grande parco di erba in cui si giocano anche partite di cricket – unico luogo in Grecia in cui si pratica questo sport – eredità degli inglesi.
  • Liston – Questa grande via con portici è la parte più elegante, con ristoranti e negozi, di Corfù e confina con la Spianada. Il porticato è stato costruito dai veneziani ma sono stati i francesi a dare il tocco parigino che possiamo vedere oggi.
  • Museo di arte asiatica al Palazzo di San Michele e San Giorgio – Il palazzo è stato costruito dagli inglesi nel 1815 come residenza dell’Alto Commissario e sede del Senato. Oggi al suo interno si trova il Museo di Arte Asiatica, ricco di stampe giapponesi, sculture indiane e molti altri tesori orientali.
  • Le chiese di Corfù – A Corfù ci sono più di 30 chiese ortodosse. Non dovete visitarle tutte ma assicurateci di vedere la Cattedrale ortodossa, la Chiesa di San Spiridione, patrono dell’isola e la Chiesa bizantina di San Giasone e San Sosipater.
  • Museo Archeologico di Corfù– Il Museo Archeologico di Corfù si trova in un moderno edificio moderno a due piani. Il museo espone reperti provenienti dall’antica città di Corfù e dal resto dell’isola.
  • Museo Bizantino di Corfù – Il museo bizantino si trova in una chiesa del XV secolo. Il museo espone icone bizantine e post-bizantine realizzate da artisti anonimi o famosi e datate dal XV al XIX secolo. Nel museo troverete anche cimeli, oggetti liturgici, affreschi murali di varie chiese di Corfù, antichi vangeli, manoscritti e abiti sacerdotali. L’ingresso costa €4.

Se alloggiate a Corfù town non pensate di non avere accesso al mare. Le spiagge sono piccole rispetto le altre sull’isola, ma ne troverete numerose accessibili a piedi, la più popolare e vicinissima al centro è Falikari beach.

centro storico di Corfù

Monastero Vlacherna e l’isola dei topi

Il Monastero di Vlacherna è uno dei posti più famosi e fotografati di Corfù. Il Monastero di Vlacherna è collegato alla terraferma da un ponte pedonale che conduce fino al Monastero. Vlacherna è una piccola chiesa bianca con tetto di tegole e un caratteristico campanile con guglia a tre piani che funge da ingresso principale al cortile della chiesa.

La passerella è fiancheggiata da barche da pesca e piccoli traghetti che dal monastero portano alla famosa Isola dei Topi (Isola di Pontikonisi).

L’isola dei topi è un’isola verdeggiante, con alti cipressi e altre piante rare. È un monumento naturale e non è consentito sbarcare. Al centro dell’isola si trova una chiesa dedicata alla “Metamorfosi di Sotiros” – “Trasfigurazione del Salvatore”. Secondo il mito qui la nave di Ulisse è stata trasformata in uno scoglio dal dio Poseidone per impedirgli di tornare a Itaca.

Cape Drastis

Guidando verso nord assicuratevi di fermarvi a Capo Drastis, un promontorio bellissimo e selvaggio.
Capo Drastis si trova dopo il villaggio di Peroulades, a pochi chilometri da Sidari. Capo Dastris è caratterizzato da enormi formazioni rocciose, scolpite dal mare e dal vento e simili a quelle del Canal d’Amour, che spiccano dalle acque azzurrissime.

Capo Drastis è accessibile solo via mare, a nuoto o in barca dal capo.

Vista dall'alto di Capo Dastris

Sidari e il canale dell’amore

Sulla punta nord-occidentale di Corfù, a circa 20 minuti a piedi da Sidari potete raggiungere il Canal d’Amour, considerato una delle attrazioni più popolari di Corfù.

Il canale dell’amore è creato da formazioni rocciose di arenaria che creano un passaggio naturale dalla piccola spiaggia alle acque del Mar Ionio. Potete nuotare nel canale.

Canale dell'Amore a Sidari

Spiaggia di Porto Timoni (Afionas)

Se avete poco tempo e dovete scegliere un solo posto da vedere a Corfù assicuratevi che sia Porto Timoni.

Portо Timοni è il nome della spiaggia vicino il villaggio Afiоnаs sulla costa ovest dell’isola di Corfù. È uno scenario che merita di essere classificato come una meta turistica, sia dal punto di vista naturalistico che storico, perché nell’antichità era un porto e qui si trovava anche una fortezza.

La meraviglia di questo luogo è data dal fatto che l’isola di Mathraki è unita alla riserva Agios Geоrgiοs da un piccolo lembo di sabbia creando un panorama meraviglioso dall’alto e la possibilità di scegliere tra due spiagge anche molto diverse tra loro.

Si può arrivare a Portо Timοni in due modi:

  • A piedi dal villaggio Afionas – Troverete due sentieri che poi a un certo punto si uniranno, non potete sbagliarvi. Secondo me è il modo più bello perchè potete vedere il panorama dall’alto. Arrivate in macchina fino ad Afionas, trovate parcheggi a pagamento. Attraversate il piccolo villaggio, molto carino, e raggiungete la Canteen Afionas da dove parte il percorso di hiking. Impiegherete circa 30/40 minuti. Prima di arrivare alla spiaggia fermatevi al belvedere Porto Timoni.
  • In barca dal Agios Georgios. Al piccolo porto trovate il posto del noleggio barche, il costo è di circa €30 (andata e ritorno), potete dire al barcaiolo l’ora in cui volete essere ripresi. La navigazione dura pochi minuti. Il costo è per la barca intera.

Da sapere prima di visitare porto Timoni – La camminata fino alla spiaggia richiederà circa 30 minuti. Il percorso è però piuttosto roccioso ed accidentato. Portate delle scarpe comode e per camminare. Portate anche acqua e degli snack se volete rimanere in spiaggia per la giornata perchè non ci sono punti di ristoro. Se non volete camminare potete prenotare il servizio a Agios Georgios.

Vista dall'alto di Porto Timoni una delle cose da vedere a Corfù
Vista del mare di Porto Timoni

Angelokastro

Situato sul fianco di una ripida scogliera sulla cima più alta di Corfù si trova Angelokastro, un castello bizantino del XIII secolo. Il monastero è stato costruito su un terreno roccioso e di difficile accesso come misura di protezione.

Con i castelli di Kassiopi e Gardiki, Angelokastro faceva parte del triangolo difensivo.

Del monastero rimangono solo le rovine, una piccola chiesa, una cappella sotterranea e le mura originali. Vale la pena arrivarci per la splendida vista. L’ingresso costa 3 euro.

Da sapere
Per raggiungere il castello la salita dal parcheggio è rocciosa e piuttosto ripida. Non è consigliato a chi non è in buona forma fisica.

Palaiokastritsa

Palaiokastritsa è un piccolo villaggio a nord-ovest di Corfù ed è considerato una delle migliori cose da vedere a Corfù. Pare che sia il sito mitologico di Scheria e l’ultimo posto visitato da Ulisse prima di tornare a casa.

aleokastritsa comprende uno splendido tratto di costa frastagliata, con sei baie profonde ed incantevoli spiagge, di sabbia che di ghiaia, che si estendono fino a un mare azzurro e cristallino. La maggior parte delle spiagge di Palaiokastritsa si raggiunge in barca.

Sulla cima della montagna che sovrasta il villaggio si trova un bellissimo monastero del 1200, che si può visitare, con un bel giardino in fiore, una chiesa ed un piccolo museo, da dove avrete una vista meravigliosa sulla scogliera. L’ingresso è con donazione. Se le donne non indossano una gonna vi verrà fornito un foulard.

Mare di Palaiokastritsa a corfu
Interni del Monastero Palaiokastritsa

Arkoudilas beach e Monastero della Panagia

Nell’estremo sud dell’isola piuttosto lontano da tutto e da tutti si trova uno degli angoli che preferisco di Corfù: Arkoudila Beach.

La città più vicina è dove fare base è Kavos.


Alla spiaggia si accede in auto, 10 minuti da kavos, o anche camminando, un percorso di circa 40 minuti (se andate con il caldo mi raccomando di portare acqua e protezione solare).

Lungo il percorso ad un certo punto vi incontrerete ad un bivio: se prendete quello sulla destra arriverete in spiaggia, c’è un parcheggio ed un piccolo lido oltre che tantissima spiaggia libera, mentre se prendete quello sulla sinistra raggiungerete i resti di un monastero bizantino da dove avrete una vista meravigliosa del mare.

Per andare alla spiaggia dovete tornare al bivio.

Vi consiglio di fare prima la camminata e poi terminare in spiaggia.

Vista del mare da Monastero della Panagia
Spiaggia di Arkoudilas

Quando andare a Corfù

L’estate, da Giugno ad Agosto, è il periodo più popolare per visitare Corfù. Le giornate sono molto calde e le temperature sono in media di 31°C. Aspettatevi prezzi più alti e moltissimi turisti (Corfù ha un aeroporto).

Secondo me i mesi Aprile/Maggio e Settembre ed Ottobre, sono i migliori. Il clima è temperato, l’isola si svuota ed i prezzi sono decisamente meno bassi. Le temperature si aggirano tra i 23 ed i 25 gradi.

In inverno le temperature non scendono sotto i 10 gradi, generalmente, l’isola non ha molti turisti ma anche molte attività sono chiuse. Vi consiglio di stare a Corfù town dove troverete almeno un po’ di vista rispetto il resto dell’isola.

Corfù Grecia – Domande frequenti

Questo articolo ha 3 commenti.

  1. Armando G.

    Complimenti per le indicazioni precise e puntuali, ci troviamo a Saranda in Albania e vorremmo fare un salto a Corfu’ per una gita di una giornata. Grazie

    1. Giulia Raciti

      Ciao Armando, secondo me le opzioni sono due: o cercate un tour a Saranda che includa anche i trasporti a Corfù per velocizzare un po’ la visita oppure prendete il traghetto da Sarande per Corfù e se potete vi consiglio di noleggiate una macchina per la giornata, l’isola è relativamente grande, e raggiungere i luoghi di vostro interesse. Corfù town è molto carina ma, se non fa caldissimo e vi va di camminare, io vi consiglierei di andare a Porto Timoni. Dipende cosa vi interessa, un giorno non è molto quindi a seconda dell’orario dei traghetti potete scegliere cosa vi interessa.

  2. Salvatore

    Complimenti! Non ho mai letto un post così interessante!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.