Animali che potresti vedere durante un safari in Tanzania

Se stai organizzando un safari in Tanzania ti starai chiedendo quali animali potresti avvistare. Scopri i 10 animali che molto probabilmente vedrai durante un safari in Tanzania ed alcune curiosità sul loro modo di vivere e le loro abitudini.
Post pubblicato il: 16 Ottobre 2023
Scritto da: Giulia Raciti

Quali animali potresti vedere durante un safari in Tanzania? I 12 animali che potresti avvistere durante un game drive

Un safari in Tanzania offre eccellenti possibilità di osservare la fauna selvatica più ambita d'Africa, non a caso è una delle destinazioni migliori del continente dove fare safari.

Grazie infatti ai parchi nazionali considerati tra i più belli, in particolare il Parco Nazionale del Serengeti e l'Area di Conservazione Ngorongoro, e ben tre differenti circuiti safari (Nord, Sud ed estremo Ovest) la Tanzania si posiziona come meta numero uno africana per gli amanti della natura e dei viaggi poco convenzionali.

Chi fa un safari per la prima volta molto probabilmente è mosso dal desiderio di vedere i Big5, ma a parte questi animali in Tanzania non mancano migliaia specie di uccelli, il rinoceronte nero e animali rarissimi come il pangolino ed il licaone.
Se quindi stai pensando di fare un safari in Tanzania e ti stai chiedendo che animali potresti vedere, questo post fa per te!

Ho selezionato alcuni degli animali che potresti vedere ed in quali parchi avrai più possibilità di avvistarli. Fermo restando che quando si viaggia nella natura le possibilità di avvistamento non sono mai garantite. Tuttavia in Tanzania è difficile lasciare un parco a bocca asciutta!

Se stai pianificando un viaggio in Tanzania assicurati di leggere anche questi post:

12 animali che potresti vedere durante un safari in Tanzania

Elencare tutti gli animali che potresti vedere in un safari in Tanzania è un'impresa ardua, ho quindi selezionato quelli che molto probabilmente vedrai dovendo ricordare che gli avvistamenti non sono mai garantiti. Ci vuole fortuna in effetti. Ma so per certo che la Tanzania saprà sicuramente regalarti momenti incredibili in qualsiasi parco deciderai di visitare.

La Tanzania infatti ospita circa il 20% delle specie di grandi mammiferi d'Africa che si trovano nei 17 Parchi Nazionali, le numerose riserve, le aree di conservazione e nei parchi marini distribuiti su un'area di più di 42.000 chilometri quadrati, ovvero il 38% dell'intero territorio del Paese. Questi numeri fanno risaltare che le risorse faunistiche di Tanzania sono descritte e considerate come "senza paragoni in Africa" e la Tanzania la destinazione migliore per fare safari.

I Big5 - Quali sono e perchè sono chiamati così

I BiIG5 sono il leone, il leopardo, il bufalo, l'elefante ed il rinoceronte. Questi animali vivono solo in 11 paesi al mondo e questi Paesi si trovano tutti in Africa.
Ma perché questi animali sono chiamati i BIG5 (i cinque grandi)?

Questi animali sono stati chiamati i "Big 5" perché non solo sono tra gli animali più ricercati dai bracconieri ma anche perchè i più difficili e pericolosi da cacciare a piedi. Queste cinque grandi specie di mammiferi africani sono sempre state note per essere i più difficili e pericolosi da cacciare (quando i safari di caccia si facevano esclusivamente a piedi).
Da allora è quindi rimasto il soprannome di Big5 quando ci si riferisce a questi animali e che oggi sono tra gli animali che chiunque faccia un safari spera di vedere.

Leonessa Ngorongoro

Gnu e lo spettacolo della grande migrazione

La Tanzania è famosa in particolare per due specie di animali: gli gnu e gli elefanti. Gli gnu soprattutto sono le grande attrazione durante i safari in Tanzania, tra Luglio e Settembre e tra Gennaio e Marzo mesi in cui la grande migrazione è al picco.

Se la tua intenzione è vedere gli gnu allora il parco da includere nell'itinerario safari è sicuramente il Parco Nazionale del Serengeti. Ogni anno, questi animali migrano massivamente nel Serengeti per attraversare il fiume, Maasai River, ed entrare poi in Kenya per rientrare poco dopo.

Questo è sicuramente uno degli eventi più grandiosi e spettacolari del mondo animale. Gli gnu si vedono più o meno tutto l'anno ma il momento migliore per avvistare questi animali è durante i mesi tra Luglio e Settembre nel Nord del Serengeti e nei mesi di Gennaio e Febbraio quando gli gli gnu si stabiliscono in una particolare area nel sud de Serengeti e area di conservazione Ngorongoro (Ndutu) per la stagione del parto.

Per scoprire i mesi migliori per fare un safari in Tanzania leggi il post - Quando andare in Tanzania

Qualcosa interessante a proposito degli gnu

  • Lo gnu è noto per il suo aspetto unico, con un corpo sinuoso e muscoloso, una testa grande e zampe lunghe e sottili. È noto anche per i suoi forti grugniti e muggiti, soprattutto durante la stagione degli amori.
  • Durante la migrazione annuale degli gnu, le mandrie possono coprire una distanza di oltre 1.000 km, spostandosi attraverso praterie e fiumi alla ricerca di cibo e acqua. La migrazione è considerata la più grande migrazione animale del mondo ed è uno degli eventi naturali più spettacolari della Tanzania.
  • Lo gnu è noto per la sua coesistenza con altre specie, in particolare con le zebre, in un rapporto simbiotico. L'eccellente vista e l'udito delle zebre aiutano a individuare potenziali minacce per il branco, mentre il forte olfatto dello gnu è in grado di rilevare i predatori a distanza.
  • Lo gnu è una parte essenziale dell'ecosistema delle pianure erbose della Tanzania. La loro attività di pascolo contribuisce a mantenere una vegetazione sana e a controllare la diffusione degli incendi nella zona.
Gruppo di gnu nel Serengeti

Elefanti

Gli elefanti sono animali piuttosto comuni in tutti i parchi Nazionali della tanzania e rientrano nella lista dei Big5. Ogni parco naturale o riserva tanzana ha una popolazione abbondante di elefanti che sono soliti camminare in piccoli gruppi o contenuti in una zona particolare. Tuttavia se vuoi vedere gli animali in azione devi aspettare la stagione della migrazione.

Gli elefanti si muovono attraverso il Serengeti in grandi branchi durante la stagione della migrazione, ma se sei un amante di questi giganti il parco migliore è sicuramente il Tarangire che vanta la popolazione di elefanti più grande di Tanzania tanto da essere anche conosciuto come il Parco dei Giganti.

Qualcosa interessante a proposito degli elefanti

Gli elefanti in Tanzania hanno abitudini e comportamenti affascinanti, soprattutto quando si tratta di nascite. Ecco alcune curiosità:

  • Quando una femmina di elefante sta per partorire, le altre femmine del branco si riuniscono per sostenerla e proteggerla durante il processo. Formano un cerchio protettivo intorno alla futura madre, usando i loro corpi e le loro proboscidi per proteggerla da ogni potenziale pericolo. Questo comportamento dimostra i forti legami sociali all'interno del branco di elefanti e la loro natura premurosa l'uno verso l'altro.
  • Una volta nato, un cucciolo di elefante diventa il centro dell'attenzione dell'intero branco. Le femmine di elefante, note come "zie", assumono un ruolo attivo nella cura e nella protezione dei piccoli. Contribuiscono a insegnare loro importanti abilità, come l'alimentazione, le interazioni sociali e le strategie di sopravvivenza, e forniscono loro un ambiente accogliente.
  • Il periodo di gestazione di un elefante è uno dei più lunghi tra i mammiferi e dura circa 22 mesi. Questo periodo prolungato consente lo sviluppo ottimale dell'elefantino. A causa del lungo periodo di gestazione, gli elefanti hanno un basso tasso riproduttivo e la nascita di un nuovo elefante è un evento significativo per la mandria.
  • Gli elefanti hanno forti legami familiari e presentano strutture sociali complesse. Un tipico branco di elefanti in Tanzania è guidato da una matriarca, di solito la femmina più anziana ed esperta del gruppo. La matriarca è responsabile delle decisioni importanti per il benessere della mandria, come la ricerca di pozze d'acqua e di aree sicure dove nutrirsi. Gli elefantini restano con le madri e con il branco fino alla maturità, in genere intorno ai 13 anni, dopodiché i giovani maschi possono lasciare il branco e unirsi a gruppi di scapoli o vivere una vita solitaria.
tarangire game drive

Leoni

Avvistare leoni durante un safari in Tanzania è piuttosto comune. Durante tutto l'anno i leoni vagano nei parchi in cerca di prede o di ombra per riposarsi, quindi solitamente le possibilità di avvistamento sono alte anche in una stessa giornata.

Il momento migliore per avvistare questi predatori è durante la stagione secca quando si possono trovare nei pressi delle pozze d'acqua o i fiumi. Oltre ai leoni, nei parchi nazionali si possono avvistare anche leopardi e ghepardi però molto più rari e meno facili da vedere.

Il parco consigliato per vedere i leoni in Tanzania è sicuramente il Parco Nazionale del Serengeti. La regione Seronera nel Serengeti centrale è famosa per gli avvistamenti di questi animali, soprattutto durante l'alta stagione, da Luglio ad Ottobre.
Un altro parco molto interessante da includere nell'itinerario safari è il Parco Nazionale Lago Manyara in cui gli elefanti hanno preso l'abitudine di arrampicarsi sugli alberi. Quindi a differenza di quanto possa immaginare in questo parco è il caso di stare con gli occhi verso il cielo.

Qualcosa interessante a proposito dei leoni

  • I leoni sono spesso definiti "re della giungla", ma in realtà raramente vivono in fitte foreste o giungle. I loro habitat naturali sono di solito praterie aperte o savane.
  • Durante la stagione degli amori, una coppia di leoni si accoppia di solito ogni 20-30 minuti, con un massimo di 50 copulazioni in un periodo di 24 ore. A causa di questa elevata frequenza di accoppiamento, si stima che una femmina di leone possa accoppiarsi con il maschio più di 20 volte al giorno. Questa copulazione prolungata ha molteplici scopi. Non solo stimola l'ovulazione nella femmina, ma aiuta anche il maschio ad assicurarsi la paternità escludendo altri maschi.
  • I leoni maschi possono pesare fino a 30 chili, pari a circa 190 kg, mentre le femmine pesano in media circa 126 kg.
  • Quando nascono, i leoni presentano delle macchie sulla pelliccia. Queste macchie svaniscono gradualmente con l'età.
  • I leoni hanno una visione notturna eccezionale. Possono vedere al buio fino a sei volte meglio degli esseri umani. I loro occhi sono dotati di un rivestimento riflettente e di una macchia bianca di pelliccia sottostante che aiuta a catturare e riflettere la luce.
  • La criniera dei leoni maschi può fornire indizi sulla loro età. Più la criniera è scura e folta, più il leone è generalmente considerato anziano,
Leoncini Serengeti

Ippopotami

L'ippopotamo in Tanzania è un'altra specie animale che rientra nel gruppo dei "Big Five". La Tanzania ospita una popolazione significativa di ippopotami, in particolare in aree come il Serengeti National Park e la Selous Game Reserve.

Non c'è una stagione particolare in cui le possibilità di avvistamento aumentano. Tuttavia, il momento migliore per avvistare gli ippopotami è durante la stagione delle piogge. In questi mesi infatti i fiumi si riempiono sempre di più creando la situazione ideale per questi animali. In alcuni parchi è possibile fare safari in canoa (possibile al Parco Nazionale Lake Manyara ed Arusha National Park) per vederli da vicino. Insieme agli ippopotami, durante questa stagione si possono vedere anche molti fenicotteri.

Qualcosa interessante a proposito degli ippopotami

Gli ippopotami in Tanzania sono creature affascinanti che si trovano in vari habitat, tra cui fiumi, laghi e zone umide. Ecco alcune curiosità sugli ippopotami in Tanzania:

  • Gli ippopotami sono mammiferi semiacquatici e trascorrono una notevole quantità di tempo in acqua per mantenere il loro corpo fresco e idratato.
  • Nonostante l'aspetto tozzo, gli ippopotami sono in realtà eccellenti nuotatori e possono muoversi con grazia nell'acqua.
  • Gli ippopotami comunicano tra loro attraverso varie vocalizzazioni, come grugniti, ruggiti e clacson, che possono essere uditi sia dentro che fuori dall'acqua.
  • Gli ippopotami maschi, noti come tori, sono territoriali e difendono ferocemente il loro tratto di fiume o di lago dai maschi intrusi. Le femmine di ippopotamo, note come mucche, formano gruppi sociali stabili chiamati baccelli, che possono essere composti da più femmine adulte e dalla loro prole.
  • Gli ippopotami hanno mascelle e denti potenti e il loro morso è uno dei più forti del regno animale.
  • Nonostante la loro dieta erbivora, gli ippopotami possono essere aggressivi se si sentono minacciati, soprattutto nei confronti degli esseri umani che si avvicinano troppo al loro territorio.
  • Gli ippopotami sono considerati alcuni degli animali più pericolosi dell'Africa a causa della loro natura territoriale e delle loro dimensioni.
  • La loro presenza negli ecosistemi della Tanzania è cruciale, poiché gli ippopotami svolgono un ruolo vitale nel mantenere l'equilibrio degli ecosistemi acquatici e il ciclo dei nutrienti.
ippopotami lago Ngorongoro

Giraffe

Un safari in Tanzania è incompleto senza avvistare qualche giraffa. Cosa piuttosto facile perchè la Tanzania ha una delle più grandi popolazioni di giraffe del mondo. La giraffa è un animale molto amichevole elegante e pacifico. I parchi della Tanzania ne sono pieni, quindi qualsiasi parco visiterai sicuramente avrai la possibilità di vederne alcune.

Purtroppo, pur essendo la Tanzania il Paese che conta più giraffe nel mondo il loro numero va diminuendo e si teme che presto possano essere considerati animali in estinzione e da proteggere (per maggiori informazioni leggi questo post)

Qualcosa interessante a proposito delle giraffe

  • La Tanzania ospita la giraffa Masai (Giraffa camelopardalis tippelskirchi), una delle nove sottospecie di giraffe. La giraffa Masai è la sottospecie più grande e può raggiungere un'altezza di 5,9 metri, diventando così il mammifero terrestre più alto della Terra.
  • Queste giraffe hanno macchie distinte, di forma irregolare, che si estendono lungo le zampe fino agli zoccoli[1].
  • Le giraffe hanno un collo incredibilmente lungo, ma hanno lo stesso numero di vertebre del collo (sette) della maggior parte degli altri mammiferi, compreso l'uomo.
  • Le giraffe sono erbivore e hanno un comportamento alimentare unico, noto come "browsing". Utilizzano il loro lungo collo per raggiungere il fogliame degli alberi alti e si nutrono di foglie, germogli e gemme.
  • Le giraffe svolgono un ruolo fondamentale negli ecosistemi della savana, disperdendo i semi e agendo da grandi mangiatori, contribuendo a modellare la struttura della vegetazione.
  • I maschi di giraffa hanno un comportamento noto come "necking", in cui usano il loro lungo collo per far oscillare la testa e sferrare potenti colpi con gli ossiconi (corna) nelle battaglie di dominanza con altri maschi. Questo comportamento aiuta a stabilire la dominanza per le opportunità di accoppiamento.
giraffa avvistata nel Parco del Serengeti
Giraffa nel Parco Nazionale Serengeti

Zebre

L'animale a strisce bianche e nere è sempre stato uno dei preferiti dalla maggior parte dei viaggiatori in Africa.

La Tanzania ospita un gran numero di zebre, che con le loro vistose strisce bianche e nere rappresentano un punto di forza per molti visitatori dei safari. Esistono tre specie di zebre: la zebra di pianura, la zebra di Grevy e la zebra di montagna; la specie più comune in Tanzania è la zebra di pianura.
La zebra in Tanzania è comune e molto facile da vedere. Generalmente si avvistano in branchi o vicino alle rive dei fiumi. Solitamente sono in compagni degli gnu e corrono lungo il percorso della migrazione in quanto l'uno necessario per l'altro.

Perchè gli gnu e le zebre corrono insieme?

Durante la grande migrazione gli gnu non sono i soli protagonisti. Con loro infatti corrono anche mandrie di zebre. Come mai questi due animali che apparentemente non hanno nulla in comune si vedono sempre insieme?
Sia lo gnu che la zebra sono erbivori, tuttavia i grandi denti frontali della zebra sono adatti per mangiare l'erba lunga mentre lo gnu ama mangiare l'erba corta vista la loro bocca fatta per prendere il succo dall'erba.

Sia la zebra che lo gnu hanno il loro unico modello alimentare, mangiano la stessa erba ma in parti diverse.
Uno dei fatti interessanti sulla grande migrazione degli gnu è che gli gnu e le zebre dipendono l'uno dall'altro per la ricerca del cibo e dell'acqua. Non è tutto. I motivi per cui queste specie corrono insieme è anche un altro.

Gli gnu hanno un buon senso dell'udito e dell'olfatto, sensi che aiutano sia a proteggersi dal predatore che a cercare il cibo. La zebra ha una grande vista per vedere qualsiasi minaccia. Gli gnu hanno un'intelligenza di gruppo che permette di agire e risolvere i problemi come una sola entità.
La zebra è invece brava a proteggere e ha un'ottima memoria (necessaria durante gli spostamenti), mentre gli gnu hanno la capacità di trovare l'acqua.
Il buon udito e l'intelligenza di gruppo degli gnu uniti alla vista eccellente e la memoria delle zebre rende il gruppo più compatto durante la pericolosa migrazione.

Qualcosa interessante a proposito delle zebre

  • In Tanzania le zebre vivono in pianure erbose, savane e boschi in diversi parchi nazionali, tra cui il Parco nazionale del Serengeti, l'Area di conservazione di Ngorongoro e il Parco nazionale di Tarangire.
  • Le zebre di pianura in Tanzania mostrano forti legami sociali, che aiutano a proteggere il branco dai predatori. Le femmine guidano il branco, mentre i maschi ingigantiscono il loro aspetto fisico per scoraggiare i predatori.
  • Ogni anno, le mandrie di zebre in Tanzania migrano attraverso il Serengeti e il Tarangire, a seconda della disponibilità di cibo e acqua. Questa grande migrazione è rinomata come uno dei più grandi spettacoli naturali del mondo e attira turisti da tutto il mondo.
  • Le zebre svolgono un ruolo essenziale nell'ecosistema, in quanto sono note per il loro ruolo di pascolatori e di mangiatori, che contribuiscono a mantenere sotto controllo la regolazione della vegetazione. D'altra parte, sono anche una specie preda vitale per grandi felini come leoni e ghepardi.
zebre nel cratere Ngorongoro
Gruppo di zebre nel cratere Ngorongoro

Antilopi

Le antilopi in Tanzania sono note per sopravvivere in tutti i tipi di ecosistemi. Si trovano nei campi, nelle terre aride, nelle paludi, nella savana e via dicendo. Per questo motivo è abbastanza facile individuare un'antilope se si visita un parco nazionale o una riserva forestale in Tanzania. Alcune delle specie facilmente individuabili sono le impala, le gazzelle, il Dik Dik, il Lesser Kudu e molti altri.

Le antilopi in Tanzania svolgono un ruolo di predatore e di preda nell'ecosistema. Sono importanti erbivori, che svolgono un ruolo nel modellare la vegetazione e forniscono una fonte di cibo per carnivori come leoni, leopardi e ghepardi. Le antilopi sono note per la loro agilità e velocità, che consente loro di eludere i predatori con movimenti rapidi e salti impressionanti.

Curiosità sui Dik Dik
Il Dik Dik è la specie di antilope più piccola e probabilmente più graziosa ad abitare l'ecosistema del Serengeti, prende il nome dal suo fischio d'allarme. I Dik-dik sono monogami e si accoppiano con la propria compagna per tutta la vita. Sono diffusi in tutto l'ecosistema, ma si trovano solo dove c'è una fitta copertura e vegetazione.

Rinoceronti neri

I rinoceronti sono una specie in pericolo di estinzione, questi animali si vedono ormai solo in pochissimi parchi nel continente. La Tanzania ospita i rarissimi rinoceronti neri che, se si è fortunati, si possono incontrare durante un game drive nella caldera dell'area di conservazione Ngorongoro.

Distinto dalle sue controparti meridionali per la sua pelle scanalata e il caratteristico corno lungo e ricurvo, questo impressionante animale una volta era diffuso in tutta la regione, tuttavia il bracconaggio ha ridotto drasticamente il suo numero.
Oggi i rinoceronti neri sono elencati come criticamente in pericolo e sono protetti dovunque in Africa anche perchè si riproducono ogni 3 anni rendendo la ripopolazione estremamente lenta e difficile.

Vedere i rinoceronti neri in Tanzania non è mai garantito, ma il posto migliore è il cratere Ngorongoro e, ancora più difficilmente in alcune parti del Serengeti.

Qualcosa interessante a proposito del rinoceronte nero

  • I rinoceronti neri in Tanzania hanno una routine specifica di attività diurne e notturne. Durante il giorno, si nascondono e riposano in fitte foreste o boschetti per evitare il calore e conservare le energie. Tendono a essere più attivi durante la notte, quando escono per nutrirsi di piante e arbusti. A causa della loro vista particolarmente scarsa, i rinoceronti neri si affidano molto all'olfatto e all'udito per individuare potenziali pericoli.
  • Durante la stagione degli amori, i maschi vagano per lunghe distanze per trovare femmine ricettive e tentare di accoppiarsi con loro. In questi periodi, i maschi possono essere molto territoriali, rendendo molto pericoloso per l'uomo avvicinarsi a loro. In caso di minaccia, un rinoceronte nero può correre fino a 35 miglia orarie e ha la capacità di caricare verso potenziali predatori o intrusi con grande forza.
  • I rinoceronti neri della Tanzania sono noti anche per il loro particolare comportamento alimentare. Sono animali che si nutrono di germogli, rami e foglie degli alberi delle aree in cui vivono. A causa della loro dieta selettiva e dell'elevato fabbisogno di proteine e nutrienti, i rinoceronti neri possono percorrere anche lunghe distanze alla ricerca di cibo. Utilizzano regolarmente gli stessi percorsi di alimentazione per spostarsi attraverso le foreste e raggiungere le aree in cui è disponibile il loro cibo preferito.

Licaone

Il licaone, african wild dog, è un animale ormai rarissimo e molto difficile da vedere. Sembra che questa specie di cane sia la più grande e la più feroce sulla terra. Le leggende locali raccontano che se qualcuno possiede anche solo 3 licaoni neanche i grandi predatori si avvicineranno al bestiame. Tuttavia è molto difficile da catturare o addomesticare e quindi, per fortuna, continua a vivere nella natura.

Nel corso degli anni i licaoni sono diventati una specie in pericolo, ora possono essere avvistati solo nella Selous Game Reserve e nel Ruaha National Park.

Qualcosa interessante a proposito del licaone

  • I licaoni sono animali altamente sociali e vivono in branchi che possono raggiungere i 30 individui. Ogni branco ha una rigida gerarchia e ogni membro ha un ruolo specifico da svolgere nel gruppo, dalla coppia alfa che guida il gruppo ai membri subordinati che si prendono cura dei malati e degli anziani.
  • A differenza di altri predatori, i licaoni non uccidono le prede mordendo il collo. Utilizzano invece le loro potenti mascelle per sventrare la preda, ottenendo così un'uccisione più rapida.
  • I licaoni hanno orecchie grandi e arrotondate, che li aiutano a sentire i suoni fino a 4 miglia di distanza. Hanno inoltre una pelliccia dai disegni caratteristici, che funge da mimetizzazione naturale, e ogni disegno è unico, proprio come le impronte digitali umane.
  • I licaoni hanno uno dei più alti tassi di successo nella caccia tra i grandi predatori, circa l'80%. Questi alti tassi di successo sono ottenuti grazie a strategie di caccia coordinate e a eccezionali capacità di comunicazione attraverso la vocalizzazione e il linguaggio del corpo.
  • In passato i licaoni erano minacciati di estinzione, ma ora, grazie agli sforzi di conservazione, il loro numero sta lentamente aumentando. Tuttavia, sono ancora considerati una specie in pericolo, con solo circa 5.000 individui rimasti in natura.

Scimmie, Scimpanze e Gibboni

La fauna selvatica in Tanzania è conosciuta anche per una enorme varietà di scimmie, scimpanzé e altri gibboni. La Tanzania ospita una vasta gamma di specie di scimmie che possono essere osservate in diverse regioni del Paese. Durante un safari potresti avvistare queste scimmie

  • Babbuino oliva - I babbuini oliva sono tra le scimmie più grandi della Tanzania e si vedono spesso in gruppi numerosi. Hanno una pelliccia color oliva e si trovano nelle savane, nelle macchie e nelle foreste.
  • Scimmia vervet - Le scimmie vervet sono facilmente riconoscibili per il loro volto, le mani e i piedi neri. Si trovano in molti habitat diversi, dalle foreste costiere alle montagne e alle savane, e spesso vivono in gruppi numerosi.
  • Scimmia blu - Le scimmie blu sono conosciute per la loro straordinaria pelliccia grigio-blu e si trovano soprattutto nelle foreste e nei boschi. Sono animali timidi e si vedono spesso saltare silenziosamente tra i rami.
  • Scimmia colobo rossa - Le scimmie colobo rosse hanno un aspetto unico, con una macchia di peli bianchi intorno al viso e un manto dalle sfumature rosse. Si trovano principalmente nelle foreste e vivono in gruppi sociali composti da un massimo di 30 individui.
  • Scimmia patas - Le scimmie patas si trovano nelle savane e sono note per le loro lunghe zampe, che le aiutano a correre rapidamente per sfuggire ai predatori. Hanno una pelliccia bruno-rossastra e vivono in gruppi di 30 individui.

Se le scimmie si possono vedere in grandi quantità nella maggior parte dei parchi nazionali della Tanzania se vuoi vedere gli scimpanzè allora devi preventivare un viaggio molto lungo ed avventuroso e raggiungere il Gombe Stream Reserve ed il Mahale National Park che sono molto lontani e costosi da visitare ma proprio per questo motivo ricevono pochissimi visitatori ogni anno.

Leggi anche Come fare Gorilla Tracking in Uganda

Qualcosa interessante a proposito delle scimmie e degli scimpanze

  • Gli scimpanzé del Parco Nazionale delle Montagne di Mahale sono stati osservati usare bastoni per pescare le termiti dai termitai, mentre gli scimpanzé del Parco Nazionale del Gombe sono stati osservati usare bastoni per estrarre il miele dagli alveari. Questo comportamento di utilizzo di strumenti è solo un esempio delle molte somiglianze che gli scimpanzé condividono con gli esseri umani.
  • Alcune specie di scimmie, come la scimmia Vervet, si sono adattate a vivere in prossimità dell'uomo e sono persino note per le razzie di colture e per la ricerca di cibo nelle aree urbane. Questa capacità di adattarsi e prosperare in ambienti diversi è una caratteristica impressionante di molte specie di scimmie.
  • Alcune scimmie hanno un senso dell'umorismo malizioso. In alcuni casi si sono osservate scimmie mentre facevano scherzi o burle all'uomo o ad altri animali. Ad esempio, sono stati segnalati casi di scimmie che hanno rubato cappelli, occhiali da sole o persino cibo a ignari visitatori di parchi o aree turistiche.
scimpanze tanzania

Uccelli ed alti animali che potresti vedere durante un safari in Tanzania

Oltre a questi animali menzionati la Tanzania vanta di altre specie animali come bufali, iene, sciacalli, coccodrilli e una varietà di rettili tra cui il temuto Black Mamba. Il Paese è anche sede di varie specie di uccelli come Hornbill, Trogon, Tinkerbird, Secretary Bird, Flamingos, Weaver, Flycatcher, e molti altri.

Il periodo migliore per il bird watching è tra i mesi di Novembre e Aprile. Anche se è possibile avvistare gli uccelli locali tutto l'anno. Gli uccelli migratori dall'Inghilterra e da altri paesi freddi volano in Tanzania durante la stagione invernale, momento eccellente per incontrare questi splendidi animali. Non possiamo dimenticare i fenicotteri che danno il loro meglio a Lago Natron.

I fenicotteri minori di tutta l'Africa orientale si nutrono di alghe che si trovano nei laghi di soda ma scelgono di riprodursi quasi esclusivamente al lago Natron.

Circa il 75% dei fenicotteri minori del mondo nascono proprio qui, nel nord della Tanzania.
I momenti migliori per vedere questi incredibili uccelli sono all'alba o al tramonto, quando il caldo si mitiga. I mesi migliori per vedere i fenicotteri a Lago Natron vanno da Novembre a Febbraio.

Categorie , ,

Disclaimer: In questo post, alcuni dei link forniti sono link di affiliazione, il che significa che posso guadagnare una commissione se si effettua un acquisto attraverso questi collegamenti. Tuttavia, ciò non comporta nessun costo aggiuntivo per te. Le commissioni che ricevo attraverso questi link di affiliazione aiutano a finanziare e supportare il mio blog, mantenendo così la sua indipendenza e la mancanza di sponsorizzazioni. Mi sforzo sempre di fornirti le migliori informazioni e consigli possibili, basati sulla mia esperienza e ricerca personale. Mi preme sottolineare che il tuo sostegno è fondamentale per mantenere vivo questo blog e continuare a fornirti contenuti di qualità. Grazie per il tuo supporto!

Scritto da Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio dal 2011. Attualmente a bordo di un van. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Scrivo delle destinazioni che visito. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America sul sito dedicato Kipepeo Experience.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a [email protected] e verranno immediatamente rimosse.

Copyright © 2011-2023
Viaggiare Low Cost - Di proprietà di Giulia Raciti - P. IVA 03630400830
crosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram