4000 Islands in Laos – Cosa fare, dove dormire e come arrivare

  • Post author:
  • Post comments:0 Commenti
  • Post last modified:Settembre 8, 2012

4000 islands laosLà dove il fiume Mekong inizia a prepararsi ad attraversare la Cambogia e sboccare in mare passando per il Vietnam si trovano 4000 isole distribuite in una sorta di arcipelago lagunare. Le 4000 islands in Laos (o Si Phan Don) si trovano in Laos, al confine con la Cambogia. Nonostante le 4000 isole in totale in realtà le isole principali sono tre: Don Kong, Don Det e Don Kon.

Sebbene in principio avessi deciso di passare qualche giorno tra Don Det e Don Kongh alla fine ho trovato l’isola piccola (Don Det) un posto tranquillissimo, dove a meno che non si voglia fare un po’ di attività fisica come il kayaking (canoa) o tubing le cose da fare qui non sono molte se non stare in spiaggia o in qualche bar e fare nulla.
O meglio. Se si lavora come faccio io in realtà questo potrebbe essere il luogo ideale: wifi dovunque (più o meno buona ma c’è), tempo a disposizione e l’impressione di essere su un’isola di mare invece che essere in un fiume. Considerando inoltre che l’idea di nuotare nel fiume non mi alletta granché la tentazione di smettere di lavorare per un tutto non c’è.
Ovvio quindi il motivo per cui mi sia trovata benissimo qui. Sensazione tropicale senza rischio di cadere in tentazione, il che in soldoni si traduce in più lavoro .

A parte questo in realtà credo che questo angolo di Laos sia molto suggestivo, semplice e lento. La vita scorre senza fretta, ogni giorno può sembrare quello precedente, tu ti rilassi e ti circondi per un po’ dal silenzio, lontano dal caos delle città e dei motorini che sfrecciano e dei clacson delle macchine che sembrano non stancarsi mai a qualsiasi ora del giorno e della notte.
La vita qui è semplice e sebbene sia un luogo prevalentemente turistico e votato ai giovani (l’età media infatti non supera i 28 anni credi) non è un’isola che definirei ideale per fare un po’ di festa. Se quello che si cerca qui è il party allora consiglio di cambiare idea sul venire a Don Det, la sera tutto termina per le 23,30, le luci si spengono e si va a letto.
Credo che sia una isola di pace come ne sono rimaste poche, dove i turisti sebbene siano la maggior parte non hanno importato quel turismo di massa fatto di sere all’insegna di alcool e feste no stop, dove si può godere per un po’ del dolce far nulla e ricarsi per proseguire il proprio viaggio.
La maggior parte di guesthouse e ristoranti siano gestiti da locali,  nonostante questo di locali in giro (a meno che non si entri in uno dei negozi o non si vada al ristorante) non se ne incontrano molto. Non mi è ben chiaro dove mangino e soprattutto cosa visto che non ci sono mercati locali e l’unica opzione possibile sembri il ristorante.

dalom guesthouse laos
ristorante Dalom Guesthouse

Dormire può essere piuttosto economico, io ho trovato un bungalow (Dalom Gesthouse) con bagno per 2 persone a 40.000 kip, ovvero $5 (cioè $2,50 a testa)
Il mangiare è abbastanza vario, pensando però a quanto costava in Cambogia, in Thailandia o Vietnam qui in Laos lo trovo piuttosto caro.
Ma parla una che è abituata a pagare $1 per una porzione abbondante mentre qui di dollari ne servono 2, il doppio, dopo essermi abituta bene a prezzi ridicoli questo rincaro del 50% lo sento molto.

Nonostante abbia detto che la scelta è varia purtroppo non c’è paragone con la cucina dei Paesi circostanti ma a parte i soliti noodles quello che che consiglio sono i seguenti piatti:
Pancake di cioccolato e banana (10.000 kip) al bar di fronte alla guesthouse  Dalom. Il ristorante si chiama Mom Tanone.
Coconut Shake al bar della guesthouse  Xayxana (la parte dell’isola dove andare per il tramonto), lo shake costa 7000 kip ed è il più buon shake di cocco che ho provato sino ad ora.
Sempre qui se siete in vena potete provare il deep fried banana and coconut, il nome la dice tutta. 60000 calorie di felicità ma assicuro che servita con la crema di latte è un piatto ingrassante niente male.
Per cena non dovete perdervi il barbequee di spiedini di carne. Uno spiedino con carne, ananas, cipolla, pomodoro e insalta e una baguette costa solo 17.000 ($2) e sarete più che soddisfatti. Il ristorante  è il terzo sulla sinistra salendo dalla spiaggia (purtroppo non ricordo il nome e la fame mi ha fatto dimenticare di annotarlo) ed è gestito da un ragazzo inglese. Non vi potrete confondere, l’odore degli spiedini si sente sin dalla spiaggia e quando vedrete enormi spiedini di carne con ananas e verdure varie (e ripeto enormi) fermatevi.
Il ristorante ha anche un tavolo da biliardo e wifi gratis, il tavolo da biliardo non è il migliore del mondo, un po’ vecchio e le palle alla fine seguono la traiettoria che preferiscono ma pur sempre un diversivo in un isola dove non succedono molte cose.

Come arrivare alle 4000 Islands

Per arrivare alle 4000 islands si può prendere un servizio navetta organizzato dalle guesthouse o dai ristoranti di Pakse.
Il costo di 55.000-65.000kip, dipende dove lo comprate ma chiedete in giro prima di comprare perché ho visto prezzi diversi, include minibus, piuttosto scomodo, e barca.
Per andare via bisogna appoggiarsi a una delle numerose agenzie di Don Det e comprare il biglietto per la destinazione prescelta.
Dalle isole si vendono biglietti sino a Vietiene, Lao Probang e altre destinazioni del nord del Laos.
In alternativa si può arrivare alle isole con gli autobus pubblici ma credo che a conti fatti il costo sia lo stesso considerando che dalla guesthouse si dovrebbe prendere un tuk tuk (che qui costa la bellezza di 20.000 kip ovvero $2,50), e poi comprare il biglietto per la barca

Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio perenne dal 2011. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.